La mia collezione

gamecard

mercoledì 15 dicembre 2010

Blur non vuole il Crossfire

Ieri ho messo lo mani su questo gioco divertente divertente, il Project Gotham per PC.. fatto bene, colorato e veloce.
Con grande rammarico ho scoperto che il gioco non gira con una configurazione MultiGPU basata su CrossFire... non solo non gira.. ma pianta proprio la macchina!!!!
Per giocarci sono stato costretto a disattivare una 5770..niente di grave cmq in quanto il gioco riesce a girare egregiamente anche con una sola 5770.

martedì 14 dicembre 2010

News: Catalyst 10.12 !

Sono state rilasciate le nuove Catalyst 10.12 che introducono diverse nuove caratteristiche

- il nuovo CCC: completamente rivisto nel layout per essere più semplice da utilizzare
- Supporto alle nuove schede di fascia high-end della serie 6xxx
- miglioramenti su diversi profili di giochi
- supporto alle OpenGL 4.1

News: Black Ops avrà una nuova patch

E' uscita la Patch 1.04 di BlackOps per le versioni Xbox e PS3 che mettono a posto diversi bug sul netcode rendendo ancora più stabili le suddette versioni.
Sono state messe a punto anche alcuni aspetti legati al bilanciamento dei punteggi e delle abilità durante le sessioni di gioco.

lunedì 13 dicembre 2010

News: Nova 2 uscirà il 16 Settembre!!!

E' ufficiale, il seguito del primo FPS a far storia su iPhone, uscirà il 16 Dicembre con tante novità, un avventura più ricca ed un nuovo sistema multiplayer online.
Graficamente migliorato (soprattutto per coloro che possiedono iPhone4).
Da non perdere!

lunedì 22 novembre 2010

CoD Black Ops e le patch (PC, PS3)

Negli ultimi due anni si sta assistendo ad un fenomeno curioso e, a tratti, prevedibile. Ovvero il fatto che molti giochi di enorme successo (CoD, BioShock, Mass Effect tanto per citarne alcuni) escano molto ottimizzati su Xbox e decisamente meno ottimizzati su PC e PS3.
Sul fronte PS3 questo aspetto è decisamente comprensibile visto l'enorme diversità architetturale della macchina e soprattutto il miglior supporto che Microsoft da ai vari sviluppatori; è molto più curioso il fatto che questa cosa influenzi anche il mondo PC.
Black Ops è solo un altro esempio: mentre il gioco su Xbox non ha segnato particolari problemi, su PS3 e PC invece si.
Su PS3 4 giorni fa è stata però rilasciata una patch (la 1.03) che ha risolto praticamente tutti i problemi legati al multiplayer (matchmaking che a volte fallisce e problemi sulla comunicazione audio); ma soprattutto hanno messo a posto i problemi legati ai cali di Frame rate che a volte (sia in campagna che in multiplayer) sono spuntati fuori.
Adesso la versione PS3 si può dire che risulta essere stabile e solida (anche se rimane il problema della più bassa risoluzione nativa di sviluppo).
Diversamente su PC ancora tanti problemi: audio che non funziona su alcune configurazioni, problemi di performance (anche su macchine molto recenti) e problemi nel sistema di match making.
Di fatto questi bug hanno minato irreparabilmente il successo della versione pc (mentre su Xbox e PS3 hanno decretato un successo strabiliante considerando i 700 mila giocatori online in media per Xbox e 500 mila per PS3).
Su Steam e sul sito ufficiale però arriva una notizia rincuorante... una patch che dovrebbe risolvere definitivamente il problema della versione PC dovrebbe essere pronta a breve...speriamo
Per il momento i giocatori PC dovranno lasciare in "pausa" il proprio Black Ops per goderselo meglio una volta uscita la patch

giovedì 18 novembre 2010

News: Street Fighter IV per iPhone si aggiorna!

La Capcom sembra credere molto nella trasposizione per iPhone di SFIV, tant'è che a distanza di 6 mesi dal suo lancio ha già tirato fuori diversi aggiornamenti.
Con l'ultimo update ha portato il roster dei combattenti a 11 con l'aggiunta di Sagat e DJ.
In più ha aggiunto il supporto al GameCenter di iPhone.
Il gioco pesa quasi 400 mb, molto fluido e gira benissimo anche sui 3G

mercoledì 17 novembre 2010

Recensione: Black Ops (PS3)

Sono stato assente per molto tempo, ma impegni personali mi hanno tenuto lontano dal blog..questo
non significa che non abbia potuto seguire la mia grande passione videoludica.

Negli ultimi due mesi ho messo le mani su due grandi giochi, Halo Reach e Black Ops. Il primo me lo sono letteralmente fumato e completato in (praticamente tutte) le sue salse.
A breve farò un resoconto sull'esperienza Reach soprattutto per quanto riguarda il multiplay.

Ma veniamo invece al nostro Black Ops. L'ho acquistato circa 5 giorni fa e me lo sto praticamente fumando (pure questo!).

Ma andiamo con ordine

Un pò di storia

Black Ops si svolge in un periodo storico, per me, molto intrigante ovvero il periodo che va dal 60 ai primi anni 70..in pratica la guerra fredda. Il gioco usa uno stile narrativo di alto livello e per certi versi si discosta dal classico COD. Nei precedenti infatti noi interpretiamo diversi personaggi che "in parallelo" portano avanti la loro missione che si va ad intrecciare nella complicata rete di eventi intorno al mondo.
In BlackOps invece interpreteremo un solo personaggio (salvo un paio di piccole eccezioni funzionali alla narrazione). Il gioco parte in un luogo non troppo precisato, il nostro alter ego è legato ad una sedia e messo sotto torchio per ricordare avvenimenti del suo passato; a questo giro non saremo un normale marine ma un agente delle forze speciali che ha lavorato in diverse zone del mondo e in diversi contesti (a Cuba, in Korea, in Russia, al Pentagono.. e così via).
Non voglio approfondire troppo la trama perché non voglio rovinare la sorpresa della trama. Dico solo che la storia è molto avvincente e riesce a coinvolgere il giocatore in un crescendo di avvenimenti magistralmente confezionati. In maniera del tutto simile a MW2, in BlackOps si ritrovano alcuni riferimenti di personaggi chiave apparsi in COD WaW.

Modalità Single

La modalità single player segue il classico costrutto degli ultimi COD, alternando sessioni di FPS classico con sessioni di gioco alternative (guidare una moto, un carro o una navetta) e contornati ogni tanto di alcuni Quick Time Events.
C'è da dire che purtroppo in BlackOps vi sono tantissimi schemi scriptati e in alcuni casi perfino fastidiosi (se giocati al livello Veterano). In MW erano riusciti a limitare al mimino questi momenti…ma si sa…la Infinite Wards non è la Treyarch…eheh
Rispetto ai precedenti COD, in Black Ops vi sono tantissime sessioni in campo lungo con arene quindi molto ma molto ampie che danno più libertà al giocatore di affrontare i vari momenti con strategie diverse e diversi approcci.
Il più grosso difetto della modalità single è che è troppo corta, la sto giocando a livello Veterano e in poco più di 4 ore di gioco sono arrivato alla metà dell'intra campagna.
Da questo punto di vista il gioco può sembrare troppo corto e (soprattutto per coloro che lo vogliono prendere per PC) può essere un grosso deterrente e una nota a sfavore del titolo. In realtà, come vedremo, Black Ops offre una più che buona longevità, grazie alle tante modalità extra che offre e ad un sistema multiplayer fatto molto bene.
Un aspetto che mi fa storcere il naso è in qualche errore anacronistico sulle armi ed equipaggiamento. Vi sono alcune armi ed equipaggiamenti vari che sono presenti nelle missioni che si svolgono in epoche come il '63 quando in realtà quelle armi non saranno sviluppate se non a fine anni 70... questo lo trovo un errore estremamente grave... che però non mina la bellezza generale del gioco.

Modalità Extra..torna la Modalità Zombi..rinnovata!

Come accennato prima il nuovo COD offre diversi Extra interessanti. Treyarch ha aggiunto un paio di Easter Egg da sbloccare: un gioco arcade basato sulla modalità Zombi e che strizza l'occhio al glorioso gioco Mash TV degli anni 80; inoltre è stato inclusa la versione completa e originale del gioco Zork; una delle primissime avventure per computer quando ancora non esistevano le interfacce grafiche punta e clicca.
Oltre a queste piccole perle che permettono di regalare in paio d'ore di spensierata allegria; è stata in inclusa la nuova modalità Zombi. Più arricchita rispetto alla precedente. Qui si parte da una mappa e via via che si superano le varie fasi vengono messe in luce alcuni indizi che approfondisce la trama del gioco (non ho ancora capito se gli indizi si riferiscono alla trama del gioco principale, non ho ancora potuto farci un granché con la modalità Zombi). Divertentissima da giocare in multipla sia LAN che internet o con schermo condiviso (nella versione PC solamente via Internet).
Chi acquista la versione da collezione (o la Premium Edition) avrà la possibilità di avere 4 mappe aggiuntive per la modalità Zombi (la versione PC non presenta questa feature in quanto non sono presenti su PC le edizioni speciali da collezione).
Diciamo che in alcune di queste arene gli amanti del famoso gioco di ruolo Sine Requiem si ritroveranno immersi in un ambiente del tutto simile al loro amato GDR.

Modalità multiplayer divertentissima

La modalità multiplayer è la parte che più mi ha esaltato e rappresenta la più alta evoluzione di tutte le modalità MP della saga. Il sistema riprende i concetti base di MW2; partiamo dal primo livello e possiamo accedere ad un numero limitato di caratteristiche, abilità e armi nonché ad una limitata tipologia di partite.
Via via che portiamo a termine le varie Sfide (obiettivi di vario genere, numero di uccisioni con una determinata arma, eventi particolari e così via), o semplicemente ogni qualvolta effettuiamo un operazione con successo; guadagnano punti esperienza. Oltre ai punti esperienza accumulati, acquisiremo anche denaro. Tale denaro ci permetterà di acquistare caratteristiche, personalizzazioni, armi, accessori, equipaggiamento ed abilità..ebbene si, in questo COD tutte le abilità si COMPRANO e non si acquisiscono per il mero passaggio di livello.
Il livello di personalizzazione del nostro personaggio è stato migliorato, adesso si possono personalizzare non solo le armi ma anche il nostro personaggio, il banner, gli stemmi e quant'altro.
In questo COD è stato inoltre introdotta la possibilità di accedere ad una lista di sotto missioni in puro stile mercenario. In pratica una volta stipulato un determinato "contratto" avremo un tempo massimo entro il quale dobbiamo raggiungere tale obiettivo (ad esempio pugnalare alle spalle 5 nemici). Se si raggiunge l'obiettivo guadagneremo soldi e, in alcuni casi, anche esperienza. I contratti non sono gratuiti però, quando se ne stipula uno occorre investire di prima persona un certo quantitativo monetario.
Per dare ancora più pepe al sistema di gioco, in questo COD è possibile fare delle scommesse basate sulle varie modalità di gioco presenti,
Ed a proposito di modalità, ce ne sono svariate, Dominio, Sabotaggio e Quartier generale, ma anche i classici TDM e DM. Inoltre è possibile personalizzare partite introducendo variabili di vario genere.
La creazione delle partite è affidata ad un sistema di machmaking funzionante e solido anche se, su PS3 ogni tanto ha qualche problema (ma niente di così eclatante - diciamo che la versione più stabile attualmente è quella Xbox).
Le mappe sono tante (14 se non erro) e sono molto varie e anche piuttosto complesse. Molto divertenti con diversi elementi integrabili (anche se rispetto a MW2 gli elementi interattivi sono numericamente meno).


