La mia collezione

gamecard

venerdì 20 gennaio 2017

Il Top/Flop del 2016

ooooh via eccoci qua ad inizio 2017 con un recap dei titoli che più mi hanno colpito, nel bene e nel male, del 2016.

Come al solito i titoli che tratterò non sono quelli usciti necessariamente nel 2016, ma sono quelli che ho giocato io nel 2016.

bene partiamo:

La migliore storia

Ho giocato a diversi titoli l'hanno scorso, molti dei quali con un comparto narrativo di tutto rispetto, ma alla fine il gioco che con la storia che più mi ha colpito e rimasto nel cuore è stato.... Quantum Break! Giocato su Xbox One, la storia e la sua narrazione , i colpi di scena... tutto girato magistralmente come nelle migliori puntate delle migliori serie tv... ed effettivamente sembra proprio di "giocare" ad una Serie TV interattiva, considerando gli intermezzi girati con attori veri (e famosi).
Il gioco non sarà stato il top dal punto di vista delle meccaniche, fin troppo basilari, ma di fatto è stata una vera esperienza interattiva

Le migliori meccaniche

Anche se non ho completato (ancora) la campagna, devo dire che il gioco con le meccaniche più articolate dei giochi che ho fatto l'anno scorso, è stato sicuramente Shogun 2 della serie Total War. Preso su PC per giocare in multi con gli amici (cosa che poi non sono riuscito mai a fare).
Il gioco, uno strategico ambientato alla fine del periodo Edo del Giappone, è fatto veramente bene con delle meccaniche molto articolate sia nella parte strategica (gestione risorse, rapporti con gli altri shogunati, commercio, etc) alle sessioni tattiche (battaglie, assedi, etc...).
Non proprio intuitivo, ma una volta comprese le caratteristiche e i comandi, si riesce a giocare abbastanza agilmente. Molto bello, prima o poi, completerò la Campagna

La più grande delusione

Sicuramente Destiny: The Taken King su Xbox One... Destiny è stato un titolo che ho giocato di più nel 2015, e quando uscì il "succoso" The Taken King mi ci buttai subito a capofitto... ma scoprii presto che alla fine si trattava del solito Destiny, senza vere novità e con i suoi difetti ancora li... l'ho completato a fatica, devo essere sincero, e penso che non lo riprenderò in futuro.

Il miglior capitolo...

...delle saghe preferite...beh senza dubbio Halo 5: Guardians. Preso al volo per l'amore che nutro per Master Chief e Cortana. Mi sono goduto alla grande la storia e ho anche giocato un bel po' alla parte multiplayer online. Bel titolo, sicuramente non il migliore della Saga ma mi ha saputo catturare a dovere e ora sono in attesa di capire come si evolverà la storia....(speriamo bene)

Il miglior titolo mobile

The Legend of Zelda : A Link between Worlds per 3DS... bellissima storia, meccaniche ganze e ben mixate, peculiarità del 3DS sfruttate a dovere. Insomma una delle ultime fatiche Nintendo mi ha saputo rapire nei momenti di relax fuori casa e sul cesso di casa...

Il più sottovalutato

Star Fox Zero per WiiU un gioco molto particolare ed innovativo ma uscito in un momento sbagliato della vita della "vecchia" ammiraglia Nintendo. Il gioco è veramente interessante molto divertente da giocare da solo e ganzissimo da fare in compagnia!

Il più esoso

Dues Ex Mankind Divided per PC... un gioco con un'atmosfera Cyberpunkl ben realizzata, mi è piaciuto parecchio anche se un po' troppo semplice da completare. Purtroppo il gioco è risultato molto esoso in termini di risorse e poco ottimizzato, sicuramente il gioco più "pesante" che abbia giocato nel 2016, talmente pesante che mi ha costretto ad applicare un minimo di Overclock per poterlo giocare un po' più fluidamente.

