La mia collezione

gamecard

mercoledì 29 maggio 2013

Recensione di Big Picture: come trasformare il PC in una super console

Ragassuoli, eccomi qui a fare una recensione (compreso di filmato video, evento più unico che raro) su una funzionalità di Steam piuttosto recente (qualche mese) ma che non ha suscitato grande entusiasmo: la modalità Big Picture che secondo me rappresenta una vera manna dal cielo per gli Hardcore gamer che fino ad ora affiancavano al proprio pc da gioco anche una console per poter giocare a quei titoli prettamente consolari.

Diciamoci la verità su PC si gioca meglio dal punto di vista di resa grafica e mera prestazione (frame per second) però spesso e volentieri molti giochi che hanno una struttura consolare vengono portati sul PC senza le dovute attenzioni.

Steam da qualche tempo sta tentando di creare una piattaforma in grado di veicolare meglio quei giochi che sono stati progettati per un uso consolare, partendo proprio dal controller.
E' chiaro che è possibile giocare col Pad anche sulla propria postazione PC (solitamente scrivania con un monitor a 20 cm dagli occhi e la sedia); però è anche vero che giocare col pad davanti alla tv (magari un bel 50") e sul divano è veramente una cosa impagabile!
Inoltre è anche vero che se guardiamo quanti sono i giochi che richiedono espressamente il mouse e tastiera e quanti sono quelli che invece funzionano alla grande col pad si potrà notare che quest'ultimi ricoprono più della metà del parco giochi disponibile per PC.

Steam questo lo sa e ha preparato Big Picture, un'interfaccia totalmente nuova e totalmente ottimizzata per l'utilizzo con il Pad e con una grafica che rende il tutto perfettamente utilizzabile su una TV a qualche metro di distanza..in pratica una sorta di Dashboard per PC. Contemporaneamente Steam ha iniziato a spingere nel proprio store, tutta una serie di giochi ottimizzati per l'uso del Pad e per l'uso di Big Picture. Questa modalità può addirittura arrivare a sostituire l'ambiente operativo classico di Windows e di fatto rendere il PC come una console.

Comunque bando alle ciance e godetevi il filmato:



Piccoli aggiornamenti conclusivi al video:

Il sistema di avvio automatico di Steam Big Picture NON funziona per il momento con Windows 8, funziona solo su XP, Vista e Seven. Questo perché Windows 8 fa partire necessariamente l'interfaccia Metro mentre quella Desktop è vista come secondaria. Probabilmente dovremo attendere Blue (Windows 8.1) per poter avere questa modalità completamente funzionante con il nuovo Windows

Pros
+ Permette di avere un sistema videoludico unificato dove avere su un'unica macchina sia quei giochi "da divano" sia quelli da "scrivania"
+ Ottimo il sistema di comunicazione "a fiore", si può usare il Pad per scrivere velocemente messaggi agli amici
+ Buono il tentativo di integrazione col sistema operativo
+ Giocare ad un gioco in vero Full HD con AA spinto a x16 e un FPS da capogiro è veramente impagabile!

Cons
- Purtroppo su Windows 8 l'integrazione non è perfetta
- Se si intende usare il PC sia in veste consolare che classica occorre porre attenzione tutte le volte a selezionare gli schermi giusti per far partire Steam, rendendo il tutto meno immediato dell'uso di una console vera
- Il sistema può tranquillamente sostituire una console, ma rimane comunque una piattaforma sicuramente molto più costosa.

lunedì 27 maggio 2013

TV Achievements, Remote Play e Tasse per la nuova Xbox One

Torniamo a parlare di Xbox One... e di altre piccole news che sono trapelate.
Sembrerebbe che Microsoft abbia intenzione di rilasciare degli Achievements anche per quei servizi NON videoludici che la console fornirà, come ad esempio la visione di film noleggiato, o di un programma televisivo...

Inutile dire che trovo questa cosa piuttosto agghiacciante, la bellezza degli obiettivi di un account erano legate al raggiungimento nei giochi di determinate imprese..onestamente avere un achievements perché mi sono visto "spiderman" sulla Xbox lo trovo una cosa piuttosto insulsa che snatura il significato stesso degli obiettivi...

