La mia collezione

gamecard

lunedì 22 febbraio 2016

Mouse e Tastiera native su Xbox One? Phil Spencer dice si!

Dopo gli annunci shock della settimana scorsa, MS torna sotto i riflettori con un altro annuncio importante per quanto riguarda la divisione Xbox.
Phil Spencer, su Twitter, ha annunciato che a breve si potranno utilizzare mouse e tastiera come controller per Xbox One.

Abbiamo, in passato, più volte affrontato il discorso del sistema di controller PC per eccellenza, portato sulle console e di come questo avrebbe potuto stravolgere il panorama videoludico globale. Ma a parte timidi tentativi avvenuti in passato su PS3 (vedi Unreal Tournament 3) in generale non è mai stato dato importanza alla cosa.
Il motivo principale era sicuramente dovuta, secondo me, ad una questione prettamente economica: le software house che producono giochi multipiattaforma traggono il loro guadagno nella diversificazione delle varie piattaforme e avere console che offrono sistemi di controllo e un tipo di fruizione dell'intrattenimento simile al PC avrebbe potuto causare una perdita di utenza di quest'ultimo. Tenere invece questi mondi ben separati ha permesso di vendere molto di più.

Ebbene, come abbiamo già detto qualche giorno fa, sembra che MS voglia sempre di più trasformare Xbox One in una sorta di piccola "MS Machine" e l'annuncio di queste ultime ore sembra confermare la cosa. La convergenza PC-Xbox sembra essere sempre più vicina!

Se questo sia un bene o un male è difficile dirlo... lo so che in passato, e fino a poco tempo fa, sostenevo questa cosa ma MS, secondo me, è arrivata troppo tardi e adesso non so se sarà in grado di re-inventare una nuova piattaforma unificata per il gioco.
Se solo l'avesse fatto qualche anno fa, quando ancora 360 era la piattaforma di riferimento per gli sviluppatori ed era diffusissima al livello globale... 
Adesso MS deve combattere con una piattaforma che si sta diffondendo molto rapidamente ovvero Steam: su PC è la piattaforma di riferimento, su OSX sta iniziando a registrare numeri interessanti, e con le SteamMachine / Link sta sconfinando nel mondo console mentre MS, dalla sua, può contare solo sulla sua piattaforma di distribuzione che, al momento, ancora non comprende titoli "trasversali" tra Windows 10 e Xbox One. Per ora solo i giochi 360 (e nemmeno tutti) sono giocabili sotto One tramite lo store.
L'idea di MS sarà, forse, quello di rilasciare giochi "unificati" dal suo store puntando sul fatto che Xbox One monti un OS basato su Win10 e che utilizzi le DirectX 11/12. Ha già iniziato, in tal senso, a spostare le esclusive Xbox anche sul mondo Windows 10 e ora ha fatto questa dichiarazione che farà felici moltissimi giocatori (come me) multipiattaforma che sono soliti giocare anche con il PC.
Il mio dubbio più grande è che MS sia arrivata troppo tardi e dopo troppi errori commessi negli ultimi 3 anni che hanno allontanato molti giocatori affezionati.

Staremo a vedere come sarà questo prossimo futuro

giovedì 18 febbraio 2016

Xbox One e Microsoft, un nuovo cambio di rotta.. e adesso quali sono gli scenari plausibili?

In queste ultime ore si sta facendo un gran parlare del nuovo cambio di rotta annunciato da Microsoft nei confronti della sua console ammiraglia.

Ho atteso un po prima di scrivere i miei pensieri perché, se ad un primo acchito, la notizia mi aveva fatto pensare "ecco hanno decretato la morte di Xbox One" a ripensarci a mente fredda e cercando di ampliare la visione del panorama videoludico a tutte le piattaforme attuali, forse il futuro nero di Xbox One potrebbe essere un "po" meno nero... forse....

