La mia collezione

gamecard

lunedì 12 novembre 2012

Recensione: Halo 4 (Xbox 360)

Eh si si si! Halo 4 è uscito e come molti di voi sanno, ero all'inizio piuttosto scettico su questa uscita e invece..invece mi sono veramente dovuto ricredere.. Ci sto giocando dal giorno di uscita ed è già diventata una mezza droga in grado di tenermi lontano da BF3... già già

Ma andiamo con ordine, ed ecco a voi la mia recensione personale di Halo 4.

La Storia
Non spoilerò niente promesso! Detto questo Halo 4 inizia proprio dove finisce il 3..anzi circa 4 anni dopo, Master Chief viene risvegliato da Cortana perché sembra che finalmente l'astronave alla deriva dove ci siamo ritrovati alla fine del terzo capitolo, si è imbattuta con una flotta di Coventant...
Da qui in poi NON vi dirò niente perché è tutta una sorpresa! (anche se su Internet di spoiler ce ne sono in abbondanza!!!)
Ci troveremo all'inizio di una nuova trilogia, e questa volta torneremo a guidare Master Chief..quindi niente prequel alla Reach e niente spinoff alla ODST.. qui si torna a trottare il vero Halo!
La storia, al punto in cui sono arrivato (circa il 30% dell'intera avventura) è veramente avvincente e da questo punto di vista la 343 ha fatto un ottimo lavoro. Lo spessore dei personaggi principali, gli avvenimenti e i colpi di scena sono realizzati con grande cura, niente a che vedere con la prima trilogia che, se si eccettua il terzo capitolo, di storia non offre un granché. Diciamo che se Reach è considerato un capitolo con una storia profonda e avvincente, Halo 4 bissa alla grande!
La cosa bella è che sono riusciti a collegare perfettamente tutti gli avvenimenti passati e presenti inserendoli perfettamente in quella che ormai è divenuto un universo.

La Campagna, la IA e il Coop
La campagna in solitario si presenta come un classico Halo, ci si sposta in ambientazioni molto evocative passando da situazioni piuttosto varie per quanto la progressione rimanga piuttosto lineare come nei vecchi Halo. Nonostante ciò, molte sono le situazioni dove avremo la completa libertà di strategia e azione, di fatto potremo affrontare le situazioni seguendo strategie diverse a seconda se giochiamo da soli o in coop.
La campagna può essere fatta in solitaria o in coop un pò come in Reach ed ODST, ovviamente in coop da il meglio di se, nel senso che è possibile mettere in piedi strategie piuttosto complesse ed esaltanti (soprattutto se i giocatori sono veterani di Halo!).
La IA è stata migliorata e ora i nemici ricordano la nostra posizione e verranno a cercarci a volte utilizzando strategie diverse; non si arriva a livelli eccelsi come BF3 dove i nemici attuano anche complesse strategie cooperative, però adesso non si è mai totalmente al sicuro se nascosti dietro ad un riparo e saremo costretti sempre a muoverci e a ragionare "velocemente"!
Il livello di difficoltà purtroppo non è elevato, e questo è una nota piuttosto dolente... Halo ha sempre sofferto di un non perfetto bilanciamento nel livello di difficoltà, di solito il livello Leggendario era gestibile solo in coop mentre quello Eroico era affrontabile in singolo ma risultava troppo banale.
Secondo me hanno abbassato il livello di difficoltà generale, di fatto non sto trovando particolari problemi nell'affrontare la campagna in Leggendario da solo.. Tanto per darvi un idea, sto giocando parallelamente in Leggendario singolo e coop e sono su entrambi all'inizio del capitolo 4..ebbene in singolo per fare i primi tre capitoli ho impiegato circa 3 ore di gioco effettivo (poco più di un ora a capitolo) mentre per fare i soliti tre capitoli in coop ho impiegato un ora mezzo circa... Insomma rispetto ai precedenti mi pare che sia molto più semplice!
Altra nota dolente è la lunghezza della campagna, ridotta in questo Halo a soli 8 capitoli! Mmmm ho paura che abbiano dato molta più importanza agli Spartan Ops che alla Campagna principale..ad ogni modo la campagna rimane, dal punto di vista dello storyboard, veramente avvincente!

Gameplay
Il gameplay è sostanzialmente rimasto il solito di Reach ma con diverse limature e miglioramenti, diciamo che Halo 4 può essere definito come "il miglior Halo di sempre" (per fare una citazione "eccelsa"). Adesso finalmente è possibile avere un tasto dedicato ad acquattare il proprio personaggio inoltre hanno aumentato il numero di armi e di potenziamenti armatura, aggiungendo sia nuove armi covenant e terrestri sia il nuovo arsenale dei precursori (alcune armi dei precursori sono veramente spettacolari!)
Anche i veicoli sono stati aggiornati con alcune chicche nuove come un nuovo Mech terrestre veramente interessante!
La disposizione dei tasti ha subito qualche limatura e secondo me è migliorato da molti punti di vista, purtroppo hanno anche migliorato l'auto AIM...rendendo forse troppo semplice mirare, ma del resto si sa che col PAD mirare è sempre un problema!

