La mia collezione

gamecard

mercoledì 30 marzo 2016

Lara Croft GO: un gioco da cesso

Oggi voglio parlare di un gioco "da cesso" che in questo mese mi ha impegnato proprio durante le mie "sessioni sul trono": Lara Croft GO per iOS.

Ne avevo già parlato, non troppo tempo fa, quando l'avevo preso in offerta ad 1 euro (non so adesso quanto possa costare); ma adesso l'ho completato , anzi l'ho "platinato" e sono qui per dire la mia sul titolo in questione.

Sapete già che non sono molto a favore dei giochi mobile, li trovo in generale fin troppo semplici e fin troppo ancorati ad un'utenza "casual". Certo, vi sono delle eccezioni ma sono ancora troppo poche per farmi preferire lo smartphone ad una console handled vera e propria.

Ogni tanto, però, escono fuori questi giochini che per quanto semplici, offrono un certo "spessore" nel gameplay e Lara Croft GO può essere un esempio.

Intendiamoci, non è un titolone, su iPad si possono trovare giochi anche più profondi, però Lara Croft GO può costituire un ottimo gioco da cesso come ho detto all'inizio.

Il gioco si divide in una serie di "mondi" suddivisi, a loro volta, in vari stage che presentano degli enigmi da risolvere muovendo la nostra Lara e facendole fare alcuni tipi di azioni.

Di fatto il gioco è un puzzle game a tutti gli effetti dove ci troveremo a dover risolvere alcuni enigmi effettuando movimenti ed azioni specifiche. In aggiunta a questo, troveremo "nascosti" nei vari schemi alcune anfore da rompere per recuperare "pezzi di reliquie" o pietre preziose da collezionare.

Il sistema di controllo è totalmente Touch e si limita a gesti che indicheranno a Lara dove spostarsi nelle quattro direzioni possibili in uno spazio 3D isometrico.

Niente di che, dal punto di vista meccanico, ma molto interessanti i puzzle. Alcuni dei quali mi hanno tenuto impegnato anche una buona mezz'ora prima di scoprire come risolverlo.
Un gioco che consiglio? si lo consiglio ai giocatori che NON hanno una vera console portatile e anche ai giocatori casual che vogliono provare un gioco un po più riflessivo dagli enigmi intriganti. Il gioco si presta bene alle sessioni di "defecazione" proprio perché i suoi enigmi non richiedono mai più di 10-15 minuti per essere risolti...perfetto! :D

Dal punto di vista grafico il gioco è piuttosto carino, animazioni ben realizzati e musiche non esaltanti ma abbastanza efficaci.

Il gioco lo trovate sia per iOS (io l'ho giocato con iPad e iPhone) che su Android w Windows Phone.


venerdì 25 marzo 2016

La primavera e le voglie di retrogaming (Metroid Prime 2 Echoes)

Ormai la primavera è arrivata prepotentemente e con se arrivano le voglie... E per me questo si traduce in voglia di retrogaming!

Nonostante abbia avuto, in queste due settimane, pochissimo tempo per videogiocare, ho preso subito in mano un titolo meraviglioso del lontano 2004 e, proseguendo la trilogia di Metroid Prime, ho iniziato il secondo capitolo : Metroid Pirme 2 Echoes.

Il titolo uscì originariamente su Game Cube e successivamente portato anche su Wii. Sono stato molto indeciso su quale versione giocare (avendole entrambe) ma alla fine ho optato per la versione Wii, non tanto per quelle piccole migliorie grafiche che ha subito nel porting , quanto per il sistema di controllo: giocare col wiimote è sempre un piacere :D

Sono ancora all'inizio del gioco (ho fatto circa il 25%) e non posso quindi esprimermi sulla trama, però posso parlare del Gameplay e devo dire di essere estremamente soddisfatto : il gioco riprende le meccaniche del primo capitolo ma aggiunge alcune chicche interessanti.

Il gioco è ambientato nel pianeta Eater dove la nostra Samus si è ritrovata, suo malgrado, a causa di un guasto della propria astronave dovuta da una tempesta elettromagnetica. Samus si è ritrovata su un pianeta apparentemente devastato da un'antica guerra e fin da subito si ritroverà a combattere con degli "zombie".

