La mia collezione

gamecard

giovedì 15 settembre 2011

Recensione: Deus EX Human Revolution (PC)

Salve miei cari bloggers, eccomi qui a esporre le mie impressioni su questo gioco a dir poco magnifico. Ormai ho accumulato già una quindicina di ore di gioco e posso quindi avere le idee molto chiare su questa ultima fatica SquareEnix.
La storia
Beh non voglio spoilerare in alcun modo e mi limiterò quindi all'essenziale. Il gioco è ambientato nel mondo di Cyberpunk (mmm ricordate Blade Runner, Running Man, Johnny Memonic, Nirvana, Robocop etc...?); un mondo futuristico (ma non troppo) fatto di corporazioni che guidano il mondo e di una tecnologia cibernetica piuttosto avanzata; l'uomo ha iniziato a modificare se stesso facendosi installare i cosiddetti "innesti" che ne potenziano le caratteristiche..perdendo però anche un pò la sua umanità.
Noi vestiamo i panni di un ex-poliziotto e che è diventato, a seguito di un incidente, un "potenziato" al servizio della Serif Industries (una delle più grosse compagnie di cibernetica). Saremo chiamati a investigare su alcuni accadimenti e contemporaneamente cercheremo di scoprire chi (e perché) ci ha quasi ucciso e soprattutto ha ucciso la nostra amata Megan.
Basta non vado avanti per non rovinare niente, vi dico solo che il gioco parte in una Detroit futuristica fatta veramente bene e soprattutto suggestiva...
Gameplay
Il gioco si presenta come un mix tra gioco di ruolo esplorativo (alla Fallout) e stealth game (alla Splinter Cell). Avanzando di livello possiamo migliorare in nostri "innesti" e aggiungerne dei nuovi; la scelta di un innesto piuttosto che un altro è dettato da come vogliamo far evolvere il nostro personaggio. Il sistema di gioco tiene in considerazione le nostre azioni e riesce a gestire ottimo ventaglio di situazioni e conseguenze. In ogni parte del gioco vi sono 3, 4 modi differenti di affrontare i vari ostacoli (possiamo lavorare stealth, oppure alla rambo, o alla ninja e cosi via). Occorre stare attenti a come ci muoviamo e se facciamo fuori qualcuno dobbiamo nasconderlo onde ad evitare che gli altri, trovandolo, diano l'allarme. Da questo punto di vista il gioco funziona in maniera del tutto simile a Metal Gear. In generale l'intelligenza artificiale è ben progettata anche se a volte i personaggi controllati dalla AI non si comportano in maniera egregia per la situazione in corso. Anche i dialoghi sono importanti e possono portare a conseguenze diverse a seconda di come ci poniamo davanti alle persone: se per esempio, vogliamo colloquiare dobbiamo ricordarci di riporre le armi, altrimenti le persone davanti a noi si impressioneranno e non risulteranno collaborative.
La parte dei combattimenti, per quanto sia solo una piccola parte del gioco, non è realizzata male..anzi; vi sono molte armi nel gioco e ogni arma si può potenziare combinandole con degli accessori aggiuntivi. Occorre stare attenti a come si opera sull'arsenale in quanto ogni modifica alle nostre armi non è reversibile. Ben fatta è la parte legata agli innesti, il nostro personaggio acquisirà con l'esperienza una serie di punti "Praxis" che possono essere spesi per acquistare degli innesti che ne aumentano le abilità e le potenzialità.
Il livello di personalizzazione è molto alto e in base a come evolviamo il nostro alter ego, ci troveremo a fronteggiare il gioco in maniera diversa. Personalmente adoro la parte di Hacking, di fatto un gioco nel gioco, per questa ragione sto spendendo quasi tutti i punti Praxis per migliorare le caratteristiche di intrusione informatica.
