La mia collezione

gamecard

martedì 18 novembre 2014

In questo articolo vorrei parlare del fenomeno Star Citizen.
darò, come sempre, un mio parere personale e ci tengo a sottolineare che non si tratta di assiomi incontrovertibili... (so già che mi attirerò le ire di coloro che nutrono tanta aspettativa da questo gioco..ahimé...)

Prima di discutere del progetto Star citizen vorrei esporre alcuni pareri personali su Kickstarter riguardante però solamente il settore tecnologico, e in maniera più particolare quello legato ai videogames.
Che cosa è Kickstarter? È un sistema di crowdfunding nato per supportare singoli privati con idee da sviluppare. In buona sostanza il sistema si basa sul più americano dei principi: hai un'idea e non trovi alcun publisher che ti finanzia e supporti il progetto? Ti rivolgi a questa piattaforma (non è l'unica..ne esistono diverse) , esponi l'idea alla comunità mondiale di internet la quale può effettuare delle donazioni in termini di finanziamento.
In cambio i finanziatori dovrebbero ricevere qualcosa che solitamente riguarda una copia del prodotto.. ma a volte possono anche essere date in cambio quote dei futuri introiti del prodotto finito.
L'idea di per se è molto buona ma non è esente da rischi in quanto spesso il prodotto finale disattende le aspettative...
Ma perché? Perché il prodotto viene in genere ingegnerizzato, assemblato, collaudato e testato senza seguire razionali processi produttivi che solo un'azienda con la A maiuscola riesce a garantire (quanto meno sulla carta). I risultati sono spesso molto deludenti (avete presente Ouya?).
Nella realtà dei fatti Kickstarter viene spesso utilizzato per poter realizzare e vedere un prodotto in maniera diretta senza dover passare da aziende che vogliono imporre i propri veti, idee e gestire la distribuzione e la vendita ( il che equivale a far guadagnare meno chi ha ideato il prodotto).. Insomma una soluzione low cost che va a sostituire le funzioni dei grandi publishers.

Con questo non voglio dire che i prodotti legati al comparto videogame , su Kickstarter risultano essere delle immense vaccate.. Ci sono stati progetti Indi interessanti su Kickstarter questo si..però  il rischio di vaccate è molto molto alto.


Veniamo a Star Citizen... tutti sappiamo di cosa si tratta: un complesso universo persistente che mixa elementi di un morpg con quello di un simulatore di astronavi. 
Il progetto partì con un obiettivo di circa 2 milioni di dollari ma siamo arrivati a superare i 50 milioni.. Negli ultimi teasers possiamo vedere alcuni dettagli di questo fantastico mondo che , in tutta onestà , mi ricorda fin troppo il nuovo Elite Dangerous...

Ci sono però tante perplessità che nutro in questo progetto e che mi fanno dubitare della sua riuscita finale. 

E' veramente un progetto Indi?
il progetto ha subito diverse variazioni a fronte dell'enorme quantità di denaro arrivato nelle tasche degli ideatori e al mastodontico ed epico hype che cresce ogni giorno sempre di più ... Ma non solo, alcuni finanziatori non si sono limitati a dare i 20 dollari per avere accesso al pacchetto base del gioco in forma gratuita.. Ma hanno investito migliaia di dollari e hanno iniziato a dire la "loro " su come il gioco dovrebbe essere , sulle feature e quant'altro...il che di per se non sarebbe neanche una cosa negativa ma che però mette in luce il fatto che i finanziatori più generosi iniziano a fare come le grandi majors... E potrebbe snaturare quello che magari poteva essere l'idea originale.

