La mia collezione

gamecard

lunedì 29 settembre 2008

Oggi Aggiornamento Xbox Live...

Oggi Xbox Live è off line per aggiornamenti...sarà il famoso aggiornamento alla Dashboard? Non si sa, sul forum ufficiale c'è che asserisce che sono aggiornamenti per predisporre le console alla dashboard ma che di fatto non verrà ancora rilasciata...
Noi incrociamo le dita...la nuova dashboard sembra essere intrisa di pesanti novità..speriamo bene

Bioshock e Vista (64) non vanno proprio daccordo

Ragazzi... ieri ho perso ore (e quando dico ore..sono ORE) per tentare di far partire Bioshock... niente da fare...
Avevo preso la versione per PC per due motivi sostanziali: costava meno rispetto alla versione 360 (15 euro meno) e speravo di poterlo gustare con una definizione più elevata rispetto alla versione console.. alla fine se avessi preso la versione 360 avrei risparmiato in tempo, soldi e sudore...

Ma andiamo con ordine; premettendo che sul mio sistema ho tutto argionato (schede video, audio etc etc). Dopo aver installato il gioco mi accingo a farlo partire una volta entrato nella schermata principale, come faccio con tutti i giochi pc, mi segno la versione installata; vado poi nelle impostazioni e attivo DX10, 1680x1050 e tutte i filtri grafici al massimo; imposto ovviamente anche il supporto EAX e il 5.1. Esco dal gioco (per salvare le modifiche audio) e riavvio il medesimo..e qui i primi segni di squilibrio... il gioco non mi ha salvato le impostazioni.. (come mai????) riprovo una seconda volta e al terzo riavvio il gioco non parte proprio, diventa un processo appeso e mi tocca ucciderlo da task manager....
Mi vado a procurare a mano (ovviamente) la patch 1.1, la scarico e la installo (installazione lunghissima!) a questo punto vado ad avviare il gioco e....NIENTE... il gioco non parte proprio, non c'è verso... ho provato di tutto (assegno i diritti di amministratore, lo faccio girare in modalità compatibile..niente di tutto ciò ha funzionato).. sui forum molti pareri contrastanti e tanti ma tanti utenti con un sacco di problemi...
A questo punto mi era sorto il dubbio che forse Vista 64 non era gradito al gioco, ma quando provo a postare sui forum questo mio dubbio mi vedo risposte del tipo "E' un gioco Game for Windows percui DEVE girare anche su Vista 64"..effettivamente i giochi che guadagnano il bollino Game for Windows sono garantiti per tutti i sistemi WinXP e Vista sia a 32 che 64 bit.. quindi sembra strano non possa girare.
Sicuramente l'eseguibile è a 32 bit e NON a 64 (controllato da task manager) e quindi qualche dubbio francamente ce l'ho.... Crysis (anche esso un gioco Game for Windows) possiede sia l'eseguibile a 32 che quello a 64 bit..ma non sembra essere così per Bioshock...
Insomma dopo aver perso un intera nottata sono andato a letto con un forte senso di frustazione e arrabbiatura...Frustazione perché non è possibile dover smanettare così tanto (e inutilmente) per far partire un gioco di ultima generazione su di una macchina di ultima generazione...e arrabbiatura perché anziché svagarmi e giocare un paio d'ore ad un gioco da me molto atteso mi sono ritrovato a smanettare e smanettare per 4 ore aumentando non poco il mio livello di stress...

Riallacciandomi ad un articolo da me scritto un pò di tempo fa su Console vs PC... casi come questi non fanno che accrescere in me il pensiero che per videogiocare la cosa migliore è una macchina appositamente creata; magari più limitata (in termini di hardware) rispetto ad un PC da gioco...ma sicuramente molto ma molto piu divertente ed immediata... e soprattutto con la piena sicurezza di poter giocare a qualsiasi gioco esca per quella console senza aver paura di spendere i soldi per poi ritrovarsi un gioco che NON parte...
Di fatto se avessi preso Bioshock per 360 a quest'ora mi sarei già fatto un 3 ore di gioco senza problemi....

Meditiamo gente...meditiamo

mercoledì 24 settembre 2008

Halo 3 Service Record

domenica 21 settembre 2008

Star Wars: The Force Unleashed (N-Gage 2)




Dopo una lunga attesa ecco che finalmente si affaccia sulla piattaforma N-Gage 2, il gioco ispirato a Star Wars... è stata un attesa lunga ma meritevole

La storia e gameplay
La storia ci vede nei panni di un alievo di Darth Vader il quale ci affida alcune missioni contro i ribelli, il gioco principale è composto da una serie di livelli durante i quali dobbiamo sconfiggere in nostri avversari per poter proseguire. Il sistema di controllo ideato per questo gioco è assolutamente geniale e sfrutta perfettamente le caratteristiche peculiari dei telefonini. Tutte le azioni (suddivise in azioni di attacco, azioni di difesa, azioni di guarigione e parate) sono attivabili tramite una sequenza di tasti da premere direttamente sulla tastiera oppure sul Dpad. 
Ogni oggetto e nemico avrà su di esso un simbolo, simbolo che è ricavato attraverso l'intersezione di punti in una griglia 3x3, noi non dovremo far altro che attivare determinati poteri su determinati bersagli tramite queste combinazioni.
Detta così potrebbe sembrare un gioco limitato a poche scelte e posto su binari..in realtà non è proprio così, infatti durante le sessioni di gioco noi saremo sempre liberi di attivare poteri difensivi od offensivi quando più ci aggrada, i vari poteri si apprendono nel corso dell'avventura e sono attivabili tramite una particolare combinazione di tasti (formanti anch'essi un simbolo sulla griglia 3x3). Il sistema risulta essere vincente tanto da poter essere goduto sia da terminali landscape sia dai più classici protrait.

Grafica e Sonoro
La grafica è molto curata, il gioco è realizzato utilizzando un mix di elementi 3d e 2d (sullo stile dei primi Resident Evil), dove l'ambiente circostante è rappresentato da quadri 2D molto curati e convincenti, mentre gli elementi "dinamici" del gioco (personaggi, oggetti interagibili etc...) sono realizzati in 3D, con texture abbastanza buone. Il risultato finale è molto gradevole.
La velocità di animazione è molto buona e la grafica è fluidissima (almeno su un N95 8gb).
Il sonoro è molto buono con musiche di effetto

Conclusioni
Che dire...un gioco fatto molto bene, sicuramente un must have per i possessori di N-Gage 2..un pò caro è vero (10 euro) però non sembra così rapido da finire e potrebbero quindi rivelarsi 10 euro spese molto bene.

Snakes Subsonic (N-Gage 2)




Salve a tutti, oggi ho completato questo gioco per N-Gage 2; che dire...la migliore versione mai uscita di questo popolare gioco.Con tante novità e solo una piccola delusione...troppo facile da completare.

La storia
Non vi è storia, abbiamo il nostro serpentello che portiamo in giro nei vari stages al fine di recuperare tutti i pallini energetici. Vi sono molti segreti da sbloccare e schemi nascosti.

Il gameplay
Il gameplay è di una semplicità disarmante ma non per questo elementare, con il nostro D-pad dobbiamo muovere il nostro serpente, abbiamo la possibilità di utilizzare il turbo per aumentare la velocità (a fronte dell'esaurimento dell'energia), vi sono svariati power up (missili per uccidere i nemici, power up per trasformare il nostro serpente in un serpente d'acciaio). La particolarità di questo Snakes è che gli stage sono realizzati in 3D e occorre avere una visione dello schema di gioco molto più ampia e complessa; ci ritroveremo a guidare il nostro serpentello su superfici interconnesse tra loro rendendo l'appeal del gioco molto affascinante.
E' possibile organizzare partite online in multiplayer anche se purtroppo non sono mai riuscito a trovare qualcuno con cui giocare...un vero peccato anche perché 3 Achievements sono legate proprio al multiplay online (infatti personalmente ho sbloccato tutto al di fuori di questi ultimi tre... ormai ho perso ogni speranza di trovare qualcuno con cui giocare).
Il gioco si completa molto velocemente purtroppo, ma il Snakes supporta l'eventuale download di nuove arene...arene che per il momento Nokia non ha rilasciato.


Grafica e sonoro
La grafica è essenziale ma funzionale, completamente in 3D, sui dispositivi NGage 2 in grado di lavorare in landscape è possibile godersi il gioco in un formato widescreen che rende la percezione del gioco più efficiente. Sonoro molto curato.