Grafica, sono e prestazioni

Il sonoro è sublime, la versione PS3 può sfoggiare un arrangiamento 7.1 (per chi possiede questo sistema) molto efficiente nitidamente. Ma anche il 5.1 è fatto veramente bene, molto reattivo e con nessun della negli eventi.
L'unica nota negativa (per tutte le versioni) è una non perfetta sincronia tra il labiale e il parlato… il doppiaggio non è malvagio (WaW era sicuramente peggiore) ma non è niente di così esaltante soprattutto dopo che ho sentito il doppiaggio della versione originale (tutta un 'altra cosa).

Graficamente il gioco è molto gradevole; ma secondo me è inferiore ad MW2.
Ora non saprei se il confronto negativo è dato dal fatto che io ho giocato MW2 su PC (sparato al massimo) oppure no (purtroppo non ho potuto giocare a MW2 su PS3 o Xbox). Ma confrontandomi con giocatori consolari di MW2 ho avuto da loro gli stessi commenti ed impressioni.
Tecnicamente il gioco è stato sviluppato con una risoluzione nativa di 1024x608 (versioni PC e Xbox) e 992x600 (versione PS3) che ovviamente vengono upscalate magistralmente da PS3 e Xbox alle 720p e 1080p; sulle versioni console è applicato un anti-aliasing 2xMMSA. La nota dolente non sta nella risoluzione nativa di sviluppo quanto nelle texture. Rispetto ad MW2 risultano essere più scialbe, quasi come se fossero state fatte in bassa risoluzione e risamplate male. L'effetto non è brutto in tutte le situazioni ma solamente in alcune ambientazioni (nella giungla coreana ad esempio le texture sono molto belle); diciamo che vi è un'alternanza non costante della qualità delle texture. Di contro però abbiamo degli ambienti molto più ampi dei predecessori; qui le arene single player e multi sono veramente grandi e piene di elementi, palazzi, alberi, e quant'altro. In alcuni momenti l'ampiezza di campo è talmente grande da rendere trascurabile le texture non proprio di qualità.
In fondo come detto prima questa è la Treyarch che, come è avvenuto per COD3 e CODWaW, non è certamente all'altezza della Infinity Ward.
In compenso sulle console si può godere un gioco con un FPS a 60 frame fissi, fluido e senza tentennamenti nemmeno nelle sessioni multiplayer.
All'inizio la versione PS3 soffriva di qualche calo sporadico nell'FPS (picchi negativi ed inspiegabili deputabili al netcode e al core non proprio ottimizzato per il Cell), nel giro di 24 ore dal suo lancio, la Treyarch ha rilasciato la patch 1.02 che ha messo a posto il frame rate rendendolo solido come quello Xbox.
Niente da fare invece sulla versione PC dove il codice assolutamente non ottimizzato non riesce a girare bene neanche su macchine attuali di fascia medio-alta; da problemi anche su macchine che montano NVidia 460 e i5, il gioco a mala pena riesce a raggiungere 50 frame al secondo; per poter avere un frame rate fluido occorre abbassare diversi dettagli a ridurli al minimo; la versione PC soffre anche di un pessimo netcode e questo comporta gravi problemi proprio nella gestione del matchmaking. Treyarch assicura che a breve rilascerà una patch per pc per risolvere questi problemi, ma al momento su PC il gioco risulta essere veramente una tragedia.

Ultima nota, nelle versioni Xbox e PS3 si può giocare anche in 3D (a patto di avere un monitor 3D). Ora sulla 360 non ho avuto modo di fare verifiche e non posso dire come sia, ma ho avuto la fortuna di provare (anche se per pochi minuti) la versione per PS3 su un 50" 3D..ebbene devo dire che mi ha sorpreso; ammetto che l'aspetto stereoscopico fa la sua parte e da una sensazione di immersività decisamente soddisfacente. Devo dire che mi è piaciuto tanto, anche se ammetto che con gli occhialini e in stereoscopia dubito che si possa giocare più di un'ora di fila..troppo stancante per gli occhi. Chiaramente è solo un'impressione iniziale dovrei avere modo di giocarci di più ma non sono un fortunato possessore di TV3d eheh

Differenze tra le varie piattaforme
Il gioco è uscito su Wii, Xbox, PS3 e PC.
Su Wii il gioco risulta piuttosto penoso, risoluzione bassissima e pochi elementi interattivi sul gioco, pochi omini controllati dalla IA..insomma una patacca; ma ovviamente Wii è una piattaforma old questo si sa. In compenso è l'unica versione di Black Ops che si può giocare con un controller di movimento.
Le versioni PC, Xbox, PS3 presentano caratteristiche analoghe, ci sono pochissime differenze sia nel game play che nella grafica. Le due console sono praticamente identiche e quindi la scelta tra l'una o l'altra è demandata alla soggettività di ognuno di noi (io ho preso quella per PS3). La versione PC al momento è troppo immatura e non la consiglio a nessuno, gira male e occorre un hardware bello potente per potersi godere a pieno tutte le sue caratteristiche. In ogni caso non si discosta di molto dalla contro parte consolare (se non per l'uso del mouse e tastiera).
Sul fronte controller devo dire che hanno fatto un ottimo lavoro, il sistema di controllo è bello sensibile e preciso e ci si gioca bene anche con il pad della PS3. La treyarch ha inserito sulla PS3 l'opzione per abilitare o meno la mira assistita. Disattivando questa opzione è possibile (ma non ho potuto fare riscontri) utilizzare anche periferiche basate su Mouse come il FragFX senza avere grossi problemi nella gestione della mira. Ad ogni modo dopo poche ore di gioco si può giocare tranquillamente disattivando quell'impostazione anche utilizzando il normale pad.
Sul fronte LAN ottime notizie per i possessori di Xbox e PS3, entrambe le console possono giocare in LAN fino a 18 giocatori. Le versioni PC invece sono limitate al gioco online tramite stemma.
On line il gioco si comporta bene sia su xbox che su ps3, in particolare su PS3 ho notato pochissimi momenti di lag nonostante a volte siano connessi più di 900 mila giocatori. La media di presenza online si aggira tra i 600 mila e i 700 mila giocatori per la versione PS3..veramente notevole!

Conclusioni

Un gioco da prendere, bello divertente ed emozionante anche se presenta qualche difettuccio qua e la. Per i possessori di più piattaforme consiglio l'acquisto su console (ha meno problemi, più stabile e con più prestazioni).
Per coloro che possiedono sia Xbox che PS3 la scelta è ardua e quindi vi consiglio di prendere quella per la piattaforma di cui avete più amici con cui condividere il gioco.
Per coloro che hanno solo il PC consiglio l'acquisto solo dopo l'arrivo della fantomatica patch…
Grande COD!

venerdì 1 ottobre 2010

Real Racing verrà aggiornato a breve con importanti novità

Real Racing è attualmente il gioco più "hardcore" e meno "casual" presente nel GameCenter di iPhone; è un buon simulatore di guida con un'ottima grafica e giocabilità, con tanti circuiti ed auto da sbloccare.
Il sistema multiplayer presente fino ora permette però solo il gioco via wifi.

A breve uscirà un aggiornamento interessante permettendo di giocare fino in 4 giocatori contemporaneamente tramite il GameCenter e quindi via internet.
Molto interessante.

lunedì 20 settembre 2010

Cocnlusione: Halo ODST (Xbox 360)

Questo weekend l'ho dedicato alla casa e alle pantofole... e questo mi ha permesso di giocare parecchio tempo ai miei VG preferiti..
In particolare sono riuscito a concludere un FPS che avevo un pò sottovalutato a suo tempo, ma che si è rivelato essere un bel titolo Halo ODST.
Diciamoci la verità, l'ho ripreso in mano e concluso proprio in funzione di Halo Reach (che ho iniziato giusto ieri sera); però ciò non toglie che mi ha permesso di rivalutare questa avventura che inizialmente doveva essere solo un addon di Halo 3.

Lo stile narrativo è molto particolare, si basa su flashback che vengono mostrati ogniqualvolta ritroviamo degli oggetti appartenenti ai membri TALO della propria squadra.
Si qui non vestiamo i panni ne di Master Chief ne di un qualsiasi Spartan; ma prenderemo il comando di membri di una squadra speciale.
Ci ritroveremo nostro mal grado a scappare dalla città di Mombasa, che verrà da li a poco distrutta dai covenant.

Dal punto di vista grafico il gioco presenta un miglioramento, non netto, rispetto ad Halo 3; con texture più definite e maggiori elementi (anche interattivi) nei vari ambienti. Siamo ben lontani dal straordinario Reach che al contrario sembra provenire da un'altra console da quanto è ricco di particolari (ma approfondirò la questione Reach in un apposito post futuro).

La cosa più interessante di Halo ODST è la libertà che dona al giocatore (o giocatori nel caso del co-op); di fatto è il giocatore che sceglie come portare avanti l'intera campagna e in che ordine attivare le varie missioni.
Il punto di partenza è la città di mombasa che potrà essere percorsa in lungo e largo senza vincoli di nessun genere.
E questo rende il gioco molto interessante e vario! Tanto vario da permettermi di giocare la campagna ben due volte (una volta da solo e una in coop per completarla col livello leggendario).

Sul fronte multiplayer viene introdotta una nuova modalità non competitiva ma cooperativa; ovvero la Sparatoria...in pratica la modalità Orde di Gears of War 2.
Molto bello e anche impegnativo.

Come storia il gioco si presenta come uno spin-off che si inserisce tra il secondo e il terzo capitolo della trilogia principale.
Consigliato a tutti gli amanti del mondo di Halo; considerando anche che si trova a prezzi veramente competitivi (se non erro nuovo viene meno di 29 euro).

martedì 14 settembre 2010

Game Center è arrivato..prime impressioni personali (iPhone)

E' passata praticamente una settimana da quando Game Center è stato ufficialmente rilasciato per gli iPhone 3gs e 4 con il nuovo iOS 4.1.

Ed io mi ci sono subito fiondato sopra ovviamente!
Il Game Center si presenta come un software che rimane sempre residente in memoria (come la posta, la messaggistica e gli altri service di iOS) e ci permette di rimanere in contatto con altri giocatori GameCenter.
Di fatto ricalca quello che un tempo doveva essere N-Gage e che miseramente fallì. Oltre a sapere chi dei nostri amici sta giocando a determinati videogame, ed oltre a permettere di invitare amici a giocare in multiplay (per i giochi che supportano tale caratteristica); GameCenter permette di condividere un ranking generale per i vari giochi e gestire gli Achievements sulla falsa riga di Xbox Live, PSN e Steam.
I giochi che supportano GameCenter (e il sistema di achievements) sono al momento una trentina ma sempre più giochi, ogni giorno, vengono aggiornati con il supporto a queste nuove features.

Devo ammettere che il sistema funziona molto ma molto bene; nonostante GC sia sempre in background consuma pochissime risorse, e ce ne accorgiamo soprattutto quando videogiochiamo. I giochi infatti sono molto fluidi anche quando avvengono degli eventi che mettono in moto il sistema di messaggistica di GC; le prestazioni dei giochi non ne risentono. E dire che ho provato forse i due giochi più esosi di risorse che GC possa fornire al momento (Real Racing e Icarus-X).

In realtà iPhone già possedeva un sistema simile, non ufficiale Apple ovviamente, ovvero OpenFeint che racchiude tantissimi giochi. Ricordo che OpenFeint permette di gestire gli achievements ma addirittura offre funzioni di Messaggistica...
La cosa che si può notare è che i giochi OpenFeint hanno problemi di fluidità ogniqualvolta che OpenFeint fa apparire un messaggio-evento, al contrario di GC che invece riesce a gestire egregiamente questi momenti.