SpartanOps, Multiplay e Waypoint
L'aspetto più interesante di Halo 4 sta nel comparto multiplay, in pratica un'enorme evoluzione del vecchio Reach!
SpartanOps sono una serie di missioni cooperative un po' come avviene in tanti giochi attuali (vedi BF3) la cosa interessante delle SpartanOps, oltre ad una sorta di mini-storia correlata, è il fatto che 343 rilascerà nuove missioni da scaricare (non si sa se a pagamento o meno) e se non erro già dalla prossima settimana ci saranno nuove SpartanOps disponibili!
Invece Giochi di Guerra è il classico Multiplay di Halo. Per tutte le modalità multiplay adesso è possibile utilizzare varie classi specializzate, all'inizio è abilitata solo la classe Spartan ma ve ne sono altre 7 da giocare (di cui 2 se non erro sono disponibili solo per coloro che hanno l'edizione limitata), ogni classe è a sua volta personalizzabile: è possibile scegliere fino a 5 dotazioni di armi (in pratica 5 configurazioni diverse) che è possibile scegliere all'inizio di ogni match le varie armi e potenziamenti armature si possono acquistare spendendo "punti spartan" che si acquisiscono salendo di livello. Oltre alle armi e ai potenziamenti vi sono dei "pacchetti strategici" ogni dotazione ne può possedere due e sono abilità aggiuntive come munizioni aumentate o "corsa infinita".
La crescita di livello permette anche di sbloccare vari elementi nuovi per personalizzare il proprio Alter ego un po' come avveniva su Reach.
Oltre a queste chicche si ritrovano la Fucina e la modalità cinema già viste nei precedenti capitoli della saga.
In Halo 4 i punti esperienza si possono fare anche durante la campagna, vi saranno di volta in volta proposti vari obiettivi (tipo finire una missione entro un certo limite di tempo etc etc) che ci permetteranno di acquisire nuovi punti esperienza!
A completare il tutto vi è una rinnovata integrazione con Halo Waypoint, durante la campagna ci imbatteremo ad esempio in alcuni terminali che sbloccheranno dei filmati in Halo Waypoint, questi filmati daranno elementi aggiuntivi alla trama di Halo 4.

Grafica e suono
Il sonoro in Halo 4 non è male, non si toccano le vette raggiunte dai precedenti capitoli (in particolare Halo 2 che per me rimane quello con le migliori colonne sonore) il doppiaggio in italiano è realizzato piuttosto bene ma purtroppo si possono notare degli sfasamenti con il video..peccato!
Diversa invece è la situazione grafica, qui Halo 4 si mostra alla grande! Decisamente migliore rispetto a tutti i vecchi capitoli, le ambientazioni sono molto ricche, i fondali soprattutto sono realizzati in maniera magistrale (anche nelle arene multiplay!!!) il numero di poligoni e la realizzazione degli spartan e dei nemici è veramente impeccabile rendendoli molto credibili, anche il design delle armi ha subito non pochi miglioramenti.
Le texture rimangono forse un po' troppo "semplici" ma si inseriscono perfettamente nel contesto ambientale del gioco. La cosa che più mi ha lasciato a bocca aperta sono stati gli effetti di luce e i riflessi realizzati in maniera molto dettagliata. Tutto questo po' po' di roba è stata realizzata mantenendo un frame rate elevatissimo, il gioco infatti viaggia in fluidamente senza mai avere momenti di incertezze! nemmeno nei momenti più concitati!
Certo le ambientazioni non sono interattive, gli edifici non si possono distruggere (salvo qualche raro blocco/riparo sparso in qua e la) e questo fa un po' storcere il naso, ma rimane cmq fedele alla linea di Halo, onestamente però su questa cosa mi aspettavo qualcosina di più.

Confezione ed extra
Una nota di merito a parte va alla dotazione in edizione limitata, la confezione ben realizzata e ai gadget presenti veramente ben curati e ricchi di particolari che, come avvenne anche in Reach, aiuta ad approfondire alcuni aspetti della storia principale!
Il gioco si presenta in due dischi (il primo solo per la campagna e il secondo per tutte le modalità online) ma Halo 4 sfrutta il nuovo sistema di installazione di Xbox, ovvero si installa solo il primo disco e poi solo dall'interno del gioco si installa il secondo creando di fatto su HDD un unica area virtuale del gioco e funzionando tranquillamente con un solo disco senza dover richiedere cambi durante la campagna o durante le sessioni multiplay

Conclusione
Da prendere al volo, è un ottimo gioco e lo consiglio a tutti in quanto è forse l'ultimo gioco (insieme a BF3 e GOW3) con la G maiuscola che potremo godere su questa 360!




Posta un commento