Free 2 Play? no... Pay per Play... and Pay more per Win
Veniamo all aspetto del 'dare e avere'.. Chi ha finanziato ha ottenuto diverse cose che vanno dal semplice omino e navicella ad hangar pieno di astronavi.. Tutta roba che poi si ritroveranno a gratis una volta che il prodotto sarà reso disponibile a tutti..e qui secondo me iniziano i primi dolori.. Cosa accadrà quando arriverà sul mercato? Quelli che compreranno il gioco si ritroveranno in un mondo virtuale dove coloro che hanno finanziato partiranno con oggetti, navi , basi e quant'altro , potentissimi ...e di fatto si troveranno ad essere inesorabilmente sottomessi da coloro che invece risulteranno essere i padroni del mondo di Star Citizen.. Questa cosa mi ricorda molto altri giochi che usano la finta formula del free to play ma che in realtà si traduce in pay per win (vogliamo ricordare Planet Side 2?) rendendo il gioco frustrante per coloro che non possiedono l'attrezzatura dei giocatori paganti... Peccato che in Star Citizen sarà ancora peggio visto che coloro che non potranno usufruire dei grandi regali ai finanziatori, avranno a loro volta pagato il gioco.
Come avverrà la distribuzione , l'aggiornamento e il supporto del gioco? Normalmente i grandi titoloni vengono comunque supportati dalle grandi software house che sono in grado di gestire il post vendita, sono in grado di mantenere i servers, far fronte ai problemi in tempi relativamente brevi...  Ma con un progetto su Kickstarter ? Sarà la stessa cosa?

E' un gioco per innovativo per PC.. Ninja ovviamente...
Aspetto tecnico...è innegabile che, sulla carta, SC porterà un sacco di grandi innovazioni..non fosse altro che sarà il primo gioco a supportare Oculus Rift...tutto questo è molto figo ma avrà un costo.. Occorreranno configurazioni hardware epiche per poterci giocare e, onestamente dubito che il gioco subirà un processo di ottimizzazione per girare in maniera più o meno decente anche su macchine più normali (questo per i problemi citati nella premessa che ho fatto sui progetti tecnologici di Kickstarter).. Se da un lato io non possa che essere contento dell'uscita di un gioco con i controcazzi che mi potrebbe spingere a ritornare a giocare al pc (ovviamente non quello che ho attualmente) e che potrebbe spinger anche tanti altri videogiocatori che si erano allontanati dal mondo pc, non posso far a meno di pensare che per i tantissimi finanziatori potrebbe rappresentare una doppia beffa: per la serie ho finanziato e ora mi tocca spendere altri 1200 euro per un pc in grado di farlo girare degnamente... E questo a parer mio potrebbe costituire un motivo di incazzatura per coloro che hanno finanziato più dei semplici 20 dollari e che non hanno la possibilità o voglia di spendere un mese di stipendio per il pc adatto...ah e non ho considerato il costo per gestire bene anche OculusRift (non pensiate che l'Oculus Rift necessiti di PC di fascia media..occorre una bella configurazione per poterselo gustare..)


Da notare che gli ultimi due argomenti potrebbero minare molto la riuscita del gioco in termini di apprezzamento e diffusione ..e questo comporterebbe anche ripercussioni negative a tutto ciò che circonda il progetto (in primis OculusRift che tante speranze ha investito su SC...)

Questi sono i motivi che mi portano a dubitare di SC e a dire che potrebbe risultare una cagata pazzesca... Espressione sicuramente molto forte (e spero di sbagliarmi) ma che potrebbe essere il risultato del pensiero che accomuna chi viene fortemente deluso da un prodotto circondato da hype mostruoso come SC...(avete presente la fine indegna di Watch dogs?)

Per riassumere il concetto.. Per SC secondo me non ci saranno mezze misure: o sarà uno dei flop più clamorosi della storia dei VG (da far impallidire Atari e il suo ET ) oppure sarà la rivoluzione degli ultimi 5 anni, il salto evolutivo verso un nuovo livello di intendere il VG (o meglio di intendere i Morpg.spaziali). 


Ormai manca relativamente poco visto che dovrebbe uscire entro la prima metà del 2015.. Staremo a vedere..io nel frattempo mi tengo ben lontano da dare ulteriori finanziamenti 
Posta un commento