Ma a questo punto la guerra è aperta...i produttori di videogiochi per iPhone si butteranno su GC o rimarranno su OpenFeint?
Al momento OpenFeint risponde con l'aggiunta, nella prossima versione, della chat vocale in game... staremo a vedere

Ora come ora posso dire che GameCenter funziona molto bene, ha una grafica accattivante e si integra molto di più con iPhone; una delle caratteristiche che più mi hanno colpito è la possibilità di essere avvisati quando un amico ci chiede di voler giocare, e questo avviene anche se non abbiamo GameCenter attivato. (OpenFeint funziona solo quando siamo in una sessione di gioco con il servizio OpenFeint su).
Il difetto maggiore di GameCenter è che non è possibile impostare lo status invisibile o off-line ne tanto meno "uccidere" il processo in background. L'unico modo è effettuare il logout dal servizio...ma dobbiamo essere clementi, è pur sempre la prima release..e per essere la prima release promette molto ma molto bene

Che sia la volta buona per un dispositivo mobile, di avere un sistema articolato di gestione videoludica sullo stile di Xbox live?
Staremo a vedere...

lunedì 13 settembre 2010

Conclusione: Call of Duty World at War (PC)

In questo weekend sono riuscito a completare la campagna solitaria di COD5, gioco che ho portato avanti nei ritagli di tempo..un pò perché non mi ispirava, un pò perché...non mi ispirava!!
ahah

Scherzi a parte, che dire di COD5? dal punto di vista scenografico e di coinvolgimento cinematografico, niente da eccepire..il gioco ti prende e ti trascina in una serie di eventi estremamente coinvolgenti, ben realizzati e dall'ottimo ritmo...sembra davvero di assistere pezzi di film in prima persona...
Graficamente molto ben realizzato, meglio (a mio avviso) di COD4 (ricordo che i due titoli uscirono praticamente insieme); COD5 è molto curato e, nonostante sia un gioco di ormai due anni fa, risulta molto godibile e attuale.

Purtroppo però la "scenografia" si scontra con aspetti legati al gameplay che me lo fanno scivolare nel gradino più basso della classifica del "miglior COD"...
La cosa che più mi ha fatto stonare è il fatto che le armi non sono gestite bene, nei precedenti COD è sempre stata data molta attenzione alla simulazione delle armi e di fatto potevamo giocare con armi differenziate in termini di caratteristiche e che ne simulavano (per quanto possibile) i comportamenti delle relative armi vere.
In cod5 c'è stato invece un appiattimento in tal senso, qui usare un MP44, un PSSH sovietico o un Thomson americano era praticamente la stessa cosa.. sia come danno che come comportamento (rinculo) che come precisione...
Le armi sono ultra-precise, non occorre nemmeno correggere a mano il rinculo (praticamente inesistente) e questo per me è una grossa pecca.. ricordo ancora quando nel lontano COD1 dovevo costantemente correggere la mira mentre usavo il PSSH... in COD5 tutto questo non accade rendendo l'esperienza di gioco meno simulativa e un pò più piatta...

Ora è vero che questo potrebbe dipendere dal fatto che le ultime produzioni di COD sembrano più pensate su console con tanto di pad, piuttosto che su pc..però devo ammettere che il risultato non è così soddisfacente...
Insomma, un giochino, bello da vedere, bello da "vivere" ma si ferma li...

mercoledì 25 agosto 2010

La nuova Xbox 360 Slim presenta una piccola evoluzione...bloccata...

Analizzando più da vicino l'architettura della nuova Xbox 360 Slim scopriamo qualcosa di diverso e innovativo. La Microsoft ha sostituito il binomio CPU - GPU con un unico Chip che le contiene ENTRAMBI.
In pratica ha integrato in un unico processore sia CPU che GPU.Questo procedimento è stato possibile grazie all'uso del processo produttivo a 45 nm che ha permesso costi di costruzione e necessità di dissipazione molto più basse.

Il nuovo processore scalda meno ed è più efficiente e stabile del precedente.
Inoltre la comunicazione tra la CPU e la GPU è resa diretta, senza passare da un architettura FSB (Front Side Bus) tipica delle piattaforme PC comunemente usate. Questo permette al sistema di scambiare dati più velocemente e di essere quindi più performante.

La cosa curiosa è che per NON rendere la nuova Xbox più prestante della vecchia, la MS ha inserito un curioso chip denominato FSB Replacer che in pratica simula il funzionamento del FSB..in pratica questo accorgimento serve per rallentare il nuovo processore di Xbox...

Al di la del fatto curioso (anche se è facile intuire il perché di una scelta di questo tipo); questo potrebbe rappresentare la base per l'architettura della futura Xbox..chissà che Microsoft non ci voglia regalare una sorpresa il prossimo anno...

lunedì 16 agosto 2010

Recensione: The Secrets of Monkey Island - Special Edition (iPhone, XBLA, PSN, Steam)

Mi trovo a scrivere qui una recensione su un capolavoro dei tempi d'oro dei 16 bit.. per me è un grande onore..Penso siano pochi i videogiocatori a non conoscere questa pietra miliare delle avventure grafiche punta e clicca.
Da veterano (ahime..il tempo inizia a farsi sentire...) ricordo quando l'ho potuto giocare nella sua veste originale sul glorioso Amiga. (all'epoca era uscito su Amiga, Atari ST e i primi PC da gioco).


Quando ho visto l'edizione speciale non ho saputo resistere e l'ho preso per iPhone...che dire...spettacolare ancora oggi!
La versione speciale consta del gioco originale ridisegnato completamente, con grafica moderna e colorata.
Cambia anche l'interfaccia utente, adesso le varie azioni possibili da applicare agli oggetti sparsi nei vari ambienti, appaiono direttamente sull'icona posta sul puntatore, mentre per accedere a tutti i comandi completi e all'inventario occorre selezionare le uniche due icone fisse poste sullo schermo. In questo modo tutto lo schermo è dedicato all'ambiente e al nostro Guybrush (nella versione originale lo schermo era diviso in due parti, quella superiore che mostrava l'azione e quella inferiore con i comandi da impartire e l'inventario).

L'avventura originale non presentava suoni wave ne doppiaggi col parlato. Le musiche (rigorosamente Midi) erano ben orchestrate..nella versione speciale è stato inserito il doppiaggio parlato (in inglese) mantenendo i sottotitoli (in italiano) e le musiche sono state riorchestrate e remixate... il risultato è splendido!!!
Un'ultima chicca, su iPhone è possibile passare dalla versione speciale a quella originale degli anni 80 e viceversa! Incredibile vedere come una grafica che oggi non verrebbe definita tale, all'epoca era quanto di meglio si potesse avere...

lunedì 2 agosto 2010

Conclusioni (parziali): Killzone2 (PS3)

Se Xbox 360 può vantare un'esclusiva come Halo 3 in grado di tirarsi dietro una fila immane di fans e giocatori online,PS3 risponde con Killzone.
Un FPS futuristico solo per il mondo Sony. Killzone 2 è stato il primo gioco a mostrare le potenzialità della macchina PS3 con una grafica 3d molto profonda, bei effetti di luce e particellari e un FPS molto elevato.

Ho completato da poco la campagna in solitaria, giocata a livello veterano ha rappresentato una bella sfida. La modalità Elite (sbloccabile dopo aver completato la versione Veterana) risulta essere troppo difficile, o meglio non troppo rispetto alla Veterana ma in alcuni punti il numero e la coriacità dei nemici è talmente elevata da risultare quasi frustrante il gioco!

In realtà la modalità veterano è sicuramente la migliore perché i nemici non sono invulnerabili ma forniscono un buon livello di IA tale da renderli temibili (effettuano attacchi combinati e strategie abbastanza efficaci).
La storia purtroppo non è all'altezza di altri titoli dello stesso tipo (Halo prima di tutto); perfino Resistance ha, a parer mio, una storia più profonda e articolata.
Ma a parte questo il gioco risulta essere dannatamente divertente.

La sorpresa più grande è stata la scoperta del multiplayer...ebbene qui KillZone 2 da il meglio di se.. anzi se devo essere sincero sembra quasi che il vero core business sia proprio il multiplay online.
Le modalità di gioco sono tante ed offre un avanzamento di carriera molto avanzato. Via via che si aumenta di carrierà è possibile accedere a vari profili di gioco (Medico, Cecchino, Geniere, etcc.) ognuno con le sue caratteristiche peculiari ed abilità a loro volta sbloccabili portando a termine vari compiti.

L'infrastruttura è ben fatta e solida fornendo anche su internet una pagina con il riassunto della propria attività; questo strizza un pò l'occhio al sistema di Halo ma se devo essere sincero Killzone risulta essere migliore, più articolato e profondo. Proponendo tutti i tipi di statistiche (personaggio piu usato, armi piu utilizzate, mostrine conquistate etc..).

Durante le varie modalità (dal classi DM a versioni rielaborate di CTF, S&D e Cecchino) è possibile creare piccoli gruppi (squadre) all'interno della propria squadra in ed effettuare assalti combinati. Il tutto è ovviamente gestito tramite un ottimo sistema di chat vocale.

Le arene di base sono 6-7 ma sullo store del PSN si possono acqustare a poco prezzo altre mappe. In generale le mappe sono molto elaborate, tutte a più livelli e soprattutto ENORMI! Capaci di gestire al meglio arene con 32 giocatori.

Le partite non sono mai noiose e il sistema di matchmaking funziona molto bene con tempi di attesa ridotti al minimo.
Veramente bello, praticamente una droga!

martedì 27 luglio 2010

Conclusioni: Mass Effect 2 (Xbox 360)

Dopo circa un mese di gioco intenso (e quasi 50 ore di gioco effettivo) mi trovo qui a scrivere due righe sulla conclusione di questo secondo capitolo del capolavoro BioWare.
Dal punto di vista di storia devo dire che rispetto al primo capitolo, Mass Effect 2 risulta essere notevolmente superiore; la storia è più articolata, il rapporto ambiguo che si instaura tra i vari membri del gruppo e il giocatore è veramente interessante, così come il rapporto particolare che si instaura tra Sheppard, l'alleanza e Cerberus...
Dal punto di vista del Gameplay siamo sicuramente su un altro pianeta, nonostante il primo capitolo presentasse un buon sistema di gioco, il secondo capitolo lo migliora notevolmente e in alcuni casi si evolve con una profondità di gioco notevole.
Finalmente le armi hanno munizioni che si possono esaurire, e il sistema di apprendimento (sebbene consti di un minor numero di abilità) è molto più bilanciato richiedendo al tempo stesso una maggior strategia nel distribuire i punti-skill.
Adesso le armi non si comprano pià ma si "evolvono" effettuando la ricerca nel proprio laboratorio, così come gli elementi delle corazze.
Molto belli anche i dialoghi (più curati a mio avviso). Graficamente notevole (e superiore a Mass Effect 1).
Insomma un gioco stupendo, perfino i DLC aggiuntivi sono ben realizzati e oltre a regalare armi speciali e nuovi membri per l'equipaggio, presentano anche una storia interessante che ben si integra nell'universo creato da Bioware.

Da riprendere in mano dopo averlo finito? Beh dipende, io non credo che lo rigiocherò, se non per completare i vari DLC che usciranno; qualcuno potrebbe però arrivare a giocarlo due volte.. Certo la seconda volta risulta un pelino più semplice (si ha più poteri e personaggi maturati); ma sono sempre almeno 30 ore di gioco da fare...

