Google+ Badge

venerdì 17 luglio 2015

Il videogiocatore in vacanza

Salve cari lettori,
in questi giorni di torrida estate la mente va inevitabilmente alle tanto agoniate vacanze... e quando si parla di vacanza, il videogiocatore si pone davanti alla questione di come gestire la propria passione in queste particolari situazioni.

C'è chi si prende una vera e propria pausa da gaming, chi si accontenta di giochicchiare un po con qualche titolo alla Angry-bird sul proprio cellulare, chi si porta dietro la propria console portatile e chi addirittura si porta dietro la propria console casalinga o il proprio PC da gioco.

Personalmente, da bravo videogamer incallito, sono solito portarmi dietro un buon libro e il mio fido 3DS che mi permette di giocare senza problemi di connessione o la paura di esaurire le batterie alla velocità della luce :D


mercoledì 15 luglio 2015

Story Iwata San - un visionario, uno game designer... Un videogiocatore!

Due giorni fa è stata resa nota, da parte dell'amministrazione di Nintendo, che il suo CEO Satoru Iwata è morto all'età di soli 55 anni.

La notizia è stata sconvolgente per tutto il mondo videoludico e ha toccato tutti, non solo i fan della casa di kyoto, ma anche coloro (sviluppatori e videogiocatori) che non sono soliti utilizzare i sistemi di N.

Non ho intenzione di scrivere un epitaffio (ne sono stati scritti anche troppi); vorrei solo usare questo mio spazio per dire grazie ad un uomo che ha vissuto in maniera ardimentosa la sua passione per il mondo videoludico.

E' stato un visionario, un genio che ha cambiato (nel bene e nel male) il modo di intendere il videogioco: è merito suo se Nintendo si è trovata a passare una nuova età dell'oro, è grazie al suo genio e alla sua passione se la grande casa di Mario è riuscita ad imporre e proporre modi alternativi e innovativi di intendere il videogioco.. Idee geniali come il Wii e il DS, le loro rispettive evoluzioni, giochi geniali come Super Mario Galaxy (che di fatto hanno rivoluzionato i platform games).. A Iwata-San va il merito di aver riavvicinato i vecchi videogiocatori hardcore (come me) a Nintendo facendoli coesistere con i casual gamers.
E' stato un uomo spiritoso, divertente (indimenticabili alcuni suoi Direct); è stato un uomo che è riuscito a (r)innovare senza, però, calpestare il DNA di Nintendo.

La cosa che ammiro di più in Iwata è proprio la sua passione nei confronti del mondo videoludico che lo ha sempre accompagnato fin da piccolo e che non ha mai voluto abbandonare; dandogli la forza propulsiva di proporre le proprie idee andando contro gli scettici, contro la società e la sua famiglia (i genitori non volevano che lui intraprendesse quella strada)... la storia, alla fine, gli ha dato ragione!

Concludo solo riportando la sua frase più celebre che mi ricorda quanto siano importanti le proprie passioni e che le passioni vere, indipendentemente dalla tipologia, non hanno età.

"Sul mio biglietto da visita sono il presidente di un'azienda, nella mia mente sono uno sviluppatore...ma nel mio cuore sono un videogiocatore"

RIP Satoru Iwata

sabato 11 luglio 2015

Smartphone/Tablet VS Console Portatili

Come ormai tutti voi sapranno, il mio amore per i videogiochi mi spinge a dotarmi di dispositivi mobili in grado di accompagnarmi anche quando non sono a casa. Questo aspetto mi ha sempre accompagnato fin dall'epoca del celeberrimo GameBoy ... anzi no... se devo essere sincero il gaming elettronico in mobilità lo adoravo già dall'epoca dei Game&Watch!

aaahhhh ricordo ancora nei periodi estivi, quando tra gite fuori porta a vacanze marittime, i Game&Watch garantivano ore ed ore di spensierato divertimento anche senza la necessità di avere il televisore di casa a portata di mano.....

anche se non sembra, il gaming elettronico mobile esiste da quando esisteva quello casalingo, l'esempio dei Game&Watch non è stato fatto a caso, e nel corso dei decenni ha avuto anche esso la sua evoluzione tecnologica, con tante idee e dispositivi diversi proposti da tante aziende (non esisteva, all'epoca, solo Nintendo e Sony! Voglio ricordare Atari con il suo Linx, SNK con il Neo Geo Pocket, il Wanderswan, il Watara e così via...).