Conclusioni
Snakes Subsonic è un bel gioco, non lo definirei un Must Have (su N-Gage 2 c'è di meglio) ma per gli amanti di queste tipologie di gioco risulta essere un bell'acquisto (anche economico...7 euro)

domenica 14 settembre 2008

Crysis un gran bel gioco..ma troppo esoso e troppo instabile (PC - Vista)





Salve a tutti, ieri sera ho completato finalmente Crysis. Un gioco profondo con tanti punti di forza ma anche tanti nei, una storia bellissima con idee geniali ed un motore fisico veramente convincente ma fortemente penalizzato da una serie di bugs e dalla troppa pesantezza del motore stesso che a stento riesce a girare egregiamente su configurazioni quad-core e multi gpu. Ma andiamo con ordine in questa recensione - riflessione di un gioco che nel bene e nel male segna una pietra miliare nella storia videoludica. La Storia Siamo nel nostro tempo e interpretiamo il ruolo di un marine delle forze speciali, la nostra arma è costituita dalla nostra nano-suit, una tuta speciale in grado di darci quasi dei poteri soprannaturali; siamo chiamati ad infiltrarci su un isola presa in ostaggio da un gruppo (numeroso) di terroristi...però una volta arrivati sull'isola accadono cose strane... Uno dopo l'altro perderemo i nostri compagni misteriosamente e rimaremo soli accompagnati solo dalla voce del colonello che ci parlerà a distanza.... ci ritroveremo coinvolti in qualcosa di grosso..veramente grosso..che si cela nella montagna al centro dell'isola. Il gameplay Il gioco è strutturato come classico FPS, le armi a nostra disposizione sono "contemporanee" anche se più avanti ci imbatteremo in armi un pò particolari; come nel "precedente" Far Cry, avremo la piena libertà di movimento, per raggiungere in nostri checkpoint potremo muoverci come meglio ci pare, adottando la strategia che più ci sembra adeguata, potremo andare a piedi o utilizzare uno dei tanti mezzi che possiamo incontrare nel percorso; potremo andarci a nuoto, circunnavigando l'enorme isola oppure addentrandosi nella foresta. Ovviamente le nostre scelte influenzeranno il gioco e la difficoltà stessa nel superare alcuni punti. Un gioco così libero deve permettere anche un ampia interazione con l'ambiente..ed infatti Crysis permette di fare tutto ciò che si vuole, tutti gli oggetti (o quasi) sono distruttibili ed interattivi, si possono abbattere alberi, case, strutture... i veicoli rispondono in maniera molto realistica al tipo di danno subito (possiamo ad esempio far capovolgere un auto in corsa verso di noi sparando alle gomme. Il nostro personaggio possiede una tuta speciale che ci permette di cambiare "profilo" di funzionamento: aumentare la nostra forza (ci permette di sparare piu precisi, tirare cazzotti più forti, saltare piu in alto), aumentare la velocità, rendersi invisibile oppure aumentare la nostra corazza; grazie a questa tuta possiamo adattarci alle situazioni si parano davanti e in base al nostro profilo cambia anche il nostro modo di giocare. Le armi possono possedere un arma primaria e secondaria, altre invece possono montare piu tipologie di munizioni. Tutte le armi possono avere degli innesti (add-on) in grado di conferire caratteristiche aggiuntive (lancia granate, torcia, mirino a puntamento laser, spara aghi stordenti etc...) Insomma un sistema bello ricco per un gioco che da libertà al nostro modo di interpretare il nostro personaggio. Questo ci porta a fare una considerazione più che positiva nel gioco multiplayer dato che qui dovremo giocare di tattica sempre e il sistema di gioco ci permette di farlo come meglio si vuole. Grafica e sonoro Il sistema sonoro è strepitoso e supporta effetti ambientali tramite il protocollo OpenAL, grazie al quale riesce a sfruttare al massimo le schede Xfi anche sotto Windows Vista; il gioco con quest'ultime schede risulta essere molto profondo e coinvolgente. La grafica e il motore fisico sono il punto di forza del gioco, il motore (il CryEngine 2) è l'evoluzione di quello sviluppato qualche anno fa su FarCry, permette una fisica molto efficace e convincente. Il sistema supporta sia DX9 che DX10, quest'ultime però non risultano essere enormenente superiori alle DX9, a meno di non impostare i filtri su VeryHigh (cosa possibile solo selezionando DX10 e quindi avendo Vista) la grafica Dx10 risulta essere pressapoco identica alla Dx9 soprattutto se forziamo i filtri anisotropico attraverso la nostra scheda. Effetti di luce sono spettacolari; il sistema supporta di default l'HDR, il sistema di illuminazione dinamico che però obbliga a disattivare l'antialiasing (solo sulle schede ATI è possibile avere HDR e AA attivi). Prestazioni e bug Dopo tutto quello che ho scritto sembrerebbe che Crysis possa salire nell'olimpo dei giochi più spettacolari di sempre..beh non è proprio così, vi sono svariati problemi legati al gioco che a mio avviso ne mina il funzionamento; il motore fisico è bellissimo ma anche estremamente pesante al punto da mettere in ginocchio anche i sistemi hardware di fascia alta. Ho potuto vedere il comportamento di Crysis su tre macchine (la mia piu altre due), su una dotata di E6750 con 8800 GT il gioco gira 1024x768 a dettagli High senza superare i 60 fps, se si attiva l'AA nei luoghi aperti il fps scende sotto i 50; se si prova ad aumentare la risoluzione a 1280x1024 il gioco cala drasticamente ad un fps medio di 40. Su un altra macchina analoga ma con 3870 di ATI a bordo il gioco mantiene una fps analogo anche se un pò più basso (circa il 10%) anche se però a differenza della prima configurazione, quella con ATI ha permesso di giocare con AA e HDR attivi restituendo un impatto grafico decisamente migliore.  C'è da dire (una cosa che mi ha stupito) che sulle ATI la qualità grafica (riflessi, fumo, acqua, illuminazione) è risultata molto piu curata (anche senza AA attivo) rispetto alla scheda Nvidia, anche se quest'ultima fornisce un pò piu FPS. Certo è che le configurazioni prese in esame fin'ora non sono in grado di spingere adeguatamente il gioco costringendo il giocatore a scendere a patti con le impostazioni. Le cose però non vanno meglio su configurazioni più spinte, provato sulla mia macchina che conta un E8400, 4 gbyte 1066mhz veloci e una configurazione TriGPU (una 3870X2 piu una 3870) il gioco si spinge un pò sopra e mi permette di giocarlo gustandomi meglio le sue caratteristiche grafiche ma non senza scendere a patti. Dopo svariati tentativi sono riuscito infatti a trovare due configurazioni che mi permettono una giocabilità molto buona: in una Dx9 a 1680x1050 senza AA attivo (ma con HDR attivo), riesco ad avere un fps negli esterni che varia da 50 a 70 e negli interni intorno ai 90; oppure la seconda configurazione sempre in Dx9 a 1280x800 con AA x 24 attivo (e HDR attivo) mantenendo piu o meno gli stessi FPS; in entrembe le configurazioni ho tutto messo su High. Ho provato il Dx10 ma alla fine ho abbandonato l'idea dato che gli fps scendono drasticamente (all'aperto arrivano anche a 20!). Consideriamo però che 40-50 fps giocando in single player possono andare bene, ma sono totalmente insufficienti nel multiplayer dove occorre abbassare ulteriormente le impostazioni al fine di avere un FPS che non scenda al di sotto dei 70-80 fps. Purtroppo il sistema multiplayer non supporta i sistemi a 64 bit (al contrario del single player) quindi chi come me ha un Vista 64 dovrà far girare le sessioni multiplayer in 32bit causando una lieve perdita di prestazioni. Purtroppo questo gioco consuma TUTTE le risorse del nostro pc che devono essere TUTTE all'altezza... pena l'abbassamento di FPS improvvisi in certe situazioni. Esempio semplice: avere una super scheda video ma montata su una macchina coun un "misero" E6xx a bordo provoca abbassamenti di FPS nelle aree con forti presenze di nemici, lo stesso nel caso di situazioni con effetti ambientali tipo pioggia o neve (questo si ritrova soprattutto verso la fine del gioco), infatti se la GPU è impiegata al rendering grafico la CPU viene sfruttata per tutto il resto al punto che un "semplice" dual core risulta essere sottodimensionato per la cosa, il mio povero dual core (nonostante appartenga all'ultima generazione E8xx) a volte non riusciva a far fronte alla cosa e nei momenti con tanti personaggi in gioco causava un abbassamento delle prestazioni (che per mia fortuna non sono mai andate al di sotto dei 30-35 fps), stessa cosa dicasi per la memoria RAM, qui occorre memoria veloce e con bassa latenza se vogliamo poter interagire e gestire tutti gli oggetti presenti nel gioco. Insomma per farla breve Crysis è tanto bello quanto esoso e vuole pc che abbiano tutte le componenti all'altezza della situazione..troppo esoso per i miei gusti, un gioco da 60 euro non può comportarsi in questo modo su macchine che hanno meno di 2 anni di vita; considerando che in giro ci sono giochi che usano motori fisici altrettanto validi (vedi Unreal Engine 3) ma che sono molto ma molto meno esosi. Oltre a questo problema si aggiunge un intelligenza artificiale che fa acqua da tutte le parti, erano molto piu intelligenti i personaggi di FarCry, questi sono un pò troppo tonti e alcuni bug portano i personaggi guidati dal computer anche ad incastrarsi davanti alle pareti o agli oggetti. Il gioco non difficile da completare, al livello hard si finisce in meno di 10 ore. Grande stroria, molto coivolgente, novità interessanti per l'armamento e il gameplay ma penalizzato da un motore fisico troppo pesante ed un implementazione molto lacunosa. Talmente lacunosa da creare una certa instabilità nel prodotto; il gioco non riesce a sopportare l'overclock anche quello leggero, macchine studiate per garantire l'overclock stabile e che riesce tranquillamente a mandare altri giochi "corposi" senza problemi su Crysis hanno problemi, occorre disabilitare qualsiasi sistema di overclock, pena il malfunzionamento del gioco; lo stesso dicasi per qualsiasi altro sistema che utilizza risorse CPU e RAM come ad esempio il ReadyBoost che manda in crash letteralmente il gioco. Inoltre se il gioco va in crash vi sono buone probabilità che si corrompa qualche file che rende impossibile il riavvio del gioco costringendo ad una disinstallazione e successiva reinstallazione dell'intero pacchetto.

venerdì 12 settembre 2008

ReadyBoost è veramente utile nei giochi?