La componente principale di MP2 è, ovviamente, la parte esplorativa e qui (a differenza di MP1) risulta essere ancora meno lineare.. si perché Samus dovrà viaggiare parallelemente su due mondi: Eater di Luce (il pianeta "reale") e l'Eater Oscuro: una sorta di mondo parallelo oscuro che è possibile visitare attraverso dei portali che congiungono i due "mondi".
Viaggiare su Eater Oscuro sarà fondamentale per poter raggiungere aree di gioco che da Eater Luce sono impossibili da raggiungere. Cosi come raccogliere alcuni oggetti fondamentale per "sbloccare" l'accesso ad altre aree di gioco.
Questa cosa, devo dire, mi è piaciuta tantissimo perché gran parte del tempo lo impiegheremo sulla mappa 3D (fatta molto bene) per studiare i nostri prossimi movimenti ed è interessante vedere come, cambiando dalla mappa "luce" a quella "oscura", si possano aprire molte strade da esplorare per poter proseguire nella trama.

Per il resto non vi sono tante cose da dire, il gioco è molto simile al primo capitolo fatta eccezione per le armi (che sono diverse) e la progressione delle espansioni del nostro equipaggiamento. Molto carino il fatto che le armi "aggiuntive" hanno un numero finito di colpi e che vanno quindi usate con parsimonia.

Le fasi di shooting non assumono un aspetto molto importante (non lo era nemmeno in MP1): la frequenza di incontro dei nemici è alta ma non costituiranno mai un grosso problema ne come numero ne come IA. Perfino i boss incontrati fino ad ora si lasciano "sconfiggere" senza grossi problemi. Come già detto in altre occasioni, Metroid Prime non vuole essere un FPS, ma un gioco di esplorazione ed enigmi con un po di elementi RPG e FPS.

Graficamente il gioco è molto simile al primo capitolo e non vi sono tutte queste grandi differenze nemmeno se si confronta la versione originale GC con quella per Wii, il Wiimote è ben supportato e trasforma l'esperienza in un qualcosa di veramente intuitivo. Infine le musiche sempre di alto livello.

Il Level design è veramente fantastico, molto curato con ambienti ben caratterizzati e ben definiti.
Insomma MP2 è un titolo da giocare per forza, un must have per ogni videogiocatore che si rispetti.

Per ora è tutto, ritornerò su questo argomento quando avrò completato il gioco per parlare della storia e di come essa si inserisce nella trilogia.

venerdì 18 marzo 2016

Sony sta davvero lavorando ad una Playstation 4.5???

Durante la GDC, Kotaku avrebbe riferito delle "voci di corridoio" secondo le quali Sony starebbe lavorando ad una PS 4.5..

Questo nuovo modello non rappresenterebbe un semplice restyle ma proprio una nuova PS4, compatibile con l'attuale ma decisamente più potente in grado di garantire giochi in risoluzione 4K.

Al momento non vi sono ne conferme ne smentite...



martedì 15 marzo 2016

Microsoft aprirà il cross-playing di Xbox One verso le altre piattaforme

L'ormai chiacchieratissimo Phil Spencer ha dichiarato in una conferenza Microsoft che a breve (non si sa quando però!) Xbox Live e Xbox One verranno aperte al cross-playing.

Questa notizia non è di per se una novità, visto che da mesi si sta parlando del cross-playing tra Windows 10 e Xbox One appunto..ma Phil ha dichiarato che MS aprirà Xbox One al cross-playing anche di ALTRE piattaforme come iOS, Android e PlayStation 4.

I giochi multipiattaforma potranno quindi funzionare in un "ambiente" condiviso facendo scontrare giocatori da piattaforme diverse.

E' ovvio che per poter funzionare è necessario che anche le altre piattaforme (come quella di Sony) permetta una cosa del genere... di per se, quindi, è una notizia che al momento riguarda più il mondo PC e Xbox...
Certo sarebbe bello poter immaginare giocatori di tutte le piattaforme che concorrono a giocare sui medesimi server.


Un ultimo giro su Arkham Knight

Un non troppo tempo fa, avevo scritto le mie impressioni sui DLC che, a cadenza mensile, venivano rilasciati per l'ultimo capitolo di Batman; avevo messo in pausa il gioco dopo aver concluso la campagna e, ad inizio anno, mi sono ritrovato una bella serie di mini-avventure ed estensioni del gioco da provare.