Andando avanti con le news, Xbox One dovrebbe fornire un servizio che su PS3 è disponibile da tempo, ovvero quello del Remote Play, la possibilità di visualizzare contenuti multimediali su dispositivi esterni.
La Play questa cosa lo fa con le varie PSP/PSVita, Xbox probabilmente fornirà questo servizio ai dispositivi Windows Phone..non si sa al momento se verrà esteso questo servizio anche agli smartphone Android/iOS che montano sopra Xbox SmartGlass.

Infine... si sta parlando tanto di questo codice di attivazione dei giochi .. ebbene sembra che il costo, in UK, di attivazione di un gioco usato sarà di ben 35 sterline....
Sembra inoltre che la procedura di cessione di un gioco usato avvenga per mutua esclusione; nel senso che se io compro ed installo un gioco sulla mia One e successivamente lo vendo ad un altro giocatore, lui al momento in cui sbloccherà l'utilizzo di quel gioco (tramite l'acquisto di un nuovo codice) la mia copia verrà disattivata e dissociata dal mio account. Non sappiamo se gli achievements salvati verranno a loro volta cancellati o meno.
Se questa notizia fosse vera (ed al momento è piuttosto insistente) questo potrebbe significare la morte dei giochi usati.. e considerando che sono stati forse il motore principale che ha spinto le console degli ultimi anni..potrebbe significare anche una pesante botta per le suddette...



venerdì 24 maggio 2013

Xbox One le (poche) luci e le (molte) ombre della nuova console generation

Ebbene dopo la lunga serata con la presentazione della futura Xbox e della futura console generation, sono qui a scrivere alcuni punti di riflessione su questa nuova proposta targata MS.
Premetto subito che in generale sono rimasto piuttosto perplesso, nell'accezione negativa del termine... ma andiamo con ordine...

La console, il suo hardware
Xbox One si presenta come un parallelepipedo orizzontale con un design piuttosto minimal, ricorda vagamente la prima Xbox anche se il design è un po più moderno. La console appare molto ingombrante rispetto all'attuale Xbox Slim.
Onestamente trovo il design di Xbox One veramente orrendo, ma sono gusti personali; una cosa è certa, la console sembra progettata per essere installata orizzontalmente e questo potrebbe comportare qualche problema di spazio in salotti che ormai sono abituati ad ospitare console disposte verticalmente.
Ad ogni modo niente che possa creare grossi scompigli.

Partiamo subito con le caratteristiche fisiche e tecniche.
La nuova Xbox sul retro presenta tre porte USB 3.0 (una delle quali presumibilmente verrà usata dal Kinect 2.0) una porta HDMI in uscita con supporto agli standard 1.4 (anche 3D) e il nuovissimo 4K; un uscita digitale per l'audio, con supporto al 5.1 e al 7.1. Purtroppo non sono riuscito a capire quali protocolli supporterà, se DTS, Dolby Digital etc.. ma voglio dare per scontato che questi standard siano tutti supportati. Infine una porta HDMI-in che permetterà alla console di essere connessa con altri dispositivi (non si capisce onestamente a che scopo, ma è possibile immaginare la possibilità di integrare Xbox One ad altri sistemi multimediali).

Fin qui niente di particolare se non un generale upgrade rispetto alla vecchia piattaforma (conturbante in tutta onesta la porta HDMI-in).

Ah già..dimenticavo, la porta Ethernet da 1Gb; ma la cosa interessante riguarda il nuovo supporto Wi-Fi che è composta da ben tre antenne WiFi con supporto b/g/n e con il supporto WiFi Direct per tutti i dispositivi che supportano questo tipo di connessione (molti Smartphone Android ad esempio) compreso i nuovi Pad Xbox One.

