La mia collezione

gamecard

martedì 8 febbraio 2011

IM+ vs IMO due IM application a confronto

Oggi vorrei proporvi un confronto tra due interessanti prodotti di aggregatori istant messaging.
Perché ho scelto di confrontare proprio questi due applicativi? semplice sono gli unici rimasti che annoverano, tra i loro servizi, anche Skype. Un tempo (fino a circa 6 mesi fa) c'erano Nimbuzz e Fring ma poi hanno "litigato" con Skype e tolto il relativo servizio. Se esistesse ancora questa feature non avrei dubbi: Nimbuzz sarebbe stato il migliore (non fosse solo per la possibilità di effettuare chiamate vocali tramite TUTTI i vari servizi compreso quello personale di Nimbuzz) ma purtroppo la situazione è cambiata e IM+ e IMO sono rimasti gli unici a possedere anche Skype tra i loro servizi gestiti. Quale dei due scegliere? In questi giorni ho fatto diverse prove approfondite...vediamo i risultati

IM +

IM+ è un prodotto commerciale, dal costo di circa 7,99 Euro (versione iPhone). Tra le sue caratteristiche annovera una diffusione cross-platform di tutto rispetto; infatti è possibile acquistarlo per gli iDevice di Apple ma anche Symbian (3rd edition), Black Berry, Android e Windows Phone in pratica tutti i piu diffusi smartphone (in ogni caso è possibile avere il programma anche per in versione Java ME e Palm OS).

Esaminerò la versione per iPhone, che risulta essere la più completa in termini di funzionalità.
Il programma si presenta con un interfaccia ricca e altamente personalizzabile attraverso l'attivazione di temi che modificano l'aspetto della buddy list e delle chat room;
IM+ permette di gestire svariati servizi IM tra i quali Skype, MSN, AIM, Facebook, Yahoo, GoogleTalk, ICQ, Jabber.
Oltre a questo riesce a gestire un feed reader per twitter e myspace.
Ogni servizio è altamente configurabile; è possibile selezionare degli allert per essere avvisati quando un utente diventa online; ed è possibile gestire l'history chat per qualsiasi servizio.
Il software permette anche di avere multi-account dello stesso servizio; per comodità fornisce uno shortcut ai Preferiti.

Tramite IM+ è possibile inviare foto, e messaggi vocali ma non è possibile ricevere immagini (viene segnato come link). Purtroppo non è possibile gestire i protocolli vocali di GTalk, skype e msn percui non si può utilizzare IM+ vocalmente...è possibile però inviare piccoli messaggi vocali e ricevere piccole registrazioni di 20 secondi.
Sinceramente non ho provato ad auto-chiamarmi per verificare cosa "mi viene" detto dall'altra parte (immagino che parti una sorta di segreteria telefonica che mi dice di registrare il messaggio, ma di fatto non so in che lingua...immagino inglese...e non ho capito se si possa personalizzare o meno).

Tra le altre feature degne di nota è da segnalare la possibilità di impostare status personalizzati e di supportare anche la modalità invisible (che però non funziona su Facebook).
Inoltre è possibile inviare un geotag per dire al nostro interlocutore dove siamo, lui vedrà un link a googlemap attraverso il quale potrà vedere da dove stiamo chattando.

Il reader di twitter funziona veramente bene, è possibile anche qui impostare diverse modalità per seguire i propri feed ed essere avvertiti su aggiornamenti in base a determinati eventi.

Per quanto riguarda il sistema di notifica, IM+ si comporta molto bene; è possibile impostare la nostra presenza sui vari servizi IM fino ad un massimo di 7 giorni su 7...ad eccezione purtroppo di skype che dopo 2 ore viene disconnesso il nostro profilo. In tal caso IM+ ci avvertirà e a noi basterà riaprire l'applicazione per tornare online... è un pò scomodo ma sempre meglio di niente.

Sul fronte della gestione batteria/multitasking IM+ si comporta molto bene, il fastSwitch di iphone è ben supportato e si riesce a ristabilire l'applicazione molto rapidamente..peccato però che il "recupero" (o sincronizzazione) con i vari servizi sia a volte particolarmente lento...si parla cmq di poche decine di secondi.

Il servizio IM+ però ha anche un'altra caratteristica interessante, ovvero la webApp di IM+; tramite un applicazione web è possibile utilizzare il propri account come se si utilizzasse l'applicazione mobile.
Il programma web è nato da poco e fornisce ancora poche funzionalità, ma l'interfaccia si presenta molto bene (chiara, precisa e senza troppi fronzoli) e supporta una piena sincronia con l'account dell'applicazione mobile.
Le uniche due note negative sono il fatto che se ho su l'applicazione mobile e quella web, ogni qualvolta mi arriva un messaggio sulla webApp, esso mi arriva anche sul telefono rendendo fastidioso questa sorta di "ridondanza" e costringendomi a chiudere completamente l'applicazione mobile fintanto che utilizzo quella web.


