La mia collezione

gamecard

martedì 8 novembre 2011

Processori dedicati ARM e Windows 9 per la nuova Xbox?

In rete circolano rumors piuttosto accreditati che dichiarano che la nuova console Microsoft (nome in codice Loop) utilizzerà un sistema operativo derivato da Windows 9 e avrà una serie di processori dedicati a specifici compiti (grafica, fisica, sonoro, IA etc...) Questi processori avranno un architettura ARM e saranno sviluppati direttamente da Microsoft insieme a due partner, al momento sconosciuti. Inoltre la nuova console sarà molto più piccola, consumerà molto meno dell'attuale Xbox; sarà basata sul Kinect (anche se non si capisce bene in che termini) e sarà pronta al massimo tra due anni, se non addirittura a fine anno prossimo... Mah, ammetto di avere qualche perplessità, non tanto sul tipo di architettura hardware che Microsoft ha intenzione di adottare (ARM produce da poco anche processori per soluzioni server) quanto per il fatto che utilizzerà come sistema operativo Windows 9...considerando che ancora NON è uscito Windows 8 mi lascia alquanto perplesso tutto ciò....

martedì 27 settembre 2011

Recensione: Gears of War 3 (XBOX)

Dopo quattro anni d'attesa, ecco l'ultimo capitolo della trilogia in tutto il suo immenso splendore!!! Ma come è? E' veramente bello come ce lo immaginavamo? Scopriamolo insieme

Storia
Ebbene...non voglio spoilerare niente quindi non vi dirò niente....se non che la storia si volge dopo qualche tempo la caduta dell'ultima città degli umani...la COG è praticamente smantellata, la classe dirigente dileguata e i pochi sopravvissuti vivono in piccole aree fortificate.I nostri eroi però sono ancora li e si imbarcheranno in una nuova avventura alla ricerca di Adam Phoenix (il padre del protagonista), che tutti credevano morto..in realtà sembra ancora vivo e forse ha trovato la soluzione definitiva per risolvere il conflitto...

Gameplay
Benissimo, dopo questa brevissima introduzione passiamo alle cose più interessanti e attese...il gameplay; come è già avvenuto per altre produzioni 360 (vedi Reach) GOW3 rappresenta la massima espressone evolutiva della sua specie..intendiamoci, non parlo di RIvoluzione ma di Evoluzione. Nel gioco infatti è stato mantenuta tutta la struttura del 2 ma migliorata in tutte le sue parti. Tralascerò la parte riguardante la campagna singleplayer/coop in quanto mantiene la stessa struttura di GOW2 se non per gli elementi grafici (vedi paragrafo successivo). Le cose più interessanti della campagna riguardano la possibilità di portare avanti la storia interpretando vari ruoli e non solo quello di Phoenix, già dall'inizio della storia andremo a guidare due gruppi di COG in due missioni parallele. Il gioco però presenta tutta una serie di chicche meravigliose a partire dai numerosi Easter Eggs favolosi! Dal punto di vista tecnico, le armi sono state tutte riviste, adesso il mirino si "allargherà" quando ci si muoverà nello schermo come insegnano i vari FPS alla COD, inoltre le armi sono state pesantemente differenziate..adesso ad esempio, l'Hammerbust è stato rivisto completamente ed assume un ruolo ben preciso rispetto al "tuttofare" lancer. Ah a proposito di Lancer, tra le nuove armi si può notare anche il Lancer Vintage che monta al posto della sega elettrica una baionetta... a primo avviso potrebbe sembrare un'arma inferiore..in realtà si scopre molto utile negli scontri corpo a corpo con chi utilizza il fucile a pompa! Ah...e ora c'è anche il Silverback, una sorta di esoscheletro potenziato! (un pò alla Alien...) Altra novità interessante riguarda la possibilità di ripararsi, adesso quando si esce da un riparo possiamo scagliare una pedata o un pugno..ovviamente anche i nemici dall'altra parte possono fare lo stesso..quindi nessun riparo adesso è più sicuro! Il roaster dei mostri è stato notevolmente ampliato con nuovi elementi dalle caratteristiche peculiari, alcuni sono piuttosto suggestivi e anche particolarmente ostici in quanto possono subire delle mutazioni in tempo reale durante gli scontri.

Ma se la Campagna offre poche novità non si può dire lo stesso della modalità multiplayer, veramente ricca..forse la più ricca che abbia mai potuto vedere nei giochi multi! Le classiche modalità sono state mantenute anche se arricchite dalle novità introdotte nel gameplay e nell'utilizzo delle nuove armi e di quelle rivisitate; in più la nuova modalità Belva e Orda... L'Orda di GOW3 è SUBLIME e non ha quasi niente a che fare con la precedente..se non nella struttura di base. GOW2 può vantare di il primato di aver creato questa modalità cooperativa molto interessante, talmente interessante che altri giochi di successo l'hanno ripresa (Halo ODST, BlackOps, War at War etc...); ma è anche vero che Orda propone un tipo di gioco estremamente arcade dove la componente tattica esiste ma è estremamente limitata...ebbene la nuova modalità Orda stravolge questo assioma. Adesso in ogni arena vi sono anche delle fortificazioni e costruzioni tattiche da costruire, upgradare e utilizzare per far fronte alle varie ondate; si parte dal filo spinato e si arriva alle torrette o al Silverback. Per poter costruire le fortificazioni occorre del denaro e anche l'acquisizione del livello "igegneristico" adeguato. I soldi ovviamente si prendono durante l'abbattimento dei mostri o durante il raggiungimento di alcuni obiettivi bonus che possono apparire durante la sessione. Tali costruzioni possono essere danneggiate e quindi occorrerà ripararle; inoltre acquisendo esperienza si otterrà la possibilità di costruire cose più complesse o di poterlo fare spendendo meno. La costruzione/riparazione avviene all'inizio di ogni orda (vi sono circa 20 secondi di tempo per piazzare tutto l'occorrente). Durante le orde possiamo dare ai nostri compagni munizioni e soldi. Questo nuovo sistema aggiunge una componente di tattica molto profonda e soprattutto mette in condizione i giocatori di fare vero gioco di squadra... Ieri sera ad esempio io avevo costruito una torretta e la utilizzavo per coprire un area tattica del gioco, mentre 3 compagni erano dall'altra parte a fronteggiare l'orda, il quinto compagno non faceva altro che coprirmi le spalle e riparare la mia torretta! Nella nuova Orda diventa più complicato reperire munizioni in quanto esse vanno "pagate" (a meno che non si raccattino le armi lasciate dai nemici morti) quindi anche l'uso intelligente delle proprie munizioni diventa fondamentale. Altra grande novità sta nel fatto che ora si possono incontrare TUTTI i mostri del mondo di GOW, perfino i Brumarch!!!!

Le novità non finiscono qui, il gioco è stato completamente rianalizzato e anche navigando tra i menu si respira un'aria "nuova". Inoltre è stato messo in piedi un sistema di crescita molto articolato, l'esperienza la si può accumulare facendo qualsiasi cosa..anche raggiungendo specifici obiettivi nella campagna in solitario. Aprendo la scheda del proprio alter ego possiamo notare paginate di statistiche legate a tutto ciò che abbiamo fatto e a tutte le azioni individuali intraprese con ogni singola arma. Ogni arma ha una serie di obiettivi che si possono raggiungere, il loro raggiungimento ci permette di sbloccare oggetti, skin e quant'altro per personalizzare ulteriormente il nostro personaggio. Per certi versi il sistema di crescita strizza l'occhio a giochi come Crysis 2 o BlackOps.

Grafica e sonoro
Il sonoro è molto buono, con un ottimo 5.1 che ricrea fedelmente la provenienza dei colpi o dei nemici. La grafica è stata rivista anch'essa. Rispetto al precedente capitolo le animazioni risultano essere più fluide e veloci e raramente si nota un calo di frame rate. I colori e la qualità delle texture risultano migliorate e ora gli ambienti risultano essere più vari. Ottimi anche gli effetti di luce e le esplosioni il tutto contornato da un buon antialiasing X2 variabile e applicato non su tutti gli oggetti (probabilmente per non appesantire troppo la CPU). Il risultato è comunque soddisfacente restituendo edifici e personaggi con una grafica molto sfumata e godibile. Rimango stupefatto da come siano riusciti a migliorare ulteriormente il prodotto senza rallentamenti..anzi con un miglioramento sensibile e generale in tutto il gioco! I ragazzi della EPIC sono riusciti a spremere ancora la 360 che continua a tirar fuori numeri di tutto rispetto!

