La mia collezione

gamecard

sabato 10 giugno 2017

Breath of the Wild è stata un'incredibile avventura come la Storia Infinita

Era veramente tanto tempo che non scrivevo un post, ma purtroppo quest'ultimo periodo è stato piuttosto pesante e pregno di impegni importanti...non che questo periodo sia finito ma in questo momento ho trovato giusto 5 minuti per buttare giù le mie impressioni su questo capolavoro che ho completato una decina di giorni fa.

Comincio col dire che BotW mi ha tenuto incollato alla Switch per 2 mesi di fila facendomi quasi dimenticare degli altri giochi e piattaforme e facendo crescere l'enorme backlog.

Ho già detto molto sul gioco, ma vorrei aggiungere due cose: BotW è stata una vera avventura come non se ne vedevano da tempo, totalmente immersiva e soprattutto "viva". E' stato fantastico attraversare quel mondo Open dove tutto ciò che veniva in mente di fare si poteva fare e dove nessuna cosa , nemmeno la più insignificante, era messa li per caso.

Giocare BotW è stato un po' come per Sebastian de "La Storia Infinita" vivere le avventure del libro stesso... non sto scherzando! Le aree di gioco diverse e caratteristiche, i personaggi principali e minori, perfino le comparse avevano una loro "dimensione" e utilità.

Quindi per me Breath of the Wild rimane il migliore gioco del 2017 (lo so che l'anno non è finito ma dubito che uscirà da qui a fine anno un gioco migliore di questo) e sicuramente è uno dei migliori giochi mai creati nella storia; personalmente entra di diritto nella mia top 10 personale!
Sicuramente BotW rappresenta un punto di svolta non solo per la serie ma anche per l'intero genere e sono sicuro che i prossimi giochi alla "the witcher" prenderanno molte idee viste in BotW.

Confermo quello che ho detto due mesi fa: merita comprarsi una console solo per giocare a questo gioco!

E adesso? adesso sento già la mancanza di quelle terre, di quei personaggi e delle storie incredibili che ho vissuto...Speriamo di poterle rivivere in un futuro non troppo lontano.
Posta un commento