Negli ultimi dieci anni però una sola è l'azienda che è riuscita ad imporsi e a diventare il punto di riferimento del gioco mobile: Nintendo che dal GameBoy Advance, passando per i vari DS e arrivando al 3DS; è l'azienda che è riuscita a macinare milioni di dispositivi venduti in tutto il mondo con un parco titoli invidiabilissimo! Di fatto Nintendo ha dettato le linee guida agli altri competitors per quanto riguarda concept e idee.

Adesso però l'evoluzioni tecniche subite dai tablet e dagli smartphone in contemporanea con l'arrivo di accessori sempre più evoluti in grado di trasformare i cellulari in vere e proprie macchine da gioco portatile; hanno buttato scompiglio in quello che fino a ieri era l'unica certezza! Quindi la domanda da porsi ora è : meglio un buon tablet/smartphone (con annesso mini pad da portarsi in giro) o prendersi un bel 3DS/PSVita? Meglio un dispositivo "tuttofare" con caratteristiche tecniche mirabolanti o le classiche e consolidate macchine specializzate in gaming?

La risposta è, per me, alquanto difficile. Difficile perché di fatto al momento le due soluzioni si portano dietro pro e contro.
Analizziamo la situazione:

La console si presenta come una scelta più economica di uno tablet/smartphone che, per poter garantire giochi di un certo livello, richiedono un esborso di più di 400 euro (senza contare anche gli accessori per giocare). Soprattutto rimane un dispositivo specializzato per il gioco: form factor, disposizione dei tasti, il software..tutto è stato creato e ottimizzato apposta per il gaming. A differenza lo smartphone soffre della sua natura "general purpose" che obbliga gli sviluppatori a creare giochi con un gameplay adattato ai comandi touch su schermo.
Anche se è vero che nell'ultimo periodo, molti giochi per smartphone supportano l'uso dei normali pad, è anche vero che sono pochi i titoli che sfruttano al meglio questo tipo di sistema di controllo. Inoltre dato il tipo di diffusione dello smartphone, la stragrande maggioranza dei titoli sono studiati per partite molto brevi (anche della durata di 5 minuti) e che richiedono necessariamente connessione ad internet e anche costi aggiuntivi tramite i sempre odiati sistemi pay-per-win. Certo, su smartphone si trovano anche dei giochi sviluppati nella maniera più classica (come tanti porting dei titoli più famosi della storia dei videogames) e spesso i costi di questi titoli sono decisamente più bassi rispetto alle controparti uscite su 3DS e PSVita; però sulla totalità dei titoli per telefono i video-giochi "seri" (passatemi il termine) sono solo una piccolissima percentuale.
Quindi? meglio una console portatile? dipende ... la console portatile ti richiede anche di dover portare in giro un dispositivo in più, mentre con lo smartphone è possibile avere, al costo di qualche compromesso, una soluzione all-in-one.
Quindi? meglio uno smartphone? non saprei... spesso il telefono ti richiede di avere la connessione ad internet attiva, anche per quei giochi che non forniscono l'online... una console portatile invece è in grado di funzionare perfettamente anche quando non siamo connessi ad internet.

In conclusione cosa possiamo dire? che alla fine tutto dipende dalle proprie aspettative di gaming. ad  un videogamer-pro, collezionista o ad un multipiatta consiglio una console portatile vera.. in grado di poter giocare al meglio ovunque, anche quando non vi è la possibilità di connessione ad internet e con giochi studiati perfettamente per la console in possesso.
Ad un videogiocatore non multi-piattaforma che alla fine predilige giocare con una sola console/pc allora sconsiglio di spendere risorse per una console portatile (a meno che non sia proprio la console portatile la piattaforma di riferimento!) e di limitarsi ad utilizzare i giochi offerti dallo store del proprio smartphone. Personalmente tendo a giocare, quando sono fuori, con la console portatile (in questo momento il 3DS) anche se però a volte trovo dei giochi per smartphone davvero ben realizzati che catturano la mia attenzione e che mi portano a tenere spento la console portatile per giocare col tablet.

