La mia collezione

gamecard

lunedì 9 maggio 2016

NVIDIA 1070 e 1080: due bombe atomiche... e adesso?

Giusto ieri avevo appena finito una personalissima analisi su possibili scenari futuri relativi al nuovo step evolutivo, imminente, nel mondo videoludico. Ed ecco che a distanza di poche ore mi ritrovo tra le mani la notizia che NVidia ha presentato ufficialmente le prossime schede video basate sull'architettura Pascal: NVIDIA 1070 e 1080.

Avevamo già parlato, non molto tempo fa, di Pascal e di come sarebbero potute essere le nuove schede NVIDIA ma finalmente abbiamo una conferma...le nuove 1070 e 1080 si rivelano essere delle vere bombe atomiche in grado di annichilire le attuali 970 e 980, in grado di spazzare via anche le prestazioni delle attuali piattaforme console...

Non mi dilungherò sulle specifiche tecniche, in quanto si possono facilmente reperire direttamente dal sito della casa madre, ma vi posso dire che il lavoro fatto da Nvidia sembra essere eccelso, parlando in soldoni le 1080 hanno prestazioni del 30% più elevate rispetto alle TITAN X (le schede top di gamma attuali che costano , da sole, 1000 eurilli...) e la 1070 è in grado di far girare giochi con prestazioni superiori (fino al 20-30%) a configurazioni SLI basate sulle attuali 980! Il tutto con un dispendio energetico pari ad un terzo dell'attuale generazione...in pratica sono il triplo più efficienti!
I costi saranno di poco superiori alle attuali serie (si parla di circa 50-70 dollari in più rispetto alle 970/980).

Ovviamente per essere sfruttate occorrerà avere una macchina attuale, con mobo e cpu di ultima generazione e ram ddr4 (e questo comporta che chi, come me, ha macchina di 3-4 anni fa dovrà rifarsi il PC totalmente da zero).

Ammetto che davanti ai benchmark snocciolati da Nvidia sono letteralmente rimasto basito e subito la mia mente è corsa alla analisi pubblicata ieri... cosa succederà con queste nuove schede, che usciranno tra questo Maggio e il Giugno prossimo? Sicuramente con queste schede si alzerà l'asticella degli standard tecnici di un bel po e questo potrebbe risultare come un vero terremoto per il mercato in tutti i sensi.
Si perché a questo punto si potrebbero delineare due scenari che, rimanendo in qualche modo coerenti con quanto detto ieri, potrebbero avere risultati leggermente diversi:

Scenario 1
- Nvidia potrebbe davvero aiutare il modello che Valve e Microsoft stanno portando avanti, creando un nuovo livello tecnico di riferimento per chi produce giochi: le software house sarebbero costrette a sviluppare giochi con specifiche tecniche ad oggi fantascientifiche includendo, ove possibile, il supporto al VR (le 1070 e 1080 sono fortemente ottimizzate per il VR garantendo, sulla carta, FullHD e 4K a 120fps). Se ciò avvenisse che ne sarà delle console prossime (PS Neo e Xbox 1.5) che si baseranno su architetture ATI e che, ricordiamo, sono anni luce indietro rispetto a questi due demoni Nvidia? Le console Sony e MS rischierebbero di non poter essere all'altezza delle nuove produzioni multipiattaforma e questo potrebbe comportare una perdita di utenza che, almeno nel caso di Xbox, si risolverebbe da sola dato la sua "integrazione" prossima con il mondo Windows. A quel punto Sony ed MS dovranno tirare fuori console molto più potenti delle attuali per poter pareggiare con questi nuovi standard.

Scenario 2
- Nvidia porta questo nuovo elevatissimo standard, sul mercato spingendo il PC nuovamente in vetta come punto di riferimento videoludico per l'hardcore gamer e creando un divario abissale con quello che è rappresentato dalle piattaforme console Sony e MS.. Ma il problema è che il mercato non lo tira il mondo PC ma quello console, almeno dal punto di vista dei profitti, e questo potrebbe spingere le software house a sviluppare "alla meno" le proprie IP per sfruttare al meglio l'hardware pesantemente old-gen delle console e bloccando inesorabilmente quelle PC. Questo comporterebbe inoltre una perdita di fiducia ulteriore da parte dell'hardcore gamer che avrebbe visto i suoi soldi persi per un hardware che non verrà sfruttato se non al successivo upgrade tecnologico. Ed una simile situazione potrebbe rappresentare la causa di un moto migratorio da PC a console come lo si era visto circa 7 anni fa con la generazione 360.

Ho tenuto fuori da questi scenari Nintendo in quanto rimane, secondo me, plausibile tutto quello che ho affermato ieri, ovvero che la grande N stia tenendo sotto le "coperte" una nuova sorpresa , una sorpresa innovativa che,  come già avvenne con il Revolution (aka Wii), in un momento così critico e delicato la casa di Kyoto ha preferito chiudersi in uno stretto riserbo (probabilmente per evitare di vedersi rubare le idee o per mettere a punto tutti i dettagli della sua idea prima di presentarla al mondo). Personalmente sono convinto (o quanto meno voglio darle tutta la fiducia possibile) che ci saprà stupire il prossimo anno con questo "NX" che sarà più di una semplice console.


Posta un commento