E a proposito dell'Hacking il gioco ricalca molto quello dettato dalle regole del gioco di ruolo di Cyberpunk, devo dire che è veramente accattivante..ma devo fare un inciso; le attività di Hacking tendono col tempo e diventare un pò ripetitive e, a meno che non siate veramente appassionati da questa materia, potrebbe dopo un pò non regalare più emozioni.
Grafica e sonoro Di solito in questa parte do sempre più importanza al comparto grafico che a quello sonoro, ma questa volta sarà diverso..se c'è una cosa che mi ha appassionato di DeusEx3 è proprio il sonoro..veramente ben fatto, anche con cuffie 5.1 si riesce a distinguere in maniera molto precisa e dettagliata la posizione delle sorgenti sonore. Inoltre gli effetti e soprattutto la musica di sottofondo ben accompagna tutte le fasi di gioco. Dal punto di vista grafico niente da dire, il gioco fa ricorso a diverse caratteristiche tipiche delle DX11 come il tassellation che rende gli ambienti fumosi molto realistici. Bellissimi anche gli effetti di luce. Gli ambienti sono molto ricchi e pieni di dettagli anche se dopo un pò tendono a ripetersi alcune ambientazioni minori. Purtroppo devo dire che, al contrario, gli omini non sono fatti così bene, i volti sono realizzati con una grafica troppo cartoonesca e troppo poco dettagliata, fatta eccezione dei personaggi e nemici principali e del nostro Jensen. Il gioco è stato sviluppato implementando un nuovo tipo di AntiAliasing di ATI (il gioco su PC è ottimizzato per macchine AMD/ATI) che si chiama MLAA (Morphological Anti Aliasing). Questo tipo di AA può essere attivato anche su macchine con Nvidia, pagando un piccolo scotto in termini di minori prestazioni. Ecco..con il MLAA attivato i volti e le finiture dei personaggi migliorano sensibilmente, mentre utilizzando i normali AA, i dettagli grafici risultano essere più poveri. Prestazioni e versioni Il gioco è uscito su PC, Xbox e PS3. Personalmente possiedo la versione PC e devo dire che rispetto alle versioni consolari è, graficamente, molto più curato. In termini di requisiti, con un sistema basato su CPU i5, 8Gbyte CL8 e Nvidia 570GTX si riesce a giocare a 1920x1080 con tutti i dettagli attivi a un frame rate superiore a i 75. Sul fronte PC ho notato un grosso difetto, il gioco tende a leggere tantissimo da disco e, a meno di non avere un HDD da 10000 RPM o un HDD SSD, a volte il gioco scatta pur mantenendo un frame rate elevato. Questo "calo" non è dovuto a cali di prestazioni del comparto computazionale CPU-GPU, ma dal fatto che il gioco ha bisogno di leggere tanto da disco e su dischi "normali" (da 7200 rpm) questa cosa può comportare una serie di lag durante il gioco. Sia chiaro che questo inconveniente non mina più di tanto lo svolgere del gioco, ricordo che DeusEx non è un FPS ma un gioco di ruolo e quindi si può tranquillamente giocare anche a velocità più rilassate. Le versioni per Xbox e PS3 sono inferiori solo sul comparto grafico non potendosi dotare delle funzionalità proprie di DX11 e di una minore risoluzione (anche se poi viene riscalata a 1080p). La versione Xbox risulta essere migliore sul fronte frame rate mantenendo un FPS a circa 30 fps ma stabilissimi (la versione PS3 invece ha un fps instabile).
Il gioco è rilasciato in tre edizioni: standard, augmented edition e la premium. Le confezioni speciali sono ben realizzate, in cartonato con diverse chicchine (artbook, adesivi, alcuni elementi sbloccati nel gioco e, per la versione premium, anche un action figure del personaggio principale).
Conclusioni Un gioco da avere assolutamente se siete amanti del Cyberpunk. Se non siete particolarmente attratti da questo tipo di ambientazione fateci un pensierino quando ci saranno i saldi di "fine stagione" (magari su steam in DD o sull'usato per quanto riguarda 360 e PS3).
Ad ogni modo un gioco molto bello.
Posta un commento