La mia collezione

gamecard

lunedì 1 ottobre 2012

Recensione Tekken Tag Tournament 2 (Xbox)

Ed eccomi qua di nuovo alle prese con una personalissima recensione.. questa volta sotto la lente di ingrandimento porrò Tekken Tag Tournament 2 della Namco.
Che dire, Tekken è considerato da molti (e dal sottoscritto) un caposaldo dei picchiaduro "moderni" e punto di riferimento del genere.
Al di là delle varie guerre di religione DOA vs Tekken vs Virtua Fighter (no non ho messo Street Fighter IV volutamente, quello è una cosa a se...), Tekken è un titolo che ha una sua storia e una filosofia implementata con costanza in tutto il suo ciclo di vita (se si esclude il quarto capitolo...).

TTT2 è il seguito di uno "spinoff" di Tekken che uscì ormai una decina di anni fa durante i primissimi periodi della PS2. Tekken Tag presentava un gioco basato sulle meccaniche di Tekdken 3 (forse il migliore e imbattuto tekken di tutti i tempi) proponendo però il roadster completo di personaggi di tutta la saga (più alcune new entries) con in più la possibilità di giocare con due personaggi contro  un'altra coppia di combattenti, con la possibilità di intercambiarli durante il match.

L'idea era geniale anche se non innovativa e serviva a mio avviso per contrastare DOA2 che propose oltre al tag, tutta una serie di novità che di fatto offuscarono lo strapotere della saga Namco.

Purtroppo TTT non centrò il bersaglio, propose un motore grafico per niente migliorato e si portava dietro tutta una serie di limitazioni delle precedenti versioni che evidenziavano la "vecchiaia" accumulata dal titolo, la tag si limitava agli scambi o poco più e i match si svolgevano sulle vetuste arene "inifnite" di Tekken.

Ebbene Tekken si evolse (o Namco tentò con risultati alternati) dal quarto capitolo in poi...personalmente reputo il quarto capitolo il più innovativo Tekken degli ultimi 8 anni, ma ammetto che con Tekken 6 la saga abbia raggiunto un certo stadio evolutivo tale da renderla ancora oggi una delle migliori serie di combattimento mai avute nella storia dei videogiochi.

TTT2 sfrutta quanto fatto in Tekken 6 aggiungendo altri miglioramenti e reintroducendo la Tag riuscendo secondo me a tirare fuori un prodotto veramente bello e degno di essere posseduto da tutti gli amanti dei picchiaduro.

Dopo questo "piccolo" preambolo eccoci davanti al nuovo TTT2, che sembra tornare un pò alle origine proponendo come core principale il gioco "arcade" a scontri..niente più pseudo avventure, niente di così "futile" semplicemente si sceglie la propria coppia di personaggi (oppure se si vuole è possibile giocare senza compagno) e ci si butta in una serie di scontri (7 pi i tre finali per un totale di 10) dove alla fine dei quali si potrà sbloccare e assistere ad una sorta di "finale" dedicato ai personaggi utilizzati.
Detta così sembra di essere tornati indietro nel tempo dato che non vi sono intro, non vi sono storie particolari (se non il classico Torneo dell'Iron Fist dove i vari personaggi, per i motivi più disparati, si ritroveranno insieme a contendersi il primo premio).
Devo ammettere però che Namco ha curato molto tutto il contorno, partendo innanzitutto dal motore grafico, ancora migliorato rispetto al Tekken 6, e da una serie di accortezze quali le arene interattive che finalmente possono essere distrutte per rivelare altre aree dove continuare a combattere.
Anche i cambi di Tag sono stati migliorati e ora è possibile fare assalti tag, prese tag etc etc e, come è per DOA, anche in TTT2 a seconda dei personaggi scelti gli assalti tag possono cambiare rendendo molto vario la scelta strategica dei personaggi.

TTT on line
Ma uno dei punti forti di TTT2 è l'on line, come per Tekken 6, TTT2 si basa molto sugli scontri online che servono per accumulare esperienza e far crescere il grado dei propri personaggi. Ogni personaggio ha infatti il suo livello di crescita che si otterranno via via che si conseguiranno vittorie. Questo livello è presente anche per la modalità offline ma è diviso da quella online (di fatto online e offline offrono due livelli di crescita differente).
Finalmente Namco ha lavorato molto bene sulla gestione dell'online che adesso risulta essere bello reattivo e permette un efficace ricerca dei contendenti sulla base del proprio livello attuale!
Una delle cose che più ho apprezzato è che in TTT2 mentre si aspetta che il sistema abbia scelto il nostro contendente, è possibile "allenarsi" contro un dummy provando tecniche e di fatto facendo "riscaldamento"..soprattutto non ci si annoia stando in attesa inermi! Un applauso a Namco per questo!

Le altre modalità
Anche se questo TTT2 presenta meno modalità e sottogiochi rispetto ai precedenti capitoli, fornisce comunque delle modalità alternative con il quale divertirsi.
Oltre alle classiche Team Battle mode, Survival mode e Time Attack mode, possiamo trovare la modalità fantasma che permette di fare una serie infinita di scontri ma utili a sbloccare vari oggetti (vedi sotto) e soprattutto i finali dei vari personaggi, oltre all'avanzamento dei loro livelli.