Conclusioni
Che dire assolutamente un must-have, un gioco che tutti i possessori di 360 dovrebbero avere, GOW3 regala un sacco di chicche sia nel single che nel multi; e accompagnerà per tante tante ore il giocatore.

lunedì 19 settembre 2011

Aggiornamento Dashboard autunnale (XBOX360)

Microsoft ha presentato la nuova Dashboard per 360 che sarà disponibile, come ormai ci ha abituati, questo autunno (data ancora non definita). Rispetto alla precedente versione non vi sono importantissime novità ma piuttosto sono state raffinate le già attraenti funzionalità dell'attuale versione. Dal punto di vista estetico è stato un pò messo d'ordine e ora le cose sembrano disposte in maniera più razionale; con un banner in alto allo schermo in grado di muoverci rapidamente nelle varie sezioni. Lo stile grafico è simile all'interfaccia implementata in Windows Phone Seven. Le novità più interessanti riguardano però il supporto al Kinect, con la nuova Dashboard è possibile gestire praticamente tutto SENZA l'ausilio del pad ma solo tramite i nostri gesti (ovviamente per coloro che possiedono la suddetta periferica). Sarà potenziato anche il sistema di riconoscimento vocale del Kinect e, si spera, verrà anche abilitato in Italia (al momento chi vuole utilizzare questo sistema è costretto ad impostare la console in Americano, con una serie di conseguenze non proprio gradevoli). Altra novità interessante è l'introduzione del motore di ricerca Bind che ci permetterà di ricercare velocemente un media, un salvataggio, un gioco e così via. Questa funzione sarà utile soprattutto per chi utilizza la Xbox per TUTTO, dai film, ai giochi alla musica e che magari ormai si ritrova l'harddisk interno pieno zeppo di roba. Infine Microsoft sta stipulando accordi per portare la paytv sulla console attivando dei canali specifici. Al momento tali accordi sono stati stipulati con alcune major americane ma MS vuole portare questo servizio anche in Europa...

giovedì 15 settembre 2011

Recensione: Deus EX Human Revolution (PC)

Salve miei cari bloggers, eccomi qui a esporre le mie impressioni su questo gioco a dir poco magnifico. Ormai ho accumulato già una quindicina di ore di gioco e posso quindi avere le idee molto chiare su questa ultima fatica SquareEnix.
La storia
Beh non voglio spoilerare in alcun modo e mi limiterò quindi all'essenziale. Il gioco è ambientato nel mondo di Cyberpunk (mmm ricordate Blade Runner, Running Man, Johnny Memonic, Nirvana, Robocop etc...?); un mondo futuristico (ma non troppo) fatto di corporazioni che guidano il mondo e di una tecnologia cibernetica piuttosto avanzata; l'uomo ha iniziato a modificare se stesso facendosi installare i cosiddetti "innesti" che ne potenziano le caratteristiche..perdendo però anche un pò la sua umanità.
Noi vestiamo i panni di un ex-poliziotto e che è diventato, a seguito di un incidente, un "potenziato" al servizio della Serif Industries (una delle più grosse compagnie di cibernetica). Saremo chiamati a investigare su alcuni accadimenti e contemporaneamente cercheremo di scoprire chi (e perché) ci ha quasi ucciso e soprattutto ha ucciso la nostra amata Megan.
Basta non vado avanti per non rovinare niente, vi dico solo che il gioco parte in una Detroit futuristica fatta veramente bene e soprattutto suggestiva...
Gameplay
Il gioco si presenta come un mix tra gioco di ruolo esplorativo (alla Fallout) e stealth game (alla Splinter Cell). Avanzando di livello possiamo migliorare in nostri "innesti" e aggiungerne dei nuovi; la scelta di un innesto piuttosto che un altro è dettato da come vogliamo far evolvere il nostro personaggio. Il sistema di gioco tiene in considerazione le nostre azioni e riesce a gestire ottimo ventaglio di situazioni e conseguenze. In ogni parte del gioco vi sono 3, 4 modi differenti di affrontare i vari ostacoli (possiamo lavorare stealth, oppure alla rambo, o alla ninja e cosi via). Occorre stare attenti a come ci muoviamo e se facciamo fuori qualcuno dobbiamo nasconderlo onde ad evitare che gli altri, trovandolo, diano l'allarme. Da questo punto di vista il gioco funziona in maniera del tutto simile a Metal Gear. In generale l'intelligenza artificiale è ben progettata anche se a volte i personaggi controllati dalla AI non si comportano in maniera egregia per la situazione in corso. Anche i dialoghi sono importanti e possono portare a conseguenze diverse a seconda di come ci poniamo davanti alle persone: se per esempio, vogliamo colloquiare dobbiamo ricordarci di riporre le armi, altrimenti le persone davanti a noi si impressioneranno e non risulteranno collaborative.
La parte dei combattimenti, per quanto sia solo una piccola parte del gioco, non è realizzata male..anzi; vi sono molte armi nel gioco e ogni arma si può potenziare combinandole con degli accessori aggiuntivi. Occorre stare attenti a come si opera sull'arsenale in quanto ogni modifica alle nostre armi non è reversibile. Ben fatta è la parte legata agli innesti, il nostro personaggio acquisirà con l'esperienza una serie di punti "Praxis" che possono essere spesi per acquistare degli innesti che ne aumentano le abilità e le potenzialità.
Il livello di personalizzazione è molto alto e in base a come evolviamo il nostro alter ego, ci troveremo a fronteggiare il gioco in maniera diversa. Personalmente adoro la parte di Hacking, di fatto un gioco nel gioco, per questa ragione sto spendendo quasi tutti i punti Praxis per migliorare le caratteristiche di intrusione informatica.
E a proposito dell'Hacking il gioco ricalca molto quello dettato dalle regole del gioco di ruolo di Cyberpunk, devo dire che è veramente accattivante..ma devo fare un inciso; le attività di Hacking tendono col tempo e diventare un pò ripetitive e, a meno che non siate veramente appassionati da questa materia, potrebbe dopo un pò non regalare più emozioni.
Grafica e sonoro Di solito in questa parte do sempre più importanza al comparto grafico che a quello sonoro, ma questa volta sarà diverso..se c'è una cosa che mi ha appassionato di DeusEx3 è proprio il sonoro..veramente ben fatto, anche con cuffie 5.1 si riesce a distinguere in maniera molto precisa e dettagliata la posizione delle sorgenti sonore. Inoltre gli effetti e soprattutto la musica di sottofondo ben accompagna tutte le fasi di gioco. Dal punto di vista grafico niente da dire, il gioco fa ricorso a diverse caratteristiche tipiche delle DX11 come il tassellation che rende gli ambienti fumosi molto realistici. Bellissimi anche gli effetti di luce. Gli ambienti sono molto ricchi e pieni di dettagli anche se dopo un pò tendono a ripetersi alcune ambientazioni minori. Purtroppo devo dire che, al contrario, gli omini non sono fatti così bene, i volti sono realizzati con una grafica troppo cartoonesca e troppo poco dettagliata, fatta eccezione dei personaggi e nemici principali e del nostro Jensen. Il gioco è stato sviluppato implementando un nuovo tipo di AntiAliasing di ATI (il gioco su PC è ottimizzato per macchine AMD/ATI) che si chiama MLAA (Morphological Anti Aliasing). Questo tipo di AA può essere attivato anche su macchine con Nvidia, pagando un piccolo scotto in termini di minori prestazioni. Ecco..con il MLAA attivato i volti e le finiture dei personaggi migliorano sensibilmente, mentre utilizzando i normali AA, i dettagli grafici risultano essere più poveri. Prestazioni e versioni Il gioco è uscito su PC, Xbox e PS3. Personalmente possiedo la versione PC e devo dire che rispetto alle versioni consolari è, graficamente, molto più curato. In termini di requisiti, con un sistema basato su CPU i5, 8Gbyte CL8 e Nvidia 570GTX si riesce a giocare a 1920x1080 con tutti i dettagli attivi a un frame rate superiore a i 75. Sul fronte PC ho notato un grosso difetto, il gioco tende a leggere tantissimo da disco e, a meno di non avere un HDD da 10000 RPM o un HDD SSD, a volte il gioco scatta pur mantenendo un frame rate elevato. Questo "calo" non è dovuto a cali di prestazioni del comparto computazionale CPU-GPU, ma dal fatto che il gioco ha bisogno di leggere tanto da disco e su dischi "normali" (da 7200 rpm) questa cosa può comportare una serie di lag durante il gioco. Sia chiaro che questo inconveniente non mina più di tanto lo svolgere del gioco, ricordo che DeusEx non è un FPS ma un gioco di ruolo e quindi si può tranquillamente giocare anche a velocità più rilassate. Le versioni per Xbox e PS3 sono inferiori solo sul comparto grafico non potendosi dotare delle funzionalità proprie di DX11 e di una minore risoluzione (anche se poi viene riscalata a 1080p). La versione Xbox risulta essere migliore sul fronte frame rate mantenendo un FPS a circa 30 fps ma stabilissimi (la versione PS3 invece ha un fps instabile).
Il gioco è rilasciato in tre edizioni: standard, augmented edition e la premium. Le confezioni speciali sono ben realizzate, in cartonato con diverse chicchine (artbook, adesivi, alcuni elementi sbloccati nel gioco e, per la versione premium, anche un action figure del personaggio principale).
Conclusioni Un gioco da avere assolutamente se siete amanti del Cyberpunk. Se non siete particolarmente attratti da questo tipo di ambientazione fateci un pensierino quando ci saranno i saldi di "fine stagione" (magari su steam in DD o sull'usato per quanto riguarda 360 e PS3).
Ad ogni modo un gioco molto bello.

giovedì 25 agosto 2011

Steve Jobs lascia il posto da CEO di Apple

Eh già, la notizia ormai ha attraversato il globo, purtroppo il momento tanto temuto dagli appassionati è arrivato. Steve non riesce più a star dietro (come vorrebbe) alla sua tanto amata Apple. Lascia il posto a Tim Cook, che per quanto bravo non credo riuscirà ad eguagliare Steve, considerando anche i punti di vista non proprio convergenti.

