La mia collezione

gamecard

mercoledì 25 agosto 2010

La nuova Xbox 360 Slim presenta una piccola evoluzione...bloccata...

Analizzando più da vicino l'architettura della nuova Xbox 360 Slim scopriamo qualcosa di diverso e innovativo. La Microsoft ha sostituito il binomio CPU - GPU con un unico Chip che le contiene ENTRAMBI.
In pratica ha integrato in un unico processore sia CPU che GPU.Questo procedimento è stato possibile grazie all'uso del processo produttivo a 45 nm che ha permesso costi di costruzione e necessità di dissipazione molto più basse.

Il nuovo processore scalda meno ed è più efficiente e stabile del precedente.
Inoltre la comunicazione tra la CPU e la GPU è resa diretta, senza passare da un architettura FSB (Front Side Bus) tipica delle piattaforme PC comunemente usate. Questo permette al sistema di scambiare dati più velocemente e di essere quindi più performante.

La cosa curiosa è che per NON rendere la nuova Xbox più prestante della vecchia, la MS ha inserito un curioso chip denominato FSB Replacer che in pratica simula il funzionamento del FSB..in pratica questo accorgimento serve per rallentare il nuovo processore di Xbox...

Al di la del fatto curioso (anche se è facile intuire il perché di una scelta di questo tipo); questo potrebbe rappresentare la base per l'architettura della futura Xbox..chissà che Microsoft non ci voglia regalare una sorpresa il prossimo anno...

lunedì 16 agosto 2010

Recensione: The Secrets of Monkey Island - Special Edition (iPhone, XBLA, PSN, Steam)

Mi trovo a scrivere qui una recensione su un capolavoro dei tempi d'oro dei 16 bit.. per me è un grande onore..Penso siano pochi i videogiocatori a non conoscere questa pietra miliare delle avventure grafiche punta e clicca.
Da veterano (ahime..il tempo inizia a farsi sentire...) ricordo quando l'ho potuto giocare nella sua veste originale sul glorioso Amiga. (all'epoca era uscito su Amiga, Atari ST e i primi PC da gioco).


Quando ho visto l'edizione speciale non ho saputo resistere e l'ho preso per iPhone...che dire...spettacolare ancora oggi!
La versione speciale consta del gioco originale ridisegnato completamente, con grafica moderna e colorata.
Cambia anche l'interfaccia utente, adesso le varie azioni possibili da applicare agli oggetti sparsi nei vari ambienti, appaiono direttamente sull'icona posta sul puntatore, mentre per accedere a tutti i comandi completi e all'inventario occorre selezionare le uniche due icone fisse poste sullo schermo. In questo modo tutto lo schermo è dedicato all'ambiente e al nostro Guybrush (nella versione originale lo schermo era diviso in due parti, quella superiore che mostrava l'azione e quella inferiore con i comandi da impartire e l'inventario).

L'avventura originale non presentava suoni wave ne doppiaggi col parlato. Le musiche (rigorosamente Midi) erano ben orchestrate..nella versione speciale è stato inserito il doppiaggio parlato (in inglese) mantenendo i sottotitoli (in italiano) e le musiche sono state riorchestrate e remixate... il risultato è splendido!!!
Un'ultima chicca, su iPhone è possibile passare dalla versione speciale a quella originale degli anni 80 e viceversa! Incredibile vedere come una grafica che oggi non verrebbe definita tale, all'epoca era quanto di meglio si potesse avere...

lunedì 2 agosto 2010

Conclusioni (parziali): Killzone2 (PS3)

Se Xbox 360 può vantare un'esclusiva come Halo 3 in grado di tirarsi dietro una fila immane di fans e giocatori online,PS3 risponde con Killzone.
Un FPS futuristico solo per il mondo Sony. Killzone 2 è stato il primo gioco a mostrare le potenzialità della macchina PS3 con una grafica 3d molto profonda, bei effetti di luce e particellari e un FPS molto elevato.

Ho completato da poco la campagna in solitaria, giocata a livello veterano ha rappresentato una bella sfida. La modalità Elite (sbloccabile dopo aver completato la versione Veterana) risulta essere troppo difficile, o meglio non troppo rispetto alla Veterana ma in alcuni punti il numero e la coriacità dei nemici è talmente elevata da risultare quasi frustrante il gioco!

In realtà la modalità veterano è sicuramente la migliore perché i nemici non sono invulnerabili ma forniscono un buon livello di IA tale da renderli temibili (effettuano attacchi combinati e strategie abbastanza efficaci).
La storia purtroppo non è all'altezza di altri titoli dello stesso tipo (Halo prima di tutto); perfino Resistance ha, a parer mio, una storia più profonda e articolata.
Ma a parte questo il gioco risulta essere dannatamente divertente.

La sorpresa più grande è stata la scoperta del multiplayer...ebbene qui KillZone 2 da il meglio di se.. anzi se devo essere sincero sembra quasi che il vero core business sia proprio il multiplay online.
Le modalità di gioco sono tante ed offre un avanzamento di carriera molto avanzato. Via via che si aumenta di carrierà è possibile accedere a vari profili di gioco (Medico, Cecchino, Geniere, etcc.) ognuno con le sue caratteristiche peculiari ed abilità a loro volta sbloccabili portando a termine vari compiti.

L'infrastruttura è ben fatta e solida fornendo anche su internet una pagina con il riassunto della propria attività; questo strizza un pò l'occhio al sistema di Halo ma se devo essere sincero Killzone risulta essere migliore, più articolato e profondo. Proponendo tutti i tipi di statistiche (personaggio piu usato, armi piu utilizzate, mostrine conquistate etc..).

Durante le varie modalità (dal classi DM a versioni rielaborate di CTF, S&D e Cecchino) è possibile creare piccoli gruppi (squadre) all'interno della propria squadra in ed effettuare assalti combinati. Il tutto è ovviamente gestito tramite un ottimo sistema di chat vocale.

Le arene di base sono 6-7 ma sullo store del PSN si possono acqustare a poco prezzo altre mappe. In generale le mappe sono molto elaborate, tutte a più livelli e soprattutto ENORMI! Capaci di gestire al meglio arene con 32 giocatori.

Le partite non sono mai noiose e il sistema di matchmaking funziona molto bene con tempi di attesa ridotti al minimo.
Veramente bello, praticamente una droga!