La mia collezione

gamecard

venerdì 20 maggio 2016

Guitar Hero Live è come la fenice

Oggi voglio parlare di Guitar Hero Live! L'ho preso la settimana scorsa, trovandolo in offerta all'Euronics e me lo sto letteralmente fumando...

ebbene, come è questo Guitar Hero Live? come suggerisce il titolo è come la fenice!

Premessa 

Guitar Hero è stato un brand che, soprattutto nell'era PS3 / 360, ha macinato numeri da capogiro.
L'idea che fu alla base di GH era molto semplice: una finta chitarra che, attraverso 5 tasti colorati, tentava di "simulare" l'azione che fa il musicista nel ripercorrere i brani (per lo più rock) che infarcivano i vari titoli usciti nell'ultimo decennio.
Certo, dire che GH fosse un "simulatore" di chitarra era piuttosto pretestuoso ed infatti più che simulatore dovrebbe essere definito rhythm game.
Se proprio vogliamo trovare un simulatore di chitarra bisogna citare titoli come Rocksmith che si discosta tantissimo, come filosofia,  da quello che sono i titoli alla GH.

La storia
GH ha sempre cercato di proporre cose nuove, nuovi metodi per interagire con i vari brani cercando di elevare, di volta in volta, il livello "simulativo" di GH. Ad un certo punto, però , si è raggiunto il massimo che quel tipo di controller (basato sui 5 tasti colorati) poteva dare..i tentativi di aggiungere strumenti nuovi come le tastiere, le batterie o la voce, non sono serviti a rinnovare GH in maniera efficace e quindi, dopo aver raggiunto l'apice del successo con il mitico GH 3 (secondo me rimane il migliore anche in termini di canzoni) e alcuni spin-off riusciti, il titolo ha imbracciato la via del lento declino fino ad arrivare a quel pessimo Warriors of Rock.

Ebbene sembrava la morte di questo tipo di giochi finché Activision non ha provato a dare una "diversa" chiave di lettura al brand... ed ecco qui GHL!

La nuova idea software

Prima di parlare dell'hardware, della nuova chitarra, voglio soffermarmi un secondo sulla parte software. Ecco già qui possiamo intravvedere la nuova reinterpretazione di questo genere di giochi: non più una "campagna" da fare, bensì la possibilità di partecipare ad eventi "separati" e quasi tutti accessibili fin dall'inizio, interpretando il chitarrista di diverse band.
Vengono utilizzati veri filmati "interattivi" dove le scene "cambiano" in base a come stiamo suonando il brano, questa caratteristica è veramente molto interessante!
L'altra modalità interessante, e vero cuore del gioco, è il Guitar Hero TV attraverso il quale è possibile accedere ad una serie di "canali" che in tempo reale mostrano veri filmati dei vari brani inseriti nel gioco. Noi saremo chiamati ad eseguirli, a confrontare il nostro punteggio con quello dei nostri amici, ad accumulare punti esperienza con i quali sbloccare oggetti e modalità e accesso a nuovi pacchetti musicali.

Questa cosa mi è veramente piaciuta, è bellissimo poter suonare sul video originale del brano!

L'unico appunto che ho è sulla scaletta dei pezzi che non sempre sono all'altezza dei vecchi titoli, vi sono molti brani "lenti" e altri pezzi pop..ad ogni modo la scaletta è molto variegata e abbraccia un po tutti i generi musicali proponendo anche brani molto recenti.
C'è da dire che di volta in volta, il parco brani viene aumentato da quelli di GH e questo permette di aumentarne la longevità.