Il miglio Retro

Metroid Prime 2 : Echoes per Wii. Niente da dire, un capolavoro che all'epoca non riuscii a giocare, sono riuscito a recuperarlo l'anno scorso. Eccezionale sotto tutti i punti di vista

Il miglior multi

Lego Dimension per Xbox One.. un gioco che sto ancora utilizzando grazie alle sue infinite espansioni. Giocato rigorosamente in due con la mia compagna. A parte qualche difettuccio tecnico (soprattutto per le telecamere). Veramente figo.

Il peggior titolo in assoluto

The incredible adventures of Van Helsing per Xbox One.... è stato il gioco più sottotono che ho fatto l'hanno scorso... niente di eccezionale, una sorta di Diablo 3 con qualche spunto interessante ma con i più grossi difetti del genere.. una musica piuttosto noiosa e caricamenti lunghissimi... un titolo dimenticabile con un finale piuttosto scialbo

Il miglior titolo in assoluto

The Legend of Zelda: Wind Waker HD  per WiiU.. una delle più belle avventure di Zelda che abbia mai fatto in vita mia ed uno degli adventure/gdr più intensi che ho giocato l'anno scorso. Enigmi molto belli , mai impossibili ma ben bilanciati, chicche interessanti e un ottimo supporto al paddone di WiiU.
Ha accompagnato me e la mia compagna (Zelda sulle console casalinghe ce li giochiamo rigorosamente insieme) per un paio di mesi abbondanti. Stile grafico cartoonesco efficace e divertente. Storia con un bel finale e uno dei capitoli più importanti nella complicatissima Timeline delle avventure di Link e Zelda.
Un must have assoluto che fa meritare l'acquisto della console.



lunedì 16 gennaio 2017

Nintendo Switch: Impressioni a caldo

Allora, Venerdì mattina (5:00!!!) Nintendo Switch è stata rivelata ufficialmente al mondo.
Come ben sapete, ero molto titubante sulla sua prenotazione al D1, benché mi intrigasse parecchio. Ma i miei personali dubbi si sono dipanati quasi immediatamente dopo aver visto in azione i nuovi JoyCon.

Trovo che sia la console più originale e versatile degli ultimi 10 anni....prima ancora fu...la Wii (toh, anche quella era di Nintendo). Come sempre la casa di Kyoto si è voluta distinguere non puntando sulla mera forza bruta, ma proponendo qualcosa di "diverso", di alternativo e che possa appagare il più ampio bacino di utenze, dal più casualone al giocatore della domenica all'hard core gamer incallito.

Nintendo ha voluto convogliare nel DNA di Switch tutta una serie di elementi caratteristici delle sue precedenti console quasi a voler sottolineare la paternità delle innovazioni tecnologiche che hanno caratterizzato i momenti più importanti dello sviluppo tecnologico in campo videoludico.

Switch si discosta dalle linee tracciate dai concorrenti e punta sull'interazione e la versatilità: si può usare come console portatile, come console fissa, i controller possono funzionare in tante modalità diverse.

Ecco i punti che mi hanno colpito di più della console

JoyCon
I controller sono un concentrato pauroso di tecnologia, non solo si possono staccare dalla console, si possono usare come pad "standard" o come WiiMote, ma forniscono tutta una serie di feature quali l'NFC per gli amiibo e il pulsante share un po come avviene sul pad della PS4. Ma soprattutto due cose mi hanno fatto sbavare: l'HD Rumble e il nuovo edge detactor.