E a proposito dei prossimi DLC, qualche giorno fa Bioware ha annunciato che uscirà un nuovo DLC con un avventura che riguarderà principalmente Liara... eheh non vedo l'ora che esca.

venerdì 25 giugno 2010

Recensione: Mass Effect 2 (Xbox 360)

Dopo il mega-capolavoro da me recensito e giocato qualche mese fa, eccomi di nuovo davanti ad un altro must have... e dopo 18 ore di gioco (non l'ho completato non vi preoccupate..anche questo capitolo è mooolto lungo da finire).

La storia e il gameplay

La storia parte due anni dopo aver salvato la Galassia dai Raziatori.. il nostro fido Sheppard è nella sua nave improvvisamente attaccata e distrutta.. Sheppard sembra spacciato e di fatto muore ma... viene salvato dall'organizzazione Cerberus (quella che abbiamo combattuto in alcune side-quest del primo capitolo) più che salvato viene "ricostruito".
Sheppard si trova quindi in una situazione un pò ambigua: alle dipendenze di Cerberus, ancora Spettro attivo e "amico" dell'Alleanza... in questo triangolo "amoroso" si troverà alle prese con una nuova minaccia che rischia di spazzare via l'umanità dalla faccia dell'universo..

Non voglio svelare niente della trama percui passerò direttamente alle caratteristiche del gioco: gran parte del GamePlay è stato rivisitato e direi con numerose novità.
Sono state introdotte armi con munizioni finite, e questo ci porta a gestire meglio i nostri combattimenti. Armi, poteri, equipaggiamenti non si acquistano più ma si dovranno "ricercare" in laboratorio; la nostra tuta adesso potrà essere personalizzata in diverse sue parti (gambe, torace, braccia, elmetto).
Questo sistema di personalizzazione si ferma però al personaggio principale e non si estende anche ai propri compagni per i quali ci limiteremo a preparargli le armi.

Le varie abilità sono numericamente inferiori rispetto al primo Mass Effect, ma il loro sistema di avanzamento è meglio calibrato.
In generale si ritrovano i vecchi poteri più alcuni nuovi.

Dal punto di vista delle classi, tutto è rimasto invariato e per coloro che hanno giocato su Xbox il primo capitolo è possibile re-importare il proprio personaggio.
Questo non significa che ripartiremo col vecchio livello (di fatto si rinizia da capo) ma si acquisiranno fin da subito alcune abilità. Oltre al fatto che la storia del secondo capitolo è parzialmente influenzata da come abbiamo giocato il precedente.

Anche in questo Mass Effect vi sono a disposizione tantissimi DLC che estende la già elevata longevità del gioco.


Grafica e Sonoro

Dal punto di vista sonoro niente da segnalare, dolby 5.1 supportato con effetti ambientali ben ricreati; ottimo il doppiaggio in italiano (anche se qualche personaggio minore a volte lascia un pò a desiderare).

Dal punto di vista grafico posso dire di essere rimasto sbalordito..pensavo che Xbox avesse già "dato" tutto, e considerando l'elevata qualità grafica del primo capitolo non mi aspettavo grossi passi avanti..e invece la grafica di questo Mass Effect 2 è decisamente migliorata; soprattutto le espressioni facciali dei presonaggi..incredibili!
Gli ambienti sono molto più ricchi e credibili e con una grafica molto chiara.

Conclusioni

Da comprare, da comprare , da comprare! Uno dei piu bei titoli per Xbox, un gioco lungo e riflessivo (le parti Action sono inferiori alle parti di dialogo) ma assolutamente da comprare!

martedì 22 giugno 2010

iOS4 su iPhone 3GS, tante novità e qualche problemuccio

Come ormai mezzo mondo sa (giusto perché l'altro mezzo mondo sta ancora dormendo) da qualche ora è disponibile per tutti i possessori di iPhone 3G e 3GS il fantomatico iOS4, l'ultima versione del sistema operativo per iPhone.
Ecco le primissime impressioni, su 3GS.

- La velocità generale del software sembra essere più reattiva, lo scrolling delle finestre e l'apertura/chiusura di un applicazione. In generale ho l'impressione che Apple abbia ottimizzato il codice del sistema operativo
- Adesso si possono contare i caratteri quando si scrive un messaggio, questa informazione apparirà automaticamente appena si superano i 50 caratteri scritti.
- E' stato implementata la possibilità di raggruppare in sorta di cartelle, i programmi. La funzione è molto carina graficamente ed anche molto utile!
- E' possibile cambiare lo sfondo della Springboard
- E' stato attivato il multitasking..su questa caratteristica vorrei però soffermarmi un secondo: purtroppo il multi tasking è gestito solo dai programmi espressamente sviluppati per iOS4 e che ne utilizzano le relative API..di conseguenza i programmi piu vecchi non andranno in background. L'accesso ai programmi in background avviene tramite un doppio click sul pulsante fisico..qui potremo trovare TUTTI i programmi recentemente avviati e chiusi..ma questo non significa che sono tutti in background..anzi.. lo saranno solamente quelli progettati appositamente per il background
- Il programma Mail è stato riscritto ed adesso si possono raggruppare le caselle (un pò come avviene con il programma Mail per Mac). Pieno supporto a GMail ed altri account. Devo dire che il nuovo mail funziona veramente alla grande!
- Vi sono stati svariati implementazioni volte a risolvere problemi di sicurezza presenti nel vecchio sistema operativo.
- Sulla fotocamera è possibile attivare uno zoom digitale fino a 5x.
- Migliorata la bussola
- Aggiunto un sistema di geotag per foto e qualsiasi altro elemento di sistema
- E' possibile creare una playlist direttamente su iphone.
- Sistema predittivo durante la scrittura di testi
- Spotlight utilizzato su tutte parti del sistema

Insomma di novità tante ma tante... ma anche qualche cosa inaspettata:

- Game Center NON è stato incluso, ancora non è pronto per essere lanciato e quindi per il momento non è presente
- IBook non è presente di default su iOS4 ma è stato rilasciato direttamente da Apple su AppStore, ed è gratutito.
- Molti problemi di incompatibilità con diversi programmi non ancora aggiornati per iOS4. Nella mia esperienza i seguenti programmi non funzionano più correttamente: 2Do, IM+ e Skype.. veramente seccante, soprattutto per i primi due dato che sono a pagamento e da me molto utilizzati.
Sicuramente le softwarehouse tenteranno di fare aggiornamenti rapidi dei propri programmi, in questa prima fase dovremo pportare un pò di pazienza.

- Un ultima nota, che mi tengo il riserbo di smentire successivamente, mi ha dato l'impressione che il nuovo sistema consumi un pò piu batteria..forse è la mia impressione ma... staremo a vedere...

lunedì 21 giugno 2010

Nintendo 3DS: altre novità

Nintendo può essere criticata per quanto riguarda lo sviluppo di console casalinghe..ma sul fronte handled è sempre stata avanti a tutti.. e con questo 3DS sembra voler confermare questa cosa.
Oltre alle news di qualche giorno fa riguardante lo stick analogico e il mitico schermo stereoscopico; c'è da confermare la presenza di un chip grafico sviluppato nel 2006 che permetterebbe prestazioni notevolmente superiori all'attuale DS. Questo farebbe ben sperare nello sviluppo di titoli più "next gen" o con prestazioni analoghe ad iPhone e PSP.
Coadiuvate anche da schermi più capienti rispetto all'attuale DSi (escludo ovviamente la versione XL che a fronte di due schermi più grandi presenta anche una ridotta risoluzione).

La data di uscita di questo gioiellino dovrebbe aggirarsi nei primi mesi del 2011.

venerdì 18 giugno 2010

E3: Counter Strike Source presto su Mac

Dopo l'uscita di Steam sui Mac una serie di giochi Windows stanno uscendo anche per Mac..è la volta di Counter Strike che sta uscendo su Steam per Mac...
e a me questo fa molto ma molto piacere!

E3: Nintendo 3DS..il nuovo handled a 3 dimensioni e tante novità!

Ebbene Nintendo ha colpito ancora..e ha fatto uscire un nuovo DS.. il 3DS per la precisione.
Ad un occhiata rapida e dalle poche info provenienti dall'E3 assomiglia molto al DSi XL ma con una particolarità: lo schermo superiore è in 3D!!! In realtà non è un vero 3D, non richiede degli occhialini per poterlo utilizzare, ma è uno schermo particolare che se ci si mette frontalmente ad esso riesce a generare una sorta di profondità 3D...purtroppo dai filmati che si trovano in rete non si può apprezzare la cosa ma chi lo ha provato dal vivo assicura che l'effetto 3D è veramente notevole.
Il nuovo DS sarà compatibile con i vecchi giochi DS.

Inoltre presenta tantissime novità: avrà un joystick analogico e la possibilità di scattare foto stereoscopiche!


Tante demo di giochi interessanti (vi sarà anche un metal gear) in formato stereoscopico!


Probabilmente si visto che un'altra novità dichiarata da Tecmo sarà il porting di Dead or Alive 2 sul piccolo gioiellino nintendo.

martedì 15 giugno 2010

Nuova Xbox 360 Slim: interessante novità E3

All'E3 un inaspettata Xbox 360 Slim è stata presentata e presenta qualche interessante novità.

Un nuovo design che a me francamente piace tantissimo, che richiama in parte la vecchia Xbox; colore nero lucido.
Tra le novità hardware spiccano

- Maggiore silenziosità
- Minor consumo
- 5 porte USB (2 frontale e tre retro)
- Porta hdmi
- Uscita audio ottica integrata
- Modulo WiFI integrato
- Connessione propetario per il Kinect (ex Project Natal).

Devo dire che è veramente bella e ancora piu compatta. Per il resto è sempre la solita xbox. Consigliata vivamente da chi (come me) possiede un primissimo modello e che vuole l'uscita HDMI.

vi rimando a questo link per un interessante unboxing

martedì 8 giugno 2010

Mini recensione conclusione: Rock Band per iPhone


Ho avuto di giocare e completare Rock Band mobile per iPhone, e devo dire che mi sono divertito abbastanza.

Il sistema di gioco ripropone un pentagramma simile alle versioni di Rock Band (e Guitar Hero) per le console casalinghe; solo composto da 4 combinazioni di note, noi dovremo farci strada tra i vari concerti scegliendo lo strumento preferito (batteria, basso, chitarra e..la voce!) a seconda dello strumento cambia lo spartito e cambiano alcuni particolari.
Come nella versione normale del gioco, completando alcune sequenze di note riempiremo la barra dello star power che potremo attivare scuotendo l'iPhone.

Sempre sullo stile delle versioni casalinghe, anche in questo caso sarà possibile scaricare e acquistare brani extra e ricercare amici online per fare dei match multiplayer.

In generale il sistema è sviluppato molto bene ma non riesce a regalare lo stesso feeling delle versioni casalinghe; ed anche con tutte le accortezze (achievements, online multiplayer, etc...) il gioco si finisce molto rapidamente e non invoglia piu di tanto a rigiocarlo.

Forse se avessero sfruttato di più la capacità dello schermo sarebbe stato più accattivante ma di fatto il gioco si limita a farci "schiacciare" alcune note nel momento giusto.

lunedì 31 maggio 2010

PSP2 forse uscirà all'E3

Forse PSP 2 si farà vedere all'E3, non si hanno ancora dettagli in merito, probabilmente la decisione è dettata dalla necessità di contrastare il nuovo DS o il muovo iphone, chissà...

OpenFeint sarà compatibile con Game Center

Gli sviluppatori di OpenFeint hanno dichiarato che la nuova futura versione (la 2.5 probabilmente) sarà totalmente compatibile con il sistema Game Center di Apple; non si hanno ancora dettagli, non si sa se gli achievements di OpenFeint saranno gestiti da Game Center o viceversa, e non sappiamo ancora se la "compatibilità" si limiterà al riconoscimento dei giochi OpenFeint.

giovedì 20 maggio 2010

Steam è su Mac!