Che sarà del futuro e della qualità Apple? non lo so , al momento non mi va di sapere ciò. Mi spiace solo che Steve, un mito del mondo ingegneristico-informatico, non prenderà più parte attiva alle evoluzioni di questo mondo sconfinato. Continuerà dice (e spero ardentemente) a seguire la Apple ed essere presente nelle decisioni importanti. Ma è ovvio che ora per lui le cose importanti siano ben altre.

In bocca a lupo Steve Jobs, sei e rimarrai un genio e futurista del mondo informatico.

martedì 23 agosto 2011

E vai con l'OC

Dopo ormai un pò di mesi che col nuovo Pc ho deciso di iniziare a fare un pò di OC..al momento sono riuscito a sparare il procio a 4.2 Ghz ma conto di raggiungere i 4.5 Ghz senza eccedere nel overvolt. Al momento Linx e Prime95 hanno dato esito positivo e le temp dei quattro core non hanno superato i 65 e 67 gradi.

In trepida attesa per.... DeusEx

Eh si... ieri sera ho prenotato una delle ultime Collector disponibili... Venerdì lo prenderò!!!!!

Dopo molte valutazioni ho deciso di prendere la versione per PC; i contenuti promessi dalle tre versioni sono i medesimi ma la versione PC dovrebbe garantire una qualità di texture più alta e una risoluzione più alta.
Inoltre, cosa non di poco conto, la collector per PC costa 20 euri in meno della versione per 360..quindi alla fine ho preso quella per PC... Settimana prossima al via con le mie prime impressioni

venerdì 29 luglio 2011

Le prime impressioni di Lion

Ragazzi più passa il tempo e più che Apple mi piace.. anche con i suoi limiti, se mettiamo sul piatto della bilancia i Pro e i Contro i bilancio risulta positivo!

Che dire, appena installato, in 30 minuti ha aggiornato tutto e mi sono ritrovato un ambiente perfetto con tutto il mio lavoro ancora li, non ho perso niente e tutti i programmi girano perfettamente.

Per ora ho notato che:

- Il sistema è più veloce e reattivo (ho un MacBook normale con 4 gbyte di un anno fa).
- Il sistema occupa meno (a fine aggiornamento avevo circa 10 Gbyte in più)
- Ha un sacco di cose fighe che devo in realtà ancora scoprire.. ma intanto ho notato che Mail è migliorato tantissimo, le nuove gesture sono fantastiche (anche se occorre un minimo di tempo per abituarsi) e anche il Terminale (l'applicazione che forse uso di più di tutte) ha subito diversi miglioramenti.

In più il Mission Control (la nuova versione di Exposé) è decisamente migliorato, le cose sono più ordinate e veloci da aprire!
Fantastico

Insomma Lion per ora mi pare veramente notevole..vedremo più avanti quando approfondirò la sua conoscenza

mercoledì 27 luglio 2011

Windows Live e Xbox Live Marketplace uniti...

Da oggi i due marketplace riguardanti Xbox Live e Windows Live si sono definitivamente uniti, Microsoft con questa mossa sembra voler portare avanti una politica ben precisa volta all'unificazione delle sue piattaforme videoludiche... chissà come questo si evolverà nel prossimo futuro e che tipo di scenari apriranno sui videogame per PC e Xbox...

Già con Windows 8 si vocifera la possibilità di usufruire di emulatori Xbox 360 (anche se in merito ho diversi dubbi). Che MS abbia intenzione di riunire in un unica piattaforma la sua proposta videoludica e di intrattenimento?

mercoledì 20 luglio 2011

Kinect? eh si!

Kinect, una periferica particolare, la risposta di Microsoft al Move e al WiiMote....Sul Kinect non ero molto convinto a suo tempo ma alla fine a distanza di tutti questi mesi mi sono deciso ad acquistarne uno, spinto dalle numerose recensioni positive e dalle impressioni di coloro che conosco e che lo hanno acquistato...
Beh diciamola tutta mi ha convinto anche il fatto che i prossimi giochi Hardcore su Xbox faranno uso della periferica (GoW3 e FM4 in primis...)

Nei prossimi giorni lo proverò e riporterò qui le mie impressioni!
Stay tuned..

giovedì 14 luglio 2011

Crysis 2 - Conclusioni Single Player (PC)

Un paio di sere fa ho avuto modo di completare la Campagna in solitario del gioco... mah devo dire che sono rimasto alquanto deluso nonostante il comparto grafico sia notevole, grazie ovviamente all'ultima Patch che abilita DX11 e Texture in HD.
La delusione è dettata dall'epilogo della storia, che mi è parso quasi "tirato via" rispetto al decorso iniziale del gioco; estremamente semplice da finire. Anche al livello più difficile l'intelligenza artificiale dei nemici non è che sia stata così esaltante soprattutto se confrontato con la versione precedente di Crysis e con altri giochi ormai risalenti a 3-4 anni fa (FarCry e FEAR in primis).

Inoltre l'altra cosa che mi ha lasciato molto perplesso è la scelta adottata sul comparto gameplay e interazione: uno dei punti di forza di Crysis 1 era proprio l'estrema liberta che il giocatore aveva, poteva gironzolare praticamente ovunque e poteva interagire con tutto dalle tartarughe marine fino alle capanne e agli interi edifici... L'uso dei veicoli era molto più profondo mentre in Crysis 2 risultano essere solo piccoli momenti "arcade".
I danni in Crysis 2 si limitano a poche cose... insomma da questo punto di vista è stato un bel passo indietro, non capisco effettivamente come mai abbia preso voti così alti da parte delle riviste specializzate.

Diversamente la parte multiplay è molto divertente e presenta molte caratteristiche interessanti.

Chiaramente questi miei commenti sono rivolti all'utenza PC; diversamente su Console il gioco ha una resa migliore dato che riesce a sposare di più le caratteristiche peculiari che contraddistinguono le piattaforme consolari.

A parer mio comunque Crysis 2 non merita i soldi che chiede.

mercoledì 6 luglio 2011

Batman Arkham Asylum: Recensione e Conclusioni (PC)

Ultimamente non ho molto tempo per stare dietro al blog e quindi mi capita spesso di iniziare a giocare ad un nuovo VG e arrivare perfino a finirlo senza aver scritto niente delle mie personali impressioni.
Batman Arkham Asylum è uno di questi.

Finito ieri sera, un gioco che mi ha veramente conquistato sia per la qualità tecnica del gioco stesso sia per la storia molto bella e avvincente che ricalca perfettamente lo spirito originale del fumetto.
Devo ammettere di essere un pò di parte in quanto sono follemente innamorato del personaggio di Batman, forse il mio supereroe preferito nel mondo dei fumetti Americani.

Storia

La storia riguarda un fatto accaduto in Arkham Asylum, un manicomio criminale situato su un'isola vicino a Gotham City; qui dentro sono rinchiusi tutti i più grandi criminali che Batman è riuscito a sconfiggere.
Il tutto ha inizio con la (ennesima) cattura di Joker il quale si fa scortare fin dentro il cuore di questo complesso strutturato in diversi edifici sparsi che arriva a ricoprire tutta l'isola.
In realtà il Joker aveva un piano diabolico in mente e la sua cattura fa parte di questo piano.
Non voglio ora addentrarmi nella storia proprio perché non voglio spoilerare e togliere il gusto di viversela in prima persona; considerando che la trama gioca almeno il 50 % di riuscita in un prodotto di questo tipo.
Vi basti sapere che in quest'avventura Batman sarà alle prese con alcuni dei più famosi antagonisti del pipistrello oscuro (da Bane, a Ivi fino ad arrivare allo Spaventapasseri e Killer Croc).
La storia presenta anche diversi colpi di scena alcuni dei quali veramente inaspettati

Gameplay

Il gioco è sostanzialmente un Hack and Slash sullo stile di giochi come Ninja Gaiden. Il sistema è ben fatto , le animazioni degli scontri (uno degli aspetti principali del gioco) sono vari e credibili, non vi sono evidenti errori di collisione e vi è una cura maniacale per i dettagli.
Gli scontri risultano essere molto frenetici e il sistema di crescita del personaggio è ben bilanciato, via via che si aumenta di esperienza si sbloccano nuove sequenze e mosse speciali; oltre ai vari gadgets (come il mitico Batrang) che ai livelli più avanzati di gioco entreranno a far parte attiva delle varie combo.
L'arena di gioco è molto vasta e ben curata e soprattutto è liberamente navigabile anche a più livelli, grazie al Bat-artiglio è possibile arrivare in posti normalmente impensabili e la navigazione delle location cambia ogni qualvolta si tenta un approccio diverso.
Tutti i principali gadget e caratteristiche della Bat-tuta sono state riportate fedelmente.

Durante il normale corso di gioco si presenteranno delle side-quest poste sotto forma di enigmi proposti appunto dall'Enigmista. Spesso si tratta di oggetti (trofei) nascosti in angoli remoti dei vari luoghi di Arkham accessibili attraverso svariati passaggi spesso non proprio lineari. Il sistema di gioco invoglia il giocatore a tornare spesso sui suoi passi per tentare di esplorare meglio le zone, considerando inoltre che alcune zone sono accessibili solo dopo l'acquisizione di determinati gadgets.