La console sarà fornita con un HDD interno da ben 500 gbyte..ovviamente si sta parlando della versione "deluxe" di Xbox One, e di un lettore combo Bluray/DVD.. ebbene si, finalmente Xbox One avrà il supporto al Blu Ray.. per buona pace di Sony che guadagnerà un monte di soldi di royality...
Ora qui viene il primo punto negativo... l'HDD interno non sarà rimuovibile! Quindi una volta riempito sarà necessario svuotarlo o mantenerlo pulito! E occorre considerare che il disco di Xbox One tenderà a riempirsi molto rapidamente visto che utilizzerà la full installation di tutti i giochi (che a questo giro saranno forniti su Blu ray e quindi presumibilmente occuperanno molto spazio su disco...ma di questo ne parleremo più avanti). Microsoft comunque ha assicurato subito i "contestatori" dichiarando che le tre porte USB saranno in grado di collegare HDD esterni e Xbox One li potrà utilizzare per salvare i vari contenuti. Onestamente non si capisce se questa possibilità è senza limitazioni, o se sarà possibile copiare tutto.

E ora veniamo al pezzo forte delle specifiche tecniche... oddio aspetto forte... questione di punti di vista.
Partiamo dalla CPU, la CPU è di produzione AMD che ha scelto una soluzione SoC creando un processore OctaCore.. MS non ha dato grosse specifiche ma potrebbe forse trattarsi della stessa piattaforma utilizzata per la CPU della PS4..
Ecco la prima cosa che mi ha lasciato veramente perplesso... perché usare una soluzione SoC ?? sono impazziti? Per spiegare meglio, la soluzione SoC indica che in un solo Chip è stato integrato CPU e GPU!!! queste sono soluzioni che portano come vantaggio un elevata integrazione (riduzione dello spazio) e riduzione dei consumi, a fronte però di una diminuzione delle prestazioni (a parità di clock e di struttura delle CPU e GPU). La CPU avrà una memoria interna di ben 32Mb ESRAM (memorie estremamente veloci) che renderebbe la comunicazione tra CPU e GPU molto rapida, questa cosa la trovo geniale come scelta.
E a proposito di GPU, purtroppo la GPU di produzione sempre AMD si pone a metà strada tra le 7770 e le 7790... ebbene dopo questa ufficiale dichiarazione si può evincere che la nuova Xbox One è di fatto nata vecchia, quella serie di schede video risulta essere già datata (è di due anni fa).. trovarsela su una console next gen effettivamente ti lascia piuttosto di stucco... E qui onestamente non ne capisco il motivo, quando uscì la 360, microsoft inserì dentro la scheda video più potente in commercio in quel momento (la ATI X1900) e di fatto gli ha permesso di dare giochi di altissima qualità che superavano, nei primi 4 anni di vita, addirittura la controparte PC che, notoriamente, sono sempre alle prese con problemi di ottimizzazioni impossibili etc etc...
Microsoft non ha fatto dichiarazioni precise sul processo produttivo.. onestamente spero si tratti di 28 nm trattandosi di un architettura SoC..ma alcune riviste del settore asseriscono che il processo produttivo sia di 40nm...spero proprio di no, vorrebbe dire ritrovarsi con problemi di surriscaldamento e consumi alti...Ripeto, onestamente, credo che il processo produttivo sia di 28 nm.
Per quanto riguarda la RAM, MS ha adottato una scelta diversa da Sony. La Xbox One avrà 8Gbyte di RAM DDR3..perché DD3 e non DDR5? Perché la RAM così sarà molto più flessibile. Questo secondo me è un'ottima scelta..purtroppo però quasi 3 Gbyte saranno occupate dai sistemi operativi, quindi in realtà solo 5 saranno a disposizione dei programmatori... certo 5 sono 5 volte tanto la vecchia quantità di ram di 360... però molte software house già da tre anni auspicavano il passaggio a 8 gbyte (effettive) di ram per le console next gen...