Come sarà il futuro? non saprei onestamente, ma è probabile che il mercato delle console portatili così come lo abbiamo conosciuto fino ad ora cesserà di esistere... non dico subito, ma è probabile che da qui ai prossimi 10 anni non esisteranno più e ci sposteremo tutti su dispositivi mobili "multi-funzionali" con i quali, oltre che a giocare, potremo anche telefonare. Attenzione, non sto dicendo che gli handled di gioco verranno soppiantati dai tablet, piuttosto avverrà una sorta di convergenza tra i tablet e le console da gioco. Un po questo fenomeno lo stiamo già vedendo, soprattutto, se andiamo a vedere il mercato "underground" asiatico: esistono molte "open console" basate su Android che permettono anche di telefonare, navigare, chattare e così via... e penso che il futuro sarà quello. Magari utilizzeremo lo "smartphone" della Nintendo con un form-factor specifico per il gioco (vi ricordate N-Gage?) ma sarà anche uno smartphone. Alla fine è un po lo stesso fenomeno di "convergenza" che stiamo lentamente assistendo nel mondo delle Console casalinghe e i PC.
Al momento comunque la console portatile rimane, per me,  la soluzione più appagante per il gioco in mobilità.

giovedì 18 giugno 2015

La Nintendo dell' E3 2015... senso di delusione .. o senso di sicurezza?

Una delle conferenze che più attendevo da questo E3 è stato quello Nintendo.. aspettavo tante cose: il nuovo Zelda, il nuovo Star Fox e il nuovo Metroid...ovviamente Xenoblade Chronical X e magari qualche anticipazione su NX (anche se N aveva detto che non avrebbe parlato).. e infine qualche delucidazione sul nuovo servizio/sistema Online che da Ottobre dovrebbe essere attivo per le piattaforme Nintendo...

Sapevo già che non ci sarebbero stati Iwata o Regie in persona e che avrebbero preparato un digital event..però ero veramente ansioso...

Ebbene, alla fine della conferenza non so che sensazioni provare.. se un forte senso di delusione o la  sensazione di tranquilla sicurezza..

A prescindere dalla presentazione digitale che ho trovato simpatica (anche se qualche giocatore troppo "occidentale" potrebbe non aver apprezzato) purtroppo le mie aspettative sono state parzialmente deluse.

Partiamo dalle grandi assenze: lui il nuovo Zelda.. lo stiamo attendendo da più di un anno, dopo aver visto quei trailer fantastici che ci avevano fatto venire l'acquolina in bocca.. però niente..niente Zelda... se escludiamo il futuro Zelda tri-force per 3DS..
Ecco appunto, zelda tri-force mi ha incuriosito parecchio, mi sembra si presenti come uno zelda un po diverso dal solito. Onestamente non ho compreso se sarà solo per New 3DS o se girerà anche sui vecchi modelli però quello è un titolo da tenere d'occhio.
Ecco... a proposito di 3DS, mi è parso di non vedere titoli che sono stati sviluppati specificatamente per il nuovo modello..al momento mi pare che l'unico sia Xenoblade (il titolo uscito in concomitanza del new 3ds)..un po pochini secondo me..
Nintendo dovrebbe spingere un po di più, a questo punto, sul nuovo modello!

StarFox Zero... dopo la presentazione mi sono cascate un po le cosidette... Mi innamorai del primo StarFox su SNES che reputo uno dei migliori titoli di quel periodo e sicuramente uno dei migliori del Super Famicom e lo aspettavo tantissimo il nuovo capitolo.. ecco ...ehm..non so come dire però il trailer che ho visto non mi ha esaltato più di tanto, non tanto nel titolo in se quanto dal punto di vista tecnico: per quanto le texture le abbia trovate di buona qualità, devo dire che gli ambienti presentavano una certa povertà di elementi.. per una console, sicuramente non potente come PS4/One ma superiore a 360/PS3, mi aspettavo qualcosina di più. Devo dire che il paddone sembra essere stato ben integrato ma mi chiedo anche se questo possa creare difficoltà durante i momenti più concitati.. (guardare sul secondo schermo mentre si sfugge o si inseguono i nemici non deve essere semplicissimo).
Il gioco uscirà veramente tra poco, se non erro il mese prossimo, e quindi penso che non ci sarà molto tempo per miglioramenti tecnici... boh... staremo a vedere ma sicuramente non lo prenderò al D1.

Poi si.. SuperMario Tennis... carino, simpatico.. non è essenzialmente il mio genere. Sicuramente interessante come party game da fare con gli amici in spensieratezza ma niente di che.