Una delle caratteristiche più interessanti di Windows Vista risiede nel ReadyBoost, un sistema che ha lo scopo di aumentare le prestazioni della nostra macchina ricorrendo all'utilizzo di memorie solide particolarmente veloci al posto del Harddisk per la memorizzazione di file e dati di utilizzo frequente. Questo sistema è stato attuato per permettere anche a macchine dotate di poca memoria RAM di funzionare a dovere e avere prestazioni più elevate.
C'è da dire che non tutte le chiavette usb/memorie solide sono compatibili con il sistema ReadyBoost; personalmente ho provato una chiavetta SanDisk da 4Gbyte in grado di utilizzare questo sistema e ho fatto alcune prove; effettivamente durante l'uso normale del pc il sistema reagisce più rapidamente all'apertura di applicazioni e al funzionamento dei programmi in esecuzione; alla fine mi sono trovato un sistema con 4Gbyte di RAM + quasi 4Gbyte di memoria solida per le operazioni comuni. Mio malgrado però ho notato che questo aiuto non è così efficace nel caso si utilizzi il pc per videogiocare,anzi le prestazioni decadono. Il motivo è semplice: per gestire il readyboost vengono impiegate parti delle risorse CPU questo perché oltre a garantire il salvataggio di questi dati su disco essi vengono duplicati sulla memoria solida; questo sistema permette ottime performance nel caso di uso desktop del pc dato che la CPU (soprattutto se multi-core) non viene dedicata interamente per un solo task; i viedogiochi invece sono applicazioni che richiedono quasi tutte le risorse per se, soprattutto i giochi di ultima generazione quindi avere parte della CPU non disponibile fa si di avere cali di prestazioni occasionali sul gioco (che coincidono proprio quando si deve leggere dei dati nuovi per caricare un area o una locazione). Inoltre questo sistema funziona molto bene su macchine con poca RAM (1 massimo 2 gb) ma l'aumento delle prestazioni sono meno marcate su sistemi che hanno 4 o più gb. Quindi il ReadyBoost è un ottimo modulo, consigliatissimo nei portatili o su sistemi con poca ram oppure su sistemi desktop destinati ad un uso standard, ma è assolutamente sconsigliato

Introduzione ad AJAX: una metodologia (nuova) per lo sviluppo di applicativi web

Il web è ormai diventata una terra dove pionieri informatici tentano nuove soluzioni e tecnologie al fine di portare su web praticamente tutti i tipi di software che normalmente siamo abituati a vedere sui nostri pc. Si sa che il Web ha delle ovvie limitazioni e che non è (almeno per ora) possibile realizzare tutto quello che si può sviluppare in un ambiente stand alone; ma la strada verso questa evoluzione è già tracciata da una serie di linguaggi e tecnologie che negli ultimi anni hanno avuto uno sviluppo decisamente importante.
Una delle ultime "mode" è quello di Ajax; Ajax al contrario di quanto si pensi comunemente non rappresenta un nuovo tipo di linguaggio per il web, ma indica un modo di approcciare lo sviluppo di applicativi web adottando tecniche e linguaggi ben precisi; l'acronimo Ajax (Asynchronous Javascript and Xml) indica l'utilizzo del linguaggio Javascript (utilizzato dalla quasi totalità dei browser) per la gestione dei flussi dati provenienti dal server tramite costrutto Xml; in pratica uno standard.

La cosa interessante di Ajax è che permette di sviluppare interfacce web in grado di girare completamente lato client e di gestire le richieste al server in maniera asincrona, in questo modo l'utente potrà lavorare sull'applicato web in maniera libera ed indipendente dato che tutti gli eventi e le richieste che dal client arrivano al server non bloccano di fatto l'interfaccia web che continua a lavorare e a rispondere alle richieste.
Per dare il meglio di se Ajax ovviamente si deve appoggiare (ma non è obbligatorio, dipende dal tipo di progetto sul quale si lavora) ad un linguaggo lato server per il management dinamico dei dati (magari per fare richieste ad un db) o per la gestione di alcuni eventi; o ancora per lo start di alcune funzionalità che devono girare lato server e che devono restituire un risultato al client.

Per la mia esperienza PHP è uno dei linguaggi che più si adattano allo scopo; è di facile comprensione, utilizza un costrutto C like e permette anche di sviluppare in maniera astratta (anche se trovo in PHP svariati difetti non di poco conto). Un altra soluzione è quella di utilizzare JSP, ovvero il sistema service page fornito da Java per i progetti J2EE. Ottima soluzione quest'ultima per la creazione di applicativi web molto complessi che richiedono , oltre di un'interfaccia completa, anche di una serie di moduli di analisi o calcolo che girano sotto server.

Appena avrò un pò di tempo posterò qui un esempio completo di come si tira su una semplice gui Ajax; nel frattempo vi lascio due link ad due applicativi web da me sviluppati, il primo (ancora in costruzione) rappresenta un semplice esempio di sito dinamico sviluppato usando una sola pagina html che funge da contenitore e demandando la gestione dell'interfaccia ad una serie di moduli javascript; tutto ciò che invece compone la parte di estrazione dati e calcolo viene affidata a php. Il risultato (sebbene da migliorare) è un sito che si regge su una manciata di files e poco codice scritto seguendo la filosofia Ajax cliccate qui.
Il secondo ben più complesso rappresenta invece un applicazione webGIS che attraverso l'interfaccia utente permette di caricare da un database remoto, carte geografiche nonché effettuare elaborazioni matriciali, il tutto gestito attraverso la GUI scritta in Ajax. cliccate qui

giovedì 11 settembre 2008

The Elder Scroll IV: Oblivion (PC / Xbox 360)




Da poco ho messo le mani su questo gioco vincitore di molti premi nel 2006; titubante per la scelta della piattaforma sulla quale farlo girare mi accingo a prenderlo in versione 360 per poi convertirmi velocemente sulla versione PC.
Ma andiamo con ordine:

Il gioco
Oblivion è il quarto capitolo di questa saga epica ambientata nelle terre di Morrowind (titolo anche del terzo capitolo di The Elder Scroll); Oblivion sostanzialmente è un gioco di ruolo che cerca di seguire i cliché classici del mondo fantasy alla A-D&D per intenderci. La storia parte nelle prigioni dove siamo rinchiusi per aver commesso un reato non ben definito; il fato vuole che ci troviamo anche nell'unico posto dove è situata un'uscita di sicurezza che verrà da li a poco utilizzata dal re per fuggire; ci ritroveremo quindi coinvolti in questa fuga nelle fogne del castello della città principale, alla fine della rocambolesca fuga il re muore e ci lascia il compito di portare un messaggio ed una pietra ad un suo discendente segreto che dovrà prendere le redini del regno e sedare la congiura.
Questo il tema principale, affiancato anche dalla ricerca di noi stessi (non sappiamo niente di noi e del perché ci troviamo in quella prigione).

Sistema di gioco
Il sistema di gioco è essenzialmente suddiviso in tre parti: la parte esplorativa, effettuata in prima persona (ma è possibile attivare la visione in terza) con l'uso del pad o del mouse/tastiera; la fase dell'inventario dove possiamo gestire il nostro personaggio, gli oggetti, gli armamenti e le magie e la parte di combattimento rappresentata da un sistema Hack and Slash in prima persona.
Il sistema di combattimento è abbastanza intuitivo: un tasto per la parata, uno per attaccare ed un altro per lanciare la magia selezionata; il tasto di attacco può essere combinato con i tasti direzionali al fine di effettuare combo via via sempre più complesse (accessibili solo dopo essere saliti di livello). La parte di azione è molto curata e interessante, i nemici si muovono bene e riescono a combinare ( a secondo della tipologia) diverse combinazioni e intraprendere strategie più o meno complesse.
La cosa che stupisce di Oblivion è l'estrema liberta che avremo nel condurre il gioco, infatti possiamo decidere in qualsiasi momento cosa fare e come comportarci: potremmo entrare nei villaggi ed uccidere tutti oppure fare la parte dei buoni samaritani; potremmo decidere di passare da un posto piuttosto da un altro e di comportarci in maniera diversa davanti ai personaggi che incontreremo; il sistema si adatterà di conseguenza in maniera molto credibile; chiaramente le nostre azioni si riperquoteranno su noi stessi e sulle nostre caratteristiche fisiche e carismatiche.
Il gioco ci mette a disposizione una gran varietà di razze e classi la quale combinazione permette di ottenere un centinaio di tipologie diverse di personaggi (quello mio è un Guerriero Mago di razza Elfo scuro) è possibile scegliere perfino un nostro segno di nascita in base al quale riceveremo dei bonus/malus specifici.
Le magie sono molto varie fin dall'inizio ed estremamente credibili; dato il sistema arcade della fase di combattimento; Oblivion mette a disposizione un intelligente e funzionante sistema di shortcut al quale legare le magie/armi/oggetti di frequente uso. I tasti rapidi si attivano col D-Pad sulla 360 o con i tasti numerici 1-6 sul pc.
La crescita del personaggio segue le regole classiche di questi giochi; vi sono svariate skills minori e maggiori le quali aumentano via via che le utiliziamo, quando quelle minori sono tutte aumentate di livello anche il nostro personaggio salirà di conseguenza.
Durante il gioco si possono trovare dei piccoli mini-game: quelli per scassinare le serrature o per persuadere le persone piuttosto che quello per la creazione di magie/pozioni o la riparazione di armi e armature..si avete capito bene..armi ed armature qui si possono rompere come tutti gli oggetti hanno una loro resistenza che col tempo e l'uso si corrode fino a rompersi definitivamente.
Per quanto riguarda le quest, oltre a quella principale ci troveremo anche a poter sceglierne altre secondarie ed altre ancora completamente slegate; saremo liberi di fare ciò che vogliamo e di perlustrare il mondo come vogliamo noi. Questo porta il gioco ad un monte ore immenso che idealmente diventa infinito grazie alle varie espansioni che già sono uscite.

