La mia collezione

gamecard

lunedì 12 giugno 2017

Tekken 7 (PC) il ritorno del re

Una decina di giorni fa è uscito Tekken 7, da appassionato del brand l'avevo prenotato e, per la prima volta, su PC.

L'ho giocato per molte ore e devo dire che questo Tekken è veramente ben fatto, una meccanica di gioco ancora più profonda dei precedenti capitoli e una cura che arriva a bissare il superbo Tekken 3 di 20 anni fa. Sono state aggiunte delle tecniche (la Rage) che si possono attivare quando si è in situazioni critiche e che rendono più imprevedibile il risultato finale del match.

Graficamente è eccezionale, su un PC di fascia alta rende benissimo con molti dettagli e animazioni sempre fluide (tutto in ultra a 1080p con fps che non scende mai sotto i 60).

Il gioco è essenzialmente la versione casalinga di quella arcade che, come da prassi, viene arricchita con tutta una serie di modalità e mini-games oltre che ad una sorta di "campagna" single player.

La campagna mi è piaciuta come storia in se, anzi devo dire che ha chiuso un ciclo (non spoilero tranquilli) e in maniera tutto sommato inaspettata ed emozionante. Peccato per una durata veramente breve (circa 3 ore o poco più) ed è anche mediamente facile completarlo salvo gli ultimi due scontri veramente complicati (credo di essere morto una cinquantina di volte prima di finire lo scontro con la vittoria).

Ma il vero cuore del gioco sono le sfide online, gestite veramente bene con un netcode che raramente mostra il fianco e anche i lag dei comandi, benché presenti, non sono poi così fastidiosi. Oltre alla classica modalità di sfida a 2 dove, a forza di vittorie e/o sconfitte, si può retrocedere o avanzare di grado, si è aggiunta la modalità torneo veramente bella. Viene creato un torneo a scontri diretti con ripescaggio e finalissima. Molto divertente e gestito anche molto bene dal sistema.
Anche il matchmaking funziona abbastanza bene facendo abbinamenti adeguati.

Il roaster di combattenti è ricco e molto vario, ai vecchi volti sono stati aggiunti dei personaggi nuovi interessanti anche se alcuni vecchi personaggi sono stati (almeno per ora) eliminati. Parlo di Leo Woo Long (uno dei miei preferiti) o di Eddy o ancora di Beak e Armour King. In compenso , grazie all'aiuto di Capcom, sono stati inseriti alcuni personaggi che usano le meccaniche di gioco di Street Fighter ed in particolare Akuma.

Che dire, un grande ritorno, un gioco consigliato a tutti gli amanti dei picchiaduro ed è il primo picchiaduro serio e profondo a funzionare egregiamente anche su PC.


Posta un commento