Altri giochi, che io ritengo di minor importanza, sono stati presentati e che non citerò ...
ma, quando avevo già perso le speranze ecco che si affacciano due titoli, secondo me molto interessanti, proprio per la WiiU.
Se ho capito bene questi titoli saranno addirittura un'esclusiva e sono Fast Racing Neo e Fatal Frame.
Il primo è un gioco alla WipeOut: corse futuristiche, devo dire che mi ha convinto moltissimo e, considerando lo stato di beta del progetto, l'ho trovato già piuttosto completo: molto fluido, belle texture e ottime animazioni. Non so come si potrebbe integrare col paddone ma rimane un titolo interessante.

L'altro è Fatal Frame, da noi conosciuto come Project Zero: il seguito di un horror in passato approdato su Wii e Xbox e PS2, molto particolare e molto jappo. Devo dire che in questo caso il gameplay con il paddone mi ha convinto parecchio: il paddone di fatto viene usato come "macchina fotografica" con il quale catturare i vari mostri e fantasmi (chi ha giocato i vecchi capitoli sa di cosa sto parlando) e devo dire che riesce molto bene nell'intento.

Quindi che dire a conclusione di questo articolo? Avevo riposto moltissime aspettative nei confronti di Nintendo considerato soprattutto l'ultimo anno strabiliante che ha permesso (grazie a titoli veramente stupendi e ben realizzati) di recuperare tantissimo terreno rispetto alla concorrenza arrivando ad avere una base venduta di WiiU quasi come quella di Xbox One (il 3DS non lo considero in quanto è un dispositivo che, nonostante l'invasione degli smartphone nel gaming portatile, continua a vendere milioni e milioni di unità!). Queste aspettative (NX, nuovo sistema online, Zelda, Metroid etc.) sono state disattese però ho potuto vedere come Nintendo sia riuscita a presentare alcuni titoli veramente interessanti che forse permetteranno a WiiU di non morire prima dell'uscita di NX.
E' vero che questo Digital Event dell E3 non è stato accolto bene dai fan che sono andati in subbuglio subissando la grande N di critiche su critiche... molti hanno interpretato l'intera performance di N come un dichiarato abbandono della console "ammiraglia" preferendo in tutto e per tutto la piccola portatile.. Francamente tutto questo mi sa di già visto e sentito, anche in altre occasioni (epoca Wii e DS o N64 e GBA): Nintendo faceva intendere un maggior attaccamento al mondo portatile ma alla fine la grande casa di Kyoto è sempre riuscita a distinguersi per un supporto delle proprie console che nessun'altra casa è mai riuscita ad avere (qualcuno ha detto Sony PSVita e PSP???? ).

Staremo a vedere i prossimi mesi....

Piccola nota a margine: dopo 24 ore dalla presentazione all E3, Nintendo è corsa un po ai ripari con dichiarazioni che fanno intendere che non ha intenzione di abbandonare WiiU e ha ribadito che Zelda WiiU è in sviluppo ed uscirà su WiiU ma non quest'anno...per questo ha preferito non inserirlo nel digital event

martedì 16 giugno 2015

L' E3 2015 che mi ha colpito (per ora)

stanotte ho seguito un po l'E3, quello che ho potuto chiaramente e devo dire che sono rimasto veramente colpito dalla conferenza Microsoft che ha presentato un sacco di cose veramente spettacolari!

Non so neanche da dove cominciare quindi parto da Xbox One.

- A Settembre verrà rilasciata una App per Xbox One per poter far girare i vecchi giochi 360! Finalmente la console potrà far girare i vecchi giochi; se ho capito bene il sistema dovrebbe funzionare così: sulla base del proprio gamertag verranno scaricati i giochi (compresi progressi e obiettivi) sulla console e verranno avviati direttamente da li. I CD serviranno solo per far capire alla console che abbiamo ancora il gioco originale. Dato che si tratto di una sorta di "emulatore" non tutti i giochi saranno subito disponibili e, come avvenne con la 360 nei confronti della prima XBOX, verranno via via rilasciati

- La nuova dashboard!!! Si la dashboard verrà totalmente ridisegnata e rilasciata molto presto, dal punto di vista "grafico, si allinea alll'applicazione Xbox per Windows 10. permetterà lo streaming game con windows 10 (una delle chicche che più aspettavo) e la possibilità del cross-gaming (chiaramente per quest'ultima caratteristica occorrerà che il gioco lo implementi.)
La nuova dashboard utilizzerà Cortana di windows 10 per poter recepire i comandi vocali e il grande ritorno degli Avatar di 360 opportunamente "ridisegnati".