Questo sistema, per niente innovativo nell'ambito dei videogiochi moderni, è reso molto accattivante da un intreccio ben fatto e ben doppiato di dialoghi: l'Enigmista (o meglio la sua voce fuori campo) che appare ogni tanto per sfidarci a trovare gli oggetti nascosti è veramente intrigante; così come alcuni oggetti sbloccati, in particolare le registrazioni degli psichiatri alle prese con alcuni super-nemici di Batman.
Dialoghi appunto in generale ben fatti che aiutano ad immergere il giocatore nell'affascinante ambientazione.

Inoltre il gioco presenta spesso anche momenti Stealth dove il Cavaliere Oscuro dovrà vedersela con i vari nemici senza farsi scoprire, in queste sessioni il giocatore NON ha una sola strada, ma ha la possibilità di scegliere mosse, strategie e percorsi diversi e in piena libertà...questo è uno degli aspetti più interessanti soprattutto considerando che negli ultimi tempi vi è stato un proliferare di giochi estremamente scriptati.

Infine, una volta conclusa la modalità storia si potrà continuare a divertirsi con le sfide, in pratica piccole sessioni di combattimento o stealth dove occorre raggiungere determinati obiettivi, con tanto di classifica online su Live (sia Windows Live che Xbox Live e ovviamente anche PSN).

Ah dimenticavo...il gioco è fondamentalmente Consolare e pensato per l'uso col PAD..quindi sconsiglio l'uso di mouse e tastiera. In particolare vi è il pieno supporto ai pad Xbox (sia quelli col filo che quelli wireless con l'apposito accessorio).

Grafica, Sonoro, Piattaforme

Dal punto di vista sonoro il gioco è veramente ben fatto, ottimi gli effetti e soprattutto i dialoghi sono doppiati alla grande!
Anche dal punto di vista grafico il gioco è veramente una goduria per gli occhi; a fronte di avere un PC di ultima generazione, è possibile giocare con tutti gli effetti DX10 attivi e con Physix che dona un realismo nella fisica veramente spettacolare (lo svolazzare del mantello ad esempio è veramente notevole!).
In generale con una macchina di fascia alta attuale (i5 2500k + 8Gb 1600 + 570GTX è possibile giocare a 1920x1080 con tutte le impostazioni attive (Physix e DX10) si può giocare con un FPS che superiore a 62 Frame praticamente sempre, i cali di frame rate sono molto rari e comunque non vanno mai sotto la soglia dei 45.
Per coloro che dovessero avere hardware della generazione precedente (2-4 Gb di RAM, QuadCore e Schede video della serie 260GTX o HD3870/5770) possono comunque godersi tutta la grafica in DX9 mantenendo le stesse prestazioni e con Physix attivo (per le schede che lo supportano).
Il gioco è presente anche su Xbox e PS3, io ho provato la versione Xbox e devo dire che il feeling è identico a quello per PC, il gioco è sostanzialmente identico anche nelle prestazioni con un ottimo FPS stabile. L'unica pecca delle versioni consolari sta nell'assenza degli effetti DX10 e di un implementazione "software" di Physix che ne mina un pò le prestazioni. Per il resto però c'è tutto quello che si può trovare sulla versione PC.
La versione PS3 non l'ho potuta provare nemmeno in Demo quindi non mi pronuncio a riguardo.


Conclusioni

Che dire..un gioco da prendere assolutamente sia per gli amanti del genere Hack and Slash sia per gli appassionati di Batman. Inoltre ormai si trova ad un costo veramente ridicolo (12 Euro la versione PC e 19.90 la versione Xbox/PS3). Per i possessori di più piattaforme il consiglio è quello di prenderlo per la piattaforma più adatta..ovvero se si possiede un PC di ultima generazione (e si possiede il PAD) allora prendetelo su PC (che risparmiate anche qualche eurino); se non avete un hardware di fascia alta allora il consiglio è di prenderlo a colpo sicuro su Xbox dove girerà senza problemi di sorta e molto godibile (soprattutto se usate TV FullHD).

mercoledì 22 giugno 2011

Crysis 2 - Aggiornamenti vari (PC)

Dopo ormai più di un mese di gioco, sono qui a scrivere un pò di impressioni aggiornate... Prima di tutto sul sistema multiplay; di fatto ho messo momentaneamente in pausa la campagna singolo (più avanti spiegherò il perché) e mi sono dedicato agli scontri online.

La modalità online è molto divertente, all'inizio il sistema di crescita del personaggio può assomigliare ad una brutta copia di quello di BlackOps...in realtà vi sono svariate differenze, soprattutto sul fronte dei perk. Qui i Perk aumentano di livello (anche BlackOps in realtà ma non nella stessa maniera) a forza di usarli.Il loro avanzamento di livello dona ulteriori caratteristiche alla nostra nanosuite...

Il gioco devo dire è molto divertente anche se le mappe di base tendono a limitare l'uso di armi e perk.. E' vero però che le mappe extra (acquistabili a pagamento) aprono la strada a strategie diverse e quindi anche ad un uso diverso delle armi ed equipaggiamento.

E ora la vera novità, solo per i possessori di PC, che mi ha obbligato a mettere in pausa il gioco singolo..sta per uscire una patch (forse al momento in cui sto scrivendo queste poche righe la patch potrebbe già essere uscita) che aggiungerà l'attesissimo DX11.
In particolare la Patch è strutturata in due parti: una aggiunge il Tassellation tipico di Dx11 mentre una seconda parte della patch aggiungerà Texture in alta definizione che potranno girare anche sulle macchine Dx9.
Chiaramente questa patch è consigliata solo per coloro che possiedono macchine estremamente potenti e di ultimissima generazione (già al momento attuale se si imposta tutto al massimo su una macchina recente e di fascia alta, il gioco gira ad una media di 55-65 fps...) però finalmente i possessori di quest'ultimi potranno godere (forse) un pò meglio il loro hardware.

lunedì 30 maggio 2011

PS4 già in lavorazione e PSVita in arrivo

Due news veloci veloci da leccarsi le orecchie:
per gli scettici che pensavano che PS3 sarebbe durata fino al 2014/2015 ecco una notizia bomba: Masaru Kato (Presdiente esecutivo Sony) ha dichiarato che "PS3 è ancora una console vitale ma lo sviluppo di PS4 è già avviato".
Vedremo all'E3 se questa notizia sarà confermata, fatto sta che; a mio avviso le cose stanno andando come avevo pronosticato ovvero che le console next-gen arriveranno prima di quell'annata più volte sventolata da varie fonti.
Io mi sbilancio..ma credo che all'E3 anche Microsoft annuncerà la nuova Xbox...e forse è anche per questa ragione che Sony ha deciso di annunciare l'avvio dello sviluppo di PS4 (beh un'altra motivazione potrebbe essere anche quella di rilanciare un pò il marchio che negli ultimi tempi ha dato più volte segni di cedimento con scelte strategiche non proprio azzeccatissime).

Infine la nuova PSP si chiamerà non più NGP ma PSVita....

martedì 24 maggio 2011

Red Dead Redemption - Recensione

Dopo ormai una ventina di ore di gioco mi metto qui a scrivere una mini recensione su questo piccolo capolavoro targato Rockstar Games.

Storia e Gameplay

La storia è molto affascinante e ci vede protagonista di un ex-bandito che cerca di redimersi viaggiando e vivendo nelle lande di desolate e affascinanti del Far West. Ci troveremo immersi in un'ambientazione molto ricca e profonda e ad affrontare una serie di quest che circonderanno quella principale che ci vede alle prese con la vecchia banda alla quale appartenevamo.
Red Dead Redemption è una sorta di gioco di ruolo in terza persona ambientato nel Far West. Dovremo pilotare il nostro alter ego viaggiando da città in città in cerca di fortuna e missioni da compiere, a piedi a cavallo, sulla diligenza etc... avremo molta libertà di azione e di fatto potremo decidere come portare avanti la nostra avventura.
Le quest sono strutturate per waypoints e molto importante sarà l'uso della nostra mappa, strumento fondamentale, per orientarci nella vastissima area di gioco.

Il sistema di combattimento è ben calibrato e presenta la possibilità di utilizzare il "Dead Eye" una sorta di Slow Motion alla Max Payne.
Possiamo guadagnare (o perdere) fama, onore e denaro in base a come ci comporteremo nelle varie quest e nel normale vagabondare per le aree di gioco. CI imbatteremo spesso in sotto-giochi interessanti che vanno dal duello casuale a partite di poker organizzate nelle cantine dei saloon.

Il gioco, la storia e i dialoghi risulteranno molto realistici e crudi, nella migliore tradizione Rockstar.

Il gioco presenta anche un'interessante sistema multiplay che ci permette di allestire velocemente partite online di stampo action o con la possibilità di cooperare con altri giocatori per risolvere varie quest multiplay.

Su questo gioco è presente anche un importante ADD on (a pagamento) che aggiunge una serie di quest e una nota Horror a base di zombie..molto truculento!