Ma andiamo con ordine, prima rifacciamo un riassunto dell'accaduto: MS ha annunciato, qualche giorno fa, che Quantum Break non sarà più un esclusiva Xbox One ma uscirà in contemporanea anche su PC attraverso, però , la piattaforma Windows10-Xbox (sul nuovo store Microsoft unificato).
La notizia è di per se una bomba, considerando che QB era uno dei cavalli di battaglia utilizzato per sponsorizzare Xbox One fin dal lontano D1; però ci si potrebbe anche soprassedere, se non fosse che successivamente altri grandi titoli hanno subito lo stesso cambio di pianificazione: Tomb Raider, Forza Motorsport, Cade e sembra che anche Gears of War 4 farà la stessa fine.. da qui diventa facile pensare che anche altre IP che hanno fatto la fortuna di Xbox seguiranno questa sorte (Halo... qualcuno ha detto Halo???)

Bene... cosa può significare tutto questo? Perché Microsoft ha deciso di operare questo cambiamento? E' difficile dirlo onestamente, come detto precedentemente, ad un primo acchito la notizia mi ha fatto pensare ad una morte annunciata della console.. e in parte continuo a pensarla in questo modo. 
Non fraintendetemi, la fusione che MS sta cercando di fare tra il mondo Xbox One e Windows 10 è un qualcosa che reputo positivo: la possibilità di avere uno store unico, poter acquistare un gioco su Windows 10 e giocarlo su Xbox o viceversa etc, è di per se positivo e potrebbe avvicinare i due mondi.. un'operazione da molti attesa durante il periodo 360 ma mai avvenuto.

Però..c'è sempre un però! questo potrebbe anche comportarne una morte prematura della console MS e questo per quale ragione? Perché essenzialmente i punti di forza di una console non sono tanto le sue specifiche tecniche che ne decretano la potenza bruta, ma tutto ciò che gira attorno ad essa: l'ecosistema, le funzionalità di entertainment, e le esclusive!
Quindi, l'idea della fusione di Xbox e Windows 10 è buona ma l'idea di far perdere ad Xbox le sue esclusive si potrebbe tradurre in una drastica diminuzione dell'attrattiva e della personalità della console.
Personalità...a pensarci bene forse è questa la caratteristica più importante per una console, anche più delle tre precedentemente citate..

Ma tornando al quesito iniziale.. perché? Allarghiamo un'attimo il campo alle altre piattaforme:

Sony con la sua PS4 e con un'azzeccatissima operazione di marketing è riuscita ad ottenere delle IP veramente valide e, dalla passata generazione ha anche imparato dai propri errori, proponendo un ecosistema solido e un supporto alle terze parti degne di nota, al punto che la maggior parte dei multipiattaforma si sono sviluppati dando un occhio di riguardo all'ammiraglia Sony. Questo ha permesso di vendere sempre più console e diffondere PS4 molto più di quanto MS e Xbox One abbiano potuto fare.

Nintendo da una decina di anni, è considerata dall'hardcore gamer una console secondaria ma una console da avere per le esclusive della grande N e per un approccio al gaming alternativo al classico offerto dagli altri concorrenti... in questo la grande azienda di Kyoto è riuscita a trovarsi uno spazio in un panorama molto affollato offrendo qualcosa di diverso che l'ha resa comunque un punto di riferimento.

E poi c'è Steam.. ne avevo già parlato un po di tempo fa a più riprese, Valve sta trasformando la sua piattaforma di distribuzione giochi in qualcosa di più complesso: un ecosistema alla Xbox o PS4, un sistema di intrattenimento videoludico trasversale che funziona su Windows, Mac e Linux..ma anche su proprie "macchine" con il proprio OS.. in pratica sulle proprie "console"..

Ed eccoci al punto focale.. Steam adesso riesce ad offrire un sistema che funziona sui classici pc da gioco ma anche su delle "console" da mettere accanto alla tv e comandate da pad, gli stessi giochi acquistati sullo store del pc girano anche sulle steam machine ma anche sui mac e su linux (ovviamente i giochi che usano opengl, che sono sempre più numerosi), con la possibilità di gestire anche il cross save grazie alla sincronizzazione automatica dei salvataggi...
Ebbene, ecco cosa vuole fare Microsoft..anche lei vuole imporre la propria piattaforma trasversale, il proprio store che si integra con quello xbox e dove Xbox One diventa la "Steam Machine" di Windows per coloro che non vogliono le menate che un PC da gioco richiede e un'ulteriore prova ad avvalorare questa tesi è il fatto che i giochi citati, all'inizio di questa discussione, NON appariranno su steam ma solo sullo store di Microsoft.