La console, il software
Il sistema operativo di Xbox One è una custom di Windows 8, in particolare la nuova Xbox avrDDr3à tre sistemi operativi che saranno sempre attivi , un sistema è dedicato ai videogiochi, uno è dedicato alla gestione multimediale generale (film, musica, web, etc...) ed il terzo si occupa della comunicazione dei primi due. L'obiettivo di MS è quello di permettere un integrazione dei sistemi multimediali con quelli di gioco. Per fare un esempio semplice, sarà possibile giocare al nostro videogioco preferito e contemporaneamente videochattare tramite skype con un amico (magari uno che è in game con noi), il tutto con un perfetto multitasking e senza lag.
Microsoft ha sottolineato molto quest'aspetto del NOLAG..io ho qualche dubbio dettato dal fatto che su un singolo processore verranno fatti girare tre sistemi operativi più il gioco, più gli altri software multimediali...mah...
Ed ecco un'altro tuffo al cuore... la Xbox One NON sarà retrocompatibile con i giochi della 360 ne con i relativi Live Arcade! Tant'è che nello store di Xbox One quei titoli non saranno disponibili.
Questa cosa è estremamente negativa secondo me, perché molti videogiocatori  (come me) avrebbero potuto rivendere la vecchia 360 al fine di recuperare un po di soldi per comprare a meno la nuova Xbox... A differenza di Sony, che ha promesso un sistema per giocare comunque ai vecchi titoli (per quanto non si capisca bene come), Microsoft ha escluso un qualsiasi sistema di retrocompatibilità via software...
brutta cosa questa...
Ma veniamo ora alla gestione dei giochi... come accennato prima la nuova Xbox permetterà la full installation del gioco.. attenzione, questa funzione non è come quella della 360, ma è molto più simile a come funziona un pc. Il gioco verrà interamente installato sull'HDD interno, a quel punto non verrà più richiesto il disco ma il gioco partirà interamente dall'HDD
Questo secondo me è un vero passo in avanti soprattutto per le produzioni più corpose che potrebbero richiedere più dischi, l'utente non si dovrà più preoccupare di cambi continui del disco.
Attenzione però perché microsoft ha implementato un nuovo sistema di protezione per i giochi, il funzionamento è più o meno il seguente: una volta installato il gioco verrà legato ad un codice dell'account Xbox Live. Questo comporta alcune conseguenze interessanti. Se io volessi andare da un amico per giocare ad un gioco che è registrato sul mio account, io potrò portare il mio disco, installare il gioco sulla console del compagno ed usare il mio account su quella macchina per abilitare il gioco. Una volta però che me ne andrò via il gioco (che sarà stato installato su quella console) non sarà più eseguibile, previo l'acquisto da parte dell'amico, di un nuovo codice di sblocco.
Questo da un lato mostra una funzione molto interessante che fa intendere come la nuova Xbox non vuole più basarsi sui classici supporti fisici (DVD/BR) ma quest'ultimi saranno usati solo temporaneamente giusto per l'installazione e il trasporto del gioco. Purtroppo però l'uso di questo sistema implica anche che per poter acquistare un gioco usato, l'utente deve prendere in considerazione l'idea di dover pagare MS per acquistare un codice di sblocco e poter giocare al gioco usato..questo secondo me avrà ripercussioni molto negativi nella compra-vendita di giochi usati che, ci tengo a sottolineare, è stata fino ad ora una delle caratteristiche peculiari dell'uso delle console da gioco. Questo sistema di codici non sono equiparabili al classico Season Pass attuale (che riguarda solo l'aspetto online del gioco), il nuovo sistema di codici servirà per accedere all'intero videogioco in questione.
Negativo..molto negativo...

Il Kinect 2.0 e Smart Glass
sul kinect 2.0 non c'è molto da dire, sarà fornito di default nella versione deluxe della console; e sarà molto più potente dell'attuale kinect. In generale sarà sempre attivo anche quando la console è spenta, e attraverso il kinect noi potremo comandare totalmente la console. Il nuovo Kinect è in grado di elaborare immagini full hd e rileverà con molta più precisione il nostro corpo, MS asserisce che riesce addirittura a gestire il movimento di polsi e pollici...
Inoltre i nuovi sensori saranno in grado di rilevare i movimenti anche se ci si posizione molto vicino al televisore, oltre a gestire meglio la posizione del corpo nella profondità della stanza.
Kinect sarà, insieme a Smart Glass, il principale controller della console, quanto meno per quanto riguarda le funzionalità multimediali e la navigazione nella dashboard.
SmartGlass verrà ulteriormente potenziato e sarà possibile gestire più profondamente la console usando il proprio tablet o smartphone. Onestamente non ho capito se SmartGlass verrà in qualche modo implementato anche nei giochi