Del primo posso dire solo una cosa: lo devo provare assolutamente! In pratica hanno inventato un sistema di vibrazione aptica molto avanzata in grado di ingannare il nostro cervello facendoci percepire varie "cose" dentro il pad. Nella demo facevano vedere che tenendo il pad, che rappresentava un bicchiere, si potesse "percepire" il riempimento dello stesso come se il JoyCon fosse effettivamente un bicchiere, riuscendo a distinguere anche il numero di cubetti di ghiaccio che la "simulazione" inseriva nel controller! In maniera analoga un'altra demo inseriva nel controller una serie di biglie e, muovendo il joycon, si poteva percepire chiaramente il movimento delle palline.
Ora, chi ha provato nei giorni successivi, questa feature è rimasto sbalordito: questo Rumble HD riesce a far percepire questo tipo di sensazioni. Magia? No non credo, visto che Apple ha implementato una cosa simile su iPhone 7 e che "premendo" il finto tasto home si avverte una sensazione da farci sembrare di premere un vero tasto...

L'altra cosa che mi ha fatto impazzire è stato il sensore del edge detection: in pratica l'evoluzione del sensore ad infrarosso montato sui WiiMote e che permettono di puntare lo schermo attraverso, però l'ausilio della sensor bar. Ecco con i JoyCon dimenticatevi tutto questo: il nuovo sensore permette non solo di "calcolare" la distanza tra il joycon e l'oggetto puntato ma anche da definirne le sembianze. Nella demo facevano vedere che riusciva a capire quando la mano aveva le dita aperte e quante e quali...e tutto questo senza ausilio di altro... cioè...incredibile!

Versatilità

Come detto all'inizio, Switch mi sembra la console più versatile e poliedrica mai vista prima: può funzionare in maniera classica come console casalinga, può funzionare come console portatile oppure si può appoggiare su uno stand integrato per poi giocare da soli, o con un amico usando direttamente i due JoyCon e lo split screen. Ci sono un sacco di feature che permetterebbero di giocare senza nemmeno guardare lo schermo ma guardando in faccia l'avversario..letteralmente ! Affidando, quindi, tutto ai controller.. fenomenale!
Switch è inoltre in grado di gestire partite multiplay locali fino ad 8 giocatori in tutte le combinazioni possibili (4 console e 8 giocatori, 8 console e 8 giocatori e così via...)

Scalabilità

Il sistema hardware che monta (CPU/GPU/RAM) benché non se ne sappia praticamente niente delle sue specifiche, è estremamente scalabile garantendo partite a 720p quando siamo in mobilità e 1080p quando siamo a casa.
Avere la possibilità di giocare a Zelda ( o qualsiasi altro gioco da ConsoleFissa/PC) sul divano e poi portarmela fuori (durante il giorno in pausa pranzo, sul cesso nel w.e. fuori, o semplicemente a letto prima di addormentarmi) è un sogno che si avvera.
Il sistema che Nintendo a messo in piedi con Nvidia permette questa elevata scalabilità. E la cosa mi piace parecchio

Potenzialità future

La console è così versatile che, secondo me, potrebbe risultare facilmente ampliabile nelle caratteristiche, seguendo rumors e dichiarazioni ufficiali Nintendo dei mesi scorsi: la console sarà in grado di lavorare con un numero elevato di periferiche e accessori quali visori 3D, potrà montare SDXC di grandi capacità fino a 2TB, le cartucce con i giochi potranno essere potenziate (mi viene in mente quando con il SNES, Nintendo implementò dei chip aggiuntivi da inserire nelle cartucce dei giochi "pesanti" per aumentare la potenza di calcolo della console) e magari potrebbero uscire nuove DockStation in grado di aggiungere chip per "potenziare" la macchina di base (mentre dell'attuale dock, benché non si sappia niente sulle sue specifiche, dovrebbe solo tirare fuori il segnale video, audio e due porte USB 3.0).

Mobilità

Beh la console è portatile ma comunque offre una dimensione importante: sicuramente più grossa di un 3DS o una PSVita ma è anche vero che , rispetto a quest'ultime, offra una potenza esagerata... a fronte di un consumo energetico che viene opportunamente economiczzato dal sistema Nvidia... molti si sono lamentati della durata dichiarata della batteria: 3-6 ore.. io dico che questo non costituisce un grande problema in quanto la console monta una USB-c e questo permetterà di essere "ricaricata" con un qualsiasi battery pack da cellulare: figata!

