La mia collezione

gamecard

lunedì 13 maggio 2013

Alan Wake, una vera sorpresa di gioco (PC)

In questo periodo sto riscoprendo molti giochi che non sono più di primo pelo, ed ora è il momento di Alan Wake. Un gioco che un tempo fu esclusiva Xbox ma che ora si trova anche su PC.

Il gioco è un Horror / Thriller  psicologico, guidato in terza persona (alla Silent Hill per intenderci). Noi interpretiamo il ruolo di Alan Wake, il protagonista del film..ehm..del gioco, uno scrittore di libri Horror che si trova a fare una gita di relax con la propria moglie Alice, in un posto non meglio definito degli States.

Improvvisamente si trova alle prese con uno strano mondo onirico, nel quale anime possedute e inquietanti cercano di avere la meglio su di noi; inizieremo un viaggio che va tra il mondo reale e quello onirico e gli intrecci tra questi due mondi saranno, via via che si prosegue con la storia, mescolati fino a non capire più dove finisce uno e dove inizia l'altro...

Il nostro obiettivo sarà capire cosa è successo ad Alice e allo stesso tempo provare la nostra innocenza davanti alla polizia che ci crede assassini di nostra moglie. Gli avvenimenti sono carichi di tensione e sono montati come in un film da block buster, molti sono i colpi di scena e spesso è la sensazione oppressiva di solitudine che ci attanaglia per quasi tutto il gioco a catturare tutta la nostra attenzione.

L'intera storia è ben strutturata ed è suddivisa in capitoli con tanto di "scena finale", "scene del 'prossimo episodio'" e titoli di coda con tanto di sigla; si il tutto ha un non so che di Serial TV horror e devo dire che la cosa è piuttosto originale come presentazione!
Così come è originale il metodo di combattimento, Alan Wake può sconfiggere queste possessioni solo accecandoli con la luce di una torcia (o di qualsiasi altro oggetto ad uopo che si possono trovare lungo i vari percorsi), solo così le presenze diventeranno vulnerabili ai proiettili...oddio a dire la verità il primo Luigi mansion aveva introdotto questa idea, anche se in una versione sicuramente piu fumettosa e giocosa. Questa cosa ci pone in una sorta di continua precarietà visto che i colpi di pistola non saranno tantissimi (specie se giocato ai livelli più difficili) e dovremo spesso ricorrere alla fuga compulsiva piuttosto che agli scontri a viso aperto!
Tutto questo fa tornare alla mente quando noi ci troviamo alle prese di incubi veri e tentiamo di scappare il più lontano possibile senza però riuscirci, in maniera analoga Alan non potrà correre all'infinito ma anzi in molti momenti i suoi movimenti risulteranno legati, impacciati..proprio come accade quando noi sogniamo!

Il gioco contiene qualche piccolo (e fin troppo semplice a dir la verità ) enigma da risolvere, mentre il modo di avanzamento del gioco è piuttosto scriptato, non vi sono infatti scelte multiple nell'avanzamento delle varie aree, tutto scorre praticamente su dei binari dove le poche varianti riguardano l'accesso ad aree contenenti oggetti extra e indizi aggiuntivi.

Questi difetti comunque non ledono la realizzazione generale del gioco che rimane a mio avviso di altissimo livello.

Grafica, Sonoro e realizzazione tecnica
Dal punto di vista tecnico il gioco è fatto veramente bene, le musiche sono molto azzeccate e anche i doppiaggi sono decisamente buoni (a parte qualche sbavatura sporadica), bellissimi i tanti riferimenti al mondo horror / giallo conosciuto!
Graficamente eccelso con un ottimo level design che raramente delude, texture fatte benissimo, giochi di luce ed ombra veramente ben realizzati. Su PC di fascia alta è possibile godere di un DX10 completo. A livello di prestazioni se giocato al massimo dei dettagli, su un sistema dual GPU (Nvidia Serie 570) e un i5 (occato a 4.5 Ghz)  con 8 gbyte di ram si riesce a giocare con un FPS di 70-100, ottimo quindi al livello di fluidità e con l'assenza assoluta di lag.

Conclusioni
da prendere al volo, su Steam si trova a prezzi decisamente stracciati (nei negozi invece si può trovare la versione deluxe ad un prezzo di circa 24 euro).

Posta un commento