E' stata rilasciata la versione Steam per Mac con in regalo il gioco Portal sviluppato con il motore di Half Life 2.
Dopo aver scaricato ed installato il gioco l'ho ovviamente subito avviato.
Beh ..il gioco è lui, lo stesso della versione PC, attraverso il Cloud system di Steam condivido i trofei sbloccati sulla versione PC tranquillamente.

Questo è un grande passo perché Steam crede evidentemente nelle potenzialità dei Mac. Purtroppo devo dire che per godersi questo gioco al massimo delle sue possibilità occorre avere un mac di fascia alta (un macbook pro 17" oppure un iMac di fascia alta) perché purtroppo il più grande difetto dei mac è che le loro componenti interne non sono upgradabili o customizzabili a piacimento e le schede video che montano non sono proprio indicate per il gaming.

E' certo però che il sistema operativo sul quale girano questi giochi è molto più snello di Windows, ed alla fine sul mio macbook di base che monta una "misera" Nvidia 9400 e un processore dual core normale, il gioco riesce a girare fluido a 1200x800 (la risoluzione nativa del macbook) con dettagli medi e medio-alti.
Quindi più che soddisfacente!

Al momento sullo store si trovano solo due giochi degni di nota, Civilization IV e Portal..si spera che altri si aggiungeranno in futuro..adesso la palla passa alle software house..speriamo che inizino ad abbandonare il monopolio windows per dedicarsi anche ad altre piattaforme

martedì 18 maggio 2010

Gli accessori di Guitar Hero per PS3 girano su PC?

Ebbene si gli accessori di Guitar Hero per PS3 riescono a girare su PC, vengono letti come dei Generic Harmonix Drum Kit (nel caso della batteria) e Generic Harmonic Instrument (nel caso delle chitarre)..questo permette a chi ha già comprato tali strumenti per PS3 ha la possibilità di giocare con la versione di GH per PC (sempre che riesca a recuperarla..in italia non è venduta)

giovedì 29 aprile 2010

iPhone: nell'attesa di Game Center ecco cosa ci propone Open Feint (et simili)

Come detto precedentemente, il prossimo OS di iPhone avrà un area tutta dedicata al gaming e fornirà una piattaforma che strizza l'occhio ai sistemi di intrattenimento quali Xbox Live e PSN..
In realtà però già ora gli accaniti giocatori con iPhone possono godere di infrastrutture sociali dedicate al gaming sul proprio melafonino.
Tra tutte le soluzioni disponibili, una in particolare è divenuta uno standard de facto e sempre più giochi includono le funzionalità di questa piattaforma: Open Feint.

Open Feint è una piattaforma che permette di raccogliere i giochi (che ne implementano le funzionalità) in un unico contenitore, gestendo profili utenti diversi e memorizzando per ognuno di essi classifiche, punteggi e achievements.

Open Feint può essere utilizzato come programma a sestante oppure attraverso il gioco che ne fa uso. Il programma principale (gratuitamente scaricabile dall'appstore) permette di crearsi un profilo, allacciarlo a twitter o facebook; aggiungere utenti, amici, e connettersi alle ladderboard dei propri giochi; nonché visualizzare una sorta di "store nello store" contenente solamente i giochi abilitati ad Open Feint.
Oltre a questo Open Feint fornisce ogni giorno un gioco gratuito (spesso le versioni lite di giochi da sbloccare).

Fornisce anche un sistema di chat e di invito nei giochi multiplayer.

Durante il gioco openfeint rimane collegato avvertendo i nostri amici sul gioco che stiamo giocando e sugli achievements che sblocchiamo via via (tali eventi possono essere postati su facebook e twitter).

Grafica pulita e molto funzionale

...

Insomma nell'attesa di Game Center possiamo sfruttare questa bellissima piattaforma..mi chiedo solamente cosa accadrà quando Game Center sarà realtà..Apple sta costruendo delle passerelle per integrare queste piattaforme? oppure vivranno ognuna di vita propria? boh..staremo a vedere.

Vi sono anche altre piattaforme quali plus+ e quello messo a disposizione da Gameloft (gameloftlive) ma nessuno di questi raggiunge, in termini di popolarità, funzionalità e parco titoli a disposizione, OpenFeint.

Per avere maggiori informazioni su OpenFeint andate a www.openfeint.com

min Recensione: Unreal Tournament III (PS3)



Lo so è un gioco vecchio, uno dei primi usciti su PS3 tra l'altro..ma in questi giorni ci sto giocando e non posso fare a meno di buttare giù due righe su un gioco che potrebbe piacere a molti di voi..soprattutto se siete giocatori di FPS su PC.

Dietro una storia forzatamente banale, ci troveremo a partecipare a numerose sessioni FPS impersonando un iper muscoloso soldato; dovremo farci largo tra orde di nemici in numerose arene.

Il gioco ricalca moltissimo il classico FPS multiplayer in arene chiuse, molto frenetico e con armi futuristiche devastanti. La storia come detto prima, è solo un pretesto per dare un senso a ciò che stiamo facendo..in realtà si tratta di sessioni di gioco alle più classiche modalità FPS (TDM, Capture the flag etc...).

UT3 è molto carino, con una grafica tutto sommato ben realizzata, un frame rate molto alto e stabile. Ma la chicca più interessante è che su PS3, collegando mouse e tastiera possiamo giocare ad UT3 come fossimo su un PC!!
I comandi del mouse e della tastiera sono completamente configurabili e la sensazione che si prova è quella di giocare al PC..solo che lo stiamo facendo con la nostra PS3... che avvia il gioco molto ma molto più velocemente di qualsiasi PC.

Gioco stabile e veloce, molto bello da giocare in multiplayer; molto meno bello da giocare in solitaria.

Consigliato a tutti gli appassionati di FPS frenetici o a coloro che hanno abbandonato la piattaforma PC in favore di PS3 e che non vogliono abbandonare il binomio mouse-tastiera.

mercoledì 28 aprile 2010

News: iPhone con OS 4 vuole diventare una vera piattaforma di gioco?

Come molti di voi sanno, recentemente Apple ha rilasciato la beta di OS4 per iphone, la versione nuova del sistema operativo che verrà rilasciata insieme al nuovo iPhone 4G (i vecchi possessori di 3GS potranno effettuare l'upgrade da iTunes, per gli utenti 3G alcune funzionalità del nuovo OS saranno disabilitate mentre niente da fare per i vecchissimi 2G).
Tra le novità di questo SO vi è il Game Center, ovvero una piattaforma che permetterà di raccogliere in maniera più ordinata i videogame per iPhone.. e che fornirà servizi accessori al giocatore, tra questi servizi la possibilità di avere un sistema di raccolta trofei e di chattare o giocare in multiplay con altri utenti...

Su iPhone esistono già alcune piattaforme che permettono di fare ciò Plus+ e OpenFeint; quest'ultimo molto diffuso. Ma queste piattaforme non sono direttamente gestite dalla apple..con il nuovo OS la piattaforma del "Live" di iPhone verrà rilasciata integrata nel sistema...Sembra che Apple abbia deciso di rendere iPhone a tutti gli effetti una piattaforma di videogioco portatile matura per inserirsi prepotentemente nel mercato attualmente spartito tra Sony e Nintendo..

Ce la farà? O farà la fine del vecchio progetto Zune di Microsoft?

Recensione: Street Fighter IV (iPhone)



Dopo aver fatto la recensione del bellissimo SFIV per PS3 ecco a voi una mini recensione per la versione portatile del suddetto gioco. La Capcom è riuscita a portare sull'iPhone SFIV in tutto il suo splendore rinunciando a ben poche cose.

La Storia
Beh, c'è poco da dire, il gioco riprende in mano le tematiche tipiche di SF concentrandosi sulle vicende dei singoli personaggi coinvolti in un disegno molto più ampio; si ritroveranno a combattere i migliori lottatori del mondo per arrivare alla fine scontrandosi con il cattivone di turno che vuole conquistare il mondo...

Gameplay,Grafica e Sonoro
Storia a parte, SFIV su iPhone si comporta molto bene, il sistema di gioco è stato ovviamente ridotto ma senza perdere il feeling della versione normale.
Non esistono più tre tipi di attacchi di pugno e tre tipi di calcio ma solo un tasto per il primo e un tasto per il secondo. Più un tasto per gli attacchi speciali (Attacchi EX, Ultra e Special) e per il Focus (la novità principale del quarto capitolo) che permette di effettuare delle combinazioni di contro tecniche.
Il roster dei lottatori è limitato a solamente 8 ma Capcom ha dichiarato che rilascerà nuovi lottatori tramite l' in-App store (non si sa se a pagamento o gratuitamente).
Il gioco permette di effettuare lo Story Mode, la tipica tipologia di gioco di SF, oppure il multiplayer..purtroppo non Online..
La grafica è stata riscritta completamente in 2D ma mantiene il fascino e la resa della versione 3D per le console casalinghe; molto veloce e reattivo.
La cosa più sconvolgente è che i comandi sono molto precisi e superato il primo impatto (il passaggio dai tasti fisici a quelli touch non è all'inizio semplicissimo) ci si accorge di avere tra le mani un piccolo gioiellino di giocabilità
Niente da dire sul sonoro, azzeccato e abbastanza curato.

Conclusioni
Un gioco da prendere al volo se siete appassionati del mondo di SF o se siete amanti del picchiaduro, meno consigliato per gli altri in quanto il gioco risulta essere costoso (7.99 euro) e non semplice da utilizzare per chi non è avvezzo a "mezzelune" e combo del genere.

giovedì 22 aprile 2010

News: Nuovo firmware per PS3 la versione 3.30

In queste ore è stata rilasciata la versione 3.30 del firmware per PS3...
Speravo rimettessero OTHEROS..ma non è così.
Al momento abbiamo dei bugfix della vecchia 3.21, una nuova riorganizzazione dei trofei (molto più ordinata e gestibile di prima)
Alcuni aggiornamenti che prepareranno al firmware di autunno che introdurrà il supporto alle TV 3D (solo per i giochi per ora)
Un nuovo aggiornamento flash al browser

martedì 20 aprile 2010

Conclusioni: Mass Effect (Xbox 360)

Ieri sera sono riuscito a concludere questo meraviglioso gioco...che dire, una storia veramente bella e un buon game play, vario e mai noioso.
Il gioco mi ha offerto molta libertà di azione con pochissimi elementi scriptati, di fatto è talmente vasto il mondo da lasciarmi altre opportunità per poterlo rigiocare una seconda volta (cosa che penso di fare sinceramente, devo solo decidere se riprendere il gioco con il personaggio che ho utilizzato fino ad ora o se ricreare un personaggio da zero cambiando anche la sua classe).

Un gioco consigliato a tutti, un must-have per chiunque abbia un PC o una 360.

lunedì 19 aprile 2010

news: PSN, giochi 3D, Move

E ora invece un pò di news rapide rapide su Playstation.

Il famoso aggiornamento atteso per questa estate (presumibilmente Giugno), introdurrà la possibilità di giocare con i primi giochi 3D; per poter giocare a questi titoli ricordo che occorre avere un televisore 3D (al momento hanno un costo superiore ai 1500 euro) e ovviamente l'accessorio "ricevitore-occhiali".
Tale aggiornamento, che all'inizio doveva essere esteso anche ai film 3D su BD, rimarrà confinato (almeno per il momento) solo sui giochi.

Sempre sui giochi per il controller Move, uscirà un gioco (Motion Fighter) che proporrà combattimenti garantendo un FPS di 60 .... se fosse vero sarebbe fantastico!