Microsoft aveva già tentato una cosa simile all'epoca di Games for Windows Live ma fallì miseramente, ci sta riprovando e secondo me è l'ultimo tentativo. In tal senso sta tentando il tutto per tutto ed è arrivata anche a sacrificare il suo cavallo di battaglia , Xbox e il suo mondo, pur di poter affermare la sua nuova piattaforma Steam-like.
Chissà come si evolverà il tutto, la mia paura è che Xbox possa diventare un semplice "surrogato" di un PC con poco appeal al punto da spingere il videogiocatore console-only a passare alla concorrenza e il giocatore multipiattaforma a tornare sul PC (Steam).

C'è chi sostiene che per il videogiocatore console non cambierà niente ma io ho qualche dubbio, la mancanza di appeal potrebbe allontanare molti giocatori e spingere le SH a dedicare meno energie ed attenzioni.. e sappiamo benissimo cosa potrebbe comportare questo fatto...
Boh staremo a vedere, MS si sta giocando tanto.. speriamo che non sia stata troppo avventata

mercoledì 3 febbraio 2016

La filosofia di SteamLink/OS e SteamController: il PC da gioco ad una nuova vita?

Salve ragassuoli,
in questi ultimi giorni mi sono riavvicinato al mondo PC, era tanto che non giocavo con questa piattaforma (negli ultimi mesi essenzialmente XBone e WiiU come ben sapete) e il motivo di questo riavvicinamento è stato l'arrivo di Steam Link e Steam Controller.

Che cosa sono e cosa fanno penso lo sappiate bene (il web ne ha sviscerato tutti i dettagli più profondi) ma perché sono nati? Quale è l'obiettivo di Valve e di Steam?
Essenzialmente Valve, con il progetto delle SteamMachine, del suo SteamOS e di Link e Controller, vuole entrare prepotentemente entrare nel mondo console.. e dirò di più.. non ci vuole entrare con una "sua" console ma vuole portare il mondo PC ad invadere quello delle console.

Intendiamoci, il PC da gioco è una "console" estremamente prestante e sempre aggiornata a fronte, però, di costi elevati e spese frequenti per avere tutto sempre aggiornato, oltre alla incertezza di far girare i propri giochi al primo colpo etc etc..
tutti discorsi detti e stradetti in tante altre occasioni.

Valve però sta tentando di togliere questi difetti, creando di fatto una macchina che unisce il meglio dei due mondi.
Un primo passo lo fece con l'evoluzione di Steam, trasformato non solo in una piattaforma di distribuzione del software, ma in una dashboard dove ogni videogiocatore può parlare con altri compagni, organizzare sessioni di gioco, vedere i propri achievements, profili, etc. Steam si pose anche il problema di limitare, per quanto possibile, i problemi di incompatibilità e di aggiornamento automatico dei giochi e delle macchine che li ospitano.

Questo accadde circa 10 anni fa..ora Valve fa un altro passo avanti creando un sistema operativo BASATO su Steam (è un sistema operativo Debian customizzato) e coniando il concetto di SteamMachine che, più che un device, è un concetto: quello di poter rendere il PC da gioco, una macchina semplice ed immediata da usare, ottimizzata e gestibile anche dal proprio divano di sala.
Ed è qui che Valve mostra la sua creatività proponendo due soluzioni ai propri gamers:

L'acquisto di una VERA SteamMachine, con il proprio SteamOS a bordo; oppure l'acquisto di alcuni accessori che permettono di trasformare il proprio PC in una SteamMachine.
Ed è proprio su quest'ultimo punto che mi voglio soffermare: io ho trasformato il mio PC da gioco in una SteamMachine tramite SteamLink e SteamController.