Il Nuovo Pad
Il nuovo pad secondo me è veramente figo! è stato ridisegnato e, pur mantenendo un form factor del tutto simile al precedente, sono state implementate diverse accortezze in particolare hanno finalmente messo un D-Pad a croce che dovrebbe rendere i picchiaduro molto più giocabili, è vero che la posizione rimane a mi avviso scomoda per i picchiaduro, ma l'uso della croce secondo me renderebbe la giocabiltà di questi giochi decisamente migliore.
I grilletti sono stati ridisegnati con un nuovo sistema di feedback per poter rendere più preciso il loro utilizzo.
I due stick analogici ora hanno un escursione più ampia.

E' bene sottolineare che il vecchi pad della 360 NON saranno compatibili con Xbox One
.. negativa anche questa cosa purtroppo.

I giochi
Hanno fatto vedere diversi trailer e grafica in game e devo dire di essere rimasto veramente sbalordito..in particolare mi hanno fatto impazzire l'esclusiva Forza Motorsport 5 e COD Ghost.. in particolare COD Ghost presenta una grafica che non avevo mai visto prima su una console e sinceramente non avevo visto neppure sul PC..ora è vero che finché non si potrà toccare con mano il sistema sarà difficile trarre conclusioni ma così a primo acchito la grafica del nuovo COD è risultata più bella, ricca e profonda di quella di Battlefield 3..su PC!!!
Questo anche perché sembra che la nuova Xbox sarà in grado di far girare i giochi nativamente a 1080p reali e senza il minimo tentennamento...

Quando uscirà?
Microsoft ha dichiarato che il sistema uscirà per natale di quest'anno... molti non credono a questa affermazione ma onestamente sapendo che COD Ghost sarà presente alla LineUp e che il gioco uscirà su tutte le piattaforme a Novembre, fa ben sperare che la data di Dicembre possa essere piuttosto realistica. Purtroppo non si sa niente sul prezzo ma mi vien da pensare che la versione deluxe possa venire sui 600 euro.

Conclusioni
Che dire... dopo la presentazione ufficiale devo dire di essere rimasto un po deluso, speravo in scelte tecniche diverse e l'architettura hardware per come è stata presentata mi fa pensare ad un qualcosa di vecchio.. forse mi sbaglio, in fondo su console tutto si gioca sull'ottimizzazione software, però certe scelte (vedi la non retrocompatibilità o l'impossibilità di vendere e comprare gli usati) le trovo piuttosto discutibili... Non so se la comprerò onestamente..o quanto meno non so se la prenderò al day one...
e voi?

Pro
+ Giochi nativi in 1080p
+ Integrazione tra servizi e dispositivi
+ Il nuovo pad è favoloso, sulla carta il migliore che abbia mai visto
+ Sistema operativo "no-lag" (almeno sulla carta)
+ Bluray
+ 8 Gb di RAM e 32 ESRAM

 Contro
- Architettura SoC di dubbia utilità
- Dubbi sul processo produttivo
- Sistema a tre sistemi operativi troppo pesanti
- Mancata retrocompatibilità hardware e software
- Codice di sblocco da acquistare obbligatoriamente per i giochi usati
- GPU vecchia




mercoledì 22 maggio 2013

Altre piccole news veloci sul mondo Google

Volevo scrivere altri approfondimenti sulle novità del Google I/O, ma la presentazione di Xbox One di ieri ha distolto decisamente i miei pensieri e quindi sto preparando un articolino su questa nuova Xbox... ma nel frattempo una news al volo su Google

Ieri sono stati aggiornati ulteriormente le nuove app, come G+, Google Music e Google Now.

