La mia collezione

gamecard

domenica 26 giugno 2016

Microsoft: la guerra tra PC e Console si concluderà? ci sarà un vincitore?

L'E3 è finito da quasi due settimane e Microsoft ha lanciato una vera bomba che ha mandato in fibrillazione appassionati e addetti ai lavori.
Effettivamente in questi ultimi 7 giorni non si è fatto altro che parlare di Microsoft, della sua nuova direzione in ambito entertainment, di Xbox e del futuro del Gaming secondo la casa di Redmond.

Ho notato che tantissimi appassionati hanno sentenziato cose del tipo : la fine di Xbox, la fine delle console, il PC vince su tutto e così via;  oppure ancora videogiocatori multipiattaforma che hanno esclamato "se Xbox non deve più avere esclusive, tanto vale passare al PC" etc etc.
Di tutto anche Sony e Nintendo hanno iniziato a fare slogan del tipo : "noi proporremo le vere console e non tradiremmo mai i videogiocatori" etc etc..
insomma, un immondo casino.

Devo ammettere che anche io , sulle prime, ero rimasto un po interdetto da certe scelte di MS. Già qualche mese fa, quando MS aveva annunciato che i suoi titoli XBOX sarebbero diventati cross-platform con esclusive "Xbox - Windows 10" avevo pensato ad una mossa-suicida di Microsoft, ad una scelta che voleva affossare tutto quello che di buono aveva fatto con il marchio Xbox e con la precedente 360.

Poi mi sono messo un po a riflettere e ho pensato che il futuro potrebbe non essere così come molti lo stanno dipingendo.
Partiamo, innanzitutto, dal presupposto che per il momento si fanno congetture sul niente e che dobbiamo vedere se in questi prossimi 16 mesi MS riuscirà a portare a termine tutto quello che ha promesso.

Devo dire che se Microsoft raggiungerà l'obiettivo prefissato , questo non corrisponderà alla morte di Xbox o, più in generale, alla morte delle console, tutt'altro!

Questo perché l'unificazione dei due mondi permetterà ai giocatori di scegliere se utilizzare un pc, customizzato personalizzato, con i componenti desiderati (e con costi anche più elevati) oppure una "Xbox Machine" (mi piace al momento ribattezzarla così) che presenta una configurazione standard, con un hardware certo e giochi ottimizzati, una sorta di PC pre-configurato in termini di hardware e software che, come le Steam machine, possono essere agilmente messe accanto ad una TV (ma usate anche come un normale pc sulla scrivania).
Questo sarà possibile se gli sviluppatori abbracceranno in todo UWP di microsoft. Gli sviluppatori che hanno avuto modo di testare questo ambiente sono rimasti molto entusiasti  (si stanno vedendo già i primi titoli che sfruttano questa tecnologia come Forza Motorsport 6 o Killer Instinct, ma dal prossimo mese in avanti quasi tutti i titoli presentati all'E3 come esclusiva "XBOX - Windows" useranno lo stesso ambiente).

E' quindi la fine delle "esclusive"? mm ancora non del tutto ma in futuro questa cosa diventerà probabilmente inevitabile (stando sempre ai commenti positivi dei vari publisher) e non è una cosa che toccherà solo Xbox, ma anche la contro parte PC. Ad esempio SEGA ha dichiarato che per lei sarebbe interessante portare i suoi brand "PC Only" in UWP e, quindi anche in Xbox.
Anche Blizzard si è dichiarata possibilista in tal senso ed effettivamente alcuni suoi ultimi titoli sono stati portati anche su Xbox (anche se non in UWP).
E' chiaro che Microsoft vuole cercare di far coesistere i due sistemi nella maniera più democratica possibile e , se da una parte Valve ha creato lo Steam Controller per far giocare consolari e pc-isti insieme, Microsoft punta a dotare Xbox One del completo supporto anche di tastiere e mouse.. nonché della futura Scorpio che avrà specifiche analoghe a PC configurati con delle GTX 1070.

Ma allora, tornando alla domanda originale, che senso potrebbe avere comprare una console piuttosto che un pc da gioco? Beh è piuttosto semplice: la scelta continuerà ad essere dettata dalle modalità necessarie per la fruizione del media e da scelte di tipo economico.
Dal punto di vista economico la Scorpio, per quanto potente e paragonabile ad un PC di fascia alta non arriverà mai a costare quanto un PC di fascia alta e questo è dovuto ad una scelta che l'azienda ha intenzione di fare proprio per dare un valore aggiunto al suo prodotto. Perciò si prospetta una situazione simile a quella di fine 2005, dove una 360 all'avanguardia (ha permesso di gareggiare testa testa con le produzioni pc per quasi 5 anni!) ma venduta in perdita , ad un prezzo sicuramente più basso rispetto al reale valore prestazionale di quell'oggetto.

E' vero che il ciclo di vita di Scorpio non sarà più paragonato a quelle delle console così come le abbiamo conosciute fino ad ora, è intenzione di Microsoft mantenere la console in costante aggiornamento ma ricordo che , se anche costasse 500 euro e durasse 4 anni, la spesa sostenuta per il suo mantenimento è pari a circa la metà di quanto è richiesto per mantenere aggiornato un PC di fascia alta.

Microsoft ha inoltre garantito che i giochi verranno sviluppati in modo tale che si auto adattino all'hardware sul quale sta girando senza richiedere configurazioni da parte dell'utente. Questo elemento è stato puntualizzato essenzialmente per le versioni Xbox (One, Scorpio etc). In realtà questa cosa avviene un po anche sul PC dato che, sul mio PC, lo store di Xbox mi impedisce di acquistare e scaricare Forza Motorsport 6 in quanto il sistema non è in grado di soddisfare le richieste hardware del gioco.

E la famosa "disparità" delle piattaforme? I giocatori pro e competitivi che scelgono una Xbox lo fanno per poter giocare tutti allo stesso livello.. ma adesso? con Xbox "diverse" e la possibilità di giocare contro giocatori PC cosa accadrà?
Anche qui Microsoft ha fatto intendere che non lascerà niente al caso e probabilmente imporrà degli standard multi-player specifici come il blocco degli FPS o determinate impostazioni grafiche con, ad esempio, risoluzioni bloccate. Ovviamente, poi, ogni giocatore sarà in grado di giocare come meglio preferirà, nelle proprie sessioni single player godendo a pieno ciò che il proprio hardware (PC, Xbox One o Xbox Scorpio) potrà offrire.
Un po questa cosa la sto vedendo con Killer Instinct, titolo che acquistai un paio d'anni fa e che ora riesco a giocare indifferentemente su Windows 10 o Xbox One (ma di questo ne parlerò in un altro articolo).

Alla fine secondo me , se tutto andrà come spero, i veri vincitori saremo noi giocatori. Riuniti in un unico ambiente ma con la libertà di poter scegliere la propria configurazione sulla base delle proprie esigenze: si gioca essenzialmente sul divano e si condivide il gioco con altri in locale? si vuole una soluzione all-in-one compatta? si vuole un ottimo rapporto prezzo/prestazioni? si vuole una soluzione "menata-zero"? allora si potrà scegliere tranquillamente una console del brand Xbox.
Si gioca essenzialmente localmente da soli? Si vuole una totale personalizzazione dell'hardware utilizzato? si vuole puntare alle massime prestazioni senza compromessi, anche al punto di dover fare i conti con maggiori spese e maggiori menate? allora la scelta sarà un ottimo PC da gioco con Windows 10.

Posta un commento