La mia collezione

gamecard

lunedì 8 settembre 2008

Il Pc-Gaming sta (lentamente) morendo...

Da un paio d'anni si sentono in giro per la rete e sulle riviste specializzate annunci che decretano la fine del PC da Gioco.
Negli ultimi mesi a queste voci si sono aggiunti annunci da parte di importanti sviluppatori che incrementano l'ipotesi della morte dei PC Gamer in favore delle console.
Vediamo di fare una prima analisi sulla questione...prima dell'avvento delle console di ultima generazione il PC era senza ombra di dubbio la macchina da gioco perfetta, con capacità computazionali elevatissime e con caratteristiche multimediali a 360 gradi, senza contare il fatto che costituiva l'unica macchina in grado di permettere il gioco online praticamente per tutti i videogames prodotti per questa piattaforma; certo il costo di in pc per giocare era sicuramente più alto delle console ma costituiva una soluzione sicuramente piu completa e performante e che potevano anche forgiare una grafica e del sonoro qualitativamente insuperabili.
Questa netta distinzione si è però piano piano assottigliata fino a quello che personalmente ho ribattezzato "Anno Zero" (non la trasmissione di Santoro ovviamente....) ovvero l'anno in cui Microsoft è entrata di prepotenza nel mondo delle console portando però in tale mondo le caratteristiche peculiari dei PC...nasce Xbox 1, una console messa in commercio solo per fare da Ariete in questo mercato; l'Xbox era il primo tentativo commercialmente funzionante di una console dalla capacità paragonabile al PC Gaming; di fatto la sua architettura era costituita da un PC vero e proprio (un Pentium 3), poteva contare su di un HardDisk e la possibilità di andare su internet, leggere mp3 e vedere film... Xbox ha dato inizio al lento declino dei PC da gioco: ad un costo decisamente piu basso si poteva godere di giochi dalla grafica e sonoro paragonabili a quella di un PC (dell'epoca) con in più una serie di caratteristiche che fino ad allora era a solo appannaggio dei pc; con Xbox i giocatori potevano finalmente andare online e giocare contro o insieme ad altri giocatori! Le Xbox potevano connettersi in rete permettendo per la prima volta alle console la possibilità di imbastire LAN party; il tutto a costi decisamente inferiori a quelli del pc; chiaramente il mercato PC poteva ancora contare su tante softwarehouse che sfornavano giochi specifici e comunque quest'ultimo rimaneva il dispositivo preferito per coloro che giocavano agli FPS/Strategici/RPG in pratica tutti i giochi che richiedevano il mouse/tastiera e capacità computazionali elevatissime.
Nel corso degli ultimi 5 anni il mondo console è letteralmente esploso proponendo macchine in grado di fare tutto quello che fanno i pc in ambito dei videogiochi a costi decisamente più bassi; contestualmente i prezzi delle periferiche del PC Gaming si sono alzati tantissimo e soprattutto è diminuito il periodo di vita media di tali pezzi, abbassando contemporaneamente il periodo di vita dei pc da gioco; negli ultimi 3 anni si calcola che il costo medio per aggiornare il PC in grado di far girare decentemente i giochi si aggira intorno ai 300-700 euro da spendere ogni 3 anni... un costo enorme considerando che console come 360, PS3 o Wii costano meno e durano mediamente 5 anni. A questo si aggiunge il grosso problema dei giocatori Online o LAN player; quest'ultimi infatti subiscono il problema delle diversità di configurazione delle singole macchine che spesso portano piu vantaggio a coloro che possiedono il pc piu potente (e costoso), cosa estremamente irritante per molti. Sempre piu LAN/Online player si stanno spostando sulle console anche per questo motivo; le console sono tutte uguali e non creano disparità di sorta a tutto vantaggio del fair play.