- La preview access per i giochi indi e non : come avviene da tempo su PC, anche su Xbox sarà possibile accedere in anticipo alle beta dei giochi in sviluppo per poter assaggiare in anteprima il gioco.
Al momento uno dei titoloni più interessanti che aderisce a questa iniziativa (in questo momento lo si può già scaricare) è Elite Dangerous! Che verrà rilasciato in versione definitiva questo autunno. Il gioco avrà le medesime caratteristiche della versione PC. Non ho capito bene ma mi pare che sia stato accennato anche al cross-gaming con i server PC; questa cosa potrebbe essere veramente una bella chicca

- Il Pad Pro! un pad veramente interessante presentato da MS, non verrà a sostituire quello classico ma rappresenterà il controller per i pro-gamer: i materiali sono molto più "raffinati" (alluminio per i tasti ad esempio) possibilità di funzionare sia su Windows 10 che su Xbox One, tasti totalmente rimappabili a piacimento (anche su Xbox!) e quattro tasti aggiuntivi sulla base del pad raggiungibili con mignoli e anulari. Mi ha incuriosito molto il d-pad, molto particolare perché assomiglia straordinariamente al "circle pad" dello Steam Controller. Non è stato detto niente a riguardo quindi non ho capito se è solo una questione estetica o se hanno incluso un sistema simile a quello di Steam. Il pad è veramente bello ma il prezzo è decisamente alto: 149 dollari, un prezzo che lo allinea ai controller da pro-gamer tipo quelli della Razer.

- Hololens: questa è la novità per me più succosa! Le hololens sono state mostrate in azione con minecraft un gioco che, chi mi conosce lo sa, non mi piace ma davanti alla presentazione sono rimasto a bocca aperta: in pratica le hololens riproduce il gioco in "3D" nell'ambiente circostante, un po come avviene con i giochi con la realtà aumentata. La cosa bella è che "muovendo" le mani sugli "oggetti" virtuali creati dalle hololens il giocatore riusciva ad interagire col gioco! Il tutto, credo (dico credo perché non è stato detto apertamente), funziona in combinazione con il kinect. Devo dire che questa cosa delle hololens mi attira molto più dell'hoculus rift! Non hanno detto niente su date di uscita, line up videoludica, e prezzi però la cosa è veramente figa.
Ora la cosa che un po mi lascia perplesso è che forse per funzionare, la Xbox One non basta e ci vorrà anche un PC che permetta di fare l'elaborazione. E' una mia deduzione ovviamente.

E ora le esclusive:

- Halo 5 Guardians... non hanno fatto vedere niente di più di quanto già abbiamo potuto apprezzare i mesi scorsi, però devo dire che l'hype mi sta crescendo

- Forza Motorsport 6... sono rimasto a bocca aperta.. una cosa semplicemente meravigliosa

- Gears of War 4: è stato annunciato finalmente il nuovo GoW!

- Il nuovo Tomb raider è diventato esclusiva Xbox

- Recore : una nuova IP esclusiva Xbox, non sembra male a vederla


Queste sono le cose che mi sono rimaste in presso: ovviamente ci sono tante altre cose ma queste sono quelle che più mi hanno colpito. MS sta cercando di recuperare nei confronti di PS4 e soprattutto sembra proprio che voglia portare avanti la convergenza Xbox - PC... vediamo se ce la farà...per ora ho già iniziato a stilare la letterina a babbo natale :D



lunedì 15 giugno 2015

Ad Agosto uscirà Youtube Gaming!

Youtube tirerà fuori un servizio, simile a Twitch, che permetterà ai videogiocatori di registrare le proprie sessioni di gioco in live.
Il servizio sarà crossplatform e girerà su PC e sulle principali console (PS4 e One tramite apposita app), ma Youtube Gaming non si fermerà qui e permetterà anche la registrazione delle sessioni fatte sui dispositivi mobili!

E' ovviamente troppo presto per capire come funzionerà il tutto e se ci saranno limitazioni di vario tipo però la cosa si fa interessante!

mercoledì 3 giugno 2015

PC + Oculus Rift = 1500 dollari?

Brendan Iribe, il CEO di Oculus Rift ha dichiarato che per potersi portare a casa un Oculus Rift e un PC in grado di poterlo gestire adeguatamente, occorreranno circa 1500 $

...

'stic....