Grafica - Sonoro

L'aspetto grafico è strepitoso, gli interni sono molto curati..ma la cosa più incredibile sono gli elementi in esterno; qui la vegetazione, i riflessi di luce sono strepitosi. Le condizioni meteo variabili sono realizzate con cura.. una gioia per gli occhi. Il comparto sonoro non è allo stesso livello, gli effetti ambientali sono resi discretamente ma si poteva fare qualcosa di più. La versione 360 se deficitaria sul piano grafico è strabiliante su quello sonoro: il sonoro su 360 è in alta definizione con effetti ambientali veramente convincenti.

Confronto 360 - PC

Provato su entrambe le piattaforme; in generale il gioco si equipara abbastanza. La versione 360 mostra un sonoro eccellente, la grafica è buona e gira fluida in 1366x768 (sugli HD ready) però risulta essere un pò più pastosa e meno definita di quella per PC. Effettivamente su PC possiamo accedere ad una serie nutrita di impostazioni grafiche che se attivate tutte al massimo restituisce un gioco graficamente strabiliante con grafica definita e molto curata. Il sonoro non è della stessa qualità e l'unico modo per avere degli effetti ambientali decenti è quella di ricorrere ad una scheda audio che supporti il 3d CMSS di Creative (le X-Fi hanno questa funzionalità) con la quale il sistema virtualizza gli effetti ambientali distribuendoli sulle casse o le cuffie; usando questo accorgimento si può ottenere un sonoro simile (ma non superiore) a quello per 360.
Dopo aver provato entrambe le versioni ho optato per la versione PC ma solo per il fatto che il mio hardware è in grado di far girare al massimo Oblivion senza scatti alla risoluzione di 1650x1080; si perché l'unico modo di godersi questo gioco a pieno è quello di dotarsi di un pc-ninja di ultima generazione altrimenti l'aspetto grafico risulterebbe addirittura meno appetibile della versione 360. Sulla macchina di prova il gioco gira a 60-70 fps di media (più che sufficienti per il tipo di gioco) a 1680x1050 con i filtri attivi e i dettagli al massimo, considerate però che per ottenere queste prestazioni il gioco ha girato su questa configurazione:
E8400 - 4 Gb ram 1066Mhz con configurazione Tri-GPU basata su 3870 (per la precisione una 3870X2 ed una 3870 normale); quindi una macchina non proprio economica. Su sistemi inferiori dovrete scendere a patti (nonostante sia un gioco uscito nel 2006) con la rinuncia di filtri ed abbassamento di risoluzione che rendono il gioco decisamente più pastoso e meno coinvolgente della versione 360.

Aggiornamento
Dopo 16 ore di gioco posso confermare la profondità del gioco, vi sono aspetti che si acquisiscono dopo molte ore: eventi come le malattie, le trasformazioni, le acquiszioni alle gilde, sono tutti aspetti che aggiungono notevole profondità all'esperienza di gioco. Il giocatore può comportarsi come vuole anche davanti ad una malattia, ad esempio se si contrae il Vampirismo abbiamo 3 giorni di gioco di tempo per curarci..pena la trasformazione in vampiro... la cosa interessante è che nel progredire dei tre giorni il nostro personaggio subisce trasformazioni continue (che si riflettono anche sulle abilità, etc...). Nel caso si volesse diventare Vampiri siamo liberi di farlo..con tutte le conseguenze che ne conseguono (aspetti positivi come una maggiore forza ed abilità nuove ma anche negative come una maggiore diffidenza da parte delle persone)..insomma un gioco molto bello per gli amanti dei giochi di ruolo

martedì 9 settembre 2008

Altra news sulla futura DashBoard per Xbox 360

Tra le novità della nuova dashboard vi è l'introduzione di una nuova funzione veramente interessante. Ovvero la possibilità di effettuare un installazione completa del gioco su HardDisk, in tal modo si potrebbero ovviare a tanti inconveninti usando il DVD. Sicuramente questa soluzione è dovuta al fatto che gli ultimi giochi usciti per 360 sono molto pesanti e richiedono tempi di caricamento su DVD un pò lunghi, avere invece tutto su HD porterebbe un aumento delle prestazioni generali nonché l'abbassamento del "rumore" prodotto dalla console in quanto non è costretta a far girare il lettore. Non escludo inoltre che la possibilità offerta da questa funzionalità possa portare nuove ventate di novità in fatto di sviluppo giochi; a questo punto potrebbero uscire giochi "capienti" posti su più dvd e che una bella installazione completa su HD potrebbe evitare cambi di disco e riduzione dei tempi di attesa. Perfino le fasi in-game di alcuni giochi corposi potrebbero velocizzarsi dato che il sistema leggerà direttamente su HD.
Quindi ottima pensata da parte di Microsoft e scelta addirittura migliore di quella offerta dalla piattaforma Sony; ma a questo punto si apre una questione dolente per molti utenti... l'HD di base delle console Microsoft sono da "appena" 20 gb di cui 13 circa sono a disposizione dell'utente, questo significa che non ci sono grosse possibilità di installazione dato che oltre a contenere i giochi (che hanno una media di 3-5 gb di dati) l'hd deve memorizzare i profili, i salvataggi,i giochi dell'Arcade, e magari anche mp3, filmati e demo...mmmm un pò pochi 20 gbyte... e questo potrebbe portare (se non "costringere" ) gli utenti a migrare piano piano verso l'HD da 120 Gbyte; hard disk che è disponibile di default sulla versione Elite della 360 ma che come accessorio esterno ha un costo che varia dalle 169 alle 199 euro.... staremo avedere se veramente questa cosa conviene oppure no; ad ogni modo ottima questa nuova feature messa a disposizione sulla nuova dashboard

Completato Super Mario Galaxy forse il miglior Super Mario mai visto!






Dopo 8 mesi di gioco sono riuscito a completare SMG, un avventura lunga ed impegnativa in puro stile Nintendo.
Ho giocato e finito diversi Super Mario (SM1 e 2 per NES, i mitici Super Mario Land 1 e 2 per Game Boy, SuperMarioWorld per SNES e New Super Mario per DS) e devo dire che il divertimento che regalano questi platform Nintendo. Forse Super Mario Galaxy rappresenta il miglior SM mai creato prima; in questa avventura Nintendo è riuscita a fondere la non-linearità e libertà di movimento di Super mario Land 2 con la vastità degna solamente di Supermario world (per molti ancora il migliore di tutti); Nintendo dona a questo Mario tutte le armi,le trasformazioni e le mosse presenti in tutti gli ultimi mario (da Mario Sunshine a Mario 64) e come se non bastasse il genio di Myamoto sforna nuove trasformazioni fantasmagoriche per il nostro idraulco preferito: infatti oltre ai sempre verdi mario-fuoco o mario-invincibile qui possiamo trovare addirittura un mario-molla e un mario-ghiaccio! Ovviamente ogni trasformazione modifica il gameplay e le mosse possibili e richiede al giocatore di adattarsi continuamente alle nuove situazioni di gioco.

Con questo nuovo super mario,la Nintendo ha dimostrato di non essere seconda a nessuno in fatto di creatività ed innovazione. Se fino ad esso eravamo abituati ad associare ai platform un mondo ed un ambiente,che per quanto 3d, rimane sempre circoscritto ad uno scenario ben delimitato (una stanza, una area di città, un area di prato etc..);in questa nuova avventura di Mario giocheremo tra pianeti e galassie...avete proprio capito bene! ogni livello è composto da una galassia, all'interno di essa ci muoveremo tra planeotidi, i planetoidi possono avere caratteristiche particolari che li rendono unici all'interno del gioco e occorrerà sapersi adattare velocemente a tutte le situazioni.

Il gioco come detto prima è molto vasto ma la sua difficoltà è ben bilanciata e si adatta un pò a tutte le esigenze: il casual gamer potrà finirlo agilmente senza menarsela più di tanto (per finirlo basta completare 60 delle 120 missioni che compongono il gioco) ovviamente l'hard gamer o il fanatico di Mario & Co. potrà affrontare tutte le missioni in un crescendo di difficolta fino ad arrivare alle ultime 15 che mettono a dura prova riflessi e pazienza del giocatore (nella 119-esima ho perso una sessantina di vite prima di riuscire a completarlo!).

Certo completare tutto il gioco da una certa soddisfazione e sblocca una modalità carina ma apprezzata solo dai Mario Addicted. Occorre fare un grosso plauso ai level designer, alcuni livelli sono qualcosa di incredibile (i miei preferiti rimangono le galassie-balocco e l'ultima missione che è qualcosa di esagerato!)..insomma un gioco che si lascia giocare tranquillamente fino alla fine, data la sua vastità e la sua natura può essere portato a termine a più riprese; completare il gioco minimale richiede circa 10-15 ore effettive che quasi raddoppiano nel caso si volesse giocare fino in fondo tutta l'avventura.