Lineup

Trovo la line up della console adeguata: i titoli al lancio non sono tanti numericamente ma presentano il nuovo Zelda che, a giudicare dall'incipit e dai trailer, sembra essere lo zelda più profondo e spettacolare mai fatto e alcuni giochi interessanti. Ma da Marzo a Dicembre ne usciranno altri e sono tutti titoli veramente interessanti.. se dovessi mettere a confronto la lineup di Switch con quella di One o PS4 direi che quella di Nintendo sia sicuramente più appagante, almeno sulla carta.

E i dubbi?

Beh qualche dubbio ce l'ho ed è proprio sul comparto puramente computazionale... Nintendo non si è sbottonata a riguardo e quindi tutto ciò che viene detto a giro sono frutto di speculazioni o rumors. E' sicuro che Switch non sia una console che possa gareggiare con Scorpio o PS4Pro, ma d'altro canto non è per quello che adoro l'idea di questa console e che, in generale, adoro le piattaforme Nintendo.
Sicuramente, per me, Switch sarà la console secondaria che affiancherò alla mia attuale piattaforma primaria (il PC) per godermi di quei giochi Nintendo o quei titoli che vengono sviluppati pensando ad una meccanica di interazione alternativa e impossibile da avere con XBox o PC.

Conclusioni

E niente... alla fine della presentazione sono corso al GameStop a prenotare la Switch con la Master Edition di Zelda....Secondo me è una console che merita fiducia, non fosse altro per la passione che Nintendo mette nelle proprie produzioni..la consiglio anche a chi vuole "condividere" la propria passione videoludica con la propria ragazza/fidanzata/moglie/figli (è grazie a Nintendo e alla sua Wii se sono riuscito a trasmettere la mia passione alla mia compagna di vita! di questo rendo merito a Nintendo).


venerdì 6 gennaio 2017

Mankind Divided - Intrighi nel mondo cyberpunk

L'altro ieri ho completato Deus Ex Mankind Divided uno dei giochi che più mi sono piaciuti del 2016.  Vado pazzo per l'ambientazione Cyberpunk alla Blade Runner e Deus Ex è uno dei pochi titoli moderni ambientati in questo mondo tanto scuro quanto realisticamente futuribile.

Ma veniamo al gioco e, premetto subito, che NON spoilererò niente della storia.

Dico solo che la storia è la cosa che più mi è piaciuta di tutto il gioco, una storia che porta avanti le vicende lasciate in sospeso con Human Revolution e le sviluppa ulteriormente. L'atmosfera Cyberpunk che si respirava nei precedenti capitoli, si fa qui ancora più intensa e non solo perché il design delle città che visitiamo (essenzialmente Praga) trasudano toni cupi e fantascientifici alla Johnny Mnemonic, Total Recall e compagnia; ma anche e soprattutto perché la sceneggiatura da spazio ad alcuni temi molto profondi quali: la diversità, la divisione tra i popoli, la paura di ciò che non si conosce e il materialismo più cinico in tutto. Girando per le strade di Praga non possiamo non rimanere affascinati (e atterriti allo stesso tempo) davanti al disegno di una probabile realtà futura tanto intrigante quanto spaventosa, il tutto reso estremamente bene da un comparto grafico di tutto rispetto.