Grafica, sonoro e piattaforme

Graficamente il gioco è veramente ben fatto, le aree vastissime sono ben ricreate, così come la vegetazione. Molto bello anche ilsistema giorno/notte e soprattutto il motore ambientale che ricrea temporali molto realistici. Anche il sistema audio è bello pulito e realistico.
Per godersi Red Dead Redemption occorre avere un Xbox 360 o una Playstation 3...eh si avete capito bene, non esiste una versione per PC di questo capolavoro...le motivazioni sono oscure ma di fatto questo titolo è rivolto solo ai possessori delle suddette console.
Dal punto di vista tecnico le due versioni si equivalgono: su Xbox possiamo goderci una risoluzione nativa di 720p con antialiasing MSAA x2 e un frame rate generale più stabile ma piazzato a 30 FPS. Su PS3 abbiamo una risoluzione nativa piu bassa (640p) ma con un antialiasing Quincux 4x e con gli effetti acqua e luce migliori, il frame rate è meno stabile della controparte boxara ma mediamente più alto.
Un giocone che consiglio a tutti gli amanti del far west e di giochi alla Fallout3.

martedì 17 maggio 2011

Recensione: Crysis 2 (PC)

Dopo molti giorni di titubanza mi sono deciso ad acquistare Crysis 2 per PC; ero alquanto indeciso perché avevo paura che il mio hardware non fosse sufficiente a far girare decentemente il gioco...poi però ho ceduto alla tentazione e mi sono preso la versione Speciale.
Purtroppo su PC non esiste la versione premium che invece è disponibile per Xbox e PS3 che si presenta ricca di gadgets: uno zaino da portatile, action figure, due art book e la steel box per il gioco...
Su PC invece ci dobbiamo accontentare di una scatola normale e di un paio di contenuti extra per il multiplayer... in compenso il costo del gioco per PC è di quasi 20 euro meno rispetto alla controparte console.

La Storia

Beh la storia di Crysis 2 inizia dove finisce (o quasi) il primo capitolo, con il nostro prophet che ci lascia subito il calzino ma regala al nostro alter ego la Nano-Suite 2.0.. Ci ritroveremo quindi, nostro malgrado, a girare per una new york devastata da una epidemia a da attacchi alieni (o così sembrano), e cercheremo di risolvere le direttive che Goug ci darà (credendoci Prophet...).

Gameplay e aspetti tecnici (modalità single)

Il Gameplay della modalità single player risulta essere, rispetto al precedente capitolo, molto più "piatto". Nel primo Crysis il giocatore aveva la piena libertà di movimento e i waypoints erano limitati solo per l'avanzamento della trama. Crysis 2 invece assomiglia a molti FPS attuali fortemente scriptati dove l'avanzare della trama va di pari passo con l'avanzare del nostro personaggio nei vari ambienti.
Ora l'appiattimento non è così esagerato, durante i vari momenti del gioco appariranno svariate opzioni tattiche che ci permetteranno di scegliere se superare gli ostacoli furtivamente, o aprire il fuoco alla Rambo , ma in ogni caso non si ha la completa libertà del primo capitolo.

Sempre sul lato tecnico e sul confronto del precedente capitolo... in Crysis era famoso il motore fisico che permetteva una completa distruzione di tutti gli elementi ambientali, dagli alberi alle case. In Crysis 2 questa caratteristica è fortemente ridimensionata: è possibile danneggiare e distruggere svariati elementi ma non tutti.

Dal punto di vista grafico Crysis 2 è molto bello, texture ben definite ed effetti HDR ben fatti.. ma anche qui vi è secondo me un peggioramento rispetto a Crysis 1; innanzitutto C2 è stato fatto in DX9 (il primo fu uno dei primi giochi in DX10) e nell'era delle DX11 questa cosa lascia alquanto perplessi e anche gli elementi grafici sono numericamente meno imponenti rispetto al primo Crysis, non fosse altro che nel primo capitolo si giocava in una giungla piena di foglie, cespugli e alberi (oltre che ad edifici di vario tipo).

Ma questo Crysis è proprio una ciofeca? No direi di no, vi sono molte novità rispetto al primo capitolo tutte legate alla Nano Suite, come la possibilità di modificarne le caratteristiche e la possibilità di potenziare le armi utilizzate.
rispetto al primo crysis qui si da molta più importanza alle funzionalità della nano suite e questo porta ad affrontare il gioco con stili e tattiche anche molto diversificate.

In compenso il motore è molto più leggero rispetto al primo Crysis che fa fatica a girare bene al massimo dei dettagli con le macchine attuali.
Invece C2 riesce a girare al massimo dei dettagli mantenendo un frame medio di 55 FPS e comunque mai inferiore ai 45 FPS; il tutto su una macchina composta da un Q9400 (overcloccato a 3.6), 4 Gbyte DDR2 (overcloccato a 1080) e una Nvidia GTX 570.
In generale tutto gira fluidamente e non vi sono rallentamenti o lag.

Gameplay e aspetti tecnici (modalità multi)

Se la modalità single mi ha parzialmente deluso diversamente la modalità multi mi sta esaltando non poco! Il primo Crysis presentava arene immense, talmente immense da essere ingestibili anche da architetture hardware di fascia alta. Al contrario il multiplayer di C2 riesce a girare bene con tutti i dettagli al massimo.
Anche qui probabilmente la causa è nel ridimensionamento tecnico generale a partire dal numero di giocatori che si limita ad un massimo di 16 e di arene che sono si ben fatte, ma anche ridotte in grandezza rispetto al primo Crysis.

La struttura di gioco segue un pò la falsa riga dettata da giochi come Call of Duty, diciamo anzi che potrebbe tranquillamente essere un COD futuristico, dove il nostro personaggio partirà con poche armi e soprattutto una nano suite ridotta all'osso. Via via che si vincono gli scontri si accumula punti esperienza che ci permette di aumentare di livello e di sbloccare le caratteristiche. Come per il gioco single le caratteristiche evolutive sono divise tra l'armamento (armi ed equipaggiamento) e i moduli della nano suite. In particolare l'evoluzione dei moduli avviene in base all'esperienza accumolata in specifiche situazioni e azioni: ad esempio se otterremo delle vittorie utilizzando abilità connesse alla modalità corazza si apriranno nuove opportunità ed evoluzioni che coinvolgeranno quest'aspetto della nano suite.
Un pò come avviene in giochi come Battlefield Bad Company 2.
La cosa più interessante è l'approccio alle sessioni, la nano suite ci permette di gestire in nostri scontri nei modi più disparati; inoltre si possono effettuare azioni interessanti come le scivolate e questo ci permette di aumentare la rosa delle scelte tattiche durante gli scontri; infine anche la possibilità di afferrare e lanciare qualsiasi cosa o spingere automobili contro i nostri nemici.

Le modalità di gioco sono svariate, si va dal classico TDM al classico Headquarter.

Sonoro

Il sonoro è molto bello e curato, supporta il 5.1 e ha ottimi effetti ambientali.

Piattaforme e conclusioni

Che dire, il gioco così come è fatto dimostra che è stato fatto e pensato per poter girare adeguatamente sulle console e infatti mentre su quest'ultime il gioco si mostra in tutto il suo splendore, in rapporto alla piattaforma hardware. Mentre su PC risulta essere estremamente castrato..questo permette di essere utilizzato anche da PC non più di primo pelo,.
In generale il gioco merita perché è molto divertente, sicuramente nel panorama degli FPS vi sono titoli più strategici e tecnici, ma se ci vogliamo divertire con un nuovo gioco con tanti nuovi gadget questo è un titolo che non deluderà
Consiglio sulla piattaforma? mmm su tutte e tre (PS3, Xbox e PC) si equivalgono sostanzialmente, a cercare il pelo nell'uovo la versione PC è un pò più curata ma niente di eclatante. Quindi quale versione? beh dipende quale piattaforma possedete; personalmente ero molto combattuto perché su Xbox Live possiedo più possibili compagni di avventura per C2, ma alla fine l'idea di poter utilizzare mouse e tastiera ha avuto il sopravvento e l'ho preso per PC.

lunedì 9 maggio 2011

Fallout 3: Conclusioni e impressioni finali

In questo weekend ho avuto modo di completare Fallout 3, ovviamente sto parlando della quest principale; e dopo circa 60 ore di gioco posso dare le mie impressioni finali su questo gioco.
Devo premettere che, al contrario di tanti suoi fan, dal mio punto di vista il gioco presenta diversi lati non proprio esaltanti; ma andiamo con ordine.

Il gioco presenta una storia molto profonda, bella da vivere in tutti i suoi momenti e colpi di scena; come nelle migliori tradizioni Bethesda Falluout 3 fornisce una serie spropositata di sidequest molto interessanti e che, a differenza di altri GDR, dona una grandissima libertà di azione al giocatore. Esistono quasi sempre finali multipli delle side quest e, cosa che a me è piaciuta molto, si da molta importanza ai dialoghi e all'approccio verbale che di volta in volta si adotta nelle varie situazioni.
Grazie anche a tanti DLC presenti (sia su console che su PC) il gioco assicura davvero un centinaio di ore effettive; alcune espansioni sono anche molto belle (una fra tutte Operation Anchorage).

E ora le note dolenti...personalmente il finale della quest principale non mi è piaciuto, o meglio... l'ultima parte sembra quasi tirata via, gli avvenimenti si svolgono talmente rapidamente che non ci si riesce a soffermarci su alcuni aspetti interessanti del gioco.