Detto così potrà sembrare un gioco perfetto, purtroppo anche questo mario soffre di qualche difettuccio che però non influenza esageratamente la valutazione finale: le telecamere che inquadrano mario a volte non si posizionano correttamente distorcendo di fatto la prospettiva e creando problemi nello scegliere i punti per gli attacchi, i salti etc...e questo nei livelli più complicati dove si richiede risposte rapide e fulminee può creare non pochi problemi. Il sonoro è ben realizzato, il supporto al Dolby Analogico rende l'ambiente 3D coinvolgente al punto giusto; il wiimote fa bene il suo lavoro e nei mini-giochi riesce a dare il meglio di se (Spettacolare il mini-gioco della sfera in puro stile Super Monkey Ball). La grafica ovviamente è essenziale (dato il tipo di gioco ) ma gli effetti di luce sono veramente strabilianti; un peccato però che il Wii non supporti la grafica HD, giocare a SMG su un televisore HD è per certi versi un cazzotto in un occhio: la grafica e gli shader essenziali mettono ancora più in evidenza la bassa-risoluzione del gioco e questo in un mondo videoludico avvolto dall'alta tecnologia fa un pò storcere il naso. A parte questo, Super Mario Galaxy è un must have, un gioco che tutti dovrebbero avere..il gioco che può spingere l'utente a comprare la console pur di giocarlo; insomma un mito (come -quasi- sempre). A mio avviso il miglior Super Mario mai giocato.

Medaglia d'oro nel Judo Femminile Cat.57 kg!

Ebbene si, nel nostro medagliere un nuovo oro; questa volte nel Judo femminile. La Quintavalle ha battuto la Gravenstijn Deborah (OLA) per un Yuko e un Koka.
Non ho potuto vedere il combattimento purtroppo, spero di entrare in possesso del video così lo metto sul blog. Ad ogni modo brava Giulia!

La nostra Quintavalle è in semi-finale

Stamani mi sono potuto godere un pò di Judo Femminile. Nella categoria 57 Kg, Giulia Quintavalle si è qualificata alle semi-finali battendo nell'ordine: Yvonne Boenisch (GER), Khishigbat Erdenet-Od (MON) e Barbara Harel (FRA). Nell'ultimo incontro le fasi erano diventate un pò statiche e i segni della stanchezza si iniziavano a sentire ma è riuscita a mantenere il punteggio fino alla fine dei secondi (0010-0001).

A mezzogiorno si disputeranno le semi-finali; forza Giulia!

Reset Generation (N-Gage 2)




Qualche giorno fa, sulla piattaforma N-Gage è stato reso disponibile un gioco molto interessante: Reset Generation. Si tratta sostanzialmente di uno strategico a turni molto particolare. Una volta scelto il proprio personaggio (ogni personaggio ha caratteristiche peculiari che influenzano il gioco) occorre salvare la principessa che è posta in una qualsiasi area del gioco. Ad ogni turno dovremo posizionare una serie di pedane sul "tavolo di gioco" la forma delle pedane ogni volta è diversa (sullo stile di tetris). Una volta posizionate le pedane potremo muovere il nostro personaggio sopra di esse per raggiungere prima dell'avversario la principessa. Alla fine di ogni turno potremmo far fuoco dalla nostra base sparando delle palle di cannone sulle pedane avversarie; ovviamente anche gli avversari potranno fare altrettanto. Una volta acchiappato la principessa dobbiamo portarla subito alla nostra base prima che gli altri ci facciano fuori; contemporaneamente dovremo distruggere le basi altrui a forza di cannonate per recuperare anche le principesse altrui (ogni castello/base ha una propria principessa da difendere). Lo stile grafico del gioco è molto curato e fumettoso. Il gioco è completamente 2D percui non beneficia di alcun vantaggio dai Chips 3D posti su alcuni device N-gage 2; grafica ed animazione fluida. Molto carino. Il gioco permette il multiplay online fino a 4 giocatori o addirittura in WiFi con altri dispositivi n-gage. La cosa più interessante del gioco è che le sessioni multiplayer si possono fare ache tra dispositivi N-Gage e PC; infatti esiste una versione per PC del gioco che permette di interagire con quella N-Gage! La versione per PC esiste sia sottoforma di applicativo che di widget da inserire in un sito. Il costo del gioco in versione N-Gage è di 10 euro mentre quella per PC è gratuita.

Il gioco non è 3D è vero, e questo un pò potrebbe far storcere il naso agli N-Gage Adicted che si sono visti davanti ben pochi giochi realmente "next gen" ma è anche vero che questo è il primo gioco a dare un vero supporto multiplay online con la M maiuscola arricchita da chicche quali il cross platform che non fa mai male. In ogni caso uno dei giochi più interessanti visti fino ad esso per N-Gage 2

Ancora info sulla nuova Dashboard di 360!

Sul sito Xbox ufficiale, è possibile visualizzare questo trailer che mostra alcune delle nuove funzionalità della futura dashboard per 360. Dal video si può notare la nuova interfaccia grafica e il nuovo tipo di suddivisione in categorie; bella l'idea di visualizzare i propri giochi sotto forma di copertina originale attraverso le quali è possibile poi visualizzarne ulteriori informazioni.
La nuova sezione Community che permetterà di usare i propri avatar 3D per chattare e crare stanze. Nel traile viene visualizzato Uno Rush, un gioco già uscito da tempo su Xbox Live Arcade, ma a questo giro sembra che il giocatore sia rappresentato dal proprio avatar personalizzato.

Dalla didascalia del sito sembrerebbe inoltre che nella nuova dashboard verranno inserite nuove funzionalità per l'entertainment generale (ci sarà la possibilità di fare il karaoke?..staremo a vedere).

L'atteso Dashboard sarà nelle nostre console verso settembre-ottobre.

Aggiornamento Dashboard Xbox 360 in avvicinamento


Tra meno di due mesi dovrebbe uscire l'attesissimo aggiornamento Dashboard autunnale per Xbox 360; le novità non sono numericamente elevate ma sono sicuramente succose..
Il primo upgrade riguarda un completo Restyling grafico della Dashboard che rende la GUI di xbox più accattivante e moderna; dagli screenshots possiamo notare che la gestione a Tab sarà sostituita da un sistema a "carosello" (un pò come il menu multimediale degli ultimi smartphone symbian).
La seconda novità è l'introduzione di un sistema di Avatar 3D; in pratica abbandoneremo l'attuale sistema di avatar (gestito da un semplice avatar 2d) per adottarne uno in tre dimensioni; il nostro alterego verrà creato e modificato attraverso un software nella dashboard; potremmo dotare il nostro avatar con gadget (probabilmente anche acquistabili o scaricabili tramite il market place); il nostro avatar potrà essere impiegato nei software di chat della dashboard (un pò sullo stile, se ho capito bene, dei giocatori nella sala d'attesa di Dead or Alive 4). Non si esclude la possibilità di utilizzarli in particolari giochi (magari forniti tramite il circuito Live Arcade)... inutile dire che questa storia degli avatar 3d è veramente interessante..peccato che sappia di "copia" spudorata dell'idea Nintendo che coniò i Mii, ovvero gli avatar 3D e che vengono altamente sfruttati nelle varie produzioni software del Wii....forse forte del successo riscosso dai simpaticissimi Mii, la Microsoft ha deciso di riproporlo anche su 360; vedremo se questi avatar tridimensionali faranno lo stesso successo dei piccoli Mii.

lunedì 8 settembre 2008

Il Pc-Gaming sta (lentamente) morendo...