G+, sia iOS che Android che su Desktop, è stato ulteriormente migliorato. La sezione riguardante la gestione delle foto è stata rifinita ed ora è possibile fare molte più manipolazioni sulle nostre foto. In generale la velocità della versione mobile (ho provato solo quella per Android) è decisamente migliorata.

Google Music è stato migliorato ulteriormente, bug fixes in generale.
Ricordo che con il nuovo Google Now, oltre ad una rivisitazione generale dell'interfaccia, ho notato alcune funzionalità sullo Streaming. In particolare un'opzione che impedisce lo streaming se non in WiFi, e l'altra opzione riguarda la qualità in streaming. Se ho capito bene questo riguarda la possibilità di fare streaming con la massima qualità e questo dovrebbe riguardare anche nel caso si connettesse il telefono ad un ricevitore via BT o Wi-Fi. Nei prossimi giorni farò una prova connettendolo allo stereo della macchina.

Google Now è stato aggiornato e adesso sono tornati i comandi vocali in italiano! Adesso si possono lanciare le app, ascoltare musica, impostare un evento , navigare, chiedere il meteo, mandare sms con la voce in italiano. Ho già fatto alcune prove e mi sembra funzionare piuttosto bene!

martedì 21 maggio 2013

G+ si aggiorna ancora e su Hangouts altre novità!

Google non ha fatto in tempo a rilasciare G+ ed Hangouts nuovi che già ci deliziano di aggiornamenti ulteriori!

G+ è stato aggiornato sia su Chrome/Desktop che su Android / iOS; la sezione foto è stata ridisegnata totalmente ed ora l'interfaccia è molto più pulita e inoltre sono state rese disponibili nuove funzionalità avanzate per la gestione delle foto (filtri, correzione, editing etc..).

Su Hangouts Google ha dichiarato che a breve sarà compatibile anche con il servizio Google Voice che, ricordiamolo, è stato disattivato due giorni fa e che purtroppo ancora in Italia tarda ad arrivare

lunedì 20 maggio 2013

Google I/O 2013... un Keynote così ricco non l'avevo mai visto!!!!

Ieri si è tenuto il Keynote di Google.. ed è stata una cosa elettrizzante!
Non fraintendetemi, non sono un esaltato pro-google a tutti i costi ma onestamente devo ammettere che la compagnia di MontainView ha lavorato alla grande in questi ultimi 3 anni, riuscendo a mio avviso a recuperare il passo segnato da Apple e a superarla alla grande (nell'ultimo anno Google ha secondo me stra-battuto Apple in termini di nuovi servizi sia sul fronte android che su quello cloud).

Cercherò ora di elencare nel dettaglio le novità presentate in vari post, per ora facciamo un focus su:

Google + e Google Hangouts
Google + e Google Hangouts hanno subito un totale restyling: adesso Google + presenta un organizzazione sicuramente più efficace, con la possibilità di spostarsi velocemente tra le varie cerchie ed anche il postare una nuova foto o un nuovo messattio è diventato decisamente più semplice.
Le varie sezioni di G+ adesso sono a scomparsa lasciando molto più spazio per vedere i vari post di amici, etc etc...
Sono state rifinite anche le altre sezioni di G+, dalla sezione di gestione delle foto ad Hangouts.

Ed è proprio qui che voglio porre l'attenzione, ovvero su Hangouts, con questa versione Google ha mandato in pensione l'ormai vetusto Google Tools e ha unificato il suo sistema di messaggistica.

Su G+ la grafica è stata ritoccata ma rimane piuttosto familiare a chi aveva già provato le Google Hangouts. La vera novità sta nelle App che big G ha realizzato per Chrome, iOS e Android.
Su Android Hangouts sostituisce completamente Google Talk, su iOS (dove GTalk non esisteva) è apparso come App mentre su Chrome appare come estensione che si integra a sua volta con il proprio desktop (mac, linux e windows!)
Tutto si integra a questo punto, è possibile chattare con i propri amici indipendentemente dalla piattaforma che stiamo utilizzando, le notifiche vengono centralizzate (quindi addio alle ridondanze di notifiche che avvenivano con Gtalk e che avvengono tutt'ora quando si usa software tipo Skype). Alcune cose sono state modificate, ad esempio non esiste più la possibilità di impostare lo status invisible o away, in pratica adesso siamo Online (se il cellulare è connesso) o OffLine (se il cellulare è spento o disconnesso).
E' possibile comunque disabilitare temporaneamente le notifiche sonore e vibranti, nel caso non si voglia essere disturbati.