IMO

IMO è un aggregatore IM completamente gratuito, inizialmente sviluppato su Android ma approdato con grande successo qualche mese fa su iPhone.

Il programma si presenta con una grafica molto (forse troppo) essenziale, soprattutto se paragonata a quella di IM+. Non è brutta, anzi è molto precisa però non da possibilità di personalizzazione di sorta.
L'utente inserisce le credenziali di uno dei suoi account dopodiché "linka" tutti gli altri.
Anche qui sono supportati
yahoo, skype, facebook, jabba,myspace,googletalk,aim. Purtroppo non gestisce twitter.
Il sistema permette di chattare con più persone appartenenti a differenti account e permette di inviare e ricevere immagini e brevi messaggi vocali; in maniera analoga ad IM+ non è possibile effettuare chiamate voip.
Anche qui è possibile impostare degli status personalizzati mentre non è possibile inviare informazioni sulla geo-localizzazione.

Il supporto delle notifiche funziona fino ad un massimo di 72 ore, quindi di più di im+ ma in compenso perfino Skype viene gestito fino a 72 ore e non solo 2 come avviene con il concorrente.

Per quanto IMO supporti meno funzionalità di IM+ ha il grosso pregio di essere molto più veloce e snello di quest'ultimo. La sincronizzazione degli account quando il software esce dallo stato di background, è decisamente pià rapido ed efficiente.

Anche IMO supporta il web con una webApp che mantiene i canoni estetici dell'applicazione web, molto precisa ed essenziale.
E' supportata anche come WebApp per GoogleChrome con tanto di widget di notifica e messaggistica.
Altra nota positiva è che quando si utilizza IMO su Web il sistema non effettua ridondanti duplicazioni degli eventi sull'applicazione mobile e questo è un grosso vantaggio.

Quale scegliere? beh, personalmente preferisco IMO; è vero che possiede meno funzioni e che non supporta Twitter..però è risultato molto più efficiente, snello e rapido da utilizzare; IM+ potrebbe avere le carte in regola per poter diventare l'applicazione definitiva ma devono migliorare ancora molto la velocità del software che a volte si impalla durante la sincronizzazione soprattutto se si attivano diversi account. Io per le prove ho utilizzato su entrambi quattro account (MSN, skype, gtalk e facebook) e su IMO le cose andavano più velocemente.
Su IM+ capitava anche di avere fastidiosi bug come messaggi di facebook ripetuti e cose simili.

Insomma io consiglio IM+ solo se volete avere la geo-localizzazione, se siete utilizzatori anche di twitter e se avete uno smartphone diverso da Android e iPhone...altrimenti prendere IMO e non ve ne pentirete

giovedì 3 febbraio 2011

Preview beta KillZone 3 con Move!!!

Il titolo dice tutto, appena scaricata la demo non ho saputo resistere nel provare un FPS hardcore con il Move e vedere se possa essere considerata una periferica per giochi maturi... e devo dire che ne sono rimasto molto molto colpito.
I comandi sono reattivi e la dimensione di gioco risulta essere molto immersiva..certo occorre un pò di pratica; un guru del Pad o del mouse/tastiera dovrà comunque spendere un pò di tempo per riadattarsi alla nuova dimensione; ma devo dire che il risultato è sorprendente.

Belle sensazioni... che possono secondo me migliorare ulteriormente considerando che quello che ho provato è solo una beta multiplayer; in rete si possono già vedere filmati che mostrano l'utilizzo dello Sharpshooter in pratica un accessorio (un pò tipo WiiZapper) che permette di posizionare il move e il navcontrol in un unico fucile...devo dire che l'idea è molto allettante e risulta anche essere molto funzionale.

Vi lascio ai tre filmati appena realizzati; dategli un occhio

Ah dimenticavo, la demo per ora non gira in Full hd ma a 720p..già così è notevole..sarei curioso di vederlo in 1080p...


video

video

video

Recensione: Battlefield Bad Company 2 (PC)



Dopo aver effettuato un discreto aggiornamento al mio PC (ho preso una GTX 570..... !!!) mi sono accaparrato questo piccolo capolavoro che ormai si trova a prezzi stracciati (almeno su PC).

La storia e il Gameplay

Battlefield Bad Company 2 si svolge in un periodo che va dalla guerra fredda ai giorni d'oggi, facciamo parte di un corpo speciale (di 4 soldati) che deve cercar di sventare una minaccia planetaria; muovendosi in missioni segrete ed altamente rischiose.
La storia (non voglio fare spoiler) è molto intrigante, anche se non raggiunge i livelli di Black Ops.
Il gioco è un tipico FPS moderno, non vi sono tantissimi armi a disposizione (se confrontato appunto con titoli del calibro di Black Ops) ma quelle che ci sono sono estremamente differenziate e adatte a specifiche strategie. Ogni arma può avere degli add-on di vario tipo, dal classico lancia granate ai mirini ACOG.
Una delle caratteristiche più interessanti del gioco è il sistema di interazione con l'ambiente, in pratica qui tutto è distruttibile... possiamo abbattere muri, veicoli, pali..tutto..perfino le case dopo un pò crollano. Questo sofisticato sistema di danni permette quindi di essere molto dinamici nella scelta delle strategie in quanto l'ambiente circostante di fatto di modifica sempre...nascondersi dietro una parete non ci offrirà un riparo perenne (come in molti altri giochi) in quanto anch'esso verrà meno dopo aver subito un certo quantitativo di colpi.
Questo aspetto ce lo troviamo nel Single player..ma anche nel Multi player!!!!! e vi assicuro che la cosa è estremamente appagante.

