La mia collezione

gamecard

mercoledì 17 novembre 2010

Recensione: Black Ops (PS3)

Sono stato assente per molto tempo, ma impegni personali mi hanno tenuto lontano dal blog..questo
non significa che non abbia potuto seguire la mia grande passione videoludica.

Negli ultimi due mesi ho messo le mani su due grandi giochi, Halo Reach e Black Ops. Il primo me lo sono letteralmente fumato e completato in (praticamente tutte) le sue salse.
A breve farò un resoconto sull'esperienza Reach soprattutto per quanto riguarda il multiplay.

Ma veniamo invece al nostro Black Ops. L'ho acquistato circa 5 giorni fa e me lo sto praticamente fumando (pure questo!).

Ma andiamo con ordine

Un pò di storia

Black Ops si svolge in un periodo storico, per me, molto intrigante ovvero il periodo che va dal 60 ai primi anni 70..in pratica la guerra fredda. Il gioco usa uno stile narrativo di alto livello e per certi versi si discosta dal classico COD. Nei precedenti infatti noi interpretiamo diversi personaggi che "in parallelo" portano avanti la loro missione che si va ad intrecciare nella complicata rete di eventi intorno al mondo.
In BlackOps invece interpreteremo un solo personaggio (salvo un paio di piccole eccezioni funzionali alla narrazione). Il gioco parte in un luogo non troppo precisato, il nostro alter ego è legato ad una sedia e messo sotto torchio per ricordare avvenimenti del suo passato; a questo giro non saremo un normale marine ma un agente delle forze speciali che ha lavorato in diverse zone del mondo e in diversi contesti (a Cuba, in Korea, in Russia, al Pentagono.. e così via).
Non voglio approfondire troppo la trama perché non voglio rovinare la sorpresa della trama. Dico solo che la storia è molto avvincente e riesce a coinvolgere il giocatore in un crescendo di avvenimenti magistralmente confezionati. In maniera del tutto simile a MW2, in BlackOps si ritrovano alcuni riferimenti di personaggi chiave apparsi in COD WaW.

Modalità Single

La modalità single player segue il classico costrutto degli ultimi COD, alternando sessioni di FPS classico con sessioni di gioco alternative (guidare una moto, un carro o una navetta) e contornati ogni tanto di alcuni Quick Time Events.
C'è da dire che purtroppo in BlackOps vi sono tantissimi schemi scriptati e in alcuni casi perfino fastidiosi (se giocati al livello Veterano). In MW erano riusciti a limitare al mimino questi momenti…ma si sa…la Infinite Wards non è la Treyarch…eheh
Rispetto ai precedenti COD, in Black Ops vi sono tantissime sessioni in campo lungo con arene quindi molto ma molto ampie che danno più libertà al giocatore di affrontare i vari momenti con strategie diverse e diversi approcci.
Il più grosso difetto della modalità single è che è troppo corta, la sto giocando a livello Veterano e in poco più di 4 ore di gioco sono arrivato alla metà dell'intra campagna.
Da questo punto di vista il gioco può sembrare troppo corto e (soprattutto per coloro che lo vogliono prendere per PC) può essere un grosso deterrente e una nota a sfavore del titolo. In realtà, come vedremo, Black Ops offre una più che buona longevità, grazie alle tante modalità extra che offre e ad un sistema multiplayer fatto molto bene.
Un aspetto che mi fa storcere il naso è in qualche errore anacronistico sulle armi ed equipaggiamento. Vi sono alcune armi ed equipaggiamenti vari che sono presenti nelle missioni che si svolgono in epoche come il '63 quando in realtà quelle armi non saranno sviluppate se non a fine anni 70... questo lo trovo un errore estremamente grave... che però non mina la bellezza generale del gioco.

Modalità Extra..torna la Modalità Zombi..rinnovata!

Come accennato prima il nuovo COD offre diversi Extra interessanti. Treyarch ha aggiunto un paio di Easter Egg da sbloccare: un gioco arcade basato sulla modalità Zombi e che strizza l'occhio al glorioso gioco Mash TV degli anni 80; inoltre è stato inclusa la versione completa e originale del gioco Zork; una delle primissime avventure per computer quando ancora non esistevano le interfacce grafiche punta e clicca.
Oltre a queste piccole perle che permettono di regalare in paio d'ore di spensierata allegria; è stata in inclusa la nuova modalità Zombi. Più arricchita rispetto alla precedente. Qui si parte da una mappa e via via che si superano le varie fasi vengono messe in luce alcuni indizi che approfondisce la trama del gioco (non ho ancora capito se gli indizi si riferiscono alla trama del gioco principale, non ho ancora potuto farci un granché con la modalità Zombi). Divertentissima da giocare in multipla sia LAN che internet o con schermo condiviso (nella versione PC solamente via Internet).
Chi acquista la versione da collezione (o la Premium Edition) avrà la possibilità di avere 4 mappe aggiuntive per la modalità Zombi (la versione PC non presenta questa feature in quanto non sono presenti su PC le edizioni speciali da collezione).
Diciamo che in alcune di queste arene gli amanti del famoso gioco di ruolo Sine Requiem si ritroveranno immersi in un ambiente del tutto simile al loro amato GDR.

