La mia collezione

gamecard

venerdì 14 aprile 2017

Xbox Scorpio è stata (quasi) rivelata... e adesso?

Questa settimana Microsoft ha lanciato la sua "bomba" del 2017 mostrando al mondo le specifiche di Xbox Scorpio facendo sciorinare, niente popo di meno, da Digital Foundry.

Perché ho detto che Microsoft ha lanciato una bomba? Semplicemente perché questa nuova console, sulla carta, è un vero mostro di potenza e sembra che la casa di Redmond non sia scesa a compromessi questa volta.
Più penso a questa Scorpio più mi viene in mente il "mostro" dirompente che fu Xbox 360 che, all'epoca, aveva un'architettura d'avanguardia che la rendeva competitiva anche nei confronti dei PC da gioco di fascia alta... anzi, nei primi anni della console, i giochi multipiatta risultavano meglio realizzati e più ottimizzati su quest'ultima rispetto ai competitors come Sony e i PC.

Ebbene, dopo questi ultimi anni di One, non proprio riuscitissima come il suo predecessore, MS sembra aver scelto di tornare a presentare un prodotto estremamente potente che possa essere rimesso in competizione con le configurazioni alte dei PC da gioco attuali.

Ma quali sono queste caratteristiche così imponenti?

CPU
Beh, la CPU di base è rimasta la stessa di One anche se potenziata con un clock più elevato. Rimane una CPU octa-core che si inseriscono, come prestazioni in gaming, tra gli i5 e gli i7 di Intel. Non si hanno ulteriori informazioni al momento.

RAM
Finalmente anche MS abbandona le vecchie DDR3 ma anziché adottare le DDR4 tipicamente utilizzate dai PC attuali, ha deciso di usare le DDR5. Quest'ultime sono decisamente più performanti e il taglio è di ben 12 Gbyte di cui 8 sono dedicate interamente ai giochi. Sono state abbandonate quelle idee alternative (rivelatesi perdenti) di utilizzare una sorta di memoria "buffer" estremamente veloce come l'ESRAM.

GPU
Ecco la cosa che più mi ha sorpreso, in termini positivi. La GPU di Scorpio sembra proprio essere un elemento estremamente interessante per diversi aspetti.
La scheda video è stata progettata in collaborazione con AMD che ha utilizzato la sua GPU di punta, la 480 RX, ma che presenta tutta una serie di implementazione personalizzate che la rendono piuttosto diversa da quest'ultima.
Quando ho letto che la GPU era basata sulla 480RX ho pensato "vabbè... una scheda video di fascia media, come cavolo farà Scorpio a gestire il 4K nativo?"; effettivamente il mio dubbio è piuttosto fondato dato che la 480 è paragonabile ad una Nvidia 1060 e quindi come farebbe a raggiungere i fantomatici 6 Tflops ? Anzi i ben 6.6 Tflops, come riportato da diversi developer che hanno messo le mani sui primi devkit!
La risposta è piuttosto semplice e legato alle numerose personalizzazioni hardware della GPU di Scorpio: prima di tutto il clock risulta essere decisamente più alto ma poi MS ha deciso di implementare gli algoritmi delle feature ed "acceleratori" delle DirectX direttamente via hardware. Questo permetterebbe una velocità di elaborazione veramente elevata! Se poi a questo si aggiunge il fatto che su console si tende a fare codice meglio ottimizzato, fa ben sperare che questa nuova console possa "spaccare".

Extras
Ovviamente non ci si ferma all'aspetto prettamente legato alla potenza computazionale ma a tutta una serie feature a corredo come un processore audio dedicato in grado di generare output 7.1 e con supporto anche al nuovissimo dolby atmos, chip per la gestione del downscaler della console in modo tale da far girare i giochi anche su TV/Monitor non 4K. Si perché a quanto sembra, Scorpio lavorerà sempre in 4K (con i giochi sviluppati appositamente ovviamente) e poi effettuerà il downscaling. Questa è una caratteristica che negli ultimi 2 anni, si può notare sui PC di fascia alta. L'utilità di questa feature è piuttosto palese: lavorando sempre alla risoluzione più alta, sarà possibile restituire immagini (texture) più nitide e definite pur riadattando tutto ad una risoluzione più bassa.

L'ecosistema Windows-Xbox
Ovviamente Scorpio si integrerà totalmente con il sistema Windows 10 (già come avviene con One) e si potrà passare da un sistema all'altro e viceversa senza problemi, limitatamente ai titoli acquistati sullo store Microsoft ovviamente.