Sul fronte della meccanica di gioco devo dire che in generale mi è piaciuto abbastanza ma alcune cose proprio non le ho gradite: in primo luogo l'estrema solitudine che si respira: si pilota un solo personaggio sperso in una vastissima area di gioco; in alcune occasioni si può incontrare personaggi non giocanti che si metteranno con noi ma saranno comunque pilotati dal computer.
Questa cosa a me non piace molto, nei GDR preferisco pilotare party con personaggi magari variegati in termini di classe e caratteristiche.
Inoltre altra cosa che critico molto è la modalità SPAV, questa specie di sistema che mette in pausa il gioco permettendo all'utente di scegliere il target che deve colpire, scegliendo anche cosa colpire del bersagli (un braccio piuttosto che la testa etc..), la selezione di queste azioni consuma Punti Azioni.. una volta che siamo sicuri di come gestire il "turno" di combattimento si attiva lo SPAV e per i secondi successivi tutto passa in mano alla CPU che gestirà l'assalto.
Questo sistema sembra essere studiato appositamente per facilitare i combattimenti su console (dove si sa il PAD nei combattimenti in prima persona risulta essere più ostico di mouse e tastiera). Di fatto il gioco sembra essere sviluppato e pensato per console e solo riportato su PC, si trova questa sensazione in diversi punti del gioco.
Daltronde dal punto di vista tecnico non vi sono molte differenze tra la versione PC e console; su PC si può notare una più rifinita gestione dell'illuminazione dinamica (HDR, soprattutto sulla versione Xbox) e la possibilità di usare un Antialiasing più spinto. Dal punto di vista di qualità Texture e complessità poligonali le versioni si equivalgono tutte.
Io l'ho giocato su PC con una buona soddisfazione ma perfino sul mio sistema hardware a volte era molto dura tenere il frame rate a 60 Hz..

Nei prossimi giorni penso che mi diletterò nel raggiungimento di alcuni obiettivi legati a delle sidequest molto carine.

mercoledì 20 aprile 2011

PSP Go Fuori produzione

Da ieri è ormai ufficiale: la PSP Go è fuori produzione, una mossa di Sony per far posto alla nuova console portatile... la PSP Go, dalla vita fin troppo breve, non è riuscita ad essere accolta positivamente dal pubblico; vuoi per il prezzo troppo alto, vuoi per i contenuti non molto diversi da PSP classica.

Sony non abbandonerà per ora il formato PSP dato che PSP 3000 sarà ancora supportata...

lunedì 18 aprile 2011

Black Ops considerazioni su versione Xbox 360

Salve a tutti ragazzi, la settimana scorsa il mio clan di videogiocatori (PC e Xbox) ha deciso di acquistare una copia pro capite di Black Ops da inserire come nuovo gioco per le LAN di Xbox. Da questa notizia ho deciso di vendere la mia copia Expert Edition per PS3 per acquistare una copia da usare con Xbox (inutile avere due copie identiche dello stesso gioco non trovate?).
A questo punto mi sono lasciato tentare e ho preso una premium edition (si quella con la macchinina radiocomandata).

Beh che dire, la confezione Premium è proprio bella e la macchinina è realizzata molto bene e ben funzionante (peccato che voglia 12 batterie di tipo AA per funzionare!!!!!!).

A parte questo, ho installato su Xbox il gioco e l'ho avviato per vedere e toccare con mano la versione per la console Microsoft..e devo dire di essere rimasto fortemente stupito: rispetto alla versione PS3, la versione Xbox è DECISAMENTE superiore. In generale le cose ho notato sono:

- Su Xbox la risoluzione nativa è più alta, le texture sono più definite ed è attivo un MSAAx2 fisso! ( a volte mi da l'impressione che l'AA sia addirittura x4).

- Il frame rate è molto più stabile e fisso a 60 fps, in generale le animazioni sono molto più fluide e veloci rispetto alla versione PS3

- Il gioco online è più stabile e funziona decisamente meglio della versione PS3

- Controlli molto piu reattivi e precisi (ma questo credo sia imputabile al PAD che come ho sempre sostenuto, su Xbox è decisamente migliore!).

Direi che la versione Xbox colpisce soprattutto per i suoi filtri AA che rendono il gioco decisamente più godibile dal punto di vista visivo rispetto alla PS3.
E' un peccato vedere che la quasi totalità dei giochi multipiattaforma su PS3 non rendano per niente (nonostante abbia, sulla carta, un hardware migliore).

Comunque BlackOps dimostra di essere un gran gioco da giocare in multiplay, bello, ben bilanciato e accattivante.
Non ho potuto toccare con mano la versione per PC ma quella per Xbox si avvicina parecchio (almeno dal punto di vista visivo) a quella PC (che comunque rimane superiore a qualsiasi altro formato)

martedì 8 febbraio 2011

IM+ vs IMO due IM application a confronto

Oggi vorrei proporvi un confronto tra due interessanti prodotti di aggregatori istant messaging.
Perché ho scelto di confrontare proprio questi due applicativi? semplice sono gli unici rimasti che annoverano, tra i loro servizi, anche Skype. Un tempo (fino a circa 6 mesi fa) c'erano Nimbuzz e Fring ma poi hanno "litigato" con Skype e tolto il relativo servizio. Se esistesse ancora questa feature non avrei dubbi: Nimbuzz sarebbe stato il migliore (non fosse solo per la possibilità di effettuare chiamate vocali tramite TUTTI i vari servizi compreso quello personale di Nimbuzz) ma purtroppo la situazione è cambiata e IM+ e IMO sono rimasti gli unici a possedere anche Skype tra i loro servizi gestiti. Quale dei due scegliere? In questi giorni ho fatto diverse prove approfondite...vediamo i risultati

IM +

IM+ è un prodotto commerciale, dal costo di circa 7,99 Euro (versione iPhone). Tra le sue caratteristiche annovera una diffusione cross-platform di tutto rispetto; infatti è possibile acquistarlo per gli iDevice di Apple ma anche Symbian (3rd edition), Black Berry, Android e Windows Phone in pratica tutti i piu diffusi smartphone (in ogni caso è possibile avere il programma anche per in versione Java ME e Palm OS).

Esaminerò la versione per iPhone, che risulta essere la più completa in termini di funzionalità.
Il programma si presenta con un interfaccia ricca e altamente personalizzabile attraverso l'attivazione di temi che modificano l'aspetto della buddy list e delle chat room;
IM+ permette di gestire svariati servizi IM tra i quali Skype, MSN, AIM, Facebook, Yahoo, GoogleTalk, ICQ, Jabber.
Oltre a questo riesce a gestire un feed reader per twitter e myspace.
Ogni servizio è altamente configurabile; è possibile selezionare degli allert per essere avvisati quando un utente diventa online; ed è possibile gestire l'history chat per qualsiasi servizio.
Il software permette anche di avere multi-account dello stesso servizio; per comodità fornisce uno shortcut ai Preferiti.

Tramite IM+ è possibile inviare foto, e messaggi vocali ma non è possibile ricevere immagini (viene segnato come link). Purtroppo non è possibile gestire i protocolli vocali di GTalk, skype e msn percui non si può utilizzare IM+ vocalmente...è possibile però inviare piccoli messaggi vocali e ricevere piccole registrazioni di 20 secondi.
Sinceramente non ho provato ad auto-chiamarmi per verificare cosa "mi viene" detto dall'altra parte (immagino che parti una sorta di segreteria telefonica che mi dice di registrare il messaggio, ma di fatto non so in che lingua...immagino inglese...e non ho capito se si possa personalizzare o meno).

Tra le altre feature degne di nota è da segnalare la possibilità di impostare status personalizzati e di supportare anche la modalità invisible (che però non funziona su Facebook).
Inoltre è possibile inviare un geotag per dire al nostro interlocutore dove siamo, lui vedrà un link a googlemap attraverso il quale potrà vedere da dove stiamo chattando.

Il reader di twitter funziona veramente bene, è possibile anche qui impostare diverse modalità per seguire i propri feed ed essere avvertiti su aggiornamenti in base a determinati eventi.

Per quanto riguarda il sistema di notifica, IM+ si comporta molto bene; è possibile impostare la nostra presenza sui vari servizi IM fino ad un massimo di 7 giorni su 7...ad eccezione purtroppo di skype che dopo 2 ore viene disconnesso il nostro profilo. In tal caso IM+ ci avvertirà e a noi basterà riaprire l'applicazione per tornare online... è un pò scomodo ma sempre meglio di niente.

Sul fronte della gestione batteria/multitasking IM+ si comporta molto bene, il fastSwitch di iphone è ben supportato e si riesce a ristabilire l'applicazione molto rapidamente..peccato però che il "recupero" (o sincronizzazione) con i vari servizi sia a volte particolarmente lento...si parla cmq di poche decine di secondi.

Il servizio IM+ però ha anche un'altra caratteristica interessante, ovvero la webApp di IM+; tramite un applicazione web è possibile utilizzare il propri account come se si utilizzasse l'applicazione mobile.
Il programma web è nato da poco e fornisce ancora poche funzionalità, ma l'interfaccia si presenta molto bene (chiara, precisa e senza troppi fronzoli) e supporta una piena sincronia con l'account dell'applicazione mobile.
Le uniche due note negative sono il fatto che se ho su l'applicazione mobile e quella web, ogni qualvolta mi arriva un messaggio sulla webApp, esso mi arriva anche sul telefono rendendo fastidioso questa sorta di "ridondanza" e costringendomi a chiudere completamente l'applicazione mobile fintanto che utilizzo quella web.


IMO

IMO è un aggregatore IM completamente gratuito, inizialmente sviluppato su Android ma approdato con grande successo qualche mese fa su iPhone.