Perfino Crytek è interessata a Move e ha intenzione di sviluppare un gioco che ne sfrutterà le caratteristiche

News: Natal, Xbox Live, Crytek

Un pò di news condensate per il mondo Xbox.

- Project Natal: il progetto sta andando avanti e già sono in cantiere diversi giochi (tutti causal almeno per il momento) che sfrutteranno questa periferica da ancora molti lati oscuri. Perfino Crytek ha dichiarato di lavorare su un gioco apposta per questa periferica.

- Xbox Live, alcune voci di corridoio non confermate dichiarano che Microsoft sta pensando ad un ulteriore livello di abbonamento (Platinum forse) più costoso del Gold ma con l'accesso a nuovi servizi (forse la TV via internet).

mercoledì 14 aprile 2010

FFXIII su Xbox o su PS3?

Salve a tutti ragazzi, dopo svariati giorni di tribolazione ho messo ieri le mani sulla mia copia di FFXIII (Collector Edition ovviamente :D); la scelta non è stata facile, ero molto indeciso tra la versione 360 o PS3 per svariate ragioni.

In rete si vocifera che la versione PS3 sia migliore dato che è fornita con una risoluzione nativa di 720p mentre quella sua 360 viaggia a 1024x576 con però un filtro Antialiasing x2 (la versione PS3 non presenta filtri).
Altra caratteristica che ho voluto un pò verificare era la differenza di resa nei filmati (DVD vs BD).

Ebbene alla fine ho preferito la versione Xbox..le ragioni come ho detto prima sono tante e tenterò di illustrarle.

Premetto che NON ho ancora iniziato a giocarci seriamente (infatti la mia recensione arriverà in un prossimo futuro, anche se per quel poco che ho visto posso ritenermi soddisfatto dal nuovo sistema di gioco).

Allora, partiamo dal discorso dei filmati... mmm personalmente non ho trovato alcuna differenza "tangibile", nel senso che entrambi sono molto fluidi e graficamente eccelsi, l'ho provato su un monitor NON full hd (girando quindi in 720p) ma differenze tangibili ripeto non le ho notate; probabilmente fermando l'immagine si possono riscontrare quelle differenze sottolineate in alcuni siti di comparazione ma nel corso dell'animazione non ci si rende minimamente conto delle differenze. Le uniche differenze sono nel rendering dei colori, che sono sostanzialmente diversi. Su PS3 sembrano più netti e con contrasti alti mentre su Xbox sono più "patinati". In realtà queste differenze si riscontrano in tantissimi titoli multipiattaforma (SFIV, Tekken 6 ad esempio) dove si notano che su Xbox la risoluzione è migliore (merito sempre del filtro AA x2) ma su PS3 i colori sono più "vivi".
Le cose non cambiano sul fronte di FFXIII ma non è necessariamente una pecca nei confronti di una o dell'altra versione..sono semplicemente diversi (a me piacciono entrambe le rese).
Non ho riscontrato questa eccessiva "compressione" imputata alla versione 360, e i filmati mi sembrano decisamente validi.

Fronte grafica in-game: qui la mia più grande sorpresa, mi aspettavo su 360 una veste grafica decisamente scarsa (rispetto a PS3) e invece mi sono ritrovato davanti una versione veramente valida dove le differenze sono veramente minime..o meglio NON si notano assolutamente...Resa di colori a parte (anche qui la resa di colori segue quanto detto sui filmati) il gioco che su PS3 gira nativamente a 720p, su Xbox 360 viene riscalato dal suo scalar interno (360 ha uno scaler interno preposto a questo) e di fatto il gioco viene riportato a 720p. Ad un fermo immagine si possono notare delle sbavature maggiori su 360 dovute al fatto che cmq il gioco è stato elaborato a 1024x576; ma tali sbavature sono veramente minime e si notano solo se si blocca l'immagine altrimenti passano del tutto inosservate. Una cosa però si nota bene rispetto alla versione PS3, il filtro AA x2. Questo aspetto lo si ritrova come già detto anche in precedenti titoli multipiattaforma, su PS3 (come su PS2) il fenomeno dell'AA si ritrova in molti giochi.
Devo dire però una cosa, il vantaggio dell'AA lo si nota solo in alcuni momenti (ad esempio i primi piani dei personaggi, i capelli, e certi dettagli sparsi nelle varie sezioni, gli ologrammi e gli oggetti interagibili, così come i personaggi e mostri nelle sessioni di combattimento); lo si nota solo in determinati momenti, in generale gli ambienti sono così ricchi di colori e oggetti che difficilmente ci si sofferma a guardare le "seghettature" dell'aliasing.

Vi sono altre due motivazioni che mi hanno spinto alla scelta della versione XIII; una legata sempre ad aspetti tecnici e un'altra legata ad un aspetto più soggettivo (e di conseguenza più discutibile).
Sicuramente mi ha spinto il fatto di poter, su Xbox, installare TUTTO il gioco (suddiviso in 3 DVD) sul suo HDD. In questo modo il gioco viene eseguito direttamente dal HDD e risulta essere più rapido e notevolmente fluido.
Francamente non so se la versione PS3 preveda l'installazione su HDD del titolo square-enix; purtroppo non molti giochi per PS3 supportano questa opzione e molti di questi (SFIV, Tekken 6 e MGS4 ad esempio) non installano INTERAMENTE il gioco ma solo determinati elementi (beh tekken 6 praticamente mette tutto su Hard disk). Il mio dubbio quindi era quello di dover avere un gioco che in determinati momenti si bloccava a favore dei caricamenti di tutti gli eventi che potevano accadere durante l'avventura.
Certo forse è una preoccupazione inutile, ma giocando su entrambe le piattaforme, sono sicuro che su Xbox l'installazione su hdd non solo è completa ma mi garantisce prestazioni di caricamento più elevate.
L'ultimo motivo è prettamente soggettivo ed "emozionale"... come qualcuno di voi sa recentemente mi sono risentito molto dal comportamento tenuto da Sony nei confronti dei propri utenti, e delle sue politiche di aggiornamento firmware che tende a togliere pià che a dare.. e quando mi sono visto togliere la funzione OTHEROS, mi ero già messo in testa di rimostrare contro Sony acquistando FFXIII su Xbox, FFXIII che fino ad ora era un simbolo che accompagnava le console della Sony,adesso è diventato multipiattaforma e l'idea di acquistarlo per la piattaforma "avversaria" mi è sembrato un gesto simbolico ed indicativo...
se a questo aggiungiamo il fatto che il mio profilo su Xbox ormai inizia a contare diversi punti e achievements sbloccati (rispetto ai pochi trofei che ho su PS3) beh... il risultato si vede, ho preso FFXIII per Xbox...
Appena avrò un pò giocato scriverò la mia personalissima recensione.

giovedì 8 aprile 2010

Aggiornamenti: Mass Effect (XBox 360)

A distanza di ormai 10 ore di gioco effettivo ecco qui le mie impressioni aggiornate; c'è poco da dire, Mass Effect è un piccolo capolavoro. La trama è molto bella e neanche molto scontata; è interessante vedere come sfumature della trama varia a seconda di come ci comportiamo e soprattutto a seconda di come ci relazioniamo con gli altri personaggi primari e secondari.
Le side quest sono molto carine e, almeno per ora, non sono monotone.

La cosa più interessate è che adesso ho la possibilità di navigare con la Normandy (l'astronave in mio possesso) e posso andare in giro tra le varie galassie, i vari sistemi solari e perlustrare tantissimi pianeti alla ricerca di minerali o oggetti rari che andranno ad aumentare la mia collezione e le mie finanze.
Su alcuni pianeti possiamo atterrare (nel caso di quest sopra di essi), e dovremo pilotare un mezzo terrestre per muoversi liberamente sul pianeta; ogni pianeta avrà le sue caratteristiche atmosferiche, alcuni permetteranno di camminarci sopra senza sorprese..altri invece risulteranno più ostici.

Adesso gli scontri si fanno più intensi e soprattutto più impegnativi: è importante a questo punto scegliere il nostro Party (Selezionando i due aiutanti dal nostro gruppo di personaggi) in modo tale da adattarsi meglio al tipo di missione che andremo a intraprendere.
Durante gli scontri occorre dare i giusti ordini ai nostri compagni in modo tale da elaborare strategie vincenti a seconda del tipo di situazione...
Insomma sono sempre più convinto, questo è un gran gioco!

Aggiornamento Dashboard di Xbox

Un paio di giorni fa anche Microsoft ha rilasciato un aggiornamento per Xbox; introducendo una sola ma succulenta funzionalità.
Adesso Xbox è in grado di utilizzare delle Flash Pen per immagazzinare sopra dati, visualizzare filmati e soprattutto installare sopra i giochi!!
Al momento può utilizzare al massimo 16 Gbyte ma è in grado di gestire fino a due chiavette per un totale quindi di 32 Gbyte.
La dashboard può usare chiavette anche più capienti, ma in automatico le ripartizionerà prelevando fino ad un massimo di 16gbyte e lasciando il resto come partizione compatibile con Mac e PC.
Il tutto automaticamente e in maniera del tutto trasparente all'utente.
Questa funzionalità apre nuovi scenari di utilizzo:
è possibile salvare sopra il nostro profilo, il nostro avatar e spostarli agilmente sulle xbox dei nostri amici (per le partite in LAN o offline ad esempio)
è possibile installare sopra i giochi anziché utilizzare l'HDD; questo risulta particolarmente utile per coloro che possiedono il vecchio HDD da 20 Gbyte, per coloro che hanno la Arcade version o per coloro che hanno riempito il proprio HDD.
Insomma, grande aggiornamento a mio avviso che forse fa presagire anche l'uscita della famosa Xbox slim che non monterà più i lettori di memory card (adesso le memory card perdono di significato visto che con ben più economiche chiavette sarà possibile gestire molti pià dati)

mercoledì 7 aprile 2010

PS3: Firmware 3.21 rilasciato....che pena Sony!

Un paio di giorni fa è stato rilasciato il Firmware 3.21 per tutte le PS3... si parlava di tale firmware già da qualche giorno ma vendendo i changelog la comunità di giocatori PS pensava fosse un Pesce d'Aprile...e sinceramente lo pensavo anche io...peccato che non è stato così...
Si perché questo più che un Upgrade mi è sembrato un vero e proprio Downgrade!
Il nuovo firmware aggiunge alcuni bugfix per la gestione dei file multimediali (movies per lo più) e in particolare per la gestione dell'audio che su alcuni media non funzionava correttamente (chi come me utilizza il PS3 Media Server non si è neanche accorto di questi bug in quanto il PS3 Media Server gestisce a ricodifica tutto al volo in modo tale che la PS3 possa leggere correttamente).

Il vero problema, la vera cosa che devasta è la funzione che è stata tolta: il supporto agli altri sistemi operativi!
Come già sappiamo una delle caratteristiche più interessanti di PS3, che la rendeva una console decisamente superiore (in termini di versatilità) rispetto ad Xbox (e rispetto ai PC da gioco) era la possibilità di poter installare sopra Linux e decidere di utilizzare la console ANCHE come un PC completo (ci si poteva fare di tutto..!!!)
Quando uscì la PS3 Slim, la Sony decise di togliere il supporto a Linux..e già questo ha scatenato l'ira di molti utilizzatori avanzati della console...
Ma adesso mamma Sony ha deciso di uniformare anche le vecchie PS3 che dopo l'aggiornamento si vedono perse le partizioni usate per il proprio sistema Linux!