Il prezzo è tutto
Bene, quello che ci troviamo davanti sembra essere a tutti gli effetti un'architettura che strizza l'occhio (e non solo) ai PC da gioco di fascia alta tanto che, addetti ai lavori vari, hanno iniziato ad asserire che la nuova console Microsoft diventerà il nuovo punto di riferimento per lo sviluppo dei giochi (ivi compresi anche il PC appunto) sbaragliando completamente il mercato console dei competitors.
E, come avevo già detto in altre occasioni, questa Scorpio sembra un po' la risposta Microsoft alle Steam Machine di Valve.
Ora il punto è: quanto verrà a costare questa macchina? Perché l'hardware presentato è sicuramente costoso e se la console superasse le fatidiche 500 euro (secondo me costerà intorno alle 600) potrebbe rischiare di non vendere come vorrebbe.
A quella cifra molti potrebbero pensare "a quella cifra inizio a pensare ad un PC da gioco di fascia medio-alta" e, se a questo aggiungiamo una mancanza di ESCLUSIVE (ricordo che MS ha cancellato tutte le esclusive Xbox trasformandole in esclusive Windows-Xbox) il pensiero appena citato avrebbe ancora più peso

E' altresì vero che occorrerebbe analizzare il target che si prefiggerebbe questa console, a mio avviso è essenzialmente composto da questo gruppo di giocatori:

1) I giocatori PC che, per varie ragioni (anagrafiche, di tempo, di famiglia etc etc) non hanno più modo/voglia di giocare su una classica "postazione PC" con tutto ciò che ne consegue (meno immediatezza, più incertezze di funzionamento, etc etc). In questo caso potrebbero vedere Scorpio come un'alternativa che garantirebbe le elevate specifiche alle quali il giocatore PC è abituato, ma con un'immediatezza e confort di fruizione maggiore, pur rinunciando a qualcosa (ad esempio mouse e tastiera se MS decidesse di non implementarli).

2) I giocatori Hardcore e Pro che provengono dal mondo console e che vogliono provare ad avvicinarsi al mondo PC ma "con calma". Sono giocatori che puntano molto alle elevate specifiche, alla graficona a tutti i costi e al multiplay massivo.


Però è vero che così facendo la console potrebbe escludere una grande fetta di utenti "console":

1) I casual gamers che, per loro natura, difficilmente spenderebbero quelle cifre per la nuova console e che, piuttosto, rimarranno con la precedente generazione.

2) I Multipiattaforma, essenzialmente Hardcore gamers che però scelgono di giocare su più piattaforme in base al tipo di titoli che vogliono godere. Per loro natura, i multipiatta gamers hanno anche un PC e, non avendo Scorpio delle sue esclusive, saranno meno incentivati a comprare la nuova console dato che i giochi "Xbox" li possono usare anche su PC.

Se, invece, MS decidesse di vendere la console pesantemente sottocosto (come accadde con 360) potrebbe riuscire a sbaragliare veramente la concorrenza e ad intaccare nuovamente anche una parte del mercato PC. Questa mossa però potrebbe rivelarsi molto critica dato che vorrebbe dire vendere le console in perdita per un bel po' di tempo e non so se, oggi, la casa di Redmond sia in grado di gestire una vendita di questo tipo.


Concludendo
Chiaramente non si può ancora dire molto, in fondo abbiamo davanti solo le specifiche della console ma non abbiamo dettagli su altre feature, servizi esclusivi o eventuali titoli esclusivi. Insomma è ancora presto, si dovrà attendere l'E3 per avere qualche informazione in più.

Così come stanno le cose la nuova console potrebbe rappresentare una vera Master Race , un po' come fu 360, ma i dubbi sono ancora tanti.
Personalmente non credo proprio che la comprerò: da hardcore gamer multipiattaforma non sono invogliato ad acquistare una sorta di "Windows Machine": i giochi "Xbox" li posso giocare sul mio PC con specifiche analoghe a scorpio, o comunque poco più elevate, senza quindi dover spendere ulteriori soldi (alla peggio potrei aggiungere una seconda 1070 o passare alla 1080 per ottenere un hardware più prestante).  Quindi per me il vero deterrente è l'assenza di titoli esclusivi.
Ma sono curioso di vedere come verrà accolto dal mercato: potrebbe essere il primo passo per una nuova generazione di macchine da gioco, la prima "Steam" machine veramente funzionante dal punto di vista del marketing.

E sono curioso anche di vedere come risponderà Sony a tutto questo. Su Nintendo non ho niente da dire: lei segue una strada diversa, una strada che richiama il mondo console nella sua accezione più classica e proprio per questo si porrà come vera alternativa e/o come piattaforma compendio a quelle già presenti.


Posta un commento