Modalità multiplayer divertentissima

La modalità multiplayer è la parte che più mi ha esaltato e rappresenta la più alta evoluzione di tutte le modalità MP della saga. Il sistema riprende i concetti base di MW2; partiamo dal primo livello e possiamo accedere ad un numero limitato di caratteristiche, abilità e armi nonché ad una limitata tipologia di partite.
Via via che portiamo a termine le varie Sfide (obiettivi di vario genere, numero di uccisioni con una determinata arma, eventi particolari e così via), o semplicemente ogni qualvolta effettuiamo un operazione con successo; guadagnano punti esperienza. Oltre ai punti esperienza accumulati, acquisiremo anche denaro. Tale denaro ci permetterà di acquistare caratteristiche, personalizzazioni, armi, accessori, equipaggiamento ed abilità..ebbene si, in questo COD tutte le abilità si COMPRANO e non si acquisiscono per il mero passaggio di livello.
Il livello di personalizzazione del nostro personaggio è stato migliorato, adesso si possono personalizzare non solo le armi ma anche il nostro personaggio, il banner, gli stemmi e quant'altro.
In questo COD è stato inoltre introdotta la possibilità di accedere ad una lista di sotto missioni in puro stile mercenario. In pratica una volta stipulato un determinato "contratto" avremo un tempo massimo entro il quale dobbiamo raggiungere tale obiettivo (ad esempio pugnalare alle spalle 5 nemici). Se si raggiunge l'obiettivo guadagneremo soldi e, in alcuni casi, anche esperienza. I contratti non sono gratuiti però, quando se ne stipula uno occorre investire di prima persona un certo quantitativo monetario.
Per dare ancora più pepe al sistema di gioco, in questo COD è possibile fare delle scommesse basate sulle varie modalità di gioco presenti,
Ed a proposito di modalità, ce ne sono svariate, Dominio, Sabotaggio e Quartier generale, ma anche i classici TDM e DM. Inoltre è possibile personalizzare partite introducendo variabili di vario genere.
La creazione delle partite è affidata ad un sistema di machmaking funzionante e solido anche se, su PS3 ogni tanto ha qualche problema (ma niente di così eclatante - diciamo che la versione più stabile attualmente è quella Xbox).
Le mappe sono tante (14 se non erro) e sono molto varie e anche piuttosto complesse. Molto divertenti con diversi elementi integrabili (anche se rispetto a MW2 gli elementi interattivi sono numericamente meno).


Grafica, sono e prestazioni

Il sonoro è sublime, la versione PS3 può sfoggiare un arrangiamento 7.1 (per chi possiede questo sistema) molto efficiente nitidamente. Ma anche il 5.1 è fatto veramente bene, molto reattivo e con nessun della negli eventi.
L'unica nota negativa (per tutte le versioni) è una non perfetta sincronia tra il labiale e il parlato… il doppiaggio non è malvagio (WaW era sicuramente peggiore) ma non è niente di così esaltante soprattutto dopo che ho sentito il doppiaggio della versione originale (tutta un 'altra cosa).

Graficamente il gioco è molto gradevole; ma secondo me è inferiore ad MW2.
Ora non saprei se il confronto negativo è dato dal fatto che io ho giocato MW2 su PC (sparato al massimo) oppure no (purtroppo non ho potuto giocare a MW2 su PS3 o Xbox). Ma confrontandomi con giocatori consolari di MW2 ho avuto da loro gli stessi commenti ed impressioni.
Tecnicamente il gioco è stato sviluppato con una risoluzione nativa di 1024x608 (versioni PC e Xbox) e 992x600 (versione PS3) che ovviamente vengono upscalate magistralmente da PS3 e Xbox alle 720p e 1080p; sulle versioni console è applicato un anti-aliasing 2xMMSA. La nota dolente non sta nella risoluzione nativa di sviluppo quanto nelle texture. Rispetto ad MW2 risultano essere più scialbe, quasi come se fossero state fatte in bassa risoluzione e risamplate male. L'effetto non è brutto in tutte le situazioni ma solamente in alcune ambientazioni (nella giungla coreana ad esempio le texture sono molto belle); diciamo che vi è un'alternanza non costante della qualità delle texture. Di contro però abbiamo degli ambienti molto più ampi dei predecessori; qui le arene single player e multi sono veramente grandi e piene di elementi, palazzi, alberi, e quant'altro. In alcuni momenti l'ampiezza di campo è talmente grande da rendere trascurabile le texture non proprio di qualità.
In fondo come detto prima questa è la Treyarch che, come è avvenuto per COD3 e CODWaW, non è certamente all'altezza della Infinity Ward.
In compenso sulle console si può godere un gioco con un FPS a 60 frame fissi, fluido e senza tentennamenti nemmeno nelle sessioni multiplayer.
All'inizio la versione PS3 soffriva di qualche calo sporadico nell'FPS (picchi negativi ed inspiegabili deputabili al netcode e al core non proprio ottimizzato per il Cell), nel giro di 24 ore dal suo lancio, la Treyarch ha rilasciato la patch 1.02 che ha messo a posto il frame rate rendendolo solido come quello Xbox.
Niente da fare invece sulla versione PC dove il codice assolutamente non ottimizzato non riesce a girare bene neanche su macchine attuali di fascia medio-alta; da problemi anche su macchine che montano NVidia 460 e i5, il gioco a mala pena riesce a raggiungere 50 frame al secondo; per poter avere un frame rate fluido occorre abbassare diversi dettagli a ridurli al minimo; la versione PC soffre anche di un pessimo netcode e questo comporta gravi problemi proprio nella gestione del matchmaking. Treyarch assicura che a breve rilascerà una patch per pc per risolvere questi problemi, ma al momento su PC il gioco risulta essere veramente una tragedia.

