La mia collezione

gamecard

sabato 11 marzo 2017

Il PC come console: a che punto siamo? (2017)

Avevo già affrontato questo discorso, quasi un anno fa, dopo aver testato a fondo lo Steam Link e dopo le novità Microsoft sulla fusione Windows 10-Xbox, ma è venuto il momento di fare il punto della situazione.

Sono quasi 5 anni che sto provando a far si che il PC si possa usare anche come una "console": stando comodamente sul divano davanti alla TV e con un Pad alla mano.

Intendiamoci, il PC è favoloso quando lo si gioca nella sua configurazione canonica: una postazione composta da scrivania, il mouse e la tastiera... però non sempre è la soluzione più comoda e immediata per la fruizione dei videogiochi: a volte capita di fare tardi e di non avere voglia di alzarsi, andare alla scrivania, accendere il pc e stare "scomodo" a sedere davanti al monitor; in quei momenti si ha voglia di giocare stando comodamente spaparanzati sul divano senza troppe menate.

Ricordiamoci, inoltre, che il PC sulla postazione classica è veramente poco indicato quando si vuole fare una sessione in multiplay locale (è vero anche che il PC non ha tanti titoli che permettono un multiplay locale ma tant'è...).

E' vero che in questi ultimi anni il mondo PC e il mondo console stanno "convergendo" verso un'idea omologata, unica (si, Nintendo è una storia a parte) e, se da un lato vi è PS4 e Xbox che tentano di imitare il PC a suon di upgrade hardware sempre più frequenti garantendo TFLOPS sempre più crescenti, dall'altro il PC tenta la strada della "semplificazione", della miniaturizzazione in grado di avvicinarsi sempre più alla TV e al salotto di casa.

Ebbene ho provato un po' alcune di queste soluzioni (e le sto ancora utilizzando) per verificare se effettivamente sono efficaci come si dichiarano.

Steam Link

La soluzione proposta da Valve, sicuramente la più economica. Attraverso lo Steam Link è possibile collegare in remoto il proprio PC indipendentemente dalla configurazione Hardware. E' necessario utilizzare Steam in modalità Big Picture.
Ora, questa soluzione è molto economica (meno di 50 euro) anche se necessita una connessione Ethernet (via WiFi le prestazioni sono oscene). Funziona piuttosto bene sia con lo Steam controller che con qualsiasi altro Pad connesso allo steam link via USB o BT.
Le prestazioni sono piuttosto buone: in 1080p si riesce a girare a 60 fps anche se capita fenomeni di stuttering, a volte anche frequenti, a seconda del tipo di gioco che si sta facendo. La cosa non è dipesa dalla pesantezza del gioco ma dalla sua ottimizzazione: vi sono giochi pesissimi che funzionano bene ed altri più datati che scattano da morire.
Steam Link permette di "svegliare" il PC che può rimanere in stand by, in modo tale da poter avere un accesso "istantaneo" come avviene con le normali console.
Purtroppo questa soluzione non funziona in maniera ottimale: a volte il PC quando si riattiva non rimane stabile (nonostante il sistema di Windows 10 sia bello solido) e quindi occorre lasciare il PC spento e accenderlo come sempre. Certo su macchine di fascia alta moderne, l'accensione allo stato di pronto, avviene in pochissimi secondi (nel mio caso in 15 secondi è tutto pronto per giocare) ma è comunque un tempo "morto" che l'utente deve attendere prima di potersi connettere con Steam Link ed iniziare a giocare e se uno ha il problema di avere il PC in un'altra stanza, questo comporterebbe un ulteriore perdita di tempo e, soprattutto, di "immediatezza" nell'utilizzo del sistema.

Nvidia Shield

La soluzione Nvidia, ben funzionante e, prestazionalmente parlando, migliore di Steam Link. Purtroppo troppo costosa e di fatto è sconsigliabile.

Xbox

Si, Xbox è diventato la nuova "Steam Machine" di Microsoft ma cosa c'entra con quello che abbiamo detto fino ad ora? Semplice: i giochi che supportano il Play Anywhere!
In pratica quando non abbiamo voglia di giocare sul nostro PC, possiamo riprendere la nostra partita direttamente su Xbox One (e in futuro Scorpio?).
Si, non è proprio un sistema di streaming remoto ma il risultato è simile, anzi forse pure migliore perché non richiede una connessione diretta al PC e non richiede che quest'ultimo sia per forza acceso. Potrebbe essere la soluzione "ideale" se non fosse che richiede l'acquisto di un'intera Xbox One, la quale non costa poi proprio così poco. Vi è, infine, un'altro piccolo problema: i giochi che girano su Xbox One utilizzano le sue risorse che, rispetto al PC, sono sicuramente inferiori e questo si riflette anche sul gioco che sarà graficamente meno appagante.
Questo sistema lo sto utilizzando spesso con Gears of War 4 e devo dire che mi ci sto trovando davvero bene. Certo mi rendo conto delle differenze: la versione su PC è decisamente più ricca e quando gioco su Xbox l'abbassamento qualitativo si fa un po' sentire. Però è una soluzione sicuramente più comoda delle precedenti.

Le "Steam" machine

O meglio, le configurazioni PC "miniaturizzate" da tenere attaccate alla TV esattamente come una console. Anche queste rappresentano una buona soluzione ma, purtroppo, estremamente costose: i PC da gioco "miniaturizzati" costano tantissimo in quanto le componentistiche per poterli assemblare vengono venduti a prezzi più elevati e, spesso, ci portano a fare scelte e compromessi che non vorremmo fare.

Conclusioni

E quindi, alla fine di tutto questo papocchio e dopo un anno di test, possiamo dire che il PC lo si può usare anche come console? No decisamente no, siamo ancora un po' lontano.
Purtroppo le soluzioni che ho provato non rendono la fruizione dei giochi su PC più immediati e "plug n play", ognuna si porta dietro menate e problematiche che fanno "perdere" tempo e passare la voglia di giocare al PC sulla TV.
La soluzione "migliore" è quella dell'uso di Xbox e dei giochi Play Anywhere ma quest'ultimi sono ancora troppo pochi per poter essere una soluzione definitiva.

Perciò, ora come ora, la migliore soluzione (o la meno peggio) è quella di Steam Link: basso costo e, anche se vi sono un po di compromessi a cui stare dietro, è quella che permette la fruizione di più titoli possibile.

A questo punto vediamo cosa ci riserverà Microsoft con il prossimo update di Windows dedicata proprio alla parte Gaming, magari aggiungeranno funzionalità in grado di permettere lo streaming su TV.



Posta un commento