Hangouts permette anche di telefonare e videochiamare fino a 10 interlocutori! Il sistema è molto efficiente visto che la qualità rimane piuttosto buona anche con connessione 3G!
Ovviamente è possibile condividere foto, filmati etc. Su Android (e per ora solo su Android) il sistema si integra con la rubrica riuscendo a gestire anche gli utenti che hanno il semplice numero telefonico. Purtroppo su iOS è possibile usare Hangouts solo con chi ha già un account google attivo (G+, Gmail, o qualsiasi altro servizio google).

Devo dire che il nuovo Hangouts si presente come un'alternativa decisamente interessante rispetto a blasonati sistemi come whatsup e skype... il tutto funziona bene ed è molto stabile!


lunedì 13 maggio 2013

Alan Wake, una vera sorpresa di gioco (PC)

In questo periodo sto riscoprendo molti giochi che non sono più di primo pelo, ed ora è il momento di Alan Wake. Un gioco che un tempo fu esclusiva Xbox ma che ora si trova anche su PC.

Il gioco è un Horror / Thriller  psicologico, guidato in terza persona (alla Silent Hill per intenderci). Noi interpretiamo il ruolo di Alan Wake, il protagonista del film..ehm..del gioco, uno scrittore di libri Horror che si trova a fare una gita di relax con la propria moglie Alice, in un posto non meglio definito degli States.

Improvvisamente si trova alle prese con uno strano mondo onirico, nel quale anime possedute e inquietanti cercano di avere la meglio su di noi; inizieremo un viaggio che va tra il mondo reale e quello onirico e gli intrecci tra questi due mondi saranno, via via che si prosegue con la storia, mescolati fino a non capire più dove finisce uno e dove inizia l'altro...

Il nostro obiettivo sarà capire cosa è successo ad Alice e allo stesso tempo provare la nostra innocenza davanti alla polizia che ci crede assassini di nostra moglie. Gli avvenimenti sono carichi di tensione e sono montati come in un film da block buster, molti sono i colpi di scena e spesso è la sensazione oppressiva di solitudine che ci attanaglia per quasi tutto il gioco a catturare tutta la nostra attenzione.

L'intera storia è ben strutturata ed è suddivisa in capitoli con tanto di "scena finale", "scene del 'prossimo episodio'" e titoli di coda con tanto di sigla; si il tutto ha un non so che di Serial TV horror e devo dire che la cosa è piuttosto originale come presentazione!
Così come è originale il metodo di combattimento, Alan Wake può sconfiggere queste possessioni solo accecandoli con la luce di una torcia (o di qualsiasi altro oggetto ad uopo che si possono trovare lungo i vari percorsi), solo così le presenze diventeranno vulnerabili ai proiettili...oddio a dire la verità il primo Luigi mansion aveva introdotto questa idea, anche se in una versione sicuramente piu fumettosa e giocosa. Questa cosa ci pone in una sorta di continua precarietà visto che i colpi di pistola non saranno tantissimi (specie se giocato ai livelli più difficili) e dovremo spesso ricorrere alla fuga compulsiva piuttosto che agli scontri a viso aperto!
Tutto questo fa tornare alla mente quando noi ci troviamo alle prese di incubi veri e tentiamo di scappare il più lontano possibile senza però riuscirci, in maniera analoga Alan non potrà correre all'infinito ma anzi in molti momenti i suoi movimenti risulteranno legati, impacciati..proprio come accade quando noi sogniamo!

Il gioco contiene qualche piccolo (e fin troppo semplice a dir la verità ) enigma da risolvere, mentre il modo di avanzamento del gioco è piuttosto scriptato, non vi sono infatti scelte multiple nell'avanzamento delle varie aree, tutto scorre praticamente su dei binari dove le poche varianti riguardano l'accesso ad aree contenenti oggetti extra e indizi aggiuntivi.