L'aggiornamento NON è ufficialmente obbligatorio ma lo è di fatto..dato che se non si effettua l'aggiornamento la PS3 non può andare online, non può usufruire dei servizi del PSN e non può fare il multiplayer...Insomma qui Sony ha toppato..ha toppato veramente...

Non capisco a volte il perché di certe scelte...
Le altre case quali Microsoft, tentano ad ogni firmware di aggiungere funzionalità e miglioramenti (installazione dei giochi su HD, connessione Facebook, messaging, etc etc)..e invece Sony cosa fa? aggiunge piccole funzionalità di secondarie e toglie quelle poche funzionalità veramente esclusive della macchina

Non si fa così..cara Sony a questo giro hai veramente toppato, attenta perché Microsoft non sta a guardare... Stai sudando sette camicie per recuperare ad Xbox il suo predominio e ora che ce l'hai quasi fatta e che stai facendo il sorpasso mi caschi su questi errori grossolani..no no no

martedì 30 marzo 2010

Recensione: Final Fantasy (iPhone)




Da un mesetto la Square-Enix ha rilasciato i primi due storici capitoli di una delle più belle Saghe di GDR jappo del mondo...Final Fantasy!

Dopo qualche settimana di gioco al primo capitolo (ci sto giocando a tempo perso a dir la verità) propongo qui una piccola recensione su questa chicca che renderà felici gli appassionati di JGDR possessori di iPhone (o iPod).

Storia
La storia non è particolarmente complessa...impersoniamo un manipolo di eroi (quattro per la precisione) che rappresenterebbero quattro miti di questo mondo che al momento non se la sta passando bene (le tenebre stanno dilagando e inghiottendo il mondo stesso) e a noi spetta un compito piuttosto : salvare il mondo appunto (!!!)

Gameplay
Il game play non è particolarmente complesso, basti pensare che FF altro non è che il remake dell'originale uscito ormai 20 anni or sono sul mitico NES e, se dal punto di vista grafico/sonoro il gioco ha subito un discreto restyling, il sistema di gioco è rimasto inalterato portandosi dietro tutti i pregi ma anche le limitazioni della versione originale.
All'inizio del gioco potremmo comporre il nostro party scegliendo tra le seguenti classi: Guerriero, Mago bianco, Mago rosso, Mago Nero, Ladro e Chierico. Ogni classe ha le sue caratteristiche peculiari e ha una sua evoluzione specifica. E' quindi importante fin dall'inizio riuscire a comporre un buon party bilanciato.
Durante la sessione esplorativa (quella che prende la maggior parte del gioco) piloteremo il nostro parti in un ambiente essenzialmente 2D con vista dall'altro, un pò come i vecchi giochi di Zelda tanto per intenderci. Durante le nostre esplorazioni potremo imbatterci in molti personaggi e potremo interagire con loro..anzi dovremo interagire con loro, in quanto le chiacchierate possono celare preziose informazioni per le nostre quest.

All'inizio ci troveremo a muoverci in una piccola porzione dell'intero mondo, ma man mano che andremo avanti entreremo in possesso di mezzi in grado di spostarci velocemente in tutto il globo.
I punti esperienza ci permetteranno di far passare di livello i nostri personaggi e di far aumentare le loro caratteristiche; nelle varie città sarà possibile acquistare oggetti, armi, armature e magie.
Le sessioni di combattimento sono composte da scontri a turni dove il giocatore potrà scegliere cosa far compiere ai propri personaggi.

L'intera interfaccia utente è stata rivista per poter funzionare con lo schermo multi touch di iPhone, e devo dire che è estremamente piacevole e più diretto selezionare le varie voci di menu durante tutte le varie sessioni di gioco.
E' possibile salvare in qualunque momento e mantiene una buona dose di tattica dato che in base alla composizione del proprio Party, il giocatore dovrà seguire schemi strategici diversi durante le sessioni di combattimento.

Grafica e Sonoro
Il gioco non è altro che una trasposizione della versione per PSP, e ne mantiene tutte le caratteristiche (a parte l'interfaccia utente rivista). Di per se è un ottimo remake dell'originale su NES, con una grafica più colorata e pulita e musiche più "convincenti"

Conclusioni
Beh, lo consiglio a tutti..o meglio lo consiglio a tutti gli appassionati di JGDR che non hanno avuto la possibilità al tempo del NES di giocarlo.
Sconsigliato a chi cerca giochi veloci ed immediati..questo GDR rimane pur sempre un Final Fantasy e richiede molte, molte ore per essere completato.

martedì 23 marzo 2010

Conclusioni: Frontline Fuel of War (PC)

Una settimana fa circa ho completato la modalità single player di questo non più recentissimo gioco...in generale le mie impressioni espresse nella recensione che avevo redatto sono state confermate..un gioco "fatto a metà"; con idee carine (a volte geniali) che donano un pizzico di strategia ma fondamentalmente realizzato male.
L'aspetto più divertente e bello del gioco riguarda la quasi totale libertà di azione; ogni missione pone degli obiettivi che devono essere raggiunti, le modalità, la strategia, le armi utilizzate possono variare a seconda di come vogliamo intraprendere la campagna. Questo ci pone spesso a muoversi attentamente valutando l'ambiente e scegliendo tattiche appropriate.. Il tutto condito con un numero di "vite" limitate, terminate le quali occorre riavviare l'intera missione.
Purtroppo però, come già accennato nella recensione, tutto è stato sviluppato coi piedi (per non dire altro); l'intelligenza artificiale rasenta il ridicolo al punto che anche a livello di difficoltà massimo non è poi così difficile farsi strada tra le varie insidie del gioco.
L'aspetto più rognoso, quello che più non ho digerito del gioco è invece l'estrema pesantezza del codice che, evidentemente non ottimizzato, fatica a girare bene anche su macchine di fascia medio alta...
Insomma non è possibile che su una configurazione Quadcore, una scheda video 5770 1gb e 4 gbyte DDR2 1066 mhz il gioco non riesca ad andare oltre i 50 FPS risicati...scattando spesso e soprattutto nei momenti meno opportuni.
Un vero peccato perché questo gioco (votato evidentemente al multiplayer online) risulta poco godibile anche online...
La storia carina, ma vista e stravista in tanti altri giochi.
Insomma..un gioco alla fine dei conti mediocre che ho acquistato solo perché a 2 euro diventa un offerta che non si può rifiutare...

venerdì 19 marzo 2010

Recensione: Mass Effect (PC e Xbox)



Mi trovo a recensire un gioco di un paio di anni fa, un vero capolavoro a dire il vero…Mass Effect…
Il gioco, sviluppato dai Microsoft Studios è presente su PC ed Xbox 360 (ed ovviamente assente su PS3 :D )
Si tratta di un RPG avventura in terza persona con forti dosi di sparatutto (in terza persona appunto); ambientato in un futuro piuttosto lontano dove le galassie conosciute sono popolate da molte razze diverse (tra cui gli umani); noi impersoneremo un soldato che si troverà invischiato in una sorta congiura…andando avanti nella storia la trama si dipanerà lasciando intravedere una crisi interplanetaria più grossa di noi e saremo chiamati a salvare non il mondo..ma "qualche pianeta in più".

GamePlay
Il gioco è strutturato come un RPG in terza persona, all'inizio saremo chiamati a scegliere la nostra "classe" tra sei disponibili, si va dal soldato che è in grado di utilizzare benissimo tutti i tipi di armi al biotico che riesce invece a interagire con i sistemi elettronici. Vi sono classi "miste" come l'incursore in grado di utilizzare bene solo armi piccole e veloci e ha anche capacità di incursioni sui sistemi elettronici.
Il sistema permette di scegliere anche caratteristiche avanzate del viso e il sesso.
Durante il gioco avremo la possibilità di comandare non solo noi ma anche la nostra squadra impartendo a loro i comandi che devono eseguire (in caso contrario saranno lasciati alla IA).
L'equipaggiamento è molto variegato, vi sono 4 categorie di armi (pistola, fucile di precisione, fucile laser a media e a corta distanza) hanno caratteristiche diverse e ve ne sono tantissimi modelli. Ogni arma può essere equipaggiata con accessori e modificate per renderle più precise, potenti etc.
Anche la corazza può essere modificata. A seconda delle armi e armature che ci troviamo ad indossare il nostro aspetto varierà anche nel gioco.
Il gioco, come nella migliore delle tradizioni degli RPG occidentali, possiede un dario dove annotare lo stato di avanzamento delle nostre missioni e dei nostri incarichi..si perché in questo gioco, a parte la trama principale, è possibile imbattersi in personaggi che ci affideranno compiti più o meno "loschi".
Indagando, e completando le quest otterremo punti esperienza e al passaggio di livello otterremo dei punti che potremo distribuire per aumentare le proprie Skill, ottenendo allo stesso tempo lo sblocco di caratteristiche nuove e il miglioramento di quelle già sbloccate.
Avremo anche una barra che misura la nostra reputazione a seconda di come ci comporteremo durante l'avventura.
Il sistema di combattimento è un po' (troppo) arcade, il fuoco lo si apre in terza persona e possiamo nasconderci dietro a dei ripari, non è molto diverso dal sistema di controllo di altri giochi quali Gears of War. Possiamo abbassarci, ma non potremo sdraiare il nostro personaggio ne fargli eseguire capriole evasive.

Grafica e Sonoro e … versioni
Graficamente, nonostante abbia già due anni, è un gioco meraviglioso, i volti dei personaggi sono fatti molto bene ed estremamente dettagliati. In generale l'effetto Blur che pervade alcune sessioni di gioco danno una sensazione di immersione veramente efficace!
Il sonoro molto buono e supporta il 5.1, veramente ben fatto anche quello.
Ho la fortuna di avere entrambe le versioni (xbox e pc) e devo dire che sono identiche, anche su un pc di fascia alta il gioco spinto al massimo risulta essere perfettamente uguale alla contro parte xbox… però fatevi dare un consiglio, se avete entrambe le piattaforme e avete voglia di questo gioco prendete la versione Xbox..NON ve ne pentirete!
La versione XBOX risulta essere meglio calibrata di quella PC, sul PC purtroppo vi sono spesso dei momenti di poca fluidità durante i caricamenti delle aree successive e sono abbastanza fastidiose, questo problema non sussiste sulla versione Xbox (forse è più ottimizzato?) anche il sistema di puntamento risulta essere più appagante sulla 360, effettivamente è un gioco sviluppato sostanzialmente su console e poi riportato sul PC e per queste ragioni sulla 360 il tutto risulta donare un feedback decisamente migliore.
Ultima nota, nella versione 360 vi è un episodio bonus assente in quella PC.
Per il resto le due versioni sono identiche e se avete un TV Full HD lo potete giocare alle medesime risoluzioni di quella per PC.
In generale entrambe le versioni girano a circa 60 FPS.


Conclusioni
Un gioco maestoso, bello, appagante lungo… da avere a tutti i costi..e ora è anche conveniente visto che su entrambe le soluzioni si può acquistare questo gioco a 14 euro.
Se potete scegliere prendete la versione Xbox, io purtroppo l'ho iniziata su PC e ormai non "butto" via le ore spese su quella piattaforma..però tornassi indietro giocherei alla versione Xbox senza ombra di dubbio

venerdì 12 marzo 2010

Recensione: GT Racing Motor Academy (iPhone)




Ragazzi premetto subito che questo gioco è veramente incredibile...non avevo mai visto un gioco di questo genere su uno smartphone..spettacolare, completo, geniale!
Ma andiamo con ordine...

Il Grand Turismo per iPhone
Ebbene si.. GT Racing altro non è che un GT per iPhone, veramente ben fatto.. ci troviamo di fronte ad un piccolo capolavoro: il gioco segue il gameplay dei vari GT per PlayStation, ovvero dovremo collezionare i nostri bolidi, modificarli e partecipare alle varie competizioni in giro per il mondo; chiaramente per accedere a determinati eventi dovremo avere i requisiti (patenti speciali, auto specifiche etc..)