SteamLink permette di portare sulla TV il proprio PC, è una scatolina dal design moderno e compattissimo, si connette alla tv tramite HDMI (supporta perfino il 2.0) e al nostro PC/SteamMachine tramite un cavo di rete (si può usare anche il WiFi ma i risultati sono pessimi). 
Potremo interagire con il nostro PC tramite lo SteamLink, e possiamo farlo attraverso non solo lo SteamController, ma anche tramite pad normali, mouse e tastiere sia via cavo usb (ha tre porte usb) sia tramite Bluetooth (si ha anche il blutooth); impostando il proprio PC all'avvio diretto su Steam in modalità BigPicture e attivando la modalità di Sleep di Windows 8/10, possiamo attivare e disattivare istantaneamente la propria macchina steam seduti sul proprio divano.
Devo essere sincero, funziona tutto alla perfezione! Ed è stato molto semplice impostarlo!
Lo SteamLink supporta anche le cuffie 5.1 USB del pc (basta connetterlo al Link e via). Devo dire che l'avvio istantaneo è veramente istantaneo (però devo dire che uso un SSD come harddisk di sistema) e l'interfaccia di BigPicture mi piace parecchio.
La trovo ancora acerba rispetto a quella di Xbox, ma in generale è molto funzionale.

Fin qui niente di eccezionale però, da tempo era possibile portare Steam sul PC tramite BigPicture (se vi ricordate feci un video a riguardo, qualche anno fa).. ma adesso è possibile interagire con il proprio PC usando un controller veramente rivoluzionario.

Steam Controller è veramente una novità inaspettata, mai mi sarei aspettato che da una società votata al mondo PC, potesse uscire un controller così eccezionale.
Non entrerò nei dettagli tecnici dello Steam Controller perché a giro ci sono centinaia di recensioni ben fatte, ma voglio solo dare il mio parere sulla questione principe che ruota attorno a questo controller: Steam Controller può sostituire in maniera efficace il mouse/tastiera?

Ebbene, secondo me si! Ma occorre fare alcune precisazioni: lo Steam Controller non è un oggetto per casual gamers, è un oggetto per hard core gamers, perché necessita di una curva di apprendimento abbastanza elevata (ci vuole qualche ora per potersi adattare, e sicuramente qualche giorno per impratichirsi bene) e, soprattutto, necessita di essere configurato ad-hoc per ogni gioco che si intende usare.

Fatto queste dovute precisazioni posso tranquillamente affermare che la potenza dietro questo oggetto sta tutto nella sua "apertura" e configurabilità: il pad è totalmente programmabile, adattabile attraverso una serie infinita di opzioni; funziona con tutti i giochi (anche con giochi non di steam).

Il livello di configurazione è talmente alto da potersi adattare davvero a tutto: in BF2 ho impostato una sensibilità molto alta sul trackpad (paragonabile a circa 6000dpi) e gli ho detto di "continuare" la corsa anche quando raggiungo, col pollice, il bordo della circonferenza; cliccando il grilletto sinistra gli ho detto di mettere in "mira" (come quando si usa il tasto destro del mouse) e contemporaneamente di abbassare la sensibilità del trackpad della metà, in modo tale da avere movimenti più precisi senza ricorrere a strane combinazioni (o come faccio sul mouse, cliccando un selettore per aumentare e diminuire il dpi).

A The Witcher ho impostato il trackpad di sinistra per accedere ad una "pulsantiera" di 9 tasti ognuno dei quali è associato ad una particolare funzione (Uso combattimento in gruppo, magia, riponi spada etc) e ho detto al controller di far apparire in sovraimpressione la pulsantiera con tanto di icone evocative legate alla funzione che voglio attivare!

Insomma, dal punto di vista di configurazione è eccezionale.

Ma le prestazioni? beh su quello sono rimasto positivamente sorpreso: l'ho provato per la prima volta ad una LAN questo sabato. Abbiamo giocato a BFBC2 e mi ero imposto di fare un paio di match proprio per prova, ho giocato col pad circa 2 ore. Le mie prestazioni, rispetto a quando uso mouse e tastiera, si erano sensibilmente abbassate ma non così drasticamente: alla fine sono riuscito ad arrivare secondo su 7-8 giocatori con un rapporto k/d positivo. Certo, in alcuni momenti di maggiore frenesia ho avuto qualche problema di impaccio ma reputato più al fatto che usavo Steam Controller da neanche 2 ore piuttosto che ad un inadeguatezza del controller; in quelle prime ore ho spesso messo mano alle impostazioni del controller (facilmente raggiungibile tramite il tasto "steam") in modo tale da ottenere un tuning perfetto.
Tant'è che a fine LAN (verso le 2 di notte) ho riprovato a fare un altro match ottenendo prestazioni migliori rispetto alla prima prova!