La nuova chitarra

Ma veniamo alla vera novità del gioco: la chitarra! Una novità che intreccia inevitabilmente il lato hardware con quello software.
La nuova chitarra offre una disposizione di tasti completamente rivista, adesso sono 6 i pulsanti ma sono distribuiti in due file da tre, in modo tale da poter utilizzare solo tre dita (o nei momenti più complessi, quattro). La nuova disposizione apre la strada ad una visione totalmente rivista del sistema: adesso è possibile fare molte più combinazioni e non solo per il sesto tasto aggiuntivo, bensì grazie proprio alla loro disposizione. Questo ha comportato, innanzitutto, l'abbandono totale dei colori per identificare le "note" da suonare. Adesso le note verranno visualizzate come "bianche" per indicare la parte inferiore della tastiera o "nere" per indicare la fila superiore. Ovviamente sarà possibile suonare sia le note bianche che nere contemporaneamente!

Con questo nuovo GH Live il sistema di gioco è stato semplificato tantissimo pur AUMENTANDO il livello di difficoltà potenziale: si perché adesso approcciarsi a questo titolo sarà più semplice e meno stancante di prima (si utilizzeranno sempre 3 dita e non sarà più necessario fare "salti mortali" con la mano per raggiungere tutti i tasti). Nonostante ciò, la nuova disposizione permette di fare così tante combinazioni da rendere le esecuzioni dei brani molto più impegnativi di prima...ovviamente ai livelli di difficoltà elevati.
Il problema di "apprendimento" è legato soprattutto ai giocatori esperti di GH che devono rivedere totalmente tutto l'approccio e di fatto rincominciare da capo, ma vi assicuro che con poche ore di pratica saremo già in grado di padroneggiare il mezzo!

Interoperabilità

Un'altra delle novità di GHLive è la possibilità di usare la chitarra acquistata con più piattaforme diverse ed in particolare con quelle di WiiU, Xbox One, 360, PS4 e PS3! Questo perché il sistema di comunicazione è il medesimo ed agisce tramite il dongle USB che può essere letto indifferentemente dalle varie piattaforme con una sola eccezione che vedremo a breve

Il mondo mobile

Come la maggior parte dei titoli di richiamo anche GH Live ha la sua companion app. Devo essere sincero, non l'ho ancora provata ma si tratta di un app per iPhone (non so se esiste anche su Android, mi pare di no) che , una volta sincronizzata con il relativo gioco su console, potrà essere usato per "cantare" i brani che suoniamo in una sorte di Karaoke live. Ripeto, non l'ho ancora provato e non come e se funziona bene.

Activision ha voluto osare e ha tirato fuori GH Live anche per iPad ed iPhone (su Android e Windows Phone non esiste purtroppo). Il gioco è LO STESSO di quello per le console maggiori con tanto di chitarra da associare, via Bluetooth, al proprio iDevice. La cosa interessante della versione mobile del gioco è che si può giocare anche SENZA la chitarra ma in questo caso viene proposta una versione semplificata con una pista da quattro note interagibili tramite il touch screen.
Il gioco è possibile acquistarlo senza la chitarra a soli 9.99 euro ma se si vuole il pacchetto completo e analogo a quello per console, occorrerà sborsarne 99.99! Una cifra decisamente più alta rispetto alle controparti! Inoltre, e questo non me lo spiego, la chitarra per iPad non è compatibile con la versione del gioco per le altre console e VICEVERSA! Sarebbe stato bello poter utilizzare la chitarra della versione One anche su iPad (pur dovendo scaricare a 9.99 euro il gioco) ancora non capisco come mai abbiano deciso di adottare questa strategia. Detto questo la versione per iOS è identica a quella delle console maggiori e giocabile anche sulla TV (collegando l'iDevice tramite un normale connettore HDMI).

Conclusione

Un grande ritorno del brand, una nuova chiave di lettura che svecchia il vecchio concept e che fa ben sperare per il futuro di questo tipo di giochi. La nuova chitarra è fantastica (anche se può essere ulteriormente migliorata),apprezzabile la sua natura cross platform anche se fa storcere il naso il diverso trattamento per la versione iOS.
Lo consiglio assolutamente a tutti gli ex giocatori di GH, non rimarrete delusi!
Guitar Hero è risorto e, come la fenice, è più forte che mai!



Posta un commento