Tanta è stata la gioia che mi ha portato anche a completare al 100% il gioco.

Ieri sera ho concluso l'ultima avventura aggiuntiva che faceva parte dell'ultimo pacchetto uscito a Gennaio (la Stagione dell'Infamia) che ci mostra gli scontri finali del nostro beniamino, con 4 nemici poco "cacati" nella storia principale.
L'ultimo, come dicevo, che ho concluso ieri è stata la storia di Victor aka Freeze.. storia veramente toccante alla fine dove Batman arriva a perdonare Victor anche se... non via non spoilero...

Ad ogni modo, bello davvero.. A chi di voi non ha ancora avuto modo di giocare quest'ultimo DLC consiglio di lasciarsi alla fine proprio questa storia, anche perché il suo completamente modificherà alcune "cose" relative alla città.

Bene..direi che su questo gioco posso mettere il capitolo "fine", non ci saranno altri DLC, un titolo che di fatto mi ha accompagnato per un intero anno e per il quale posso dire di aver speso bene anche i soldi del SeasonPass. Mancherebbero le varie sfide RA a dire il vero ma, a differenza delle avventure, le trovo dopo un po un po tutte uguali e dover fare gli stessi match cambiando solo il personaggio non rappresenta, almeno per me, un'attrattiva sufficiente a tenermi ancora incollato davanti a questo titolo.
Ci sarebbero giusto un paio di sfide RA di combattimento che mi ispirano (perché si arriva a combattere con un boss finale) .. chissà magari quelle più avanti le farò.
Per il resto posso dire che Batman Arkham Knight è uno dei titoli più belli che abbia giocato in questi ultimi 12 mesi.

venerdì 11 marzo 2016

MIITOMO uscirà il 17 Marzo!

Avevo già parlato di Miitomo, la prima APP per smartphone sviluppata da Nintendo.. una sorta di APP di comunicazione che utilizzerà i propri Mii.
Miitomo permetterà di creare e gestire i propri Mii e di metterli in comunicazione con quelli dei nostri amici. Utilizzerà il Nintendo Network ID e si integrerà non solo con la futura NX ma anche con le attuali WiiU e 3DS (probabilmente usciranno degli aggiornamenti per quest'ultime per renderle compatibili con Miitomo).


Nonostante tutto: Xbox One e Xbox Live stanno crescendo tantissimo

Già..come da titolo, i dati rilasciati da NDP mostrano che nell'ultimo periodo le vendite di Xbox One sono cresciute tantissimo.
In particolare confrontando i dati di questo Febbraio con quelli del Febbraio 2015, le vendite di Xbox One hanno avuto un'impennata del 49% mentre il tempo medio di utilizzo di Xbox Live è cresciuto del 93%.


giovedì 10 marzo 2016

Pokémon Co-Master : i Pokémon sbarcheranno su iOS e Android

Ebbene, come da "programma", il primo brand Nintendo sbarcherà sugli smartphone iOS e Android.

L'uscita di questo titolo è stato pianificato per questa Estate e, al momento, solo sul territorio Nipponico (anche se probabilmente si diffonderà anche nel resto del mondo).

Il gioco si basa su battaglie 1vs1 online utilizzando il proprio roster di Pockémon e la possibilità di vincere e scambiare i vari personaggi.

Non si hanno ulteriori dettagli a riguardo.

mercoledì 9 marzo 2016

Una piccola sessione COOP ad Halo 5 su Xbox One

Di Halo 5 ne avevo già abbondantemente parlato qualche mese fa, un titolo dalla storia avvincente e con delle meccaniche che non gridano certo alla novità , ma presenta una meccanica collaudata.
E' vero, però, che la mia esperienza con questo titolo si è limitata alla campagna single player e a qualche oretta in PvP.

Non avevo mai provato il coop...fino a ieri...
Sono riuscito a fare una sessione di coop con tre amici e devo dire che il COOP di Halo 5 mi ha fatto una bella impressione.