Il programma si presenta con una grafica molto (forse troppo) essenziale, soprattutto se paragonata a quella di IM+. Non è brutta, anzi è molto precisa però non da possibilità di personalizzazione di sorta.
L'utente inserisce le credenziali di uno dei suoi account dopodiché "linka" tutti gli altri.
Anche qui sono supportati
yahoo, skype, facebook, jabba,myspace,googletalk,aim. Purtroppo non gestisce twitter.
Il sistema permette di chattare con più persone appartenenti a differenti account e permette di inviare e ricevere immagini e brevi messaggi vocali; in maniera analoga ad IM+ non è possibile effettuare chiamate voip.
Anche qui è possibile impostare degli status personalizzati mentre non è possibile inviare informazioni sulla geo-localizzazione.

Il supporto delle notifiche funziona fino ad un massimo di 72 ore, quindi di più di im+ ma in compenso perfino Skype viene gestito fino a 72 ore e non solo 2 come avviene con il concorrente.

Per quanto IMO supporti meno funzionalità di IM+ ha il grosso pregio di essere molto più veloce e snello di quest'ultimo. La sincronizzazione degli account quando il software esce dallo stato di background, è decisamente pià rapido ed efficiente.

Anche IMO supporta il web con una webApp che mantiene i canoni estetici dell'applicazione web, molto precisa ed essenziale.
E' supportata anche come WebApp per GoogleChrome con tanto di widget di notifica e messaggistica.
Altra nota positiva è che quando si utilizza IMO su Web il sistema non effettua ridondanti duplicazioni degli eventi sull'applicazione mobile e questo è un grosso vantaggio.

Quale scegliere? beh, personalmente preferisco IMO; è vero che possiede meno funzioni e che non supporta Twitter..però è risultato molto più efficiente, snello e rapido da utilizzare; IM+ potrebbe avere le carte in regola per poter diventare l'applicazione definitiva ma devono migliorare ancora molto la velocità del software che a volte si impalla durante la sincronizzazione soprattutto se si attivano diversi account. Io per le prove ho utilizzato su entrambi quattro account (MSN, skype, gtalk e facebook) e su IMO le cose andavano più velocemente.
Su IM+ capitava anche di avere fastidiosi bug come messaggi di facebook ripetuti e cose simili.

Insomma io consiglio IM+ solo se volete avere la geo-localizzazione, se siete utilizzatori anche di twitter e se avete uno smartphone diverso da Android e iPhone...altrimenti prendere IMO e non ve ne pentirete

giovedì 3 febbraio 2011

Preview beta KillZone 3 con Move!!!

Il titolo dice tutto, appena scaricata la demo non ho saputo resistere nel provare un FPS hardcore con il Move e vedere se possa essere considerata una periferica per giochi maturi... e devo dire che ne sono rimasto molto molto colpito.
I comandi sono reattivi e la dimensione di gioco risulta essere molto immersiva..certo occorre un pò di pratica; un guru del Pad o del mouse/tastiera dovrà comunque spendere un pò di tempo per riadattarsi alla nuova dimensione; ma devo dire che il risultato è sorprendente.

Belle sensazioni... che possono secondo me migliorare ulteriormente considerando che quello che ho provato è solo una beta multiplayer; in rete si possono già vedere filmati che mostrano l'utilizzo dello Sharpshooter in pratica un accessorio (un pò tipo WiiZapper) che permette di posizionare il move e il navcontrol in un unico fucile...devo dire che l'idea è molto allettante e risulta anche essere molto funzionale.

Vi lascio ai tre filmati appena realizzati; dategli un occhio

Ah dimenticavo, la demo per ora non gira in Full hd ma a 720p..già così è notevole..sarei curioso di vederlo in 1080p...






Recensione: Battlefield Bad Company 2 (PC)



Dopo aver effettuato un discreto aggiornamento al mio PC (ho preso una GTX 570..... !!!) mi sono accaparrato questo piccolo capolavoro che ormai si trova a prezzi stracciati (almeno su PC).

La storia e il Gameplay

Battlefield Bad Company 2 si svolge in un periodo che va dalla guerra fredda ai giorni d'oggi, facciamo parte di un corpo speciale (di 4 soldati) che deve cercar di sventare una minaccia planetaria; muovendosi in missioni segrete ed altamente rischiose.
La storia (non voglio fare spoiler) è molto intrigante, anche se non raggiunge i livelli di Black Ops.
Il gioco è un tipico FPS moderno, non vi sono tantissimi armi a disposizione (se confrontato appunto con titoli del calibro di Black Ops) ma quelle che ci sono sono estremamente differenziate e adatte a specifiche strategie. Ogni arma può avere degli add-on di vario tipo, dal classico lancia granate ai mirini ACOG.
Una delle caratteristiche più interessanti del gioco è il sistema di interazione con l'ambiente, in pratica qui tutto è distruttibile... possiamo abbattere muri, veicoli, pali..tutto..perfino le case dopo un pò crollano. Questo sofisticato sistema di danni permette quindi di essere molto dinamici nella scelta delle strategie in quanto l'ambiente circostante di fatto di modifica sempre...nascondersi dietro una parete non ci offrirà un riparo perenne (come in molti altri giochi) in quanto anch'esso verrà meno dopo aver subito un certo quantitativo di colpi.
Questo aspetto ce lo troviamo nel Single player..ma anche nel Multi player!!!!! e vi assicuro che la cosa è estremamente appagante.

Occorre fare una forte distinzione tra single e multi in quanto vi sono però differenze sostanziali nella gestione delle armi. Nel single player il gioco risulta abbastanza lineare (alla COD per intenderci) anche se in diversi frangenti è possibile scegliere strategie diverse per raggiungere in check point successivi; questo grazie anche al fatto che l'ambiente si "modifica" con il passare del tempo. Non esiste l'effetto nemici-infiniti, qui il numero dei nemici, per quanto enorme, è un numero finito quindi possiamo anche adottare strategie difensive ad oltranza senza rimanere impelagati in un punto all'infinito.
Purtroppo l'intelligenza artificiale non è così meravigliosa, spesso i nemici si muovono seguendo schemi piuttosto semplici...peccato perché altrimenti sarebbe stato un gioco da 10 e lode.
Occorre dire che il single player è estremamente facile da completare, anche se si imposta il livello più difficile lo si porta a termine in men che non si dica e questo lascia un pò l'amaro in bocca; ma allo stesso tempo mette in evidenza che il vero core-business del gioco non risiede nella campagna ma nel multiplay.
Oltre a poter usare diversi tipi di armi durante il gioco potremo pilotare veicoli ed elicotteri di vario tipo; anche questi veicoli saranno utilizzabili nel multiplay; e vi do un consiglio sull'elicottero..dotatevi di joystick (o a limite di joypad) perché con mouse e tastiera è ingiocabile!

Il sistema multiplay, come detto prima, è il vero core business del gioco ed è fatto molto molto bene. Dal pannello di controllo iniziale è possibile scegliere diverse opzioni e modalità. Anche qui vi è un rank, si parte da recluta e si sale su su via via che si accumulano punti esperienza; tali punti vengono accumulati diversamente in base al tipo di gioco che facciamo e al ruolo che rivestiamo. Infatti qui vi sono i "profili" (geniere, fanteria, scout e medico) ognuno con caratteristiche e armamenti specifici.
Gli armamenti e gli add-on si sbloccano via via raggiungendo determinati Rank o completando alcune sfide.

Il multiplay è una specie di droga e, a mio avviso, è più divertente e longevo del multiplay di CoD. Basti pensare che BBC2 richiede più sforzo cooperativo per poter giocare buone partite online.

Grafica e Sonoro

Il sonoro di BBC2 è sorprendente, forse il miglior audio mai sentito in un gioco del genere, gli effetti 3D sono resi alla grande così come il rumore di armi ed esplosioni..sono veramente ben fatte. In assoluto il migliore che abbia mai potuto sentire.
Graficamente è notevole, viene utilizzato ancora l'ormai vetusto Havok ma completamente rinnovato e portato all'estremo... qui se abbiamo un hardware di un certo "peso" possiamo godere una grafica e degli effetti veramente impressionanti; soprattutto se attiviamo l'illuminazione HDR che rende l'impatto visivo ancora più realistico (impressionante quando giochiamo nel deserto o sulle montagne innevate con un riverbero della luce veramente ben fatto).
Tutto questo ha un costo, diciamo che con un Q9400 "tirato", 4 Gbyte DDDR2 e una GTX570 si riesce a giocare al massimo dei dettagli (con un AAx32 attivo) a un media di 65-70 fps. Con un sistema basato su un dual core E6600 "stock" e una 5770 si riesce a giocare a dettagli medi e senza AA attivo mantenendo lo stesso FPS. Purtroppo è un gioco che succhia non solo risorse GPU ma anche CPU (per calcolare evidentemente le modifiche ambientali).
Il gioco è presente anche su PS3 e Xbox e sono ben realizzati anche su queste due piattaforme che offrono il gioco a risoluzione nativa di 720p (e upscalata a 1080p) mantenendo quasi tutte le feature grafiche della versione PC. Tra le due versioni è consigliabile quello della 360, che è (un pò) meglio realizzata rispetto alla versione PS3. Il gioco si presta bene ad essere giocato anche col pad..anzi diciamola tutta; il gioco sempre essere progettato per girare su console e non su PC, si ritrovano molti aspetti tipici delle console..se avete una delle due console, o se non avete un PC estremamente potente, vi consiglio comunque di accaparrarvi il gioco (su 360 o PS3) e non ve ne pentirete!

lunedì 10 gennaio 2011

Metro 2033




Circa due mesi fa acquistai ad un prezzo a dir poco ridicolo questo piccolo capolavoro.