Da un paio d'anni si sentono in giro per la rete e sulle riviste specializzate annunci che decretano la fine del PC da Gioco.
Negli ultimi mesi a queste voci si sono aggiunti annunci da parte di importanti sviluppatori che incrementano l'ipotesi della morte dei PC Gamer in favore delle console.
Vediamo di fare una prima analisi sulla questione...prima dell'avvento delle console di ultima generazione il PC era senza ombra di dubbio la macchina da gioco perfetta, con capacità computazionali elevatissime e con caratteristiche multimediali a 360 gradi, senza contare il fatto che costituiva l'unica macchina in grado di permettere il gioco online praticamente per tutti i videogames prodotti per questa piattaforma; certo il costo di in pc per giocare era sicuramente più alto delle console ma costituiva una soluzione sicuramente piu completa e performante e che potevano anche forgiare una grafica e del sonoro qualitativamente insuperabili.
Questa netta distinzione si è però piano piano assottigliata fino a quello che personalmente ho ribattezzato "Anno Zero" (non la trasmissione di Santoro ovviamente....) ovvero l'anno in cui Microsoft è entrata di prepotenza nel mondo delle console portando però in tale mondo le caratteristiche peculiari dei PC...nasce Xbox 1, una console messa in commercio solo per fare da Ariete in questo mercato; l'Xbox era il primo tentativo commercialmente funzionante di una console dalla capacità paragonabile al PC Gaming; di fatto la sua architettura era costituita da un PC vero e proprio (un Pentium 3), poteva contare su di un HardDisk e la possibilità di andare su internet, leggere mp3 e vedere film... Xbox ha dato inizio al lento declino dei PC da gioco: ad un costo decisamente piu basso si poteva godere di giochi dalla grafica e sonoro paragonabili a quella di un PC (dell'epoca) con in più una serie di caratteristiche che fino ad allora era a solo appannaggio dei pc; con Xbox i giocatori potevano finalmente andare online e giocare contro o insieme ad altri giocatori! Le Xbox potevano connettersi in rete permettendo per la prima volta alle console la possibilità di imbastire LAN party; il tutto a costi decisamente inferiori a quelli del pc; chiaramente il mercato PC poteva ancora contare su tante softwarehouse che sfornavano giochi specifici e comunque quest'ultimo rimaneva il dispositivo preferito per coloro che giocavano agli FPS/Strategici/RPG in pratica tutti i giochi che richiedevano il mouse/tastiera e capacità computazionali elevatissime.
Nel corso degli ultimi 5 anni il mondo console è letteralmente esploso proponendo macchine in grado di fare tutto quello che fanno i pc in ambito dei videogiochi a costi decisamente più bassi; contestualmente i prezzi delle periferiche del PC Gaming si sono alzati tantissimo e soprattutto è diminuito il periodo di vita media di tali pezzi, abbassando contemporaneamente il periodo di vita dei pc da gioco; negli ultimi 3 anni si calcola che il costo medio per aggiornare il PC in grado di far girare decentemente i giochi si aggira intorno ai 300-700 euro da spendere ogni 3 anni... un costo enorme considerando che console come 360, PS3 o Wii costano meno e durano mediamente 5 anni. A questo si aggiunge il grosso problema dei giocatori Online o LAN player; quest'ultimi infatti subiscono il problema delle diversità di configurazione delle singole macchine che spesso portano piu vantaggio a coloro che possiedono il pc piu potente (e costoso), cosa estremamente irritante per molti. Sempre piu LAN/Online player si stanno spostando sulle console anche per questo motivo; le console sono tutte uguali e non creano disparità di sorta a tutto vantaggio del fair play.
Molti giocatori che continuano ad utilizzare il pc per giocare lo fanno per i giochi che richiedono ancora molte risorse CPU (solitamente piu veloci delle cpu montate sulle console) come i MMORPG e gli Strategici; e che utilizzano mouse e tastiera; infatti benché le ultime console (PS3 e 360) siano in grado di usare tastiera e mouse quest'ultime periferiche sono gestite da pochissimi giochi; questo per pura scelta di marketing da parte delle software house che hanno voluto evitare di uccidere definitivamente il PC.
A questi problemi però si aggiungono altri inconvenienti quali la pirateria e i costi di gestione piu elevati da parte delle SH che devono sviluppare per il mondo PC.
Infatti sebbene i costi dei giochi su PC al pubblico siano tendenzialmente piu economici rispetto agli omonimi per console la pirateria è molto piu diffusa sul mondo pc rispetto a quello console; e questo sta creando non pochi problemi alle SH; ormai software house del calibro di Crytek,Did,Capcom ed altri hanno annunciato l'abbandono del mondo PC (o comunque hanno deciso di spostare la maggior parte delle loro risorse sul mondo console); altri Grandi del settore hanno deciso di buttarsi sui mercati piu stimolanti e nuovi tracciati da Nintendo con il suo Wii.
Ovviamente non tutti sono di questa opinione, Intel, Microsoft, nVidia, AMD/ATi, Dell, ACER, Gateway, Alienware, Epic e Blizzard/Activision hanno deciso di formare un’alleanza per supportare il PC come piattaforma videoludica..con loro si crea la PC Gaming Alliance che sta tentando di mantenere in vita il PC nonostante stia nuotando in acque non buone.
Alla luce di tutto ciò penso che sia solo una questione di tempo, nonostante la PC alliance, il mondo dei giocatori (hardcore e casual) e delle SH si sta spostando lentamente ma inesorabilmente verso le console; questa tesi è attualmente confermata dalle statistiche di vendita hardware e software e da quelle di uscita dei videogiochi..durante una stagione per pc si vedono sempre meno titoli e soprattutto sempre meno titoli interessanti; i pochi capolavori sono ormai a totale appannaggio di poche tipologie di gioco (Strategici MMORPG e FPS) mentre sulle console si possono vedere uscite diversificate, giochi di tanti tipi (corse, picchiaduro, avventure, etcc...) realizzati sempre con piu cura e con tutte le caratteristiche che un tempo si potevano trovare solo sul pc..se a questo aggiungiamo che sempre piu utenti preferiscono la console per videogiocare si può facilmente dedurre che, a meno di un improvviso cambio di tendenza, l'era del PC da gioco si sta lentamente avviando al tramonto, non accadrà domani ne nel prossimo anno, ma più probabilmente da qui ai prossimi 5; magari con l'uscita della prossima generazione di console.
Di fatto al momento attuale l'offerta delle console è fortemente allettante; prendiamo il caso della Xbox 360; attualmente è forse la scelta più completa e con il miglior rapporto Prezzo/funzionalità che si possa avere ora; di fatto questa console permette di usufruire di giochi di ultima generazione graficamente (e sonoramente) di alta qualità paragonabili alle produzioni per PC di fascia alta; fornisce un sistema di multiplaying online con achievements veramente ben fatto e al momento ineguagliato dai concorrenti, fornisce una serie di giochi old-generation e inediti a basso costo direttamente scaricabili su HD, alcuni dei quali sono veramente ben fatti e paragonabili, a livello di giocabilità e divertimento, a titoli più maturi, retrocompatibile con i giochi della precedente Xbox che può vantare un nutrito parco giochi di buona qualità e tutt'ora apprezzabili in termini di grafica/sonoro/gameplay; si connette alla rete windows visualizza film, divx, dvd, mp3 etc... al costo ormai di 199 euro o poco più un quinto di quanto costerebbe un PC con analoghe prestazioni...
Per concludere forse al momento la migliore soluzione è quella data dalla combinazione un mini pc- low cost (per navigare, chattare, posta, office automation) e una console tipo 360 per i videogiochi e il multimedia il tutto con una spesa totale (PC + console) che non supera le 700 euro e che garantisce una vita di almeno 5 anni.

Guitar Hero: On Tour (Nintendo DS)




Ebbene ragazzi, oggi mi sono accaparrato Guitar Hero per DS... ero troppo curioso di vedere come sono riusciti a trasporre un gioco che richiede una chitarra finta per giocare, sul piccolo DS... ebbene sono rimasto veramente sorpreso!

Nella confezione si può trovare il gioco e un accessorio che si inserisce nello slot-2 del DS, questo accessorio aggiunge al ds una sorta di guanto col quale impugnare il DS in posizione vertical (a 'mo di libro tanto per intenderci), sul bordo appaiono 4 tasti colorati che si riferiscono alle corde da "premere" durante il gioco.
Insieme a questo guanto viene fornito un plettro da usare sul touch screen.

Inutile spiegare il funzionamento di Guitar Hero che penso sia conosciuto praticamente a tutti; anche nel DS vi sono gli elementi di base che caratterizzano la versione per le console maggiori/PC; possiamo scegliere dei personaggi, il nostro costume e la nostra chitarra, via via che vinceremo guadagneremo soldi per acquistare altri accessori.

Il gioco principale è la carriera nella quale ci cimenteremo nella scalata al successo; quattro livelli di difficoltà che rappresentano (come nell'originale Guitar Hero) di fatto 4 modalità di gioco diverse (questo perché gli accordi e il modo di funzionamento del gioco cambia a seconda del livello di difficolta). Il primo livello è per coloro che approcciano la prima volta al GH; durante la sessione di gioco sullo schermo normale scorreranno i nostri accordi mentre sul touch screen opereremo col pettro per suonare, utilizzare il distorsore e lanciare la special; nella versione DS la special si può lanciare anche gridando "Guitar Hero" sul microfono.
Rispetto alle console casalinghe, la versione DS presenta solo 4 tasti per gli accordi e non 5.
Vi sono un totale di 26 canzoni che vanno dai Nirvana ai NoDubt a Santana; distribuite su 5 locations.
Purtroppo sul DS la qualità musicale non è elevatissima e se si collega il portatile a degli amplificatori stereo si possono udire suoni di sottofondo metallici..però si sa, non possiamo pretendere troppo da una console portatile, dalle casse del DS e dalle cuffie il suono è comunque buono e gradevole.

Vi è poi una modalità Battaglia che permette di scontrarci in tempo reale contro un altro personaggio utlizzato dalla console le varie battaglie sono in ordine crescente di difficoltà e durante l'esecuzione della canzone si può ricorrere all'utilizzo di oggetti speciali da lanciare contro l'avversario (ad esempio dar fuoco alla chitarra o tagliarli una corda), anche l'avversario ha la medesima facoltà e nel caso ci accadesse qualcosa saremmo costretti a correre ai ripari; ad esempio se ci tagliano la corda con il pennino saremo costretti a "ri-allacciarla" oppure se ci danno fuoco dovremo soffiare nel microfono per spegnere l'incendio; sempre su questa modalità è possibile sfidare un amico via WiFi, modalità molto carina anche se non ho potuto testarla.