Questi difetti comunque non ledono la realizzazione generale del gioco che rimane a mio avviso di altissimo livello.

Grafica, Sonoro e realizzazione tecnica
Dal punto di vista tecnico il gioco è fatto veramente bene, le musiche sono molto azzeccate e anche i doppiaggi sono decisamente buoni (a parte qualche sbavatura sporadica), bellissimi i tanti riferimenti al mondo horror / giallo conosciuto!
Graficamente eccelso con un ottimo level design che raramente delude, texture fatte benissimo, giochi di luce ed ombra veramente ben realizzati. Su PC di fascia alta è possibile godere di un DX10 completo. A livello di prestazioni se giocato al massimo dei dettagli, su un sistema dual GPU (Nvidia Serie 570) e un i5 (occato a 4.5 Ghz)  con 8 gbyte di ram si riesce a giocare con un FPS di 70-100, ottimo quindi al livello di fluidità e con l'assenza assoluta di lag.

Conclusioni
da prendere al volo, su Steam si trova a prezzi decisamente stracciati (nei negozi invece si può trovare la versione deluxe ad un prezzo di circa 24 euro).

giovedì 9 maggio 2013

Asphalt 7 - Heat - Conclusioni (Android)

Dopo molte ore (circa 30 ) di gioco ho completato Asphalt 7 concludendo tutte le gare a tre stelle, svariate gare online e gli eventi speciali. Onestamente mi manca ancora qualche auto da comprare e il raggiungimento del livello massimo (80). Però effettivamente il grosso del gioco è stato sviscerato e completato.

Che dire, Asphalt 7 è molto interessante come gioco "mordi e fuggi". Perfetto quando si ha un buco di tempo dato che una gara la si può fare in una manciata di minuti.

Il gioco, come ampiamente spiegato a suo tempo nella recensione, non è molto diverso dal precedente titolo, molto bello graficamente soprattutto se fatto girare su dispositivi Android di fascia alta.
Purtroppo a volte affetto da bug di lag nei controlli che rendono l'esito di una gara un po incerta e casuale... bug che comunque si presentano molto sporadicamente.

Il vero lato negativo secondo me sta nella gestione e nelle interazioni delle auto con le tipologie di gare. Purtroppo le gare sono aperte a tutte le auto (ovviamente divise però per categoria) e in generale se si ha l'auto più "forte" si vince sicuramente... questo rende il gioco affetto da un problema di flessione di interesse nelle ore più avanzate.. secondo me sarebbe stato meglio prevedere gare "bloccate" solo su certi modelli, piuttosto che con certi potenziamenti, ma si sa Asphalt in generale è stato sempre un gioco molto Arcade e poco "manageriale", anche se ad essere sinceri, nei primi due capitoli (lontano N-Gage!) questo aspetto era un po più curato.

Se messo a confronto con Real Racing 3, Asphalt ne esce a pezzi ma è anche vero che Real Racing 3 richiede un hardware decisamente potente per poter girare (Asphalt scalando parecchio riesce a girare anche su dispositivi mono core). E' anche vero che Real Racing 3 è un gioco più "manageriale e simulativo" diciamo la versione mobile di giochi come GT e Forza Motorsport...
Però si potrebbe confrontare Asphalt 7 con un altro gioco molto arcade quale Need for Speed Most Wanted.. Asphalt 7 è molto curato ma fa sentire il suo "tempo" rispetto ai modelli di giochi un po più recenti.

Detto questo, Asphalt 7 è un gioco gradevole, costa pochissimo (79 cent) e può essere giocato senza ricorrere agli acquisti in-app di cui è dotato.

Nota negativa invece riguarda il sistema di gioco online, purtroppo le gare sono affette da grossi (ma veramente grossi) problemi di LAG che di fatto rendono le partite piuttosto casuali.. un vero peccato.

Per concludere confermo il mio giudizio nella recensione; un gioco molto buono, sicuramente superiore alla media che manca di poco l'obiettivo dell'eccellenza.