La prima cosa che mi ha colpito è la scelta del personaggio: le missioni alternano, come nella campagna single player, le due squadre di Spartan : quelli di vecchia generazione con Master Chief e quelli di nuova generazione con Locke.
La cosa simpatica è che ci viene chiesto quale dei quattro personaggi interpretare e, a seconda di chi scegliamo, avremo non solo un HUD diverso (la corazza e il casco cambiano a seconda del personaggio) ma ci cambierà l'equipaggiamento iniziale!
Questo renderà la scelta del "party" più tattico portando i giocatori a "spartirsi" i personaggi sulla base di come si vuole impostare la strategia di gioco.

Come per il Single Player, la campagna si svolgerà in aree piuttosto ampie e potranno essere affrontate in molteplici modi. Se questo, nel Single Player, non influenza più di tanto la strategia da seguire, nel COOP assume un'importanza notevole: certi punti dovranno essere pianificati e coordinati per bene tra i giocatori, se si vuole essere certi di superarli senza troppi tentativi.. questo, ovviamente, ai livelli di difficoltà massimi.

E a proposito di livelli di difficoltà.. è inutile dire che, come per il Single Player, se si vuole veramente gustare il gioco occorrerà selezionare il livello massimo (Leggendario).
Il livello Leggendario nel COOP risulterà ancora più ostico del single player (i nemici sono ancora più tosti da mandare giù e anche la loro IA sembra essere più efficiente).

L'unica cosa che mi ha fatto storcere il naso, e che rende il gioco un po più facile dei predecessori, è la rigenerazione automatica dei giocatori dopo la morte: nei precedenti capitoli questo poteva avvenire solo se il/i superstiti riuscivano ad allontanarsi dalla zona "calda" della battaglia, adesso invece tutto è affidato ad un timer di 60 secondi al termine del quale la rigenerazione avverrà a prescindere da dove si troveranno i superstiti. I superstiti dovranno quindi resistere quei 60 secondi per poter avere di nuovo i propri compagni accanto.

Comunque tutta l'esperienza è risultata positiva, con un comparto tecnico molto solido, una grafica veramente eccelsa (soprattutto nei filmati di intermezzo che lasciano proprio a bocca aperta) con un fps inchiodato a 60 e una totale assenza di lag, merito forse anche della famosa farm di server Microsoft (ricordiamo che Halo 5 non usa server proprietari ma quelli MS messi a disposizione per i titoli Xbox One).


martedì 8 marzo 2016

Chiude anche Lionhead Studios, muore il progetto Fable Legend... e Microsoft cosa fa???

Ancora terremoti in casa Redmond, è di queste poche ore la chiusura dei Lionhead Studios, uno dei team First Party storici di Xbox e Microsoft.

Lionhead era al lavoro di Fable Legends, l'ultimo capitolo della leggendaria saga di GDR occidentali divenuta un'icona per i possessori Xbox (fin dalla prima Xbox!).
I Lionhead stavano lavorando sul primo capitolo che sfruttasse il nuovo Microsoft Universal Platform system, ovvero, la piattaforma di sviluppo trasversale tra Windows 10 e Xbox One e Fable Legends sarebbe stato il primo titolo a permettere il Cross-buying , Cross-playing e Cross-saving tra i due mondi.
L'anno scorso Microsoft fece venire l'acquolina in bocca facendo vedere come un giocatore Xbox poteva giocare insieme ad un giocatore PC allo stesso titolo sugli stessi server...

Ebbene, lo studio è stato chiuso e con esso sono stati cancellati i vari progetti... Alcuni ex dipendenti sostengono che Microsoft sia stata una delle cause principali.

Il problema più grave è che i Lionhead non è l'unico studio cancellato da Microsoft, insieme ad essa anche Project Spark e Press Play hanno seguito la stessa sorte (sembra che anche Rare abbia rischiato la chiusura ma al momento è stata risparmiata).

Onestamente non so cosa pensare, considerando che MS sta cercando di creare questa "fusione" tra Win10 e Xbox One, un gioco come Fable Legends avrebbe permesso di aiutare questa convergenza. Boh...

Ultimamente sembra che in casa Redmond stia dilagando tanta tanta confusione.. basti pensare anche alle dichiarazioni del nostro Phill di un paio di giorni fa, e poi smentite, di una nuova versione di Xbox One "modulare" che permetta di aggiornarsi in maniera "semplice" e rendere il suo hardware sempre al passo coi tempi....

Mah...

Microsoft, ma che stai facendo?