Queste sono le modalità accessibili all'inizio. La qualità della musica non è ovviamente al livello del PC e delle versioni per console, ma risulta gradevole e convincente; rispetto alla versione casalinga (il confronto è fatto con Guitar Hero III per Xbox 360) il gioco DS risulta essere più semplice in quanto la musica e le "note" vengono eseguite con una velocità leggermente inferiore rispetto alla versione 360 (a parità di livello di difficoltà) e questo può portare ad un piccolo inconveniente; se si passa dal gioco casalingo a quello DS e viceversa occorre un piccolo periodo di tempo (veramente piccolo) per riadattarsi alla diversa fluidità nello scorrimento delle note che rappresentano la causa di errori durante l'esecuzione del nostro brano, niente di così drammatico in realtà in quanto basta comunque poco per riadattarsi... di fatto Guitar Hero è veramente un gran bel gioco dal punto di vista del concept, e avere GH in versione portatile è veramente bello... Dico solo che oggi senza rendermene conto mi sono ritrovato a giocare a GH per piu di 3 ore..e non me ne ero neanche accorto! Praticamente una droga che mi ha convinto a prendere la versione casalinga (per Xbox 360 che recensirò prossimamente).Il gioco invoglia a finirlo, a provare e riprovare i pezzi fino a quando non si sia riuscito a completarla senza errori.. Un gioco sicuramente consigliato ai Guitar Hero Addicted ma anche a coloro che stanno cercando un passatempo portatile per il proprio DS e vogliono qualcosa di particolare..eh si perché finalmente è uscita una periferica degna di tale nome per il nostro DS che sfrutta lo slot 2.

Iphone: vale davver la pena acquistarlo?

In questi giorni si fa un gran parlare di Iphone 3G, tutti sono impazziti per questo Smartphone particolare di casa Apple... in america viene venduto ad un costo decisamente abbordabile (199 e 299 dollari rispettivamente per la versione 8G e 16G) mentre in Italia viene venduto a più del doppio (499 e 569 euro rispettivamente per 8G e 16G); tutti gridano al miracolo, all'innovazione e lo reputano il miglior Smartphone mai uscito..ma sarà veramente così?
Ebbene, dopo aver fatto passare un pò di giorni e aver studiato a fondo tale smartphone (confrontandolo con N95 - 8gb di nokia) sono giunto alla conclusione che si Iphone 3G è un bel smartphone pieno di chicche ma che ASSOLUTAMENTE NON è niente se confrontato con altri Smartphone ben più completi e all'avanguardia... la conclusione è nata dopo una serie di riflessioni, prove e confronti.
Facciamo subito un piccolo passo indietro, molti pensano che Iphone 3G sia LO smartphone Apple ma in realtà si tratta di una seconda versione, quasi un anno fa uscì infatti il primo Iphone (ora ribattezzato in Iphone 2G); quando usci si gridò al miracolo (come per il 3G) ma di miracoloso aveva ben poco: non era umts, non possedeva il gps integrato, non poteva accogliere software di terze parti, la batteria era integrata e non intercambiabile, aveva una fotocamera a dir poco schifosa... e costava più di 500 euro!!! Non poteva reggere il confronto con prodotti di gran lunga superiori che case produttrici quali nokia e htc sfornavano in quel periodo a costi equivalenti (se non migliori).
Apple ci ha riprovato con 3G e benché abbia apportato non pochi miglioramenti (batteria estraibile, gps integrato, umts ed hsdpa) ancora molte sono le lacune che questo 3G si porta dietro se confrontato con i concorrenti.
Inutile soffermarsi sui pregi in quanto sono ormai alla conoscenza di tutti; in giro non si sente altro che parlare di Iphone e delle sue caratteristiche peculiari quindi inutile ripetersi su questo aspetto; mi limiterò a recensire i maggiori difetti:

  • Batteria di scarsa durata: utilizzando Iphone pesantemente (come potrebbe fare un business man o un power user) il telefono non arriva neanche a coprire le 18 ore di autonomia..sembra di essere tornato al tempo del Motorola 8700...
  • Fotocamera da 2mpx senza autofocus ne flash: una fotocamera veramente indegna, un vecchio N70 da 100 euro (con fotocamera da 2mpx) riesce a fare foto migliori; la cosa che non comprendo e che mi irrita è che la Apple ha dotato uno smartphone da 600 euro di una fotocamera ormai ritenuta obsoleta..perfino i dispositivi Windows Mobile di fascia alta (che solitamente non brillano per la loro parte fotografica) forniscono camere migliori (quanto meno con autofocus e flash led)..hanno messo la fotocamera giusto per dire "ti abbiamo messo anche quella, contento?" quando poi ci si accorge che invece è una fotocamera veramente ridicola..
  • Il Bluetooth NON supporta il protocollo Ad2a... questo protocollo permetterebbe di connettere cuffie stereo BT (o altoparlanti bt) e di poter ascoltare la musica con una qualità più elevata.. praticamente TUTTI gli smartphone concorrenti ormai utilizzano questo protocollo... ma su Iphone nemmeno l'ombra; inoltre il Bluetooth sull'Iphone non permette il trasferimento dati ne il collegamento di periferiche che non siano Auricolari (mono!) bluetooth....
  • Qualità del segnale 2G e 3G scarsa , dove molti telefoni (anche di fascia bassa) prendono bene, Iphone tende a "perdere" il segnale Umts in favore di quello 2G..lo switch tra 2G e 3G e viceversa è molto lento
  • Antenna Wi-fi poco sensibile e potente
  • Niente videochiamate..anche se Iphone è umts, non vi è la seconda cam con la quale di solito si effettuano le videochiamate
Questi i problemi più grossi ai quali si aggiungono anche altri di minor importanza e risolvibili facilmente attraverso aggiornamenti del firmware; altra nota è che Iphone non fornisce alcun strumento utile per l'office automation, e questo è una grave carenza dato che una buona fascia di utenti possibili per Iphone è proprio rappresentata da utenti business...insomma potevano mettere una sorta di Quick Office, la maggior parte degli smartphone (anzi direi tutti quelli di fascia medio-alta) hanno un software per permettere l'editing di documenti word, excel e power point.

Devo ammettere che ho aspettato con ansia l'uscita del 3G e inizialmente ero tentato di vendere il mio fido N95-8gb in favore del terminale Apple..ma mi sono dovuto ricredere; n95 8gb risulta essere di gran lunga piu completo, performante, pieno di software disponibili in rete (di cui tantissimi gratuiti), il più versatile... e con l'aggiunta della tastiera portatile BT nokia si ottiene un mini computer da viaggio...il tutto con una spesa totale che è inferiore a quella di un Iphone.

Oggi ho voluto fare una prova di confronto della batteria: ho usato il mio n95 per il voip e la chat online usando il programma gratuito Fring e tenendonolo attivo per circa 5 ore (usandolo in situazioni miste Wi-Fi/Umts). In pausa pranzo ho tolto il Fring e mi sono messo a giocare ad un gioco n-gage 2 (presente su n95) mentre ascoltavo la Radio FM (Iphone deficita anche di questo purtroppo) dello smartphone contemporaneamente, il tutto per circa 20-30 minuti.
Durante la giornata ho fatto 45 minuti di chiamate ed ho inviato una decina di SMS (e letti altrettanti). Ho usato la navigazione GPS per circa 15 minuti (usando il software Nokia Maps 2) dopodiché sono stato in bicicletta per circa 20 minuti nei quali ho ascoltato alcuni mp3 ed ho utilizzato il programma SportsTracker per "tracciare" su google la mia rotta.. Tornando a casa avevo ancora il 30% circa di batteria ed erano le 21 .00.... potevo andare avanti tranquillamente..
Un profilo di questo genere Iphone 3G non riuscirebbe a tenerlo, la sua batteria si esaurirebbe nel giro di 6 ore.
Un altra nota importante (ma temporanea) è che al momento Iphone 3G è acerbo e non vi sono praticamente software da terze parti interessanti in grado di valorizzare il prodotto; al contrario degli smartphone Symbian e Windows Mobile che invece ne hanno una vagonata..

Insomma, questo Iphone 3G è sicuramente un ottimo miglioramento del precedente modello e sicuramente farà la felicità degli Apple Fan Boy e di coloro che spendono cifre altissime per avere "il telefono da status symbol" ma lo SCONSIGLIO vivamente a coloro ch ecercano uno smartphone All in One e versatile, a queste persone (power user e business man) consiglio di andare da tutt'altra parte (N82, N95, E90, E71, Htc Tytn 2 ad esempio) che vedranno i loro soldi spesi molto meglio...
Se magari Iphone fosse costato meno (tipo 299 euro) la valutazione sarebbe stata più positiva, in fondo quello che offre Iphone è tanta roba ma a mio avviso per quanto viene fatto pagare Iphone offre troppo poco..per dirla in una sola frase Iphone offre un pessimo rapporto Prezzo/Prestazioni/Funzionalità
Speriamo che Apple faccia tesoro diquesto e che in un prossimo futuro ci prerari un "Iphone 3.5G" in grado finalmente di soddisfare le esigenze di chi dal cellulare vuole praticamente tutto.

Escursione in MTB su Monte Morello (Firenze)




Stamani insieme ad alcuni amici siamo partiti alla volta della Seconda e Prima Punta di un piccolo monte che sovrasta Sesto Fiorentino (in provincia di Firenze). Esperienza divertentissima, a salire siamo passati in mezzo al bosco dove in alcuni punti non potevamo proseguire se non a piedi, tanto era la difficoltà del percorso.
Siamo arrivati ad altezza 924m. dove davanti a noi si è presentato un panorama bellissimo, si potevano osservare la Piana di Sesto e tutta Firenze... una goduria!
Breve pausa e siamo ritornati giù per un sentiero dove già a piedi risultava difficoltoso, passati in mezzo ad una piccola strada di 70 cm di larghezza e con un piccolo burrone sulla nostra destra... niente di più adrenalinico... da 924 a 200 m tutto su fuori strada e in mezzo a salti di 30-40 cm....