Occorre fare una forte distinzione tra single e multi in quanto vi sono però differenze sostanziali nella gestione delle armi. Nel single player il gioco risulta abbastanza lineare (alla COD per intenderci) anche se in diversi frangenti è possibile scegliere strategie diverse per raggiungere in check point successivi; questo grazie anche al fatto che l'ambiente si "modifica" con il passare del tempo. Non esiste l'effetto nemici-infiniti, qui il numero dei nemici, per quanto enorme, è un numero finito quindi possiamo anche adottare strategie difensive ad oltranza senza rimanere impelagati in un punto all'infinito.
Purtroppo l'intelligenza artificiale non è così meravigliosa, spesso i nemici si muovono seguendo schemi piuttosto semplici...peccato perché altrimenti sarebbe stato un gioco da 10 e lode.
Occorre dire che il single player è estremamente facile da completare, anche se si imposta il livello più difficile lo si porta a termine in men che non si dica e questo lascia un pò l'amaro in bocca; ma allo stesso tempo mette in evidenza che il vero core-business del gioco non risiede nella campagna ma nel multiplay.
Oltre a poter usare diversi tipi di armi durante il gioco potremo pilotare veicoli ed elicotteri di vario tipo; anche questi veicoli saranno utilizzabili nel multiplay; e vi do un consiglio sull'elicottero..dotatevi di joystick (o a limite di joypad) perché con mouse e tastiera è ingiocabile!

Il sistema multiplay, come detto prima, è il vero core business del gioco ed è fatto molto molto bene. Dal pannello di controllo iniziale è possibile scegliere diverse opzioni e modalità. Anche qui vi è un rank, si parte da recluta e si sale su su via via che si accumulano punti esperienza; tali punti vengono accumulati diversamente in base al tipo di gioco che facciamo e al ruolo che rivestiamo. Infatti qui vi sono i "profili" (geniere, fanteria, scout e medico) ognuno con caratteristiche e armamenti specifici.
Gli armamenti e gli add-on si sbloccano via via raggiungendo determinati Rank o completando alcune sfide.

Il multiplay è una specie di droga e, a mio avviso, è più divertente e longevo del multiplay di CoD. Basti pensare che BBC2 richiede più sforzo cooperativo per poter giocare buone partite online.

Grafica e Sonoro

Il sonoro di BBC2 è sorprendente, forse il miglior audio mai sentito in un gioco del genere, gli effetti 3D sono resi alla grande così come il rumore di armi ed esplosioni..sono veramente ben fatte. In assoluto il migliore che abbia mai potuto sentire.
Graficamente è notevole, viene utilizzato ancora l'ormai vetusto Havok ma completamente rinnovato e portato all'estremo... qui se abbiamo un hardware di un certo "peso" possiamo godere una grafica e degli effetti veramente impressionanti; soprattutto se attiviamo l'illuminazione HDR che rende l'impatto visivo ancora più realistico (impressionante quando giochiamo nel deserto o sulle montagne innevate con un riverbero della luce veramente ben fatto).
Tutto questo ha un costo, diciamo che con un Q9400 "tirato", 4 Gbyte DDDR2 e una GTX570 si riesce a giocare al massimo dei dettagli (con un AAx32 attivo) a un media di 65-70 fps. Con un sistema basato su un dual core E6600 "stock" e una 5770 si riesce a giocare a dettagli medi e senza AA attivo mantenendo lo stesso FPS. Purtroppo è un gioco che succhia non solo risorse GPU ma anche CPU (per calcolare evidentemente le modifiche ambientali).
Il gioco è presente anche su PS3 e Xbox e sono ben realizzati anche su queste due piattaforme che offrono il gioco a risoluzione nativa di 720p (e upscalata a 1080p) mantenendo quasi tutte le feature grafiche della versione PC. Tra le due versioni è consigliabile quello della 360, che è (un pò) meglio realizzata rispetto alla versione PS3. Il gioco si presta bene ad essere giocato anche col pad..anzi diciamola tutta; il gioco sempre essere progettato per girare su console e non su PC, si ritrovano molti aspetti tipici delle console..se avete una delle due console, o se non avete un PC estremamente potente, vi consiglio comunque di accaparrarvi il gioco (su 360 o PS3) e non ve ne pentirete!