Storia

La storia, tratta da un omonimo romanzo, narra le vicende di alcuni sopravvisuti in una Mosca post-bellica
dove gli uomini sono costretti a vivere nella vecchia metropolitana di mosca riadattata a rifugio
L'aria esterna risulta essere irrespirabile al punto da richiedere l'uso di maschere specifiche al fine di
muoversi in superficie senza lasciarci le penne.
Oltre a fronteggiare il freddo perenne e la situazione ambientale non particolarmente amichevole,
gli uomini si trovano a fronteggiare strane creature (mutazioni dovute alle radiazioni) che ogni tanto
tentano di far breccia nelle metropolitane.
Il nostro aleter-ego si ritroverà suo malgrado invischiato in una serie di eventi (un pò alla
Morgan Freeman di Half life) e tenterà di salvare il proprio rifugio natale.
Alla ricerca di aiuti da rifugi vicini e amici, si troverà a vagare per queste spettrali metropolitane
e, in alcuni casi, in superficie scontrandosi con mostri ma anche con uomini della fazione
neo-nazista, alternando sessioni stealth sessioni action.

GamePlay

Il gioco si presenta come un FPS-survivor horror alla Half Life, con una buona capacità di interazione con
l'ambiente (molti elementi ambientali sono interattivi e distruttibili).
Vi saranno possibilità di variare leggermente la trama attraverso l'interazione
e il comportamento che terremo durante il corso dell'avventura.
Una delle cose che più mi hanno affascinato sono le armi...ebbene le armi richiamano solo
lontanamente le attuali armi conosciute in tanti altri giochi; infatti la maggior parte sono
alquanto rudimentali e richiedono una buona dose tattica per poter scegliere l'arma giusta al momento
giusto; il numero dei proiettili non è così elevato e soprattutto vi è grossa differenza tra proiettili
di buona qualità (i cosiddettti proiettili militari, usati anche come moneta di scambio) e quelli
artigianali.
Il numero di proiettili come appena detto non è così esagerato e spesso dovremo cercare di muoversi
senza ingaggiare il nemico al fine di risparmiare le munizioni per momenti più concitati.

Metro 2033 fa grande uso delle luci che svolgono un ruolo fondamentale nella presa delle strategie
necessarie per superare i vari livelli; l'intelligenza artificiale dei nemici è molto efficace (soprattutto
se giocato ai massimi livelli di difficoltà) percui dovremo sempre stare attenti a dove mettiamo i piedi
Saremo costretti più volte a spegnere le luci (tramite interruttori oppure rompendo le lampadine) al fine
di guadagnare possibilità di non essere visti.
In nostro aiuto arriverà (non subito) un visore notturno che però è alimentato a batteria...e questo
richiederà di essere ricaricato manualmente attraverso l'attivazione di una dinamo manuale; occorrerà quindi
studiare molto bene come muoversi e questo incentiva strategie più circospette e non azioni
istintive alla Rambo che avranno come unico risultato la nostra morte.

Altro elemento degno di notà è l'utilizzo della maschera antigas nei luoghi con aria contaminata, la maschera avrà
bisogno di tutta la nostra attenzione in quanto dovremo cambiare i filtri una volta esauriti
ed eventualmente cambiare la maschera stessa in caso di rottura durante gli scontri (eh già!)
Attenzione perché andare senza maschera nelle aree contaminate ci ucciderà nel giro di un paio di minuti.

Tutti gli oggetti e l'equipaggiamento si può trovare rovistando tra i cadaveri oppure tramite baratto
nei negozietti che si troveranno nelle città create nel sottosuolo.

Parlando di modalità questo gioco viene proposto con la sola modalità single player, non esiste
il gioco online, è presentato quindi come un tempo venivano giocati i vari videogiochi ma non preoccupatevi
giocarlo tutto richiederà dalle 10 alle 18 ore effettive (dipende dal livello di difficolta e dalla vostra
abilità ovviamente).
Inoltre, per gli amanti degli achievements, sia su Steam che su Xbox è possibile sbloccare achievements,
alcuni dei quali interessanti che ci porteranno a rigiocare in parte o tutto il gioco almeno una volta.

Grafica

Graficamente credo sia stato il gioco più bello del 2010, gli effetti particellari, le luci e le ombre sono
quanto di più bello e realistico si possa essere visto su un videogioco fino ad ora.
Di fatto Metro 2033 possiede il supporto alle DX11 (con il tassellation) e a Physix.
Effetti come la maschera che si appanna col freddo (oppure perché sta finendo il filtro) e che di fatto ci altera
la visuale dandoci quel senso di clausofobia che solo un film potrebbe regalare altrettanto bene,
rendono Metro 2033 un gioco esagerato.
Ed è qui che viene fuori l'unico neo del gioco...mentre su Xbox il gioco gira con dettagli molto elevati
(ma ovviamente senza Physix prerogativa delle schede Nvidia e della PS3..che monta Nvidia; e senza DX11),
ma il gioco risulta fluidissimo senza intoppi su PC la situazione è drasticamente diversa.
Il gioco drena l'hardware della propria macchina come solo il primo Far Cry riusciva a fare.

Tecnicamente il gioco può girare su un Dual Core (un serie E8xx va molto bene) e gli bastano 2 Gbyte di RAM
ma vuole una scheda video bella potente per girare.
Ho avuto modo di testare il gioco su due configurazioni:
CPU Q9400 a 2.66, un quad core quindi della precedente serie Intel; 4 Gbyte 1066Mhz (DDR2 quindi)
e due 5770 in CF; con questa configurazione sono riuscito a far girare il gioco a 1680x1050 con dettagli
Medio-Alti e DX11 attivo (senza Tassellation, DOF e Physix attivati) ottenendo un FPS medio di 30
con una discreta fluidità. Mentre sempre a 1680x1050 ma con DX10 riuscivo a giocare con dettagli al massimo
e un FPS medio di 40 con una migliore fluidità generale.
Su una configurazione con Q9400 overcloccato a 3.6, i soliti 4 Gbyte di ram e una GTX 570 sono riuscito
a far girare il gioco a 1680x1050 tutto al massimo (con DX11, tassellation, DOF e Physix attivati)
mantenendo un FPS medio di 45 e una perfetta fluidità.
Come vedete quindi se lo volete giocare al massimo dovete dotarvi di un ottima CPU bella veloce (oltre i 3.5 Ghz)
e una potente scheda video. C'è da dire che anche con DX10 il gioco fa la sua bella figura.

Niente da eccepire sulla versione Xbox, ben funzionante senza problemi di sorta e con un sistema
di puntamento ben calettato sul pad.

Sonoro

Niente di esagerato (non siamo ai livelli di un BFBC2) ma comunque godibili, purtroppo i doppiaggi in italiano
lasciano molto ma molto a desiderare (inoltre ogni tanto si possono udire in sottofondo
delle frasi in francese..mah!). Gli effetti sonori sono abbastanza azzeccati, molto curati invece
quelli delle "presenze" e dei mostri nonché quelle delle musichette che ogni tanto si sente uscire
dalle vecchie radio sovietiche rimesse in funzione.

Conclusioni

Che dire un must have..se avete un Xbox non potete lasciarvelo sfuggire; se avete un PC di due anni fa di
fascia altissima o un pc di fascia medio-alta acquistato nel 2010 fateci un pensierino e fatevi un bel regalo
di fine-natale; Metro 2033 costa poco (ormai) e vi regalerà diverse ore di divertimento coinvolgente.
Io me lo sono letteralmente fumato da quanto mi è piaciuto, un gioco non semplicissimo da finire (se giocato al massimo livello)
molto tattico e anche molto libero nella scelta delle strategie.. mi è davvero piaciuto al punto che al momento lo sto rigiocando per sbloccare alcuni achievements.

mercoledì 5 gennaio 2011

Play Station Phone

Altre foto circolano in rete sul fantomatico Play Station phone.
Una sorta di Xperia 10 di Sony Ericsson con montato supra un sistema Android (la versione 2.3) e sotto la quale si nasconde un pad digitale PS-style e una sorta di track pad ovale che servirebbe per emulare gli stick analogici.

Non si sa ancora molto su come verranno rilasciati i giochi, probabilmente tramite un software "play station" in grado di connettersi al PSN...

Ho molti dubbi riguardo questo prodotto, al momento, i dubbi sono

1) i giochi non saranno compatibili con quelli visti fino ad esso su PSP???

2) non ci saranno ripercussioni dato che la piattaforma è un android? ovvero la mia paura è che gli hackers rilascino poi versioni di "Playstation OS" per gli altri dispositivi android e questo alla fine potrebbe portare ad un impoverimento della qualità dei giochi per PS Phone..

3) i giochi come saranno? riusciranno a battere la qualità dei giochi per iPhone? Ricordando che un gioco per iPhone non costa piu di 7 euro come penserà la Sony di gestire i prezzi dei propri titoli?

Insomma io ho paura che questo progetto, per quanto interessante, abbia tutte le premesse di avere un decorso come il mai troppo rimpianto N-Gage...

mah staremo a vedere