Il viaggio è continuato fino a tornare a valle passando per un sentiero del CAI da Trekking.... beh..noi siamo riusciti a farcela anche con le nostre fide MTB...



Totale della giornata 45 km in 3 ore (quasi interamente su fuori strada).

Il percorso "principale" di tutta la nostra girata (circa 24 Km) è stato prontamente salvato su SportsTracker grazie al mio fido N95 8gb.

Potrete guardare il percorso fatto direttamente qui

EEEPC Linux: avere un monitor esterno a 1280x1024

Salve a tutti, lavorando con EEEPC ci si scontra presto con la sua (apparente) più grossa limitazione, ovvero la risoluzione del desktop. Come tutti sapete la risoluzione del monitor interno non supera gli 800x480 mentre quella dei monitor esterni non vanno oltre a 1024x768.
In realtà la scheda video integrata in EEEPC permetterebbe una risoluzione massima di 1600x1200 e di 1280x1024 in 24 bit di profondita..come fare per averlo sotto il sistema Xandros ?
Semplice: avviate l'eeepc ed aprite una finestra terminale (Ctrl-Alt-T) una volta entrati andiamo su

/etc/X11/
ed editiamo il file xorg.conf in modalità superuser

sudo vim /etc/X11/xorg.conf (nel caso si conosca l'editor VIM)
oppure
sudo kwrite /etc/X11/xorg.conf (nel caso si voglia usare un editor visuale)

Andiamo nella sezione "Screen" e in ogni punto dove si trova la voce

VIRTUAL 1024 768

sostituire con

VIRTUAL 1280 1024

Dovrebbero esserci solo quattro occorrenze da cambiare.
Salviamo il file e riavviamo il sistema. A questo punto quando collegheremo un monitor esterno il sistema riuscirà ad andare a 1280x1024... Vi renderete conto inoltre che nonostante la risoluzione piu alta, l'EEEPC risulterà straordinariamente reattivo.

EEEPC - una (mini) rivoluzione in campo dei PC...ma quale scegliere?

Da quasi un mese sono entrato in possesso di un eeePC (la versione 701 quella con 4Gb e Linux). Che dire..è stata veramente una sorpresa; secondo me la soluzione ideale per coloro che cercano un pc per fare navigazione, chat ed office automation..in meno di 300 euro ci si porta a casa un pc che è veramente una scheggia (grazie anche ad una distro linux veramente light).

La cosa che potrebbe far storcere il naso è il fatto che l'interfaccia di default della distro linux sembra essere "blindata" ovvero non permetterebbe l'installazione di software aggiuntivi di terze parti.

NIENTE di piu falso! Non solo è possibile in poche mosse abilitare il Full Desktop Mode (ovvero l'interfaccia grafica di linux standard, pure mantenendo la possibilità di scegliere la Easy Mode, quella particolare dell'Eeepc) ma è anche possibile aggiungere nuovi repository esterni attraverso i quali si possono installare una marea di applicativi. Io ad esempio mi sono installato alcuni software che uso per lavoro come Eclipse (un ambiente integrato per lo sviluppo di applicazioni java) ed altri software piccoli che utilizzo per altri scopi. Nonostante la pesantezza di Eclipse l'Eeepc viaggia che è una favole e mi sta sempre di più tentando la migrazione definitiva dal macbook al piccolino asus per quanto riguarda l'aspetto prettamente lavorativo.

Ma tornando in topic..quale configurazione sceliere?
Al momento ve ne sono quattro in italia

1) la 701 con Linux: monta 4 gbyte di SSD, uno schermo da 8 pollici e una webcam vga. al costo di 299 (ma si trova anche a 259)
2) la 701 con WindowsXP Lite; stesse caratteristiche hardware ma monta windows, il costo è di circa 40-50 euro di piu della versione linux
3) la 901 con Linux; monta 20 gbyte di ssd (12 liberi), la webcam da 1.3 mpixel e lo schermo da 9 pollici (e il Bluetooth integrato mi pare), stesse dimensioni e peso del 701 al costo di 399 euro
4) la 901 con Windows XP Lite al costo di circa 50 euro in piu della 901 con linux

Considerando l'uso e il prezzo sicuramente la 701 può andare per la maggior parte delle persone e degli utilizzi ma se uno avesse intenzione di usare l'eeepc per scopi multimediali piu avanzati potrebbe passare anche al 901. A mio avviso però non è conveniente spendere quei 100 euro in piu per avere il 901..con il 701 si possono fare praticamente tutte le cose che sono possibili con il 901..l'unica cosa che (personalmente) invidio al 901 è la memoria SSD piu capiente..ma tutto è relativo dato che con pochi euro si possono acquistare delle SDHC da 16 Gbyte per il proprio 701.

Nel prossimo post metterò la procedura per abilitare il Full Desktop Mode e per aggiungere i nuovi repository e i nuovi programmi direttamente nell'interfaccia Easy Mode.

sabato 6 settembre 2008

The Legend of Zelda: Phantom Hourglass (Nintendo DS)



Salve a tutti, qualche giorno fa ho completato questo meraviglioso gioco per Nintendo DS. Un avventura che mi ha accompagnato per circa 5 mesi (il nintendo DS lo uso saltuariamente solo quando sono fuori di casa e in poche altre circostanze). Provo a buttare giù due righe con le mie personalissime impressioni di questo che dovrebbe essere un must have per i possessori di DS. La trama Nel puro stile di Zelda, la trama è abbastanza lineare ma allo stesso tempo gli elementi della storia si dipanano lentamente lungo il percorso rendendo avvincente fino all'ultimo secondo l'intero gioco; Nei panni di Link veniamo catapultati in una terra parallela alla nostra dove ci improvviseremo esperti marinai alla ricerca della nostra amica che è stata catturata da un vascello fantasma (e causa del nostro teletrasporto nella nuova terra parallela). Ci ritroveremo a solcare i mari alla ricerca di nuove isole per trovare gli elementi che ci permettereanno di costruire un arma in grado di sconfiggere questo demone che abita la nave fantasma. Gameplay Il gameplay di questo gioco è semplicemente fantastico, si giocherà interamente ricorrendo al touch screen e , qualche volta, al microfono. Dimentichiamoci quindi i tasti del classici della console, tutto avverrà direttamente sul nostro schermo tattile. La cosa divertente di questo Zelda è che c'è sempre qualcosa di divertente da fare: quando ci sposteremo in nave dovremo prima tracciare la rotta e successivamente pilotare o stare ai cannoni della nave in caso di bisogno; più avanti nel gioco arriveremo a poter pescare o recuperare tesori sommersi tutto grazie all'utilizzo del nostro fido pennino...praticamente anche i mini giochi sparpagliati in tutto il mondo di Zelda assumono un aspetto divertente e vario. Durante le sessioni "su terra" utilizzeremo determinati movimenti del pennino per usare le armi, ogni arma ha il suo modo di utilizzo e le sue "mosse" da eseguire sullo schermo in maniera opportuna. Ad esempio quando arriveremo in possesso del boomerang dovremo tracciare la traiettoria del nostro oggetto sullo schermo velocemente e precisamente, e lui eseguirà l'evoluzione che gli avremo ordinato. Anche qui come negli altri Zelda si potranno aggiornare le armi e le nostre caratteristiche via via che andiamo avanti nell'avventura. Il mondo è molto vasto ma ci ritroveremo a dover tornare su alcuni ambienti più volte al fine di visitare aree nascoste che sono accessibili solo dopo aver recuperato determinati equipaggiamenti. A completare il gameplay già di per se pieno di features; un sistema di gioco online da fare con amici di tutto il mondo; viene ripreso l'ambiente esplorativo del dungeon principale e proposto un gioco strategico in tempo reale che vede scontrarsi da un lato link e dall'altro un orda di fantasmi guerrieri molto divertente e immediato. Oltre a questo sarà possibile mettere in condivisione su internet i nostri tesori sommersi scovati e scambiare tali oggetti con altri amici in rete. Grafica e Suono La grafica è molto bella, è essenziale sullo stile fumettoso ma fatta veramente bene; devo ammettere che sullo schermo del DS si vede che è una meraviglia e quasi non sembra neanche di avere il DS ma una console ben più potente. Nintendo ha fatto veramente un gran bel lavoro sotto quest'aspetto. Il sonoro conta musiche molto belle e azzeccate alla trama, peccato per gli effetti sonori un pò sotto all amedia. Longevità Come tutti gli RPG japan-style una volta completato difficilmente si riprenderà in mano, ma vi assicuro che per giocarlo e completare tutte le sub-quest porterà via tra le 30 e le 50 ore di gioco...insomma tanta roba davvero. Inoltre vi sono sempre quei minigiochi da fare online che possono aiutarci a riprendere in mano la cartuccia una volta completato questo gioco di ruolo veramente carino Consigliato a tutti i possessori di DS, o agli amanti di Zelda; sconigliato invece a chi non ama i giochi di ruolo giapponesi


Il mio primo post

Questo è un test, a breve porterò qui tutti i miei vecchi post