Ultima nota, nelle versioni Xbox e PS3 si può giocare anche in 3D (a patto di avere un monitor 3D). Ora sulla 360 non ho avuto modo di fare verifiche e non posso dire come sia, ma ho avuto la fortuna di provare (anche se per pochi minuti) la versione per PS3 su un 50" 3D..ebbene devo dire che mi ha sorpreso; ammetto che l'aspetto stereoscopico fa la sua parte e da una sensazione di immersività decisamente soddisfacente. Devo dire che mi è piaciuto tanto, anche se ammetto che con gli occhialini e in stereoscopia dubito che si possa giocare più di un'ora di fila..troppo stancante per gli occhi. Chiaramente è solo un'impressione iniziale dovrei avere modo di giocarci di più ma non sono un fortunato possessore di TV3d eheh

Differenze tra le varie piattaforme
Il gioco è uscito su Wii, Xbox, PS3 e PC.
Su Wii il gioco risulta piuttosto penoso, risoluzione bassissima e pochi elementi interattivi sul gioco, pochi omini controllati dalla IA..insomma una patacca; ma ovviamente Wii è una piattaforma old questo si sa. In compenso è l'unica versione di Black Ops che si può giocare con un controller di movimento.
Le versioni PC, Xbox, PS3 presentano caratteristiche analoghe, ci sono pochissime differenze sia nel game play che nella grafica. Le due console sono praticamente identiche e quindi la scelta tra l'una o l'altra è demandata alla soggettività di ognuno di noi (io ho preso quella per PS3). La versione PC al momento è troppo immatura e non la consiglio a nessuno, gira male e occorre un hardware bello potente per potersi godere a pieno tutte le sue caratteristiche. In ogni caso non si discosta di molto dalla contro parte consolare (se non per l'uso del mouse e tastiera).
Sul fronte controller devo dire che hanno fatto un ottimo lavoro, il sistema di controllo è bello sensibile e preciso e ci si gioca bene anche con il pad della PS3. La treyarch ha inserito sulla PS3 l'opzione per abilitare o meno la mira assistita. Disattivando questa opzione è possibile (ma non ho potuto fare riscontri) utilizzare anche periferiche basate su Mouse come il FragFX senza avere grossi problemi nella gestione della mira. Ad ogni modo dopo poche ore di gioco si può giocare tranquillamente disattivando quell'impostazione anche utilizzando il normale pad.
Sul fronte LAN ottime notizie per i possessori di Xbox e PS3, entrambe le console possono giocare in LAN fino a 18 giocatori. Le versioni PC invece sono limitate al gioco online tramite stemma.
On line il gioco si comporta bene sia su xbox che su ps3, in particolare su PS3 ho notato pochissimi momenti di lag nonostante a volte siano connessi più di 900 mila giocatori. La media di presenza online si aggira tra i 600 mila e i 700 mila giocatori per la versione PS3..veramente notevole!

Conclusioni

Un gioco da prendere, bello divertente ed emozionante anche se presenta qualche difettuccio qua e la. Per i possessori di più piattaforme consiglio l'acquisto su console (ha meno problemi, più stabile e con più prestazioni).
Per coloro che possiedono sia Xbox che PS3 la scelta è ardua e quindi vi consiglio di prendere quella per la piattaforma di cui avete più amici con cui condividere il gioco.
Per coloro che hanno solo il PC consiglio l'acquisto solo dopo l'arrivo della fantomatica patch…
Grande COD!
Posta un commento