Per quanto riguarda le meccaniche di gioco, MD mantiene inalterate le scelte fatte con Human Revolution, apportando giusto qualche aggiunta nei potenziamenti disponibili. Per il resto il sistema di crescita rimane invariato..anzi non proprio dato che ottenere i punti Praxis per sbloccare tutte le abilità è praticamente impossibile se non attraverso l'acquisto (con soldi veri - cosa che io mi sono ben guardato di fare -) dei suddetti punti o attraverso il compimento dei vari livelli del gioco per dispositivi iOS e Android : Deus Ex GO. Certo che, se proprio vogliamo dirla tutta, questo fatto rende il gioco più interessante dato che ci porta a pianificare bene la crescita del personaggio sulla base di come vogliamo impostare il gioco.
Infatti MD permette di affrontare tutte, e quando dico tutte..intendo proprio TUTTE, le situazioni in tantissimi modi differenti. Anche Human Revolution tentò di presentare un sistema di gioco estremamente libero ma alla fine certi punti dovevamo comunque affrontarli in un determinato modo soltanto.
Questo ci costringeva a dedicare sempre un po di "praxis" per i potenziamenti di combattimento. Al contrario MD permette di creare un personaggio totalmente differente, io ad esempio ho creato il vero NetRunner non estremamente forte in combattimento ma in grado di interagire con tutti i sistemi, e con potenziamenti legati alle interazioni anche con le varie persone incontrate nel gioco.
Qualcuno potrebbe chiedersi se si può affrontare i boss in una situazione del genere... ebbene i boss si possono affrontare anche senza combatterli direttamente basta... eheh non ve lo dico :P

Dal punto di vista tecnico il gioco è realizzato molto bene dal punto di vista grafico anche se su PC non è stato ben ottimizzato, soprattutto se giocato su hardware Nvidia: il gioco presenta improvvisi cali di fps in alcuni punti a volte anche molto fastidiosi. E questi cali si avvertono anche con hardware top di ultima generazione (i5 6600K con GTX 1070 tanto per intenderci). I suddetti punti sono veramente pochi ma riguardano alcune location di Praga che vengono visitate spesso.
L'altro punto dolente del gioco è che l'ho trovato estremamente semplice, più facile del precedente. Anche impostando il gioco al livello massimo di difficoltà il livello di sfida è decisamente più basso dei precedenti capitoli, questa cosa mi ha fatto storcere molto il naso, devo essere sincero. Ho impiegato una quarantina di ore per completare MD ma onestamente una buona metà riguarda i vari filmati e i dialoghi, ben fatti per carità,  però le missioni si sono sempre rivelate molto semplici.
Infine un altro punto, secondo me dolente, è legato alla IA... intendiamoci, gli omini sono abbastanza intelligenti e rispondono agli "eventi" in maniera abbastanza credibile..il problema però avviene quando con Jensen ci mettiamo a fare alcune azioni che, normalmente, dovrebbero far incazzare chiunque: in particolare mi riferisco a quando ci mettiamo in tasca tutto quello che troviamo attorno, perfino oggetti (come armi e carte di credito) raccolte in appartamenti di altre persone..le quali, per giunta, sono perfino presenti allo "scippo" e non muovono un dito!!!! In un gioco del 2016 dove si è posto l'attenzione in tantissimi altri particolari, trovarsi a "mancanze" di questo tipo, ti fa proprio cadere le palle a terra...


E quindi, dopo tutto quello che ho detto, il gioco merita di essere acquistato e giocato? Beh direi di si: la storia è molto profonda e merita di essere "vissuta" e per quanto non vi siano stati stravolgimenti nelle meccaniche, da molta soddisfazione riuscire a portare a termine le varie missioni sparse per Praga e scoprire tutti gli intrighi di questo futuro oscuro e cinico.
Per gli amanti del genere letterario, Deus Ex è un acquisto praticamente obbligato, per gli altri dipende. Il gioco non è proibitivo dal punto di vista della difficoltà ed anche il videogiocatore "della domenica" può goderselo senza troppi problemi.
Se avete una console (PS4, PS4Pro o Xbox One) non avrete particolari problemi: il gioco è comunque ben ottimizzato anche se con riduzioni grafiche rispetto alla versione PC. Gli utenti PC prestino solo un po' di attenzione alla propria configurazione perché il gioco richiede hardware pesante.