Una volta determinato il nostro profilo ci troveremo di fronte ad una "mappa" che ci permetterà di muoverci attraverso le varie sezioni: Giri di prova, Garage (per modificare le nostre auto), Parti di ricambio (per acquistare parti per la nostra auto), Autosalone, Patenti (per accedere alle varie patenti), Eventi.
Gli eventi sono suddivisi in diverse categorie (eventi speciali, eventi con restrizioni, contratti per i piloti, eventi liberi, etc...)
Vincendo le gare si vincono soldi con i quali acquistare auto e parti di ricambio.
Il gioco possiede più di 100 vetture reali di diversi costruttori.

Oltre a questo vi è un'ottima modalità multiplayer e la possibilità di fare gare veloci (simile alla modalità arcade di GT per PS).

Il Gameplay è veramente ben realizzato, il sistema di controllo è preciso ed altamente personalizzabile: si può scegliere di usare un volante virtuale, tasti digitali oppure l'accellerometro per sterzare... Incredibilmente tutte le modalità di controllo sono precise e ben funzionanti: io ho impostato il seguente sistema: sterzo affidato all'accellerometro mentre accelleratore, freno e cambio marce sono affidati a quattro pulsanti virtuali sullo schermo.
Il tutto si muove in maniera precisa e veloce, sterzare con questo sistema risulta essere molto efficace e mi permette di fare manovre molto precise..incredibile non l'avrei mai detto ma in questo gioco l'accellerometro è gestito veramente bene (a livello di Wiimote e wii motion plus!)

Le auto sono molto specializzate, ognuna ha il suo comportamento in base al tipo di trazione, alla posizione del motore e alle caratteristiche dei rapporti;
E' possibile modificare tutto, perfino il bilanciamento del peso delle vetture..ho già fatto delle prove e in base a come modifico tali impostazioni ritrovo delle vetture che rispondono in maniera diversa...sublime!

Grafica e sonoro
Dal punto di vista sonoro niente da eccepire, i motivi sono ben azzeccati e ben realizzati; il rumore dei motori benché non siano così fedeli a quelli reali come accade in molti giochi per le console "grosse", sono efficaci con un effetto avvolgente ben realizzato).
Ma la cosa che più sorprende è il motore grafico...ragazzi qui si supera davvero gli standard, non avevo ancora visto su iPhone una grafica così...e francamente una grafica di questo tipo non l'avevo vista nemmeno sul DS...al massimo sulla PSP e non su tutte le produzioni del genere (diciamo che si avvicina alla grafica di GT per PSP!)
I tracciati, le vetture, gli effetti di luce, l'ambiente, così come i menu sono veramente ben realizzati, una grafica fantastica e soprattutto molto ma molto fluida!

Chicche per tutti
Vi sono molte chicche sparse in tutto il gioco..una delle funzioni più belle è la possibilità di uploadare su YouTube le proprie gare...anche questa funzione è veramente ben fatta e vi invito a visitare un filmato sulla prima gara che ho fatto



L'unico vero difetto che ho riscontrato è nella velocità dei caricamenti delle gare e degli eventi, a mio avviso ci sta parecchio (occorrono sui 20-30 secondi per far partire una gare...beh non proprio una scheggia!) però è anche da considerare che questo gioco rappresenta un bel pacchetto da 190 Mbyte!

Conclusioni
Beh a meno che a voi non piacciano i giochi di corse, questo rappresenta un vero must have..un gioco che costa 6 euro e li vale tutti..considerate che su piattaforme mobili quali il DS e la PSP un gioco di questo tipo e con queste caratteristiche non costa meno di 30 euro..percui un acquisto da fare ad occhi chiusi!

giovedì 11 marzo 2010

GDC 2010: Presentato il Sony Move (e Nintendo iniziò a tremare...)





Alla CDG di quest'anno Sony ha sfoggiato l'accessorio che permetterà a PS3 di diventare (a detta di Sony) la Console definitiva, quella più completa che al momento si possa avere...
Il nuovo controller (che NON sostituirà quello classico, bensì si aggiungerà ad esso) è composto da una "bacchetta"...insomma diciamocela tutta, è praticamente una copia restyled del WiiMote di Nintendo...
In realtà le analogie non sono poi così scontate; vediamo di fare un sunto di questo controller: Il pezzo principale è composto dal "telecomando" dove sono presenti i classici tasti del PAD Ps3 con in cima una "palla" che si illumina. Il controller possiede più sensori di movimento del WiiMote, ad occhio e croce (e se la cosa è stata chiara) dovrebbe corrispondere al Wiimote con il Wiimotion plus integrato..tutto in un unico oggetto che ergonomicamente parlando sembra essere migliore rispetto al "vecchio" wiimote.
Sony ha dichiarato però che il Move è molto più versatile in quanto (a seconda del videogioco) esso può essere utilizzato da solo oppure accoppiato ad un altro Move..ma non solo, esso può essere connesso ad un controller accessorio del tutto simile al Nunchuck, a differenza di quest'ultimo NON possiede sensori di movimento... la scelta, che può sembrare bizzarra, è dettata dal fatto che questo secondo controllo è espressamente concepito per gli FPS che non necessitano di fatto di due "PS3Mote" (se ci pensate bene gli FPS su Wii hanno comandi associati al movimento del nunchuck che spesso risultano essere poco precisi).

Sono stati mostrati diversi filmati tra cui un simulatore di combattimento dove il giocatore, con due MOVE, riusciva a comandare molto bene il proprio personaggio.

Sono sempre più curioso di vedere quanti titoli PS3 lo sfrutteranno, l'idea di poter utilizzare questo controller su giochi HD (e non su giochi graficamente parlando di 6 anni fa) è semplicemente fantastica...ma forse per poter avere un set completo in gradi di ospitare anche i propri amici in multiplayer potrebbe risultare molto dispendioso...
staremo a vedere..intanto godiamoci queste immagini

martedì 9 marzo 2010

Creazione Framework per lo sviluppo di plugin qGIS su ambienti Linux/OSX

Premessa
I plugin su qGIS possono essere sviluppati in C o in Python; in entrambi i casi sono necessarie le librerie Qt sulle quali si basa l’applicativo qGIS.
Vediamo come creare un ambiente basato su Python

Installazione dell’interprete Python
Python deve essere presente sulla macchina di sviluppo, benché l’installer di qGIS installi un interprete Python embedded è necessario avere tutto il pacchetto completo di quest’ultimo al fine di poter sviluppare le proprie applicazioni complete o plugin qGIS.
Python al momento lo troviamo in due versioni: 2.6.x e 3.1 il mio consiglio è quello di utilizzare la 2.6.x in quanto è l’unica ad avere al momento il supporto sia alle applicazioni 32bit che a quelle a 64bit e sono pienamente compatibili con il pacchetto PyQt (vedi più avanti).
Il pacchetto python lo possiamo trovare sul sito www.python.org. Ma considerate il fatto che sulle distribuzioni Linux e su OSX è già presente e non necessita quindi una sua ulteriore installazione.
Installazione di qGIS
qGIS è reperibile sotto www.qgis.org, è presente per tutte le piattaforme possibili, è un prodotto completamente open source ed è possibile anche ricompilarselo completamente.
Installare le librerie necessarie
Librerie QT
Le librerie QT sono librerie grafiche cross platform utilizzate da diversi progetti (uno dei più famosi è l’ambiente KDE di Linux). Tali librerie possono essere reperite sul sito http://qt.nokia.com e possono essere scaricate con licenza LGPL o Commerciale.
Occorre scaricare l’ultima versione disponibile per il nostro sistema (vi sono tutti i sistemi operativi), il mio personale consiglio è quello di scaricarsi la versione SDK.
Una volta scaricato il pacchetto installatelo seguendo le procedure guidate (al momento della stesura di questa guida è disponibile la versione 4.6.2)

Installare SIP e PyQT
A questo punto è necessario installare le librerie SIP e il wrapper per Python di QT (le PyQt).
SIP è disponibile su: http://www.riverbankcomputing.co.uk/software/sip/download
PyQt è disponibile su: http://www.riverbankcomputing.co.uk/software/pyqt/download
I pacchetti devono essere compilati sotto la propria macchina, questo significa che occorre avere tutto il necessario per la compilazione di pacchetti e applicazioni (su Linux occorrono i pacchetti Dev della propria distribuzione, sotto OSX occorre avere installato gli XCode).
Partiamo da SIP:
decomprimiamo i sorgenti (per convenzione mi riferirò alla posizione /usr/local/)
nella cartella /usr/local/sip/
entriamoci dentro e digitiamo
python configure.py arch XXXX
dove XXXX indica il tipo di architetture per le quali vogliamo compilare le librerie: i386 per architetture 32bit, x86_64 per architetture a 64bit. Se vogliamo entrambe possiamo utilizzare tutte e due le voci.
Completata la configurazione lanciamo
make
E successivamente
make install
Installazione PyQt:
Entriamo dentro la cartella /usr/local/PyQt/
Lanciamo
python configure.py –use-arch XXXX
Dove XXXX conterrà le architetture che vogliamo utilizzare (i valori possibili sono gli stessi di SIP).
A questo punto usiamo i nostri Make e Make install e completiamo così l’installazione
Tutte le librerie e il wrapper saranno installate nella directory delle libs di python (il percorso cambia a seconda della piattaforma utilizzata).

Note per possessori di Snow Leopard
Al momento attuale (SIP versione 4.10 e PyQt versione 4.7) le Qt library per OSX non supportano completamente le architetture a 64 bit, è necessario quindi forzare la compilazione di SIP e PyQt su architetture i386.

Dal momento però che Python per OSX di default lavora a 64 bit è necessario “forzarlo” a lavorare a 32bit.
Per fare ciò aggiungete nel vostro .profile il comando
export VERSIONER_PYTHON_32_BIT=yes
in questo modo si forzerà python a 32 bit.
E’ bene ricordarsi che se utilizzeremo Eclipse e PyDev per lo sviluppo delle nostre applicazioni dovremo aggiungere questa variabile di sistema anche all’interno delle preferenze di progetto di Eclipse
Ambienti di lavoro
Vi sono svariati ambienti di lavoro per Python ma quello che più mi sento di consigliare è Eclipse con l’estensione PyDev. Funziona veramente bene

lunedì 8 marzo 2010

Conclusioni: Asphalt 4 Elite Racing (iPhone)

Questo weekend ho completato il gioco di corsa di punta di GameLoft mmm devo essere sincero, a parte la grafica stupenda (anche se produzioni più recenti presentano un comparto grafico migliore) e il frame rate sempre molto elevato, questo Asphalt non mi ha regalato grosse emozioni...in pratica identico ad Asphalt 3 Street Rules, a parte le automobili (qui presenti molte ferrari) la meccanica di gioco rimane la stessa del precedente capitolo e a mio avviso è notevolmente inferiore a quella del primo insuperabile Asphalt..
Gli ultimi capitolo tendono ad essere molto semplici, basti pensare che i vari Kit di tuning si vincono una volta soltanto e una volta ottenuti si possono applicare indistintamente a tutte le macchine (mentre nel primo capitolo ogni macchina aveva il suo livello di avanzamento da completare separatamente).
Inoltre alcune vetture sono totalmente inutili (vedi le moto) per quanto rappresentino una forma divertente per fare qualche partitella con vetture diverse.
Insomma delusione parziale per questo capitolo fin troppo simile al precedente...

Rimane un buon titolo da fare nei momenti liberi fuori casa...