Al momento l'ho provato con Battlefield Bad Company 2, con XCom e con The Witcher e devo dire di essere veramente soddisfatto

Quindi quali sono le conclusioni? Per me Steam Controller è la vera rivoluzione hardware videoludica del 2015: sicuramente se mi dovessi mettere a giocare al PC sulla mia scrivania, continuerei a usare mouse/tastiera per quei giochi che sono nati per essi (FPS e Strategici) relegando l'uso del controller ai TPS, Adventure, Sport etc..
Ma se mi dovessi mettere a giocare sul mio divano, davanti ad un 50"..beh Steam Controller è il pad PERFETTO e surclassa tutti i Pad mai utilizzati fino ad ora! Si, lo reputo migliore perfino del pad di Xbox One!
E, dato che ormai preferisco giocare comodo sul divano e col maxi schermo e il 5.1, Steam Link e Controller mi permetteranno di poter tornare a giocare col PC senza compromessi.
Grande Valve!

martedì 2 febbraio 2016

Barman Arkham Knight e il protocollo Knightfall

Eh ieri sera sono riuscito ad attivare questo benedetto protocollo!
Per chi non lo sapesse, il protocollo Kinghtfall è attivabile solamente dopo aver completato la missione dei ricercati di Arkham, per completare il quale è necessario risolvere TUTTI gli enigmi dell'enigmista ..ben 243!!!!

La cosa l'ho portata avanti a pezzi e bocconi, per evitare di trapanarmi troppo i cosidetti, ma alla fine ce l'ho fatta.. e ho potuto assistere al finale completo del gioco...

ma cosa mi ha regalato questa immane fatica, a parte 80 punti di achievements?

beh.. essenzialmente poco..

*** ATTENZIONE SPOILER ****
Una scena tra Catwoman e Batman dove, finalmente, il nostro eroe mascherato si avvinghia alla gatta più sexy dei fumetti americani e i due si baciano appassionatamente fino a che Bruce decide di lasciarla li asserendo che "non si rivedranno più e che per Gotham occorre un qualcosa di superiore a batman a finché possa sentirsi protetta"..

a quel punto Batman torna alla residenza Wayne e si fa esplodere insieme ad Alfred e a tutto quanto...
fine...

forse..

perché completando il gioco al 100% si accede ad una scena finale nascosta: Gordon è diventato sindaco della città che è stata liberata dai super criminali, e in un vicolo una famiglia con bambino sta per rivivere la brutta esperienza della famiglia Wayne... ma sul momento topico, dal tetto di un palazzo si erge una figura vagamente assomigliante a Batman ma avvolto da un alone di fumo...e quando meno ce l'aspettiamo si libra in aria assumendo una forma demonica diretta verso i malviventi e ..boom! finisce la storia.


Che dire.. il finale mi è piaciuto e tutto sommato lascia aperto a tante interpretazioni: Bruce è veramente morto? quello è un Bruce redivivo? oppure è un'eredità impugnata da qualcun altro come Robin o Nightwings? boh... non lo sapremo, almeno per ora..
la cosa che però mi ha fatto incazzare come una biscia è il fatto che per vedere questi due pezzettini di filmato, della durata di una manciata di minuti, io mi sia dovuto sorbire 243 enigmi di cui una buona parte piuttosto tediosi che mi hanno fatto spendere 15-20 ore di gioco in più....

Ne è valsa la pena? boh non lo so.. per me che sono un appassionato di Batman probabilmente si..però io direi basta a queste lunghissime side-quest noiose e ripetitive solo per il gusto di vedere un mezzo filmato in più.... cioè, mi va bene completare certe side per accedere a contenuti aggiuntivi..ma devono essere quest umane o, se molto lunghe, devono essere divertenti...