La mia collezione

gamecard

martedì 9 agosto 2016

Pokemon GO: un progetto sopravvalutato

Salve ragassuoli,

è passato quasi un mese dal mio ultimo post, ma si sa..Luglio e Agosto sono sempre mesi difficili XD

Ma nonostante ciò, la mia passione videoludica non si è smorzata..anzi!

Tra i vari giochi che ho fatto, ho avuto modo anche di provare Pokémon GO! E, dopo circa 2-3 settimane, sono qui a dire la mia su questo titolo.
Vengo subito al dunque asserendo che dopo l'entusiasmo iniziale dovuto all'idea (sicuramente intrigante) e ad un comparto grafico e di interfaccia estremamente curato, la mia attrazione per il gioco si è ammosciata piano piano.. fino a portarmi quasi (non l'ho ancora fatto) a disinstallare il titolo.

Ma perché? perché essenzialmente trovo in Pokémon GO gli stessi gravi difetti di Ingress.


Cheaters

Che sono presenti anche qui e che si ritrovano ad avere in mano pokemon IMPOSSIBILI da trovare nel territorio europeo (per fortuna in questo gioco il "danno" che fanno i cheaters non è così drammatico come in Ingress)

Bilanciamento

Il gioco, purtroppo, non paga chi è di basso livello..nel senso che chi non ha un livello sufficientemente alto NON ha la possibilità di conquistare le palestre ne tantomeno aumentare il prestigio delle proprie.. e questo perché è necessario avere pokémon molto potenti, cosa che non si ha quando siamo di livello inferiore al 12-13.

Fin qui non ci sarebbe niente di male, in fondo questo aspetto è alla base di molti giochi online come i MOBA..il problema però è che chi (come il sottoscritto) è di basso livello (5-8) e possiede pokemon poco potenti (300-500) può solamente camminare e catturare nuovi pokemon, camminare e catturare, camminare e catturare... sperando di far schiudere, magari, qualche uovo (percorrendo minimo 2 KM per le uova base).. cioè, due palle! Soprattutto se si considera che , a meno di non muoversi in territori sempre diversi, si rischia di catturare sempre i soliti pokemon....

Ma ha un GamePlay?

Ecco qui l'altra nota dolente... game play piatto e monotono.. I combattimenti, l'unica cosa "elettrizzante", si limitano ad un tappare freneticamente lo schermo e swipare con i comandi che non sempre vengono "presi" e con un fenomeno di lag che minano l'esperienza di gioco.

Il tempo se ne va...

Questo è il punto, per me più dolente del gioco (anzi di questa tipologia di gioco). Per poter giocare ci dobbiamo muovere fisicamente nello spazio e questo, di per se, non è un lato negativo..il problema vero sta nel fatto che il tempo "speso" nel muoversi senza fare niente (senza giocare) è decisamente superiore al tempo impiegato per il gioco effettivo. Questo era il problema più grave che mi fece disinstallare ingress e lo ritrovo anche in pokemon.. Anche se, in tutta onestà, è stato in parte ridimensionato.
E qui si arriva ad un'altra nota dolente: se devo "investire" una o due ore di tempo per poter seguire la mia passione videoludica, allora preferisco spendere quelle due ore giocando ad un gioco con un gameplay vero su una console o un PC! Trovo il tempo "speso" tra una cattura di un pokemon ed un'altra, tempo buttato via che poteva essere meglio speso giocando direttamente ad un gioco serio.

Certo, qualcuno potrebbe obbiettare dicendo che Pokemon GO è un gioco mobile e lo si può giocare quando siamo fuori, anche nei ritagli di tempo...
bene, non cambia la mia risposta: se fossi fuori casa (pausa pranzo, vacanze, al mare etc) e avessi voglia e tempo da usare per giocare, preferirei farlo su una console portatile oppure su un tablet/smartphone giocando ad un gioco che mi permetta di sfruttare al 100% il tempo che investo nell'attività videoludica.

Il finto social

Molti di voi potrebbero, giustamente, commentare dicendo che Pokemon GO  rappresenta una tipologia di gioco particolare e se vogliamo, innovativa. Un videogioco che funziona grazie ad una forte componente social, dato che per divertirsi e trarre il massimo da questi giochi, occorre uscire insieme ad altri giocatori.
Questo aspetto è, effettivamente, molto intrigante e su Ingress rappresenta effettivamente il motore trainante dell'intera community. Anche in Pokemon GO si possono organizzare escursioni di gruppo per andare a "distruggere" le palestre delle squadre avversarie (cosa più semplice se si fa il combattimento con più persone che sfidano i pokemon avversari).
L'idea è bella..però è estremamente impegnativa da realizzare! Anche qui... perché uscire per 3 ore con altri giocatori fisici per , poi, giocare solo 45 minuti quando puoi sfruttare quelle 3 ore per giocare a fondo un "classico" videogioco?
Non lo so, non è una cosa che mi attragga più di tanto.. se mi organizzo 1, 2 o tre ore per poter godere della mia passione videoludica, preferisco sfruttarle al massimo e un gioco alla Pokemon GO fa "sprecare" tanto tempo per giocare "poco".

Concludendo

Se devo fare un'analisi asettica del progetto, senza considerare il mio essere videogiocatore, devo dire che Pokemon GO è un progetto comunque tecnicamente interessante...

Ma, a mio parere, questo tipo di gioco non è adatto all'appassionato videogiocatore che non ha la possibilità di giocare 8 ore al giorno e che deve quindi programmare per bene le proprie ore di gioco alla settimana.





Posta un commento