Il ritorno di Combot
Una menzione a parte si merita la modalità Laboratorio dove ci troveremo a utilizzare Combot con la "memoria" resettata e con pochissime mosse (quelle di base e basta)..attraverso una serie di capitoli che hanno lo scopo di spiegare al neofita di tekken, le sue maccaniche, ci troveremo a vincere degli scontri che ci faranno guadagnare punti esperienza e soldi con i quali acquistare e installare in Combot una serie di combo e mosse.
Di fatto potremo specializzare e personalizzare Combot con le mosse che vogliamo. Ricordo a tutti che Combot è un personaggio di Tekken 6 che presentava un mix di mosse prese da vari personaggi. Adesso Combot lo potremo personalizzare con le mosse che vogliamo "installare" creando il proprio Combot da utilizzare nelle battaglie online e offline !!!
L'idea è molto carina e funziona anche piuttosto bene, l'unico appunto è che le "missioni" sono numericamente poche e per portare avanti la personalizzazione di Combot saremo costretti a ripeterle un'infinità di volte...il mio timore è alla lunga la cosa possa stancare.
Un'altra pecca è che uno degli obiettivi principali di questa modalità, quella di insegnare ai neofiti come funziona Tekken, non è stato centrato in pieno dato che la modalità non spiega alcune cose importanti come gli assalti tag...

La personalizzazione
Vincendo gli scontri si guadagnano soldi, con i quali sarà possibile acquistare nuovi vestiti e accessori per il proprio personaggio. Sarà possibile creare fino a 5 personaggi customizzati per ogni combattente! La cosa più interessante è che alcuni accessori (anzi quasi tutti) sono "attivabili" durante il gioco e possono essere usati per eseguire delle mosse! Per esempio se equipaggiamo Paul con la pistola e premiamo Su + PS + CD potremo fargliela usare contro l'avversario!
Tutte queste personalizzazioni si possono usare sia offline che online e devo dire che la cosa è molto molto divertente!

I teKnicismi di Tekken
Tekken si è sempre distinto dagli altri giochi del genere per una filosofia estremamente tecnica dei combattimenti. In tekken abbiamo infatti un tasto per ogni "arto" (piu il tasto Tag in questo titolo) e tutte le varie combo tentano (in maniera spesso molto efficace) di proporre una simulazione reale con i tasti che sono necessari ad eseguire le suddette. Questo aspetto di Tekken mi ha sempre affascinato al punto che potrei definire tranquillamente il gioco come un "simulatore" di combattimento marziale.
Se a questo aggiungiamo il fatto che quasi tutti i personaggi (con delle eccezioni) hanno uno stile e delle combo tutte loro e che soprattutto il numero di mosse dei vari personaggi è numericamente elevatissimo (si può arrivare anche a 180 mosse diverse!!!), rende Tekken un gioco per molti ma non per tutti!
Intendiamoci, Tekken si può giocare anche a livelli bassi..ma al momento che ci si sposterà online, solo chi mastica da tempo pane e Tekken potrà godere a pieno questo titolo..insomma..è un titolo esagerato ma soprattutto per chi già è un Tekken-fan.. gli altri troveranno forse anche frustrante il gioco in alcuni momenti.

Suono e grafica
Il comparto Sonoro, per quanto divertente, non è all'altezza dei precedenti titoli..intendiamoci le musiche e gli effetti ambientali fanno la loro porca figura ma francamente preferivo le colonne sonore di Tekken 6..anzi se proprio devo dirla tutta le migliori colonne sonore rimangono ad appannaggio di Tekken 3 e 4...
La grafica invece è veramente ben curata in tutti i dettagli, il frame rate è sempre altissimo e non ho mai notato rallentamenti (se non online ma dovuto a problemi di lag di rete).
Il gioco è presente sia su 360 che su PS3, io personalmente ho preso la versione per 360 e devo dire che i colori sono forse resi meglio su PS3 (l'effetto su PS3, soprattutto dei filmati, sembra decisamente più bello) ma l'antialiasing e il framerate sono decisamente migliori su Xbox (la 360 si sa, sul fronte Antialiasing e frame rate ha una marcia in più grazie al mini-processore dedicato allo scaling che di fatto sgrava di questo compito la CPU).

E Yoshimitzu???
Chi comprerà le versioni normali del gioco noterà una grande assenza...Yoshimitzu... in realtà non è stato eliminato ma purtroppo è presente per ora solo per coloro che hanno acquistato la versione ultra da collezione!
La Namco ha dichiarato che la renderà più avanti disponibile a tutti come dlc a pagamento.
Chissà se con questa politica la Namco deciderà di creare e fornire nuovi personaggi...speriamo!

Confezioni
TTT2 si può trovare nella sua versione base e in due versioni da collezione: quella collector che presenta la steel box, il gioco, il Tekken movie (un film in CG fatto apposta per TTT molto bello), un cd con gli mp3 del gioco e un artbook ben fatto.
La versione ultra-collector (non ricordo come si chiama) contiene in più un action figure e i codici per avere due personaggi in più tra i quali Yoshimitzu appunto, confezione in tiratura limitata (in italia solo 800 esemplari)..inutile dire che io mi sono accaparrato questa versione :P

Conclusioni
TTT2 è un gran gioco, non rasenta la perfezione (ha ancora alcuni difetti da considerare) ma rimane una scelta obbligata se siete Tekken-fan oppure se siete alla ricerca di un bel picchiaduro tecnico e difficile e vi siete stancati di StreetFighter.
Se invece siete amanti dei picchiaduro ma non siete particolarmente fogati vi consiglio di attendere il nuovo Dead or Alive 5 che uscirà tra due mesi, di confrontarlo e poi decidere se prendere TTT2 o DOA5 (non vi preoccupate...DOA5 sarà già mio e cercherò di fare velocemente una recensione).


Posta un commento