Molti giocatori che continuano ad utilizzare il pc per giocare lo fanno per i giochi che richiedono ancora molte risorse CPU (solitamente piu veloci delle cpu montate sulle console) come i MMORPG e gli Strategici; e che utilizzano mouse e tastiera; infatti benché le ultime console (PS3 e 360) siano in grado di usare tastiera e mouse quest'ultime periferiche sono gestite da pochissimi giochi; questo per pura scelta di marketing da parte delle software house che hanno voluto evitare di uccidere definitivamente il PC.
A questi problemi però si aggiungono altri inconvenienti quali la pirateria e i costi di gestione piu elevati da parte delle SH che devono sviluppare per il mondo PC.
Infatti sebbene i costi dei giochi su PC al pubblico siano tendenzialmente piu economici rispetto agli omonimi per console la pirateria è molto piu diffusa sul mondo pc rispetto a quello console; e questo sta creando non pochi problemi alle SH; ormai software house del calibro di Crytek,Did,Capcom ed altri hanno annunciato l'abbandono del mondo PC (o comunque hanno deciso di spostare la maggior parte delle loro risorse sul mondo console); altri Grandi del settore hanno deciso di buttarsi sui mercati piu stimolanti e nuovi tracciati da Nintendo con il suo Wii.
Ovviamente non tutti sono di questa opinione, Intel, Microsoft, nVidia, AMD/ATi, Dell, ACER, Gateway, Alienware, Epic e Blizzard/Activision hanno deciso di formare un’alleanza per supportare il PC come piattaforma videoludica..con loro si crea la PC Gaming Alliance che sta tentando di mantenere in vita il PC nonostante stia nuotando in acque non buone.
Alla luce di tutto ciò penso che sia solo una questione di tempo, nonostante la PC alliance, il mondo dei giocatori (hardcore e casual) e delle SH si sta spostando lentamente ma inesorabilmente verso le console; questa tesi è attualmente confermata dalle statistiche di vendita hardware e software e da quelle di uscita dei videogiochi..durante una stagione per pc si vedono sempre meno titoli e soprattutto sempre meno titoli interessanti; i pochi capolavori sono ormai a totale appannaggio di poche tipologie di gioco (Strategici MMORPG e FPS) mentre sulle console si possono vedere uscite diversificate, giochi di tanti tipi (corse, picchiaduro, avventure, etcc...) realizzati sempre con piu cura e con tutte le caratteristiche che un tempo si potevano trovare solo sul pc..se a questo aggiungiamo che sempre piu utenti preferiscono la console per videogiocare si può facilmente dedurre che, a meno di un improvviso cambio di tendenza, l'era del PC da gioco si sta lentamente avviando al tramonto, non accadrà domani ne nel prossimo anno, ma più probabilmente da qui ai prossimi 5; magari con l'uscita della prossima generazione di console.
Di fatto al momento attuale l'offerta delle console è fortemente allettante; prendiamo il caso della Xbox 360; attualmente è forse la scelta più completa e con il miglior rapporto Prezzo/funzionalità che si possa avere ora; di fatto questa console permette di usufruire di giochi di ultima generazione graficamente (e sonoramente) di alta qualità paragonabili alle produzioni per PC di fascia alta; fornisce un sistema di multiplaying online con achievements veramente ben fatto e al momento ineguagliato dai concorrenti, fornisce una serie di giochi old-generation e inediti a basso costo direttamente scaricabili su HD, alcuni dei quali sono veramente ben fatti e paragonabili, a livello di giocabilità e divertimento, a titoli più maturi, retrocompatibile con i giochi della precedente Xbox che può vantare un nutrito parco giochi di buona qualità e tutt'ora apprezzabili in termini di grafica/sonoro/gameplay; si connette alla rete windows visualizza film, divx, dvd, mp3 etc... al costo ormai di 199 euro o poco più un quinto di quanto costerebbe un PC con analoghe prestazioni...
Per concludere forse al momento la migliore soluzione è quella data dalla combinazione un mini pc- low cost (per navigare, chattare, posta, office automation) e una console tipo 360 per i videogiochi e il multimedia il tutto con una spesa totale (PC + console) che non supera le 700 euro e che garantisce una vita di almeno 5 anni.
Posta un commento